Arsago Seprio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arsago Seprio,Lombardia
comune
Arsago Seprio,Lombardia – Stemma
La pieve di San Vittore
La pieve di San Vittore
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Prof. Claudio Montagnoli (lista civica "Con noi per Arsago") dal 25/05/2014 (2º mandato)
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 8°44′00″E / 45.683333°N 8.733333°E45.683333; 8.733333 (Arsago Seprio,Lombardia)Coordinate: 45°41′00″N 8°44′00″E / 45.683333°N 8.733333°E45.683333; 8.733333 (Arsago Seprio,Lombardia)
Altitudine 290 m s.l.m.
Superficie 10,35 km²
Abitanti 4 886[1] (31-12-2010)
Densità 472,08 ab./km²
Comuni confinanti Besnate, Casorate, Gallarate, Mornago, Somma Lombardo, Vergiate
Altre informazioni
Cod. postale 21010
Prefisso 0331
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012005
Cod. catastale A441
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 525 GG[2]
Nome abitanti arsaghesi
Patrono san Vittore
Giorno festivo 8 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Arsago Seprio,Lombardia
Posizione del comune di Arsago Seprio nella provincia di Varese
Posizione del comune di Arsago Seprio nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Arsago Seprio (Arsàch in dialetto varesotto[3] e semplicemente Arsago fino al 1948) è un comune italiano di 4.886 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]


Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Per la storia della diffusione della fede cattolica e degli edifici sacri vedi anche[5]

Architettura religiosa[modifica | modifica sorgente]

La chiesa di Santa Maria in Monticello, già nota nel IX secolo
  • La chiesa di San Vittore, risalente al IX secolo, dalle linee romaniche, che costituisce assieme al battistero, costruito successivamente (XI secolo), un centro artistico di pregevole interesse.
  • La chiesa romanica dei Santi Cosma e Damiano.
  • La chiesa romanica di Santa Maria in Monticello.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il primo Consiglio comunale di Arsago fu eletto nel 1829. Nel 1869 ad Arsago furono annesse Besnate e Casorate, come Mezzana Superiore nel 1870[6]. Besnate fu però staccata due anni dopo, e le altre due frazioni nel 1901.

Pieve di San Vittore[modifica | modifica sorgente]

La pieve di San Vittore di Arsago, già dotata di ampia autonomia all'interno della pieve di Sant'Agnese di Somma, fu resa indipendente durante il XVI secolo. Dal prevosto di Arsago dipendevano le seguenti parrocchie:

Persone legate ad Arsago[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 41.
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Vaccaro, Chiesi, Panzera, 2003, 229, 230, 256nota.
  6. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]