Tilda Swinton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Katherine Mathilda "Tilda" Swinton (Londra, 5 novembre 1960) è un'attrice britannica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La famiglia di Tilda Swinton vanta una ricca tradizione militare: il padre, Sir John Swinton, è generale delle Guardie Scozzesi; il prozio, Sir Ernest Swinton, è uno degli inventori del carro armato.

Tilda frequenta la West Heath Girls' School nel Kent, ed è compagna di classe e amica di Diana Spencer. All'età di 6 anni frequenta inoltre il Fettes College di Edimburgo. Nel 1983 si laurea in Scienze politiche e sociali all'Università di Cambridge, presso il Murray Edwards College.

Di carattere ribelle e anticonformista, nei primi anni ottanta simpatizza per il Partito Comunista Britannico. Recita per la Royal Shakespeare Company e il Traverse Theatre di Edimburgo, ma abbandona ben presto i palcoscenici teatrali per dedicarsi al cinema.

Carriera cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Tilda Swinton a Edimburgo nel 2007

A metà decennio inizia una lunga collaborazione con il regista, scenografo e pittore inglese Derek Jarman. Oltre ad essere sua grande amica, Tilda Swinton diviene una sorta di musa per Jarman, che le affida un ruolo in tutti i film che dirige dal 1985 al 1994, anno della sua prematura scomparsa.

Accanto ai lungometraggi destinati alle sale, Jarman gira incessantemente Super8 (editi in DVD anche in Italia) che colgono l'attrice in momenti di vita quotidiana, viaggi ed esibizioni; sotto la sua guida, Tilda Swinton interpreta il ruolo della prostituta Lena nel film Caravaggio e si aggiudica la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile al Festival di Venezia per l'interpretazione della regina Isabella di Francia in Edoardo II (1991).

L'attrice presta la sua voce all'ultimo film di Derek Jarman, Blue, originale lungometraggio "acustico" in cui lo schermo rimane di colore blu per l'intera durata dell'opera. Il film rappresenta il testamento cinematografico di Jarman, sofferente di AIDS, che affida alle voci dei suoi più stretti collaboratori la lettura del diario della sua malattia.

Dopo la morte di Jarman, Tilda Swinton interpreta nel 1992 l'ambiguo protagonista di un film tratto da un libro di Virginia Woolf, Orlando, diretto dalla regista Sally Potter. La recitazione di Tilda Swinton è sorprendente per la naturalezza con cui assume il ruolo di un personaggio che cambia di sesso nel corso della narrazione: il successo del film la consacra interprete ideale del "doppio" e della "diversità".

Aumentano le richieste per l'attrice, che sembra intenzionata a condurre in parallelo una carriera che si divide tra film mainstream hollywoodiani e film d'autore e opere d'avanguardia.

Nel 2000 è al fianco di Leonardo DiCaprio nel film di Danny Boyle The Beach nel ruolo della fanatica leader di una comunità neo-hippy, nel 2001 affianca Tom Cruise e Penélope Cruz in Vanilla Sky, nel 2002 è protagonista del thrilling statunitense I segreti del lago, nel 2003 della pellicola inglese Young Adam in compagnia di Ewan McGregor mentre nel 2005 interpreta il ruolo dell'Arcangelo Gabriele in Constantine, accanto a Keanu Reeves.

Ma è anche un avvocato lesbica in Perversioni femminili, presentato al Sundance Film Festival nel 1996, la matematica Ada Augusta Lovelace, figlia di Lord Byron in Conceiving Ada del 1997, la misteriosa protagonista di Possible Worlds (1999) diretto da Robert Lepage - film che rifiuta qualunque filo narrativo tradizionale - ed interpreta i ruoli di una biogenetista e di tre suoi cloni nel bizzarro Teknolust (2004) per la regia della videoartista Lynn Hershman-Leeson.

Nel 2005 recita il ruolo di Jadis, la Strega Bianca di Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio. Rinviato il progetto di recitare il ruolo di Nico, modella e cantante dei Velvet Underground, l'attrice è al fianco di George Clooney sia nel thriller Michael Clayton (2007) che nel film diretto dai fratelli Coen Burn After Reading - A prova di spia, uscito nel settembre 2008. L'interpretazione della dirigente senza scrupoli di una multinazionale in Michael Clayton le vale l'Oscar alla miglior attrice non protagonista.

Nel corso del 2008 l'attrice ha fatto parte del cast di Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher e di The Limits of Control di Jim Jarmusch (che ha voluto di nuovo lavorare con lei dopo Broken Flowers del 2005).

Altre attività artistiche[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 l'attrice si esibisce dal vivo in una performance intitolata The Maybe, ideata dall'artista Cornelia Parker, che si svolge presso la Serpentine Gallery di Londra e il Museo Barracco di Roma. Tilda Swinton giace otto ore al giorno all'interno di una teca di vetro, apparentemente addormentata, per una settimana[1]. Il 23 marzo 2013, ha riproposto, senza preavviso, la stessa performance al MoMA di New York.[2] È stato annunciato che la performance verrà esibita circa altre sei volte durante lo stesso anno, e che non esiste nessuna data precisa in cui si svolgeranno le ulteriori rappresentazioni.[3]

Interpreta il ruolo di un'aliena sbarcata sulla terra nel videoclip The Box della formazione elettronica degli Orbital.[4]

Nel 1998 è membro della giuria del Festival di Venezia e nel 2004 di quella del Festival di Cannes. Nel 2009 è stata presidente di giuria al festival di BerlinoNel 2009 è protagonista e coproduttrice del film "Io sono l'amore" . Sempre nel 2009 è ospite di lusso nel disco dell'astro nascente Patrick Wolf, titolo: The Bachelor.

Nel 2010 Etat Libre d'Orangè le dedica un profumo che porta il suo nome, Like This Tilda Swinton. Nella ricercata fragranza particolari accordi di zucca, mandarino e carota, tutti elementi che richiamano il colore arancione.

Dal 30 settembre al primo ottobre 2012 partecipa a "The Impossible Wardrobe". Ideata dal direttore del Musée Galliera Oliver Saillard, la performance si è svolta al Palais de Tokyo di Parigi durante il Festival d'automne. Tilda Swinton, con indosso asettici camici e guanti bianchi, presenta abiti preziosissimi conservati negli archivi del Musée Galliera, tra cui un paio di guanti di Elsa Schiaparelli, un cappotto posseduto da Sarah Bernhardt e una giacca appartenuta a Napoleone Bonaparte.[5][6]

Ha preso parte al video del singolo di David Bowie The Stars (Are Out Tonight) pubblicato il 26 febbraio 2013.

È testimonial per Coco Chanel.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Ha due figli gemelli, Honor e Xavier (1997), nati dalla relazione con il pittore e commediografo scozzese John Byrne, durata dal 1989 al 2003. Attualmente vive a Nairn, vicino a Inverness, Scozia, con i figli e l'artista tedesco Sandro Kopp, con cui ha una relazione dal 2004[7].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, la Swinton è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Boxing Tilda, gennaio 1996. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  2. ^ Boxing Tilda Swinton, 23 marzo 2013. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  3. ^ Tilda Swinton Is Sleeping In A Box At MoMA This Year. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  4. ^ Orbital “The Box” Video, with Tilda Swinton, 5 ottobre 2007. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  5. ^ Tilda Swinton/Oliver Saillard - The Impossible Wardrobe. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  6. ^ Tilda Swinton fait défiler le passé - Le Monde, 28 settembre 2012. URL consultato il 9 febbraio 2014.
  7. ^ Alpha Tilda, Marie Claire, 17 febbraio 2009. URL consultato il 9 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Jennifer Hudson
per Dreamgirls
2008
per Michael Clayton
Penélope Cruz
per Vicky Cristina Barcelona

Controllo di autorità VIAF: 117443790 LCCN: no94027098