...e ora parliamo di Kevin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
...e ora parliamo di Kevin
E ora parliamo di Kevin.JPG
Tilda Swinton in una scena del film.
Titolo originale We Need to Talk About Kevin
Paese di produzione Regno Unito, USA
Anno 2011
Durata 112 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere drammatico, thriller
Regia Lynne Ramsay
Soggetto Lionel Shriver
Sceneggiatura Lynne Ramsay, Rory Kinnear
Produttore Jennifer Fox, Luc Roeg, Robert Salerno
Casa di produzione BBC Films, UK Film Council
Distribuzione (Italia) Bolero Film
Fotografia Seamus McGarvey
Montaggio Joe Bini
Musiche Jonny Greenwood
Scenografia Judy Becker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

...e ora parliamo di Kevin[1] (We Need to Talk About Kevin) è un film del 2011 diretto da Lynne Ramsay, adattamento cinematografico del romanzo Dobbiamo parlare di Kevin di Lionel Shriver,[2] successivamente ripubblicato con il titolo ...e ora parliamo di Kevin dopo la distribuzione del film.

Il film è interpretato da Tilda Swinton, John C. Reilly e Ezra Miller, ed è stato presentato in anteprima e in concorso al Festival di Cannes 2011.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Eva Khatchadourian, una donna armeno-americana, ha messo da parte tutte le sue ambizioni professionali per mettere al mondo un figlio, lasciando la città per vivere in provincia. Dalla nascita di Kevin la sua vita cambia radicalmente e tra madre e figlio nasce subito un rapporto conflittuale. Mentre con il padre Kevin si dimostra un bambino tranquillo, con la madre continua a piangere, passando dal provocatorio mutismo infantile fino alla ribellione adolescenziale agli ordini della madre. Non ancora sedicenne, Kevin compie una strage scolastica, con il suo arco, la sua grande passione. Mentre Kevin è in carcere, Eva è costretta ad abbandonare il suo quartiere, passando gli anni seguenti nel senso di colpa, interrogandosi sulle proprie responsabilità.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 BBC Films ha acquisito i diritti per adattare il libro in un film.[3] Alla scrittrice Lionel Shriver è stato offerto un ruolo consultivo nel processo produttivo, ma ha rifiutato.[4] Dopo che il suo coinvolgimento nell'adattamento cinematografico di Amabili resti non è andato a buon fine, Lynne Ramsay ha firmato per dirigere il film. Anche se la produzione non ancora iniziata, nei primi mesi del 2007 la BBC Films ha rinnovato i diritti. Nel 2008 lo script è apparso nella lista delle migliori sceneggiature non-prodotte del cinema britannico.[5] In seguito la Ramsay, in collaborazione con Rory Kinnear, hanno scritto la sceneggiatura definitiva, non da poter girare il film con costi inferiori, a causa dei problemi finanziari della casa di produzione.[6]

Dopo la conferma del cast, la fase di pre-produzione è iniziata nel maggio 2009. Le riprese sono iniziate il 19 aprile 2010 a Stamford, Connecticut, e si sono concluse il 28 maggio 2010. Parte delle riprese sono state effettuate presso la JM Wright Technical High School di Stamford. Jonny Greenwood, dei Radiohead, ha composto le musiche del film.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato presentato in anteprima e in concorso al Festival di Cannes nel maggio 2011, successivamente è stato presentato in numerosi festival internazionali, tra cui il Toronto International Film Festival. Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche del Regno Unito il 21 ottobre 2011. In Italia è stato distribuito dal 17 febbraio 2012 a cura della Bolero Film.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

La pellicola ha vinto il premio come miglior film al London Film Festival,[7] ed ha ricevuto tre nomination ai BAFTA Awards. La protagonista Tilda Swinton si è aggiudicata il premio come miglior attrice agli European Film Awards, ai National Board of Review Awards e ai San Francisco Film Critics Awards, ed ha ricevuto la nomination ai Golden Globes, agli Screen Actors Guild Awards, ai BAFTA Awards e ai Broadcast Film Critics Awards e Erza Miller ha ricevuto una candidatura come miglio attore non protagonista. Il film ha ottenuto inoltre sei candidature ai British Independent Film Awards, vincendo il premio per la miglior regia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ...e ora parliamo di Kevin, primissima.it. URL consultato il 04-12-2011.
  2. ^ Lionel Shriver, Dobbiamo parlare di Kevin, Piemme. ISBN 978-8838475450.
  3. ^ (EN) Why does this author need to talk about filming Kevin?, heraldscotland.com. URL consultato il 04-12-2011.
  4. ^ (EN) Ramsay needs to shoot a movie about Kevin, The Guardian. URL consultato il 04-12-2011.
  5. ^ (EN) Brit List brings scripts to light, Variety. URL consultato il 04-12-2011.
  6. ^ (EN) The women behind the British film industry, thisislondon.co.uk. URL consultato il 04-12-2011.
  7. ^ We Need To Talk About Kevin premiato al London Film Festival, Elle. URL consultato il 04-12-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema