Floria Sigismondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Floria Sigismondi

Floria Sigismondi (Pescara, 1965) è una fotografa, regista e scultrice italiana naturalizzata canadese.

È maggiormente conosciuta come regista di video musicali, oltre che come artista a sé stante: Katy Perry, Christina Aguilera, Interpol, The White Stripes, David Bowie, Sigur Rós, Sheryl Crow, The Cure, Björk, Muse, Amon Tobin, Justin Timberlake e Marilyn Manson sono soltanto alcuni fra gli artisti con cui ha collaborato. Ha lavorato anche nel mondo della pubblicità girando spot per Old Navy, Adidas, Eaton's, Target Corporation, MAC Cosmetics e Thierry Mugler. Il ritmo spezzato dei suoi video, unito a particolarissimi effetti di luce, soggetti fuori fuoco e una passione per insetti e serpenti sono oramai un marchio di fabbrica, come nell'esemplare videoclip The Beautiful People, per Marilyn Manson. Come e ancora più del collega Chris Cunningham, Floria mette in scena "freaks" e persone che appaiono malate, riuscendo sempre nell'intento specifico di mettere a disagio lo spettatore. Il suo stile unico rimane modello (spesso e volentieri copiato) di molti giovani registi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori, Lina e Domenico Sigismondi, erano cantanti d'opera. La sua famiglia, con anche la sorella Antonella, si trasferì ad Hamilton, Ontario, Canada quando lei aveva due anni. Nella sua infanzia cominciò l'ossessione per dipingere e disegnare. Nel 1987 iniziò a studiare disegno all'Ontario College of Art & Design, per poi passare a fotografia. Cominciò infatti la sua carriera come fotografa di moda, e iniziando a dirigere video solo dopo essere approdata alla compagnia di produzione The Revolver Film Co. diresse video per molte band canadesi.

I suoi video molto innovativi, ma anche molto scioccanti, ambientati in scenari che lei una volta definì come "entropici sottomondi abitati da anime torturate e esseri onnipotenti", attrassero molte band di musicisti importanti. Ha dichiarato in seguito che la sua arte si inspira alle immagini disturbate di David Lynch e Francis Bacon.[1]

Con le sue fotografie e le sue installazioni di sculture ha avuto varie mostre personali, ad Hamilton e a Toronto, New York, Brescia, Göteborg e Londra. Le sue fotografia sono state incluse in molte mostre di gruppo, assieme a fotografi come Cindy Sherman e Joel-Peter Witkin. La casa editrice tedesca d'Arte Die Gestalten Verlag ha pubblicato due sue monografie fotografiche: Redemption (1999) e Immune (2005).

Nell'ottobre 2004 è nata sua figlia, Tosca Vera Sigismondi-Berlin. Il padre è suo marito Lillian Berlin, frontman dei Living Things.

Nel 2010 ha diretto un film biografico sulla band femminile The Runaways dal nome omonimo con Dakota Fanning e Kristen Stewart.

Nel 2013 il video diretto per la canzone The Next Day di David Bowie, scatenò diverse proteste in ambienti cattolici a causa del forte contenuto blasfemo del filmato.[2][3][4]

La Sigismondi risiede a Toronto, New York e Los Angeles.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Premi (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1997 MTV Video Music Awards, USA - Nomination per Best Rock Video: "Beautiful People" (Marilyn Manson)
  • 1998 British Music Video Awards, UK - Nomination per Best Video: "Little Wonder" (David Bowie)
  • 1999 German Kodak Photobook Award, per il libro Redemption
  • 2003 MTV European Awards - Best International Video Award, per Untitled 1 (Sigur Rós)
  • 2003 New York Underground Film Festival - Audio/Visual Award, per Untitled 1 (Sigur Rós)
  • 2003 Advertising and Design Awards, Toronto, Canada - Special Merit Award for Music Video, per "Fighter" (Christina Aguilera)
  • 2004 Juno Awards, Canada - Best Music Video, per "Fighter" (Christina Aguilera)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Floria Sigismondi Discusses Her Dark Aesthetic, MTV, 9 maggio 2013. URL consultato l'11 maggio 2013.
  2. ^ David Bowie's 'The Next Day' video criticised by Catholic church, NME, 9 maggio 2013. URL consultato l'11 maggio 2013.
  3. ^ Phillips, Amy, Watch David Bowie's Bloody, Religious "The Next Day" Video, Starring Gary Oldman and Marion Cotillard, Pitchfork, 7 maggio 2013. URL consultato l'11 maggio 2013.
  4. ^ Lesley Savage, David Bowie's new religious-themed video causing controversy, CBS News, 9 maggio 2013. URL consultato il 5 maggio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 32842761 LCCN: nb99037440