Monte Hellman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Monte Hellman (New York, 12 luglio 1932) è un regista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Da adolescente coltiva la passione per la fotografia e, dopo le superiori, ottiene il diploma di teatro all'Università di Stanford grazie a una borsa conferitagli dalla NBC. Alla NBC fa anche le prime esperienze di regista radiofonico. Studia cinema all'UCLA; dopo aver trascorso un periodo in Europa, al suo ritorno lavora all'ABC come apprendista montatore.

Nel 1959 Roger Corman gli offre l'occasione di debuttare dietro alla macchina da presa con Beast from Haunted Cave. Fonda la Proteus Film con Jack Nicholson e con lo stesso gira due film western a basso budget e realizza due horror nelle Filippine.

Nel 1966 dirige quello che è considerato il suo capolavoro (nel suo "Dizionario dei film" Paolo Mereghetti gli assegna il punteggio di quattro stellette su quattro): La sparatoria (The Shooting), un western atipico interpretato da Warren Oates, Will Hutchins, Millie Perkins e dal co-produttore Nicholson.

Nel 1971 dirige l'ottimo road movie Strada a doppia corsia (Two-Lane Blacktop) con James Taylor, Warren Oates e Dennis Wilson dei Beach Boys. Con Oates girerà anche Cockfighter (1974). Nel 1978 è la volta di Amore, piombo e furore (China 9, Liberty 37), girato in Spagna e in Italia.

È molto ammirato da Quentin Tarantino, di cui è stato produttore esecutivo per il film Le iene[1]. Nel 2010 è stato premiato alla 67ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia con un Leone d'oro speciale per l'insieme dell'opera, premio voluto proprio da Tarantino che era il presidente della giuria.

Oggi è un insegnante di cinema presso il California Institute of the Arts.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Intervista a Monte Hellman

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 36840462 LCCN: nr99032145