Jóhann Jóhannsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jóhann Jóhannsson
Nazionalità Islanda Islanda
Genere Musica classica
Ambient
Periodo di attività 1990 – in attività
Album pubblicati 7

Jóhann Jóhannsson (1969) è un musicista, compositore e produttore discografico islandese.

È co-fondatore dei Kitchen Motors a Reykjavík, l’organizzazione d’arte, think tank ed etichetta discografica specializzata che promuove concerti, mostre, performance, opere da camera, produzione di film, libri e programmi radiofonici basati su sperimentazione, collaborazione e ricerca di nuove forme d’arte.

Jóhannsson ha fondato gli Apparat Organ Quartet nel 1999, suonando in vari festival europei. Ha pubblicato dischi a nome proprio: Englabörn (Touch, 2002), Virðulegu Forsetar (Touch, 2004), IBM 1401, A User's Manual (2006, che ha iniziato la sua collaborazione con la 4AD, Fordlandia (4AD, 2008) [1], And In The Endless Pause There Came The Sound Of Bees (Type, 2009), The Miners' Hymns (Fat Cat, 2011) [2]

Ha anche prodotto e scritto musica con artisti come Marc Almond (l'album Stranger Things)[3], Barry Adamson e Pan Sonic, The Hafler Trio, Magga Stina e altri. Ha scritto musiche per teatro, documentari e colonne sonore di diversi film. È membro del supergruppo di electronica islandese Evil Madness.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Englabörn (Touch, 4AD nel 2007)
  • 2004 - Virðulegu Forsetar (Touch)
  • 2004 - Dís (12 Tónar, in Islanda; The Worker's Institute, negli USA nel 2005)
  • 2006 - IBM 1401, A User's Manual (4AD)
  • 2008 - Fordlandia (4AD)
  • 2009 - And In The Endless Pause There Came The Sound Of Bees (Type)
  • 2011 - The Miners' Hymns (Fat Cat)

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • 2006 - The Sun’s Gone Dim And The Sky’s Turned Black (4AD)

Colonne sonore di film[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Johann Johannsson - Fordlândia :: Le recensioni di Onda Rock
  2. ^ Johann Johannsson - The Miners’ Hymns :: Le recensioni di Onda Rock
  3. ^ Marc Almond - Stranger Things: Deluxe Edition :: Le recensioni di Onda Rock

Controllo di autorità VIAF: 237507047