Darren Aronofsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darren Aronofsky ai premi Oscar 2011.

Darren Aronofsky (New York, 12 febbraio 1969) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Darren Aronofsky nasce a New York in una famiglia ebraica di origini russe ed ucraine. Nella sua maturazione, Aronofsky è sempre stato creativo ed incline all'arte: ama i film classici e si è dedicato, adolescente, all'arte dei graffiti. Dopo la scuola superiore, frequenta l'Università di Harvard per studiare antropologia, film e animazione. Ha presentato la tesi con il film Supermarket Sweep, in cui ha recitato Sean Gullette il quale è stato in seguito finalista della National Student Academy Award.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 Aronofsky inizia a plasmare le idee originarie per il film π - Il teorema del delirio, la cui sceneggiatura è ultimata per il 1998, anno in cui ne inizia la produzione. A tale scopo viene scritturato nuovamente Sean Gullette in qualità di protagonista. Il film partecipa al Sundance Film Festival con un buon successo di critica e di pubblico. Aronofsky viene premiato con l'Independent Spirit Award per la miglior sceneggiatura d'esordio.

Al Festival di Cannes 2000 Aronofsky presenta Requiem for a Dream, basato sul romanzo di Hubert Selby Jr., dove viene ben accolto. Il film si dimostra un moderato successo di pubblico per una produzione indipendente, ma in poco tempo diviene un vero e proprio cult e fa conoscere il regista al pubblico statunitense.

Dopo innumerevoli vicissitudini, defezioni nel cast e riduzione del budget, finalmente Aronofsky porta a completamento The Fountain - L'albero della vita, il suo film più ambizioso e tribolato, derivante da un soggetto originale del regista e incentrato su una storia d'amore che attraversa i secoli fino ad abbracciare i misteri dell'immortalità. Il film divide sia il pubblico che la critica.

Dopo il lungo periodo dedicato alla realizzazione di The Fountain - L'albero della vita, Aronofsky afferma di voler realizzare il film successivo in un lasso di tempo minore. Così nel 2008 presenta alla 65ª edizione del Festival di Venezia The Wrestler che si aggiudica il Leone d'oro al miglior film.

Il cigno nero è il titolo del film successivo. Un thriller psicologico ambientato nel mondo del balletto con protagoniste Natalie Portman, premiata con il Premio Oscar, e Mila Kunis.

Dopo il successo de Il cigno nero si dedica alla pubblicità, firma uno spot pubblicitario per Yves Saint Laurent con protagonista l'attore Vincent Cassel, successivamente realizza uno spot per un mascara della casa di cosmetici Revlon, con Jessica Biel e Pharrell Williams.

Alla 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia del 2011 è stato il presidente della giuria del concorso.[1]

Nel novembre del 2011 è stato ingaggiato dai Metallica per girare il video del loro singolo The View, estratto dall'ultimo album registrato in collaborazione di Lou Reed, Lulu.

Nel luglio del 2012 ha iniziato le riprese dell'adattamento cinematografico della storia biblica di Noè con Russell Crowe come protagonista principale. Il film è stato distribuito nelle sale statunitensi il 28 marzo 2014.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Aronofsky è stato fidanzato con l'attrice Rachel Weisz, dalla quale ha avuto un figlio, Henry Chance (2006).

Stile[modifica | modifica wikitesto]

I primi film di Aronofsky erano produzioni a basso budget e utilizzavano montaggi estremamente serrati di inquadrature molto brevi. Mentre mediamente un film di 100 minuti ha 600-700 tagli Requiem for a Dream si caratterizza per averne più di 2.000. Altra caratteristica dello stile registico di Aronofsky è lo split-screen che viene ampiamente utilizzato insieme a primi piani molto stretti. Spesso nei suoi film, Aronofsky alterna primi piani estremizzati a riprese a grandi distanze per creare un senso di isolamento.[2][3][4][5]

Con The Fountain - L'albero della vita, Aronofsky, pur facendone ampio uso, ha cercato di limitare l'uso di immagini generate al computer[6] utilizzate principalmente al fine di rendere alla perfezione il senso di immenso e di infinito che pervade buona parte delle immagini proposte all'interno della pellicola così come ha usato una regia più sottile in The Wrestler e Il cigno nero, meno viscerale al fine di mettere in mostra la recitazione e la narrazione.

Progetti mai realizzati[modifica | modifica wikitesto]

Fin dagli inizi del 2000 il nome di Darren Aronofsky è sempre stato legato a molti blockbuster, che il regista ha dovuto abbandonare per i più disparati motivi:

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Darren Aronofsky
Anno Film Accreditato come: Note
Regista Sceneggiatore Produttore
1998 π - Il teorema del delirio (π) SiY SiY SiY
2000 Requiem for a Dream SiY SiY X mark.svgNo Compare anche come attore.
2002 Below X mark.svgNo SiY SiY Regia di David Twohy.
2006 The Fountain - L'albero della vita (The Fountain) SiY X mark.svgNo X mark.svgNo
2008 The Wrestler SiY X mark.svgNo SiY
2010 Il cigno nero (Black Swan) SiY X mark.svgNo X mark.svgNo
The Fighter X mark.svgNo X mark.svgNo SiY Regia di David O. Russell.
2011 The View SiY X mark.svgNo X mark.svgNo Videoclip di Lou Reed e Metallica.
2014 Noah SiY SiY SiY

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Darren Aronofsky Presidente della Giuria Internazionale del Concorso Venezia 68
  2. ^ Susan Boyd, Hooked, New York, Routledge, 2008, pp. 97–98, ISBN 0-415-95706-0.
  3. ^ M. Booker, Postmodern Hollywood, New York, Praeger, 2007, ISBN 0-275-99900-9.
  4. ^ Anna Powell, Deleuze, Altered States and Film, Edinburgh, Edinburgh University Press, 2007, p. 75, ISBN 0-7486-3282-4.
  5. ^ Ken Dancyger, The Technique of Film and Video Editing, London, Focal, 2002, pp. 257–258, ISBN 0-240-80420-1.
  6. ^ (EN) Look Effects Does More With Less CG on The Fountain, Animation World Network, 26 ottobre 2006. URL consultato il 23 aprile 2010.
  7. ^ (EN) WB sends ‘Pi’ guy into the Bat Cave su Variety, 21 settembre 2000.
  8. ^ Sono questi i concept del Batman di Darren Aronofsky? su BadTaste.it, 7 maggio 2013.
  9. ^ (EN) AICN EXCLUSIVE!! WATCHMEN Has A Director!! su Ain't it cool news, 22 aprile 2004.
  10. ^ (EN) Who su Ain't it cool news, 3 novembre 2004.
  11. ^ (EN) Darren Aronofsky to direct Damon and Wahlberg in The Fighter? su /Film, 26 marzo 2007.
  12. ^ (EN) Darren Aronofsky is off The Fighter su TotalFilm, 21 aprile 2009.
  13. ^ Ufficiale: Darren Aronofsky dirigerà Robocop su Movieplayer, 25 luglio 2008.
  14. ^ RoboCop sospeso, Darren Aronofsky non dirige più su badtaste.it, 8 gennaio 2010. URL consultato il 6 aprile 2014.
  15. ^ (EN) Darren Aronofsky Offered "Wolverine 2" and "Tales from the Gangster Squad" su Collider, 6 ottobre 2010. URL consultato il 6 aprile 2014.
  16. ^ Darren Aronofsky sempre più vicino ad X-Men: Wolverine 2 su Cineblog.it, 12 ottobre 2010.
  17. ^ (EN) Darren Aronofsky Bows Out as 'Wolverine' Director su The Hollywood Reporter, 17 marzo 2011. URL consultato il 6 aprile 2014.
  18. ^ The Wolverine: «Nello script iniziale l’unico mutante era Hugh Jackman» su BestMovie.it, 20 dicembre 2012.
  19. ^ (EN) Darren Aronofsky to direct Superman? su Examiner, 28 settembre 2010. URL consultato il 6 aprile 2014.
  20. ^ Darren Aronofsky dopo Il Cigno Nero dirigerà Maleficent? su ScreenWeek.it, 21 maggio 2011. URL consultato il 6 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85720701 · LCCN: (ENno99015261 · ISNI: (EN0000 0001 1476 7008 · GND: (DE138302308 · BNF: (FRcb140486364 (data)