Provincia di Rimini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provincia di Rimini
provincia
Provincia di Rimini – Stemma Provincia di Rimini – Bandiera
Provincia di Rimini – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Capoluogo Rimini
Presidente Stefano Vitali (PD) dal 22-06-2009
Data di istituzione 1992
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°03′00″N 12°34′00″E / 44.05°N 12.566667°E44.05; 12.566667 (Provincia di Rimini)Coordinate: 44°03′00″N 12°34′00″E / 44.05°N 12.566667°E44.05; 12.566667 (Provincia di Rimini)
Superficie 863,58 km²
Abitanti 335 033 (01-01-2014 (ISTAT))
Densità 387,96 ab./km²
Comuni 26 comuni
Province confinanti Forlì-Cesena, Pesaro e Urbino, Arezzo
Altre informazioni
Cod. postale 47921-47924 Rimini,
47814-47867 la provincia
Prefisso 0541
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 099
Targa RN
Localizzazione

Provincia di Rimini – Localizzazione

Sito istituzionale

La provincia di Rimini (pruvèinza ad Rémmne in romagnolo) è una provincia italiana dell'Emilia-Romagna di 335 033 abitanti.

Confina a sud con le Marche (provincia di Pesaro e Urbino) e con la Repubblica di San Marino, a est con il Mar Adriatico, a nord con la provincia di Forlì-Cesena, a ovest con la Toscana (provincia di Arezzo).

La provincia di Rimini è stata istituita nel 1992, distaccandosi dal territorio dell'allora provincia di Forlì.

Nel 2009 è stata ingrandita inglobando sette comuni dell'Alta Valmarecchia: Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant'Agata Feltria e Talamello, precedentemente compresi nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino, nella regione Marche. Dopo un referendum locale, il parlamento ha dato via libera al passaggio di regione dalle Marche all'Emilia-Romagna[1].

La Provincia di Rimini, territorio di lunga tradizione turistica, è celebre per le località balneari della riviera romagnola di Rimini, Riccione, Bellaria-Igea Marina, Misano Adriatico e Cattolica, che si estendono lungo i suoi 30 km di costa lungo il Mare Adriatico.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio provinciale di Rimini, delimitato parzialmente a nord dal corso del torrente Uso, che lo divide dalla provincia di Forlì-Cesena e a sud dal torrente Tavollo, che lo separa dalle Marche (provincia di Pesaro-Urbino), si compone di cinque aree morfologicamente e paesaggisticamente omogenee.

Il settore nord-occidentale della provincia, costituito dall'estrema parte meridionale della Pianura Padana, tra i comuni di Rimini, Bellaria-Igea Marina e Santarcangelo di Romagna, è prevalentemente agricolo, anche se notevolmente trasformato dalla presenza di insediamenti residenziali (Santarcangelo, San Vito, Santa Giustina, Orsoleto), aree produttive (Santarcangelo e Rimini Nord), poli commerciali (Rimini Nord), infrastrutture stradali e ferroviarie (SS 9 Via Emilia, Autostrada A14, ferrovia Bologna-Ancona).

Lungo il Mare Adriatico, che rappresenta il limite orientale del territorio provinciale, si estende una lunga e stretta fascia litoranea pianeggiante, quasi interamente occupata dalla conurbazione costiera della Riviera romagnola, estesa senza soluzione di continuità da Cervia a Gabicce Mare. Il principale centro della conurbazione è la città di Rimini, che rappresenta anche il maggiore snodo di comunicazioni verso le città della Pianura Padana e verso l'entroterra. La costa sabbiosa è particolarmente bassa ed è caratterizzata da una spiaggia molto ampia.

La gran parte dei settori occidentale e meridionale della provincia è costituito da rilievi collinari, progressivamente più alti verso l'entroterra. Le due valli principali – quelle del Marecchia e del Conca – presentano caratteri molto differenti. La prima è caratterizzata da una serie di formazioni rocciose aspre e dirupate (gli speroni di Torriana, Montebello, Saiano, Verucchio, San Leo, Pietracuta e, fuori dal territorio provinciale, il Monte Titano, su cui sorge la capitale della Repubblica di San Marino), mentre il paesaggio della Valconca è costituito da colline basse e dal profilo più dolce.

Una limitata porzione sud-occidentale, corrispondente all'alta Valmarecchia, comprende infine i primi rilievi montuosi dell'Appennino Tosco-Romagnolo, con il massiccio del Monte Carpegna (1 415 m). In questa area, che presenta una bassa densità di popolazione e una relativamente modesta antropizzazione, il paesaggio agrario è limitato, e lascia spazio a pascoli e boschi.

Fiumi e laghi[modifica | modifica sorgente]

La provincia di Rimini è percorsa da sette fiumi e torrenti: l'Uso, il Marecchia, l'Ausa, il Marano, il Conca, il Ventena e il Tavollo. Il fiume principale è il Marecchia, che nasce dalle sorgenti dell'Alpe della Luna, in provincia di Arezzo, e scorre per circa 70 km sfociando nel Mare Adriatico presso la città di Rimini. I torrenti Ausa e Marano nascono nella Repubblica di San Marino.

Sul territorio provinciale non sono presenti laghi naturali di particolare importanza; l'unico invaso artificiale di rilevanti dimensioni è i bacino del Conca, costruito lungo il corso dell'omonimo torrente a ridosso del tracciato dell'autostrada A14 tra i comuni di Misano Adriatico e San Giovanni in Marignano.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

La provincia di Rimini è servita dall'Autostrada A14 Adriatica, attraverso quattro caselli: Rimini Nord, Rimini Sud, Riccione e Cattolica. I collegamenti con il resto della penisola sono garantiti anche da due strade statali (la SS9 Via Emilia, diretta a Milano; la SS16 Adriatica, che conduce a Padova a nord e a Otranto a sud), mentre la vicina Repubblica di San Marino è raggiungibile attraverso la SS72, che oltre il confine di stato assume la denominazione di Superstrada di San Marino.

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

La Provincia di Rimini è servita da due linee ferroviarie: la ferrovia Bologna-Ancona e la ferrovia regionale Ferrara-Rimini. L'unica stazione di diramazione del territorio provinciale, nonché la maggiore per flusso di passeggeri annuo, è la stazione di Rimini, classificata da Trenitalia come Gold e gestita da Centostazioni. Gestite da RFI e appartenenti alla categoria Silver sono le sette stazioni di Bellaria, Cattolica-San Giovanni-Gabicce, Misano Adriatico, Riccione, Rimini Miramare, Riminifiera e Santarcangelo. Le altre stazioni della provincia - Igea Marina e le due stazioni secondarie del capoluogo sulla linea Ferrara-Rimini (Rimini Viserba e Rimini Torre Pedrera) - sono classificate come Bronze[2].

Comuni[modifica | modifica sorgente]

Appartengono alla provincia di Rimini i seguenti 26 comuni:

Presidenti della provincia[modifica | modifica sorgente]

Variazioni amministrative e territoriali[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Variazioni amministrative e territoriali della Regione Marche#2009.

L'Alta Valmarecchia fece parte fino al 1796 della Legazione di Romagna (Stato Pontificio), ma fu annessa alla delegazione di Urbino e Pesaro con motu proprio di Pio VII il 6 luglio 1816. Con la fine del potere temporale della Santa Sede (1859), il territorio passò alla Provincia di Pesaro; tale assetto rimase inalterato fino al 2009 quando, in seguito a referendum popolari, i sette comuni dell'alta Valmarecchia votarono la ricongiunzione con il territorio riminese. In quell'anno l'alta Valmarecchia è entrata a far parte della provincia di Rimini.

Le Marche hanno interposto ricorso alla Corte costituzionale, ma esso è stato ritenuto infondato nel luglio 2010[3]. Anche quattro comuni della valle del Conca hanno promosso referendum per l'aggregazione alla provincia di Rimini: Montecopiolo, Sassofeltrio, Monte Grimano Terme e Mercatino Conca, ma solo nei primi due è stato raggiunto il quorum.

Sant'Agata Feltria è comune onorario della provincia di Genova[4].

Comuni più popolosi[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportati i comuni superiori ai 10.000 abitanti ordinati per popolazione[5]:

Pos. Comune Abitanti Stemma
Rimini 144 591 Rimini-Stemma.png
Riccione 34 350 Riccione-Stemma.png
Santarcangelo di Romagna 21 172 Santarcangelo di Romagna-Stemma.png
Bellaria-Igea Marina 18 874 Bellaria-Igea Marina-Stemma.png
Cattolica 16 776 Cattolica-Stemma.png
Misano Adriatico 12 580 Misano Adriatico-Stemma.png

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L. 3 agosto 2009 n. 117
  2. ^ Le Stazioni oggi: in Emilia-Romagna.
  3. ^ La Valmarecchia rimane in Romagna
  4. ^ Comunicato stampa della Provincia di Genova del 15 aprile 2010
  5. ^ Bilancio demografico mensile ISTAT Dati relativi al 30-09-2013

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]