Gabicce Mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gabicce Mare
comune
Gabicce Mare – Stemma Gabicce Mare – Bandiera
Gabicce Mare – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
Amministrazione
Sindaco Domenico Pascuzzi (centro-sinistra) dal 26-05-2014
Territorio
Coordinate 43°58′00.62″N 12°45′22.54″E / 43.966839°N 12.756261°E43.966839; 12.756261 (Gabicce Mare)Coordinate: 43°58′00.62″N 12°45′22.54″E / 43.966839°N 12.756261°E43.966839; 12.756261 (Gabicce Mare)
Altitudine 11 m s.l.m.
Superficie 4,85 km²
Abitanti 5 976[1] (31-12-2010)
Densità 1 232,16 ab./km²
Frazioni Baia Vallugola, Case Badioli, Gabicce Monte, Ponte Tavollo, Vigna del Mare
Comuni confinanti Cattolica (RN), Gradara, Pesaro
Altre informazioni
Cod. postale 61011
Prefisso 0541
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 041019
Cod. catastale D836
Targa PU
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 114 GG[2]
Nome abitanti gabiccesi
Patrono Immacolata Concezione
Giorno festivo 8 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gabicce Mare
Posizione del comune di Gabicce Mare nella provincia di Pesaro e Urbino
Posizione del comune di Gabicce Mare nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Gabicce Mare (el Gabéc' in dialetto gallo-italico marchigiano[3]) è un comune italiano di 5.976 abitanti[1] della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Gabicce Mare è il comune più settentrionale della costa Adriatica, della regione Marche, al confine con l'Emilia-Romagna. Sorge su una piccola baia detta Baia degli Angeli, nell'ultimo tratto del Golfo di Rimini, alle pendici settentrionali del Monte San Bartolo, sede dell'omonimo parco nonché confine meridionale della Romagna come regione storico-geografica. Gabicce è, quindi, l'ultimo comune della Riviera Romagnola della quale è possibile avere una visuale ampissima proprio dal promontorio di Gabicce Monte, dal quale sono visibili i grattacieli di Rimini e Cesenatico, nonché l'entroterra con i massicci di Monte Carpegna e Monte Titano (sul quale sorge la Repubblica di San Marino). Nel territorio comunale scorrono il torrente Tavollo e il suo affluente Taviolo, che si uniscono nei pressi del centro cittadino.

Gabicce Mare dista 16 km da Pesaro, 40 km da Urbino, 65 km dalla Gola del Furlo (PU), 20 km da Rimini, 40 km da San Marino, 50 km da San Leo (RN), 75 circa da Ravenna.

Gabicce Mare (PU) e le contermini Cattolica (RN) e Gradara (PU), formano, de facto, un'unica entità culturale, socio-economica, urbana e finanche turistica, a cavallo tra Marche ed Emilia-Romagna.

A giugno 2008 è stato inaugurato un moderno Ponte Levatoio (Pedonale/Ciclabile, a sollevamento idraulico) che collega Gabicce Mare (PU) alla confinante Cattolica (RN).


Clima[modifica | modifica sorgente]

Gabicce Mare ha un clima subcontinentale con inverni generalmente freddi ed estati calde e afose. La piovosità media si attesta sui 750 mm con picchi in primavera e autunno.

Gli inverni sono freddi, umidi e nebbiosi, a causa delle nebbie anche fitte provenienti dalla pianura Padana, che possono oscurare il sole anche per più giornate di seguito. Gabicce Mare ha una nevosità media di 10 cm ogni inverno, e la neve è portata solamente dal vento di Ponente, che va a pescare il freddo direttamente dal catino padano. In alcuni casi si sono avuti degli accumuli nevosi davvero notevoli per una città costiera (ad esempio: tra il 15 e il 17 dicembre 2010 con 45 cm, 31 gennaio 2010 con 30 cm, gennaio 2005 con 15 cm, dicembre 1996, febbraio 1991, ed altre occasioni) e si hanno inoltre circa 40 giornate con minime negative.

In estate le precipitazioni sono scarse e prodotte soprattutto dai temporali che sono comunque abbastanza rari. La temperatura durante il giorno va difficilmente oltre i 32 °C a causa della brezza di mare, ma con umidità relative davvero elevate e fastidiose. Nei giorni in cui spira il Garbino (vento catabatico che scende dall'Appennino), le temperature possono raggiungere anche i 38-40 °C, ma con umidità relative molto basse (ad esempio nell'estate 2003 con quasi 44 °C). I temporali si concentrano prevalentemente tra la fine dell'estate e l'autunno, ma sono generalmente pochi durante tutto l'anno, anche se in alcuni casi sono molto intensi e riescono a produrre delle trombe marine (come il 23 novembre 2001). Il vento che spira più violentemente è la Bora (che nel settembre 2004 ha toccato i 150 km/h) che, insieme allo Scirocco, produce anche delle violente mareggiate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il sito di Gabicce era già abitato in epoca Romana, come testimoniano i ritrovamenti archeologici.

L'aggregato urbano più antico di Gabicce fu costruito su un promontorio (l'odierna Gabicce Monte). Gabicce era dotato di una fortezza, menzionata dalle fonti per la prima volta nel 998 (Castellum Ligabitii).[4] Nel Medioevo la storia di Gabicce seguì quella del Ducato di Urbino. Nel XVI secolo due abili vasai originari di Gabicce, Girolamo e Giacomo Lanfranco, idearono una particolare tecnica di lavorazione della ceramica con l'utilizzo di oro zecchino che li rese famosi in tutta Europa.[5] Nel 1631, con la devoluzione del Ducato alla Santa Sede, Gabicce divenne un dominio diretto dello Stato della Chiesa.

La città conobbe un vero sviluppo economico solo dopo la Prima guerra mondiale, quando sul litorale fu costruito il porto. Fu così possibile incrementare l'attività di pesca e dare inizio al turismo. In pochi decenni la città bassa (Gabicce Mare) divenne la parte del paese più sviluppata, tanto che nel 1942 la sede comunale fu trasferita da monte a valle.

Nei decenni del secondo dopoguerra Gabicce Mare ha conosciuto un notevole sviluppo turistico, legato a quello della Riviera romagnola. Oggi è una località balneare conosciuta e affermata.

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

Il problema dell'etimologia di Castellum Ligabitii non è ancora stato risolto. Mario Bartoli ha proposto che, essendo l'abitato sorto in collina, possa essere derivato dal greco Lykabettòs, nome che coincide con quello di un colle a nord-est di Atene. Ciò concorda con le fonti storiche, che registrano nel 325/24 a.C. la volontà della città greca di fondare una colonia in terra italica.[6]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[7]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera era di 642 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

Si sostiene che[senza fonte] al largo della costa di Gabicce Mare, ci fosse un centro abitato di probabile origine greca, chiamato un tempo Valbruna, in seguito sommerso dall'avanzamento del mare, che ha inghiottito la città tramutandola in una sorta di Atlantide. Non ci sono molti documenti che attestino la sua esistenza, ma sono stati ritrovati molti reperti dai pescatori locali, che sostengono di riuscire a vedere nei giorni più limpidi i resti della città, e addirittura la punta del campanile della vecchia chiesa di Valbruna. Tuttora il nome Valbruna è impresso nella storia di Gabicce Mare, trovando posto in diverse occasioni ed in differenti strutture civiche.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Negli anni settanta e ottanta si svolgeva un festival di voci nuove denominato “La conchiglia d’oro”. La manifestazione, che si protrasse per 13 edizioni, si svolgeva nel mese di febbraio o marzo al cinema-teatro Astra. Nato quasi per gioco nell’ambito parrocchiale, il festival assunse anno dopo anno sempre più rilievo anche grazie alla partecipazione di tanti illustri nomi della musica italiana. Tra i tanti è da ricordare la presenza di: Vasco Rossi, Zucchero, Gianni Morandi, Patty Pravo, Matia Bazar, Roberto Vecchioni, Fabio Concato, Fiorella Mannoia, New Trolls, Bobby Solo, Sandro Giacobbe.

Riferimenti nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Nell'edizione del 2008 di Mai Dire Martedì, il programma della Gialappa's Band, il paese viene scelto come luogo di un delitto programmato a tavolino, "Il dramma di Gabicce Mare", per avere in esclusiva gli innumerevoli guadagni che verranno a seguito del turismo e degli ascolti televisivi.

Il Festival di Gabicce Mare è il titolo di una canzone di Biagio Antonacci contenuta nell'album Adagio Biagio del 1991, dove il cantautore imita quasi alla perfezione le voci e gli stili di Fabio Concato, di Luca Carboni e di Alberto Fortis, immaginando sé stesso e i tre colleghi ancora esordienti partecipanti a una ipotetica manifestazione canora nella omonima località, dove avrebbero fatto fiasco a vantaggio di illustri sconosciuti rimasti poi nell'anonimato.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio a 11[modifica | modifica sorgente]

Nel comune di Gabicce Mare la squadra principale milita in Prima Categoria ed è unita sportivamente al comune di Gradara, l'altra è invece il San Bartolo che disputa la Terza Categoria dell'Emilia-Romagna e ha sede a Cattolica.

Ciclismo[modifica | modifica sorgente]

Per sei volte Gabicce è stata sede di arrivo e/o partenza di una tappa del Giro d'Italia: 1976, 1977, 2013.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 291.
  4. ^ Gabicce Monte. URL consultato il 10 gennaio 2014.
  5. ^ La storia di Gabicce Mare. URL consultato il 10 gennaio 2014.
  6. ^ Mario Bartoli, Gabicce: un toponimo greco? (PDF) in La Ludla, novembre 2009. URL consultato il 10 gennaio 2014.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Patto d'Amicizia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche