Acqualagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acqualagna
comune
Acqualagna – Stemma Acqualagna – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Marche.svg Marche
Provincia Provincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
Amministrazione
Sindaco Andrea Pierotti (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 43°37′00.12″N 12°40′16.32″E / 43.6167°N 12.6712°E43.6167; 12.6712 (Acqualagna)Coordinate: 43°37′00.12″N 12°40′16.32″E / 43.6167°N 12.6712°E43.6167; 12.6712 (Acqualagna)
Altitudine 204 m s.l.m.
Superficie 50,69 km²
Abitanti 4 496[1] (31.12.2011)
Densità 88,7 ab./km²
Frazioni Bellaria, Canfiagio, Ca' Romano, Case nuove, Farneta, Fossato, Furlo, Naro, Pelingo, Petriccio, Pole
Comuni confinanti Cagli, Fermignano, Urbania, Urbino
Altre informazioni
Cod. postale 61041
Prefisso 0721
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 041001
Cod. catastale A035
Targa PU
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 912 GG[2]
Nome abitanti acqualagnesi
Patrono santa Lucia
Giorno festivo 13 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Acqualagna
Posizione del comune di Acqualagna nella provincia di Pesaro e Urbino
Posizione del comune di Acqualagna nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Acqualagna è un comune italiano di 4.471 abitanti[3] della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il paese dall'aspetto moderno è situato nella confluenza del torrente Burano nel Candigliano lungo la statale Flaminia oltrepassata la gola del Furlo a 41,3 km da Fano in direzione di Roma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi dell'attuale centro sorgeva una città romana, Pitinum Mergens, distrutta da Alarico; gli abitanti superstiti fondarono più tardi il castello di Montefalcone da cui, nel tardo medioevo, si venne a formare il borgo.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del toponimo Acqualagna è sconosciuta. L'ipotesi che questo derivasse dalla battaglia combattuta nei dintorni fra i Goti di Totila e i Bizantini di Narsete, per cui Acqualagna da Acqua Lanea ossia "acqua macello", è caduta di fronte all'individuazione del vero luogo della battaglia presso Gualdo Tadino (così Thomas Hodgkin). Un'altra ipotesi vorrebbe che il nome della località (in antico Aquelame) derivasse da Acqua-lama, cioè acqua pantano, acqua melmosa, per via degli acquitrini presenti un tempo nell'area di confluenza del Burano nel Candigliano.

Luoghi di culto, monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel paese si trova la chiesa parrocchiale, dedicata a Santa Lucia, di antica fondazione ma che nel corso del tempo ha subito numerose modifiche e restauri. L'interno è costituito da un'unica navata; nelle sei nicchie che costeggiano le pareti di essa si trovano resti di affreschi del XVI secolo. L'ultimo radicale restauro, risale alla fine del XIX secolo. L'attuale parroco è Don Piergiorgio Angelini.
  • Poco oltre la località Furlo si trova il Santuario del Pelingo, santuario mariano diocesano, che contiene un venerato affresco della Madonna col Bambino.
  • San Vincenzo al Furlo è ciò che rimane di un'antica Abbazia dell'VIII secolo in cui abitarono San Romualdo (1011) e San Pier Damiani (1042). Il cenobio rimase indipendente fino al secolo XI quando entrò – con le abbazie e gli eremi alle sue dipendenze – nella diretta influenza della vicina Fonte Avellana. La chiesa attuale, in stile romanico, fu riedificata nel 1271 dall'abate Bonaventura. L'interno dell'edificio conserva una delle due primitive navate, possiede una cripta a tre navate con antichi capitelli e un altare del secolo IX, vi sono anche resti di affreschi medioevali nella navata destra e nel presbiterio, notevolmente rialzato rispetto al resto della chiesa. Nei pressi della chiesa si trova un piccolo ponte romano. Questa abbazia è solita accogliere, nel periodo estivo, mostre d'arte con tematiche differenti di anno in anno.
  • Villa di Colombara nell'omonima località del comune di Acqualagna degli scavi archeologici nel 1995 e 1997, hanno portato alla luce i resti di un'antica fattoria romana del II secolo a.C. con un ampio cortile porticato dove erano disposti i locali adibiti ad abitazione e alla lavorazione dei prodotti agricoli. Dagli scavi è risultato che la fattoria venne ricostruita nella prima età imperiale parzialmente sovrapposta alla prima. I resti sono conservati ad Acqualagna nell'Antiquarium Pitinum Mergens.
  • Il Castello di Pietralata si trova sul versante meridionale del Monte di Pietralata; si tratta di un'antica costruzione risalente all'XI secolo, composto dalle rovine piuttosto ben conservate del grande muro di cinta, una chiesa ancora consacrata, le rovine dell'insediamento centrale adiacente detto maschio e una Casa Canonica collegata alla chiesetta da un particolare passaggio sospeso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Persone legate ad Acqualagna[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Acqualagna è uno dei maggiori centri d'Italia per il commercio dei tartufi: dal pregiato bianco di Acqualagna al nero di Norcia, al bianchetto e allo scorzone.

Tipica è l'industria di lavorazione della pietra del Furlo e anche la produzione dei camini.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
13 giugno 2004 7 giugno 2009 Bruno Capanna Partito Democratico Sindaco
7 giugno 2009 26 maggio 2014 Andrea Pierotti lista civica Sindaco
26 maggio 2014 in carica Andrea Pierotti lista civica Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra locale di calcio milita in Seconda Categoria ed ha il nome di Falco Acqualagna. La squadra di calcio a 5, denominata Acqualagna C5, invece gioca in Serie D.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Dato Istat all'1/1/2010.
  4. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gottardo Buroni, Pitino Mergente, Milano 1933.
  • D. Bischi, Un giorno tra i sassi di Farneta in "Pesaro e Urbino", n° 1-1986.
  • D. Bischi, Apecchio, Piobbico, Acqualagna in Catria e Nerone. Un itinerario da scoprire, Pesaro 1990.
  • Egidio Conti, Cenni storici del paese di Acqualagna, Cagli 1897.
  • Egidio Conti, Altri cenni storici di Monte Falcone e di Acqualagna (opuscolo II), Cagli 1897.
  • Egidio Conti, Vocabolario Metaurense, Cagli 1898.
  • Egidio Conti, Altri cenni storici di Monte Falcone e di Acqualanga (opuscolo III), Cagli 1899.
  • Egidio Conti, Cenni storici del paese di Acqualagna (a cura di Paolo Cellini), Urbania 1986.
  • Egidio Conti, Usi e costumi della campagna Urbinate, Urbania 1908.
  • Egidio Conti, Le popolazioni di Acqualagna, Cagli, Fermignano, Fossombrone, Pesaro-Urbino, Marche e Italia: cenni demografici 1861-2001, Fossombrone, 2002
  • N. Del Piano, Farneta, Urbino 1980.
  • B. Feliciangeli, Longobardi e Bizantini lungo la Flaminia nel sec. VI, Camerino 1908.
  • B. Ligi, I vescovi e gli arcivescovi di Urbino. Notizie storiche, Vol II, Urbino 1953.
  • U. Marini, I tartufi di Acqualagna, Fano s.d. [1980].
  • Alberto Mazzacchera, Cagli. Comune e castelli in Catria e Nerone. Un itinerario da scoprire, Pesaro 1990.
  • Alberto Mazzacchera, Il forestiere in Cagli. Palazzi, chiese e pitture di una antica città e terre tra Catria e Nerone, Urbania 1997.
  • G. Mochi, Sugli avanzi d'antica città in territorio di Cagli e di Acqualagna, Cagli 1897.
  • P. Palazzini, San Pier Damiani nel contado di Urbino, Urbino 1973.
  • Gabriele Presciutti, Maurizio Presciutti, Dromedari Giuseppe, Il corridoio bizantino al confine tra Marche e Umbria, Pesaro 2014, ISBN 9788891141491
  • S. Ruggeri e R. Fiorani, Il passo del Furlo, Urbania 1988.
  • A. Vernarecci, L'abbadia di S. Vincenzo presso il Furlo, Auditore 1896.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche