Curufin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curufin
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Epiteto Principe dei Noldor
Soprannome

Curufinwë, Atarinkë

Autore John Ronald Reuel Tolkien
Specie Elfi
Sesso Maschio
Etnia Noldor
Parenti

Curufin è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. È un principe dei Noldor, il quinto dei sette figli di Fëanor e Nerdanel. Curufin è il padre di Celebrimbor, il più grande dei fabbri dell'Eregion durante la Seconda Era e forgiatore dei Tre Anelli del Potere degli Elfi. Il suo nome in Quenya significa "Abile (figlio di) Finwë", e nella forma Curufinwë sarebbe stato in realtà il primo nome di Fëanor suo padre.

Come tutti gli altri figli di Fëanor, Curufin era legato al giuramento di suo padre di recuperare i Silmaril rubati da Morgoth, il Signore Oscuro. A causa di tale giuramento, lui ed i suoi fratelli seguirono Fëanor nella Terra di Mezzo, ove fondarono i propri regni e organizzarono guerre per il recupero dei tre gioielli, dapprima contro Morgoth e successivamente contro altri Elfi, portando così la loro casata alla rovina.

Curufin combatté ad Alqualondë, e partecipò al rogo delle navi a Losgar. Dopo la riconciliazione dei Noldor nel Mithrim e dopo che Maedhros abdicò, accompagnò i suoi fratelli nel Beleriand Orientale. Curufin e suo figlio Celebrimbor, assieme a Celegorm, vissero nell'Himlad, ad est di Himring, la fortezza di suo fratello Maedhros, e a sud dell'Aglon, un passo (fortificato proprio dai fratelli Curufin e Celegorm) tra Himring e il Dorthonion che conduceva nel Doriath, passo che fino alla Dagor Bragollach resse gli attacchi provenienti da Angband. Prima di tale battaglia, nei suoi domini Curufin aveva rintracciato Eöl, l'Elfo Scuro che aveva preso in moglie Aredhel, ma non lo uccise solo in rispetto delle leggi degli Elfi.

Durante la Dagor Bragollach Curufin, Celegorm e Celebrimbor marciarono verso Minas Tirith, costeggiando le Marche settentrionali del Doriath. L'aiuto da loro offerto fu fondamentale per la salvezza di Orodreth e dei suoi, i quali stavano fronteggiando le forze di Sauron su Tol Sirion. I sopravvissuti di quella battaglia vennero accolti da Finrod Felagund nel Nargothrond. Qui sia Celegrom che Curufin conquistarono il favore di parte della gente del regno.

Quando Beren venne a chiedere aiuto a Finrod per il recupero del Silmaril in base al giuramento ed al debito di questi verso Barahir suo padre, Felagund accettò ma fu costretto a partire con una schiera esigua, dato che, avvinti dal Giuramento di Fëanor, Curufin e Celegorm avevano persuaso il più delle genti a rimanere nel Nargothrond. Nell'impresa però Finrod perse la vita, ed a regnare sul Nargothrond rimase Orodreth suo fratello, osteggiato però dai figli di Fëanor e dalla parte delle sue genti che essi avevano tratto dalla loro.

Avvenne in seguito che durante una battuta di caccia, Curufin e Celegorm, assieme a Huan, il cane di quest'ultimo, trovarono Lúthien che vagava alla ricerca di Beren. Con il falso pretesto di aiutarla, i fratelli la portarono nel Nargothrond, dato che Celegorm la desiderava ed avrebbe voluto chiedere la sua mano a Thingol Re del Doriath. Ma Huan aiutò Lúthien nella sua evasione ed assieme a lei andò a liberare Beren e successivamente al recupero del Silmaril. Quando i prigionieri compagni di Beren furono del pari liberati e tornarono nel Nargothrond, nel regno cominciò a diffondersi la voce delle male azioni di Curufin e Celegorm, e quindi Orodreth allontanò i due fratelli prima che venissero uccisi. Celebrimbor però non seguì Curufin suo padre.

Curufin e Celegorm, scacciati quindi dal Nargothrond, incapparono proprio in Beren e Lúthien di ritorno dalla loro impresa. Curufin combatté quindi contro Beren, ma avendola persa si diede alla fuga con Celegorm. Prima però di sfuggire alla loro vista, Curufin scoccò una freccia nel tentativo di uccidere Lúthien ma invece colpì Beren, il quale tuttavia riuscì a salvarsi. Anche a causa di tali azioni, sia Orodreth che Thingol negarono da allora in poi aiuti militari a Maedhros.

Curufin venne infine ucciso assieme a Celegorm nel Secondo Fratricidio, durante l'assalto dei figli di Fëanor al Doriath (retto allora da Dior, dopo la morte di Thingol) per il recupero di quel Silmaril che Beren e Lúthien avevano staccato dalla corona ferrea di Morgoth nella loro famosa impresa.


La Casa di Fëanor[modifica | modifica sorgente]

 
Finwë
 
Míriel
 
Mahtan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fëanor
 
 
 
Nerdanel
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maedhros
 
 
Celegorm
 
 
Curufin
 
 
Amras
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maglor
 
Caranthir
 
 
Amrod
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Celebrimbor
 
 
 
 
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien