Mordor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mordor
Mordor in una scena del film Le due Torri
Mordor in una scena del film Le due Torri
Altri nomi Terra Nera
Terra dell'Ombra
Tipo Regno
Ideatore John Ronald Reuel Tolkien
Appare in Il Signore degli Anelli
Il Silmarillion
Racconti incompiuti
Caratteristiche immaginarie
Capo Sauron
Pianeta Arda
Continente Terra di Mezzo
Abitanti Sauron, Orchi
« Cenere, cenere e polvere e sete troverete; e pozzi, pozzi, pozzi, ed Orchetti, migliaia di Orchetti. Cari Hobbit non devono andare in quei... sss ...quei posti. »
(Gollum a Frodo e Sam, Il Signore degli Anelli, Le due Torri, libro IV, cap. I, "Sméagol domato")

Mordor (Terra Oscura; da mor "oscuro" e (n)dor "paese, terra") è uno dei regni di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Si trova nella Terra di Mezzo.

È il paese di Sauron, una terra tetra, circondata da scurissime montagne, sempre coperta da nuvole e abitata dai servi dell'Oscuro Signore.

Le catene montuose che racchiudono Mordor sono l'Ephel Dúath (Montagne dell'Ombra) a sud e ad ovest, mentre a nord vi sono gli Ered Lithui (Monti Cenere). Le vie principali di accesso alla Terra d'Ombra, come viene anche chiamata Mordor, sono i Cancelli del Morannon ed il valico di Cirith Ungol.

Della geografia di Mordor sono da ricordare il mare interno di Núrnen, l'altopiano di Gorgoroth, il Monte Fato con la voragine del Sammath Naur, il luogo dove fu forgiato l'Unico Anello, e naturalmente Barad-dûr, la Torre Oscura, la residenza di Sauron.

Ne Il Signore degli Anelli, Frodo e Sam, guidati dall'infido Gollum riescono ad entrare nella Terra d'Ombra attraverso il valico di Cirith Ungol, con molta difficoltà, riuscendo infine a distruggere l'anello nella voragine del Monte Fato, provocando la sconfitta di Sauron e la conseguente rovina della terra di Mordor.

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien