Re di Gondor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La seguente è una lista dei Re di Gondor, un reame di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Fino al 3319 T.E., Gondor era soltanto uno dei possedimenti númenóreani nella Terra di Mezzo, ed era amministrato direttamente dai re dell'isola. Successivamente all'Akallabêth, Elendil, figlio di Amandil, fu incoronato re di Gondor, in quanto da parte di padre era imparentato con i Signori di Andúnië, e quindi, attraverso l'antenata Silmariën, con gli antichi re di Númenor.

Di seguito sono elencati tutti i Re di Gondor, da Elendil fino all'inizio della Quarta Era, compreso il periodo di vuoto di potere che intercorse tra re Eärnur e re Elessar, dovuto alla creduta estinzione della stirpe dei re, e durante il quale furono i Sovrintendenti a regnare.

Legenda
Re Navigatori
Fine della Linea di Anárion
# Nome Regno
I Elendil[1] 3320 – 3441 S.E.
II Isildur 3441 S.E. – 2 T.E.
III Meneldil[2] 2 – 158 T.E.
IV Cemendur 158 – 238 T.E.
V Eärendil 238 – 324 T.E.
VI Anardil 324 – 411 T.E.
VII Ostoher 411 – 492 T.E.
VIII Rómendacil I (Tarostar) 492 – 541 T.E.
IX Turambar 541 – 667 T.E.
X Atanatar I 667 – 748 T.E.
XI Siriondil 748 – 840 T.E.
XII Tarannon (Falastur) 840 – 913 T.E.
XIII Eärnil I 913 – 936 T.E.
XIV Ciryandil 936 – 1015 T.E.
XV Hyarmendacil I (Ciryaher) 1015 – 1149 T.E.
XVI Atanatar II 1149 – 1226 T.E.
XVII Narmacil I[3] 1226 – 1294 T.E.
XVIII Calmacil 1294 – 1304 T.E.
XIX Rómendacil II (Minalcar) [4] 1304 – 1366 T.E.
XX Valacar 1366 – 1432 T.E.
XXI Eldacar (Vinitharya) 1432 – 1437 T.E.
XXII Castamir[5] 1437 – 1447 T.E.
XXI Eldacar 1447 – 1490 T.E.
XXIII Aldamir 1490 – 1540 T.E.
XXIV Hyarmendacil II (Vinyarion) 1540 – 1621 T.E.
XXV Minardil 1621 – 1634 T.E.
XXVI Telemnar[6] 1634 – 1636 T.E.
XXVII Tarondor 1636 – 1798 T.E.
XXVIII Telumehtar (detto Umbardacil) 1798 – 1850 T.E.
XXIX Narmacil II 1850 – 1856 T.E.
XXX Calimehtar 1856 – 1936 T.E.
XXXI Ondoher 1936 – 1944 T.E.
- Fíriel[7] -
XXXII Eärnil II 1945 – 2043 T.E.
XXXIII Eärnur 2043–2050 (?) T.E.
- Sovrintendenti di Gondor 2050 - 3019 T.E.
XXXIV Elessar (Aragorn II)[8] 1 – 120 Q.E.
XXXV Eldarion 120 - ? Q.E.
Albero Genealogico completo

Elendil fu il primo Re di Arnor, e lasciò il trono al figlio Isildur. Elendil, e poi suo figlio, governò su entrambi i reami, di Gondor e di Arnor, in qualità di Alto Re dei Dúnedain in esilio. Alla morte di Isildur, però, egli divise il reame tra i suoi figli: a Meneldil toccò solamente il regno di Gondor, a Valandil quello di Arnor. Di conseguenza, d'ora in poi le due corone furono divise, fin quando Elessar non le riunì nuovamente sotto di sé.

Eärnur, l'ultimo dei re di Gondor, fu catturato dagli Orchi di Minas Morgul, e mai più rivisto; poiché non aveva avuto figli prima della tragedia, e non trovandosi un erede abbastanza stretto, il potere a Gondor passò ai Sovrintendenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Figlio di Amandil. I suoi figli, Isildur e Anárion, furono entrambi viceré, fino alla morte di Anárion, nel 3440 S.E..
  2. ^ Fu il quarto figlio di Anárion.
  3. ^ Anche lui morì senza figli, e lasciò il trono al fratello più giovane, Calmacil.
  4. ^ Egli era stato Principe Reggente del regno di Gondor dal 1240 col nome di Minalcar.
  5. ^ Usurpò il trono a Eldacar nel 1437 T.E., durante la Lotta delle Stirpi; fu ucciso dallo stesso re pochi anni più tardi.
  6. ^ Morto durante la Grande Epidemia assieme a tutti i suoi figli. Gli successe il nipote, Tarondor.
  7. ^ figlia di Ondoher e moglie di Arvedui. Secondo l’antica legge di Númenor sarebbe dovuta succedere lei al padre, ma la corona fu data ad Eärnil II.
  8. ^ Primo Re dei Regni Riuniti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien