Piante della Terra di Mezzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Qui segue una lista di piante presenti nell'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien per i romanzi Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit e Il Silmarillion.

Aeglos[modifica | modifica wikitesto]

L'aeglos, cresce sulle colline di Amon Rûdh nel Beleriand, viene descritta nel Narn i Chîn Húrin come una pianta con lunghi steli, con un profumo molto dolce. Christopher Tolkien ha precisato che l'aeglos è come una ginestra spinosa, ma più grande e con i fiori bianchi;[1] Il nome è lo stesso della lancia di Gil-Galad, che in sindarin significa "punta di neve".

Alberi di Valinor[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alberi di Valinor.

Albero bianco di Gondor[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Albero Bianco di Gondor.

Alfirin[modifica | modifica wikitesto]

L'alfirin è un fiore e viene citato due volte da Tolkien: ne Il Signore degli Anelli, Legolas canterà così: «E dondolano candidi gigli e campanelli d'oro di mallos e alfirin» che cresceva nella terra di Lebennin a Gondor;[2] mentre nella storia di Cirion ed Eorl si dice che sul tumulo di Elendil su Amon Anwar fiorirono "i bianchi fiori di alfirin".[3] Christopher Tolkien sostiene che nel secondo caso il fiore dovrebbe essere associato con i simbelmynë (i ricordasempre), che sono di colore bianco e non muoiono mai; mentre la canzone di Legolas potrebbe far riferimento a un'altra pianta.[4]

Athelas[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Athelas.

Elanor[modifica | modifica wikitesto]

« Qui fioriscono perenni i fiori autunnali nel verde mai sbiadito dell'erba: il giallo elanor, la pallida niphredil»
(Il Signore degli Anelli, La Compagnia dell'Anello, Libro II, capitolo VI "Lothlórien".)

Piccolo fiore giallo autunnale che cresce sul Cerin Amroth. Sam Gamgee chiama la sua prima figlia come questo fiore.

Frattalta[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Frattalta.

Galenas o Erba pipa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Erba pipa.

Lebethron[modifica | modifica wikitesto]

« Non ho doni adatti per voi", disse Faramir; "ma prendete questi bordoni; potrebbero essere utili a coloro che cammineranno e s'inerpicheranno in zone selvagge. »
(Il Signore degli Anelli, Le due Torri, capitolo VII.)

Albero che fornisce un legno scuro, utilizzato a Gondor. Con esso sono fabbricati i due bordoni che Faramir dona a Frodo e a Sam e la cassetta contenente la corona con cui Aragorn venne incoronato Re di Gondor. La gente di Gondor crede che questo legno abbia la virtù di trovare e ritornare, quindi il dono fatto da Faramir agli Hobbit acquisisce anche un valore simbolico di buon auspicio.

Mallorn[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mallorn.

Nimloth[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Nimloth.

Niphredil[modifica | modifica wikitesto]

Pallido fiore autunnale che cresce sul Cerin Amroth.

Simbelmynë[modifica | modifica wikitesto]

« Ai piedi del colle cinto da mura, il sentiero serpeggiava all'ombra di molti tumuli alti e verdi. le loro pendici occidentali erano coperte da un'erba bianca che pareva neve trasportata dal vento: come innumerevoli stelle scintillanti, spuntavano nel prato dei piccoli fiori. »
(Il Signore degli Anelli, Le due Torri, capitolo VI "Il re del Palazzo d'Oro".)

Silmbelmynë o "Ricordasempre" è il nome di piccoli fiori bianchi che crescono fitti sui tumuli dei grandi di Rohan.

Ucorni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ucorni.

Vecchio Uomo Salice[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vecchio Uomo Salice.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J.R.R. Tolkien, Racconti Incompiuti, cap. Narn i Chîn Húrin
  2. ^ J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli. Il Ritorno del Re, cap. "L'ultima discussione"
  3. ^ J.R.R. Tolkien, Racconti Incompiuti, cap. "Cirion ed Eorl e l'amicizia di Gondor e Rohan"
  4. ^ J.R.R. Tolkien, Racconti Incompiuti, nota 38
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien