Racconti ritrovati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Racconti ritrovati
Titolo originale The book of lost tales - Part I
Autore J.R.R. Tolkien
1ª ed. originale 1983
1ª ed. italiana 1986
Genere racconti
Sottogenere fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Arda
Serie The History of Middle-earth
Seguito da Racconti perduti
The History of Middle-earth
Volume I
« Preparati ad ascoltare cose che tra gli uomini mai sono state udite prima, e di cui gli Elfi parlano di rado. »
(Racconti ritrovati, cap. II)

I Racconti ritrovati è un'antologia di racconti di J.R.R. Tolkien. Scritti approssimativamente tra il 1920 e il 1930, quando l'autore aveva all'incirca venticinque anni, segnano l'inizio della creazione fantasy di Tolkien (alla prima pagina del quaderno su cui era redatta la versione originale del primo racconto Tolkien riportò la data 12 febbraio 1917). Nell'edizione originale di The History of Middle-earth, questo volume e la sua prosecuzione, i Racconti perduti, sono stati pubblicati con il titolo unico di The Book of Lost Tales, e costituiscono l'unica parte della History edita in Italia.

Nei volumi si ritrovano tutti i temi fondamentali della mitologia fantastica dei mondi immaginari de Lo Hobbit, Il Signore degli Anelli e soprattutto Il Silmarillion. Ed è proprio a quest'ultimo che bisogna far riferimento per iniziare con la descrizione dei Racconti Ritrovati, poiché questi non sono altro che una forma germinale, e perciò ancor più misteriosa e allusiva, della stessa Storia della Terra di Mezzo che ha reso grande un'opera come Il Silmarillion.

I Racconti ritrovati narrano infatti gli stessi grandi temi della mitologia fantasy dell'universo Tolkieniano: la Musica degli Ainur, con la quale Eru Ilúvatar dà forma al mondo; I grandi Dèi (gli Ainur, appunto; Anche detti Valar) che si innamorano della loro stessa creazione arrivando a scegliere di rifugiarvisi, edificando le dimore leggendarie; la lotta mai conclusa contro Melkor (Morgoth ne il Silmarillion), l'Ainu enigmatico e maligno che ha insinuato la dissonanza dell'estremo gelo e del fuoco implacabile nell'armonia degli elementi; e l'avvento, nel mondo (Arda), degli Elfi e degli Uomini. Due razze totalmente differenti ma che dovranno riuscire a vivere in pace e stringere alleanze per non soccombere al male di Melkor e dei suoi servitori (Il più famoso dei quali è sicuramente Sauron, il Signore degli Anelli).

« Accadde un tempo che un viaggiatore venuto da terre lontane, un uomo di grande curiosità, fosse spinto dal desiderio di paesi strani e di usanze e dimore abitate da gente insolita su una nave, che lo condusse verso occidente fino all'Isola Solitaria, Tol Eressëa nella lingua delle fate, che gli Gnomi chiamano però Dor Faidwen, la Terra di Liberazione: e qui comincia un grande racconto »
(da La Casetta del Gioco Perduto[1])

Questo è l'incipit dei Racconti Ritrovati, che non solo introduce il personaggio protagonista, Eriol, ma rivela in maniera assolutamente palese la principale differenza tra quest'opera e il più moderno Silmarillion, ovvero la trama-presupposto completamente assente nell'opera successiva. Eriol è un uomo curioso, intelligente e sempre alla ricerca di nuove conoscenze. Il suo viaggio lo condurrà alla Casetta del Gioco Perduto (che è anche il titolo del primo dei dieci racconti che Christopher Tolkien ha ricavato dai vecchi quaderni di suo padre) luogo in cui inizieranno i fantastici racconti sul principio del mondo e, le prime ere della Terra di Mezzo e tutti i grandi misteri cosmologici di Arda.

Elenco dei racconti[modifica | modifica wikitesto]

  1. La casetta del Gioco Perduto
  2. La Musica degli Ainur; la prima versione di quello che poi sarà l'Ainulindalë nel Il Silmarillion.
  3. L'avvento dei Valar e la costruzione di Valinor; che poi diventeranno il Valaquenta ed il primo capitolo del Quenta Silmarillion.
  4. L'incatenamento di Melkor;
  5. L'avvento degli Elfi e la costruzione di Kor; Kôr diventerà poi Tirion.
  6. Il furto di Melkor e l'ottenebramento di Valinor
  7. La fuga dei Noldoli; i Noldoli sono quelli che poi diventeranno gli Elfi Noldor.
  8. Il racconto del Sole e della Luna
  9. L'occultamento di Valinor
  10. Il racconto di Gilfanon: il travaglio dei Noldoli e l'avvento dell'Umanità

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J.R.R. Tolkien. Christopher Tolkien (a cura di) Racconti ritrovati. Milano, Bompiani, 2002. ISBN 88-452-9009-3

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni di Racconti ritrovati in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.