Lin Carter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lin Carter, nome completo Linwood Vrooman Carter (Saint Petersburg, 9 giugno 1930Montclair, 7 febbraio 1988), è stato uno scrittore statunitense.

Conosciuto come autore di fantascienza e fantasy, è stato anche apprezzato critico ed editore. Ha usato anche pseudonimi come H.P. Lowcraft (insieme a Dave Foley) e Grail Undwin.

Della sua vasta opera letteraria, in Italia sono giunti solo sparuti romanzi, ma molti racconti, soprattutto quelli in cui Carter si cimenta con personaggi letterari creati da altri autori, come Conan il barbaro e Kull di Valusia di Robert E. Howard.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Serie "Thongor"[modifica | modifica wikitesto]

  • The Wizard of Lemuria (1965), espanso nel 1969 in Thongor and The Wizard of Lemuria
  • Thongor of Lemuria (1966), espanso nel 1970 in Thongor and the Dragon City
  • Thongor contro gli dei (Thongor Against the Gods, 1967), Delta, 1974
  • Thongor nella città nera (Thongor in the City of Magicians, 1968), Delta, 1974
  • Thongor alla fine del tempo (Thongor at the End of Time, 1968), Delta, 1972
  • Thongor Fights the Pirates of Tarakus, 1970

Serie "Misteri di Marte"[modifica | modifica wikitesto]

  • La valle senza tempo (The Valley where Time Stood Still, 1974), Fantapocket n. 4, 1976
  • The City Outside the World, 1977
  • Down to a Sunless Sea, 1984
  • The Man Who Loved Mars, 1973

Serie "Zanthodon"[modifica | modifica wikitesto]

  • Zanthodon (Journey to the Underground World, 1979), Garden Editoriale, 1989
  • Zanthodon, 1980
  • Hurok of the Stone Age, 1981
  • Darya of the Bronze Age, 1981
  • Eric of Zanthodon, 1982

Serie "Terra Magica"[modifica | modifica wikitesto]

  • Kesrick di Dragonrouge (Kesrick, 1982), Scorpio, 1986]]
  • Dragonrouge, 1984
  • Mandrigardo, 1987
  • Callipygia, 1988

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Intervista in due tempi (Uncollected Works, 1965), Science Fiction Book Club 7
    nominato per il Premio Nebula
  • La massima abominazione (The Utmost Abomination, 1973), I Grandi della Fantascienza
  • Le grandi eresie di Oolimar (The Higher Heresies Oolimar, 1973), raccolto ne Heroic Fantasy. Il meglio della fantasia eroica moderna, antologia curata da Carter stesso
  • La città nella gemma (The City in the Jewel, 1975), in Fantasy, Editrice Nord, 1985
  • La curiosa consuetudine del Seraad dei Turjan (The Curious Custom of the Turjan Seraad, 1976), raccolto ne Maghi e guerrieri. Altre storie di fantasia eroica, antologia curata da Carter stesso
  • Zoth-Ommog (Zoth-Ommog, 1976), ne L'Orrore di Cthulhu, Fanucci, 1986
  • Le scale della cripta (The Stairs in the Crypt, 1976), ne La Saga di Cthulhu, Fanucci, 1986
  • Chiaro di luna nero (Black Moonlight, 1976), in Fantasy Estate 1994, Urania Fantasy speciale

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Kull di Valusia (King Kull, 1967), Editrice Nord, 1975 - racconti:
    • L'abisso tenebroso (Black Abyss)
    • Cavalieri oltre il sorgere del sole (Riders Beyond the Sunrise)
    • Un colpo di gong (The Striking of the Gong)
    • Mago e guerriero (Wizard and Warrior)
  • Conan! (Conan!, 1967), Editrice Nord, 1976 - racconti:
    • La «cosa» nella cripta (The Thing in the Crypt)
    • La mano di Nergal (The Hand of Nergal
    • La città dei teschi (The City of the Skulls)
  • Conan di Cimmeria (Conan of Cimmeria, 1969), Editrice Nord, 1978 - racconti:
    • La maledizione del monolito (The Curse of the Monolith)
    • La tana del serpente dei ghiacci (The Lair of the Ice Worm)
    • Il castello del terrore (The Castle of Terror)
    • Il muso nel buio (The Shout in the Dark)
  • Conan lo zingaro (Conan the Wanderer, 1968), Editrice Nord, 1980 - racconti:
    • Lacrime nere (Black Tears)
  • Conan il barbaro (Conan the Swordman, 1978), Oscar Fantascienza, Arnoldo Mondadori Editore, 1980 - racconti:
    • La legione dei morti (Legions of the Dead)
    • Ombre nel buio (Shadows in the Dark)
    • Il gioiello nella torre (The Gem in the Tower)
    • La dea d'avorio (The Ivory Goddess)
    • Luna di sangue (Moon of Blood')
  • L'era Hyboriana di Conan il Cimmero, Editrice Nord, 1981 - racconti:
    • La strega delle brume (The Witch of the Mists)
    • La sfinge nera di Nebthu (Black Sphynx of Nebthu)
    • La luna rossa di Zembabwei (Red Moon of Zembabwei)
    • Ombre nel teschio (Shadows in the Skull)

Sceneggiature[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1967 e il 1969 sceneggia più di cinquanta episodi della serie animata Spider-Man.

Giochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Shannon Appelcline, Designers & Dragons, Mongoose Publishing, 2011, p. 71, ISBN 978-1-907702-58-7.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9844269 LCCN: n50033947