L. Sprague de Camp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lyon Sprague de Camp

Lyon Sprague de Camp (New York, 27 novembre 1907Plano, 6 novembre 2000) è stato uno scrittore statunitense.

Nella sua carriera, durata oltre cinquant'anni, ha scritto libri di vario genere, soprattutto romanzi di fantascienza e fantasy, ma anche opere non di genere e saggistica, come biografie di importanti autori fantasy.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Heinlein, L. Sprague de Camp, e Isaac Asimov, Philadelphia Naval Shipyard, 1944

De Camp nacque a New York City. Dopo aver studiato come ingegnere aeronautico, si laureò al California Institute of Technology nel 1930 e conseguì un Master's degree (equivalente alla laurea magistrale italiana) in ingegneria allo Stevens Institute of Technology nel 1933.

Si sposò con Catherine Crook de Camp nel 1940 e con lei collaborò a numerosi progetti, a partire dagli anni sessanta.

Durante la seconda guerra mondiale de Camp lavorò al Philadelphia Naval Shipyard con due altri futuri scrittori di fantascienza: Isaac Asimov e Robert A. Heinlein. Con loro fu uno degli autori di punta dell'Età d'oro della fantascienza. Raggiunse il grado di tenente di vascello nella Naval Reserve.

Fece parte del club letterario maschile noto come Trap Door Spiders, che più tardi fu di ispirazione per i Black Widowers (Club dei Vedovi Neri), un gruppo di persone dedite a risolvere gialli e misteri che fu il filo conduttore di svariati racconti di Isaac Asimov. Lo stesso de Camp fu d'ispirazione per il personaggio di Geoffrey Avalon.

Fu anche membro del Swordsmen and Sorcerers' Guild of America (SAGA), un gruppo di scrittori fantasy fondato negli anni sessanta; alcune opere del gruppo furono poi raccolte nelle antologie Flashing Swords!, curate da Lin Carter.

Oltre a scrivere fantascienza, de Camp fu anche biografo di Robert Ervin Howard e di H. P. Lovecraft.

I de Camp si trasferirono poi a Plano, Texas nel 1989, dove de Camp morì il 6 novembre 2000, sette mesi dopo la morte della moglie che gli era stata a fianco per oltre sessant'anni. Morì il giorno in cui lei avrebbe compiuto gli anni, tre settimane prima del proprio 93º compleanno. Le sue ceneri vennero deposte, con quelle della moglie, all'Arlington National Cemetery.

La biblioteca personale di de Camp, forte di circa 1200 volumi, fu venduta all'asta da Half Price Books nel 2005. La collezione comprendeva libri scritti da lui stesso e da scrittori amici suoi, come Isaac Asimov e Carl Sagan.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Saggistica[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua carriera, de Camp è stato insignito di numerosi premi, tra i quali alcuni dei più prestigiosi come il Premio Nebula, per il miglior romanzo di fantascienza dell'anno, il Premio Hugo e il Premio Gandalf.

  • 1953 - International Fantasy Award
  • 1965 - Invisible Little Man
  • 1966 - World Science Fiction Convention
  • 1969 - Eastern Science Fiction Association
  • 1972 - Boskone IX
  • 1976 - Premio Gandalf
  • 1977 - Forrie Award
  • 1978 - Premio Nebula
  • 1983 - Circle of Janus Science Fiction Club
  • 1985 - Tally Con 4
  • 1989 - Philadelphia Science Fiction Society
  • 1989 - Science Fiction Hall of Fame
  • 1991 - Dragon Con
  • 1993 - Premio Raymond Z. Gallun
  • 1995 - Premio Robert Bloch
  • 1997 - Premio Hugo
  • 1998 - Pilgrim Award

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) John Clute, David Langford e Peter Nicholls (a cura di), Alternate History in The Encyclopedia of Science Fiction, III edizione online, 2011-2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 31995203 LCCN: n80057222