Maiar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Maiar (singolare Maia) sono spiriti di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Sono quelli tra gli Ainur di grado minore (inferiore a quello dei Valar) che scesero in (l'Universo) dopo l'Ainulindalë.

I maggiori fra i Maiar sono Eönwë, portabandiera e araldo di Manwë, e Ilmarë, ancella di Varda.

Ognuno dei Maiar è al servizio di uno o più particolari Valar; per esempio, Ossë, Uinen e Salmar (quest'ultimo noto per aver creato i grandi corni utilizzati da Ulmo, gli Ulumúri) sono al servizio di Ulmo come spiriti del mare, mentre Curumo, prima di diventare Saruman sulla Terra di Mezzo, era asservito ad Aulë il Fabbro. Altri Maiar descritti da Tolkien comprendono Sauron (originariamente anch'egli un servitore di Aulë), Aiwendil (che nella Terra di Mezzo sarà Radagast il Bruno), associato a Yavanna, e Olórin, (conosciuto in seguito come Gandalf) associato a Manwë e Varda (in quanto scelto da loro,[senza fonte] sebbene inizialmente fosse uno spirito di Irmo). Altri due Maiar facenti parte del gruppo degli Istari, assieme a Aiwendil, Olòrin e Curumo, sono Alatar e Pallando, gli Stregoni Blu.

Altri Maiar conosciuti sono Melian, che servì sia Vána che Estë, prima di innamorarsi dell'elfo Elwë; Tilion, che mantiene la Luna sempre in movimento; e Arien, che conduce il vascello del Sole.

Infine, i Balrog sono Maiar particolari (in origine "spiriti di fuoco") corrotti da Melkor per comandare i suoi eserciti di terrore. Oltre ai Balrog, Melkor corruppe anche altri Maiar, il più potente dei quali era Sauron. Fra i Maiar corrotti da Melkor troviamo anche Ungoliant, il ragno, dal quale discendono i ragni incontrati da Bilbo in Lo Hobbit e Shelob, che ostacolerà Frodo nel suo viaggio verso il Monte Fato.

Di tutti i Maiar sopra elencati, Gandalf, Saruman, Radagast e gli Stregoni Blu furono incarnati in umani/stregoni, inviati nella Terra di Mezzo con particolari compiti di avviso ed aiuto; tali Maiar sono chiamati Istari dagli Elfi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien