Elrond

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elrond
Hugo Weaving interpreta Elrond nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson
Hugo Weaving interpreta Elrond nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Soprannome Mastro, Mezzelfo, Custode di Vilya
Autore John Ronald Reuel Tolkien
Interpretato da Hugo Weaving
Voci orig.
Voci italiane
Specie Mezzelfo
Sesso Maschio
Etnia Noldor, Sindar, Edain (poi Noldor)
Data di nascita 525 P.E.
Parenti
« Era nobile e bello in viso come un sire elfico, forte come un guerriero, saggio come uno stregone, venerabile come un re dei Nani, e gentile come la primavera. [...] La sua casa era perfetta, che vi piacesse il cibo, o il sonno, o il lavoro, o i racconti, o il canto, o che preferiste soltanto star seduti a pensare, o anche se amaste una piacevole combinazione di tutte queste cose. In quella valle il male non era mai penetrato. »
(J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit, pag. 94)

Elrond è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Elrond è un Mezzelfo, signore di Gran Burrone (l'Ultima Casa Accogliente) ed è uno tra i più potenti Elfi dei Tempi Antichi ad essere rimasto nella Terra di Mezzo durante la Terza Era.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Elrond è un personaggio significativo nella storia di Arda, e compare in tutte le maggiori opere di Tolkien. Protagonista dei maggiori eventi della Seconda e Terza Era narrati nel Silmarillion (e poi nel Signore degli Anelli), compare anche ne Lo Hobbit come padrone della Casa di Elrond, ossia di Gran Burrone (o Forraspaccata): in questo stadio iniziale della mitologia tolkieniana, egli non ha la rilevanza che lo caratterizzerà in seguito, né è ancora del tutto sviluppato, ma rimane comunque una tappa importante nella Cerca di Bilbo e dei Nani (replicata in quella di Frodo). Quando Elrond ospita i Nani e Bilbo rivela, tramite le letture delle rune lunari sulla mappa di Thorin, preziose informazioni che saranno importantissime per la realizzazione della missione.

Scriveva Tolkien a questo proposito, nel 1964:

« Il punto del capitolo terzo de Lo Hobbit che lo collega al mezzelfo della mitologia è stato un caso fortunato, dovuto alla difficoltà di inventare continuamente nomi validi per i nuovi personaggi. Gli diedi il nome Elrond per caso, ma dato che esso veniva dalla mitologia... lo feci diventare un mezzelfo. »
(La realtà in trasparenza, lettera n° 257)

Compare anche in Racconti incompiuti.

Famiglia e nome[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Eärendil ed Elwing, e nipote di Lúthien; nasce nel Beleriand nel corso della Prima Era, 6500 anni prima gli eventi narrati ne Il Signore degli Anelli. Inoltre è il genero di Galadriel e di Celeborn. Fratello di Elrond[1] è Elros Tar-Minyatur, il primo re di Númenor. Il suo nome significa, in Sindarin, "volta stellata".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nati nei rifugi presso le Bocche del Sirion, poco prima della loro distruzione da parte dei figli di Fëanor, Elrond ed Elros sono rapiti ancora giovani. L'evento getta nello sconforto i loro genitori, che temono che siano uccisi, ma fortunatamente i due sono cresciuti da Maglor con amore e bontà.

Elrond giunge nel Lindon con la casata di Gil-galad, l'ultimo Re Supremo dei Noldor nonché suo cugino, quando il Beleriand viene distrutto alla fine della Prima Era, e, essendo un Mezzelfo, cioè discendente sia degli Elfi che degli Uomini, sceglie (come i suoi genitori prima di lui, ma diversamente da suo fratello) di far parte degli Elfi.

Durante la Seconda Era è inviato in Eregion da Gil-galad, ma dopo la distruzione dell'Eregion fugge nell'Eriador, dove fonda, insieme ai Noldor sopravvissuti, Gran Burrone: una delle ultime roccaforti contro Sauron.

Durante la Battaglia di Dagorlad, alla fine della Seconda Era, Elrond è l'araldo di Gil-galad. In quella battaglia Sauron è sconfitto da Gil-galad ed Elendil.

Nell'anno 109 della Terza Era Elrond sposa Celebrían, figlia di Galadriel e Celeborn. Nell'anno 130 vengono alla luce due gemelli, Elladan e Elrohir, mentre nell'anno 241 nasce sua figlia, Arwen Undómiel.

Egli presiede il Consiglio di Elrond, il 25 ottobre dell'anno 3018 della Terza Era, durante il quale è deciso che l'unica scelta possibile riguardo all'Unico Anello è la sua distruzione nelle fiamme di Monte Fato.

Elrond rimane a Gran Burrone fino alla distruzione dell'Anello, dopodiché si dirige a Minas Tirith per assistere alle nozze di sua figlia Arwen con re Elessar (conosciuto anche come Aragorn), Re dei Regni Riuniti di Arnor e Gondor. Il 29 settembre 3021 della Terza Era, Elrond lascia la Terra di Mezzo e naviga oltre il mare fino in Aman insieme, tra gli altri, ai Portatori dell'Anello, per non tornare più. Nel momento in cui arriva ad Aman Elrond dovrebbe avere poco più di 6520 anni d'età, almeno secondo i calendari delle varie ere.

Adattamenti[modifica | modifica sorgente]

Nella trilogia cinematografica di Peter Jackson, Elrond è interpretato da Hugo Weaving con la voce italiana di Luca Biagini. Appare in tutti e tre i film; nei libri invece compare solo nel primo e nel terzo.

La personalità di Elrond nei film è differente da quella dei libri: egli insiste a lungo per cercare di convincere Arwen affinché parta verso Valinor[2] e Aragorn affinché diventi re[3]. Elrond sembra, su questo e su altri punti, essere molto aspro verso gli Uomini, compreso Aragorn, nonostante i suoi antenati appartengano a questa razza. Questo modo di presentare Elrond ricorda Thingol, padre di Lúthien. Questo è molto più sfumato nell'opera originale ed Elrond considera infatti Aragorn come un figlio, in quanto il padre di Aragorn, Arathorn, morì presto ed egli lo accudì. Nel contesto dei libri, non sembra di poter concludere che lui provi altro che amore per quello che considera a tutti gli effetti suo erede, e che infatti diventerà re subito prima di sposare Arwen. Elrond non prova rabbia nei confronti della scelta della figlia, ma solo dolore perché i loro destini saranno per sempre divisi.

Inoltre nei film è chiamato a volte "Re Elrond": ciò è errato; benché sia imparentato con i Re di Numenor e discenda sia da Re Thingol, sia dai Re Supremi dei Noldor (carica che gli sarebbe probabilmente spettata se i Noldor non fossero scomparsi in maggioranza dalla Terra di Mezzo[4], in quanto discendente della Casa di Fingolfin: figlio di Earendil figlio di Idril, a sua volta figlia di Turgon), Elrond non assunse mai questo titolo.

Hugo Weaving riprenderà il ruolo di Elrond nell'adattamento cinematografico de Lo Hobbit[5]: il film verrà diviso in tre parti, dirette dal regista della trilogia Peter Jackson[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ J. R. R. Tolkien, The Tale of Years of the First Age in Christopher Tolkien (a cura di), The War of the Jewels, Boston & New York, Houghton Mifflin, 1994, pp. 342–354, ISBN 0-395-71041-3. Elrond e Elros nascono nello stesso anno, ovvero nel 532 nella Prima Era.
  2. ^ Quotes at the Internet Movie Database
  3. ^ Appendice, A, (V): Here Follows a Part of The Tale of Aragorn and Arwen
  4. ^ C'è però da dire che, tra gli Elfi, i Noldor applicavano solo la successione maschile, a differenza dei Sindar
  5. ^ Kiwi actor steps into Hobbit breach in The Dominion Post, 2 maggio 2011.
  6. ^ sito italiano dedicato al film Lo Hobbit: http://www.hobbitfilm.it


Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien