Christopher Tolkien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christopher John Reuel Tolkien (Leeds, 21 novembre 1924) è uno scrittore ed editore britannico ed è famoso soprattutto per essere l'editore di molte delle opere postume di suo padre, J.R.R. Tolkien. Ha disegnato le mappe originali per l'opera Il Signore degli Anelli, firmandosi C. J. R. T.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Christopher Tolkien nasce a Leeds, in Inghilterra, terzo di quattro figli di J. R. R. Tolkien ed Edith Bratt. Viene educato alla Dragon School di Oxford e poi alla Oratory School. Durante la Seconda guerra mondiale serve come pilota nella Royal Air Force.

Ha preso parte da sempre nella critica delle idee di suo padre, prima da bambino ascoltando le storie di Bilbo Baggins, e poi da adolescente e da giovane, offrendo molte idee per Il Signore degli Anelli durante i 15 anni della sua creazione. Ha avuto l'onere di interpretare le mappe di suo padre, a volte auto-contraddittorie, della Terra di Mezzo, per creare le versioni usate nei libri e le ridisegnerà poi più tardi, alla fine degli anni settanta, per chiarire le iscrizioni e correggere errori e omissioni.

In seguito Cristopher seguirà le orme di suo padre, diventando insegnante di Lingua Inglese al New College di Oxford, dal 1964 al 1975.

Più recentemente, ha attirato attenzione su di sé per la sua opposizione alla trilogia cinematografica de Il Signore degli Anelli diretta da Peter Jackson, sostenendo che le opere di suo padre non fossero adatte ad un'interpretazione cinematografica.

Vive in Francia con la sua seconda moglie, Baillie Tolkien, editrice delle Lettere di Babbo Natale di J. R. R. in pubblicazione postuma. Hanno due figli. Il primo figlio dal suo primo matrimonio, Simon Tolkien, è avvocato e romanziere.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

J.R.R. Tolkien scrisse una grande quantità di materiale a proposito dei miti della Terra di Mezzo che non venne pubblicato durante la sua vita.

Dopo la morte di suo padre, Christopher iniziò un lungo lavoro di riorganizzazione della grande massa delle note di suo padre, alcune delle quali scritte mezzo secolo prima su pezzetti spaiati di carta. Gran parte del materiale era manoscritto; frequentemente alcune bozze erano state scritte sopra altre bozze semi cancellate, e i nomi dei personaggi cambiavano frequentemente tra la fine e l'inizio della stessa bozza. Decifrarle è stato un compito arduo, e probabilmente solo qualcuno che è vissuto insieme a J. R. R. Tolkien e ha seguito l'evoluzione delle sue storie avrebbe potuto dargli un senso. Christopher Tolkien ha ammesso addirittura di aver dovuto occasionalmente cercare di indovinare cosa intendesse suo padre.

Lavorando con Guy Gavriel Kay, è stato in grado di completare Il Silmarillion, pubblicato nel 1977. Il Silmarillion è un'opera molto dibattuta, poiché gran parte della sua forma finale è stata modificata da Christopher per far combaciare i particolari con i canoni della Terra di Mezzo. Il Silmarillion è stato seguito da Racconti incompiuti nel 1980, e da The History of Middle-earth tra il 1983 e il 1996.

Nel settembre 2006, Christopher Tolkien ha annunciato il completamento di un nuovo libro, I figli di Húrin, basato su alcuni appunti lasciati dal padre. Ha speso 30 anni lavorando su questo progetto, che è stato pubblicato il 17 aprile 2007. Per questo lavoro è stato molto criticato poiché parte dei testi è stata ampiamente rimaneggiata.

A luglio 2009 ha invece pubblicato in Inghilterra un nuovo libro inedito di J. R. R. Tolkien, questa volta senza apportare modifiche: The legend of Sigurd and Gudrùn. Si tratta della rielaborazione tolkieniana degli antichi miti norreni, frutto del suo lavoro di filologo e della sua passione per queste saghe.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 12315790 LCCN: n79144796