Nicotiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tabacco
Nicotiana tabacum
Nicotiana tabacum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Solanales
Famiglia Solanaceae
Genere Nicotiana
L.

La Nicotiana L. è un genere di erbe e arbusti della famiglia dei Solanum (Solanaceae), provenienti principalmente dal Nord e Sud America, dall'Australia, dal Sudafrica occidentale e dal Pacifico meridionale. Varie specie di Nicotiana, comunemente indicato come "pianta di tabacco", sono infatti coltivati e cresciuti per produrre tabacco. Di tutte le specie di Nicotiana, la più comune e sfruttata per la produzione di foglie di tabacco per le sigarette è la Nicotiana tabacum. Il genere è così chiamato in onore di Jean Nicot, che nel 1561 fu il primo a presentare il tabacco alla corte reale francese. La germinazione della Nicotiana dura circa di solito 2-5 giorni, con una temperatura di 80 °F (27 °C).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine nicotiana (così come nicotina) venne introdotto in onore di Jean Nicot, ambasciatore francese in Portogallo, che nel 1559 aveva spedito alla corte di Caterina de' Medici un esemplare di Nicotiana, come farmaco.[1]

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

La Nicotiana, che è coltivata anche come pianta ornamentale, è comunemente fumata in forma di sigarette o di sigari. Il tabacco è nativo del continente americano, sia a nord che a sud, ed è stato utilizzato dalle culture native da circa il 3000 a.C., impiegato come antielmintico. Il tabacco inoltre ha una lunga storia di uso cerimoniale nella cultura degli indiani d'America, ricoprendo un ruolo importante nella politica, nell'economia e nella storia culturale degli Stati Uniti.

Le piante di Nicotiana sono state coltivate e raccolte dalle popolazioni locali per lungo tempo. Il popolo Takelma, per esempio, usava la N. bigelovii; il tabacco fu molto importante anche per gli Aztechi, che la consideravano una delle erbe sacre di Xochipilli, il "principe dei fiori", una divinità dell'agricoltura e delle piante, soprattutto enteogene. Le origini della coltivazione del tabacco (Nicotiana tabacum) sono oscure; venne originato ottenendo probabilmente un ibrido tra Nicotiana sylvestris, Nicotiana tomentosiformis e un'altra specie (forse Nicotiana otophora), deliberatamente scelto dagli esseri umani molto tempo fa.

Nella coltivazione moderna del tabacco, i semi di Nicotiana sono sparsi sulla superficie del suolo, poiché la loro germinazione è attivata dalla luce, poi ricoperti. Nella colonia della Virginia, le semenze erano fertilizzate con cenere di legna o di letame di origine animale (sterco di cavallo, ridotto frequentemente in polvere), mentre piante di Nicotiana attenuata erano coperte da tronchi di alberi bruciati, per proteggerle dal gelo. Queste erano lasciate a crescere circa fino ad aprile. Oggi, negli Stati Uniti, a differenza di altri paesi, la Nicotiana è spesso fertilizzata con l'apatite minerale e fatta appassire con l'utilizzo di azoto, elemento che altera il gusto del tabacco.

Dopo che le piante hanno raggiunto una certa altezza, vengono trapiantate nei campi. Originariamente veniva fatto un buco abbastanza grande nella terra coltivata con un piolo, poi mettendo un piccolo impianto nel foro. Vari piantatori meccanici sono stati inventati tra la fine del XIX secolo e per tutto il XX secolo per automatizzare questo processo, facendo il buco, concimando e inserendo una pianta nella buca con un unico movimento.

Specie selezionate[modifica | modifica wikitesto]

Ibride[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Heading: 1550-1575 Tobacco, Europe.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Integrated Taxonomic Information System (ITIS) (1999): Nicotiana.
  • Panter, K.E.; Keeler, R.F.; Bunch, T.D. & Callan, R.J. (1990): Congenital skeletal malformations and cleft palate induced in goats by ingestion of Lupinus, Conium and Nicotiana species. Toxicon 28(12): 1377-1385. PMID 2089736
  • Ren, Nan & Timko, Michael P. (2001): AFLP analysis of genetic polymorphism and evolutionary relationships among cultivated and wild Nicotiana species. Genome 44(4): 559-571. doi:10.1139/gen-44-4-559, disponibile in PDF

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]