Celeborn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'albero Celeborn di Tol Eressëa, discendente di Galathilion (sempre nel mondo immaginario di Arda), vedi Celeborn (albero).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Celeborn
Marton Csokas interpreta Celeborn nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson
Marton Csokas interpreta Celeborn nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Soprannome

Albero d'argento

Autore John Ronald Reuel Tolkien
Interpretato da Marton Csokas
Voce italiana Angelo Maggi
Specie Elfo
Sesso Maschio
Etnia Sindar
Data di nascita attorno al 1362 Anni degli Alberi
Parenti

Celeborn è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. È un Elfo Sindarin, padre di Celebrían, sposa di Elrond. Il personaggio appare nei romanzi Il Silmarillion, Il Signore degli Anelli, nei Racconti incompiuti e in The History of Middle-earth.

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

Nato nel Doriath, figlio di Galadhon (figlio a sua volta di Elmo, fratello di Thingol), rimase alla fine della Prima Era nella Terra di Mezzo con la moglie Galadriel e governò il regno di Lothlórien. Sua figlia è Celebrían, sposa di Elrond da cui quest'ultimo ebbe tre figli: Elladan, Elrohir e Arwen. In versioni provvisorie, è anche il padre di Amroth. Questa è la versione accettata generalmente nel Canone della Terra di Mezzo. La primissima versione, probabilmente, lo indicava come un Nandor della Valle dell'Anduin. Versioni tarde lo indicano invece come un Telerin di Valinor che seguì i Noldor e l'amata Galadriel nella Terra di Mezzo anche dopo la strage del Fratricidio di Alqualondë ai danni dei Teleri, compiuta da Feanor e dai suoi seguaci. Nell'adattamento cinematografico di Peter Jackson, Celeborn si unisce a Frodo, Bilbo, Gandalf, Elrond e Galadriel sulla nave per Valinor. Sulla storia di Celeborn e Galadriel nel dettaglio:

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Galadriel.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Celeborn (pronuncia: /ˈkɛleborn/) è un nome Sindarin, composto da celeb ("argento") e dal suffisso -orn ("albero") e significa quindi "albero d'argento". È anche il nome dell'albero di Tol Eressea, discendente di Telperion.

Negli ultimi scritti, Tolkien riscrisse le origini di questo personaggio, facendone come detto uno dei Teleri, il cui nome in Quenya è quindi Teleporno (pronuncia: /tɛleˈpɔrno/): telep-, telpe è infatti la radice Telerin per argento (derivata dall'arcaico kyelep-, così come il Sindarin celeb e l'originale Quenya tyelep-, tyelpe, poi sostituito dalla forma Telerin).

Negli ultimi scritti filologici, Tolkien soggerì anche una nuova etimologia del nome, "alto argento", ottenuto facendo derivare il suffisso -orn dall'antico aggettivo ornā ("ascedente, alto") e non dal sostantivo ornē ("albero"). La nuova etimologia è da collegarsi all'alta statura del personaggio, di cui Tolkien parla in altri scritti pubblicati postumi.

Linea di Celeborn[modifica | modifica sorgente]

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Iluvatar
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Melian
 
 
 
Thingol
 
Olwë
 
Elmo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Beren
 
 
 
Lúthien
 
 
 
 
 
 
 
 
Galadhon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Galathil
 
Galadriel
 
 
 
Celeborn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dior
 
Nimloth
 
 
Elrond
 
 
 
Celebrían
 
(Amroth)[1]
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aragorn
 
 
 
 
 
 
 
Arwen
 
Elladan e Elrohir
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Eldarion
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Re dei Regni Uniti
(Arnor e Gondor)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fu il fratello di Celebrían solo in un primo momento. Presto l'idea fu scartata da Tolkien

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien