Baccador

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baccador
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Autore John Ronald Reuel Tolkien
1ª app. in Le avventure di Tom Bombadil
Specie sconosciuta, probabilmente Ainur
Sesso Femmina
« La lunga chioma bionda le scendeva sulle spalle; la sua veste era verde, del verde dei giovani germogli, tempestata di argentee perle di rugiada; e la cintura d'oro pareva una catena di gigli incastonata di non-ti-scordar-di-me. Ai suoi piedi, migliaia di candidi gigli galleggiavano in vasi di ceramica verde e marrone, pari a un piccolo lago intorno a un trono »
(J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli)

Baccador è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien per il romanzo Il Signore degli Anelli. Vive nella Vecchia Foresta, ai margini della Contea, nella Terra di Mezzo. È la sposa di Tom Bombadil, e la figlia della Regina del Fiume. Fa la sua prima apparizione nel libro di poesie di Tolkien intitolato Le Avventure di Tom Bombadil. La prima poesia racconta la storia della sua “cattura” da parte di Tom.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Come nel caso di Tom Bombadil, la sua posizione nell'universo di Tolkien è enigmatica. La “Figlia del Fiume”" è, come il nome suggerisce, una Ninfa delle Acque della Vecchia Foresta che si trova vicina alla Contea, dove si svolgono parte delle avventure del Signore degli Anelli. La questione dell'origine di Baccador è se in realtà sia un Elfa, una donna mortale, un Maia o una delle Valier si presta a varie ipotesi. Alcuni ipotizzano che Baccador sia in realtà Yavanna, la protettrice dei frutti della terra, seconda come potere tra le Valier. Un'altra spiegazione potrebbe essere che era in origine un Maia che scelse di diventare corporeo unendosi al fiume, in maniera simile alla maniera in cui Melian si unì a Elu Thingol. Per altri è uno spirito della foresta che, assieme a Tom Bombadil, fu inserito per rappresentare le foreste inglesi che all'epoca stavano scomparendo. Per ulteriori particolari sull'ultima ipotesi vedi il paragrafo La natura del personaggio nella voce “Tom Bombadil”.

Il nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia del nome è molto semplice, ed è mantenuta simile a quella della lingua originale, dove il nome è Goldberry, bacca dorata. Nel romanzo il suo nome potrebbe essere derivato, tramite l'Ovestron, dal Sindarin Golodh-bereth, che significa “Regina dei Fiori”.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel romanzo Pipino, Merry, Frodo e Sam la incontrano quando raggiungono la casa di Tom Bombadil; prepara loro il pranzo, e li allieta con la sua voce giovane ed antica, cantando con il suo sposo Tom


Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien