Quarta Era

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Storia di Arda
Ainulindalë
Anni dei Valar
Anni delle Lampade
Anni degli Alberi
Anni del Sole
Prima Era
Seconda Era
Terza Era
Quarta Era
Dagor Dagorath
Cronologia di Arda

La Quarta Era è un periodo di tempo dell'universo letterario della Terra di Mezzo creato da J.R.R. Tolkien.

La Quarta Era inizia dopo la sconfitta di Sauron e la distruzione del suo Anello, ufficialmente con la partenza dei Portatori dei Tre Anelli per Valinor.

Tolkien immaginò il mondo della Terra di Mezzo come un passato mitico della vera Terra; di conseguenza, la Quarta Era è seguita da altre Ere che farebbero da raccordo con la nostra storia ufficiale.

Primi due secoli della Quarta Era[modifica | modifica wikitesto]

Nota: Alcuni tra gli eventi elencati hanno una data: si veda Cronologia di Arda#Quarta Era.

Alcuni eventi dei primi secoli della Quarta Era possono essere desunti dalle Appendici de Il Signore degli Anelli, e seguono sotto.

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

I Regni degli Uomini prosperano, così come i regni riuniti Númenóreani (Regno Riunito di Gondor e Arnor), che sotto Elessar e suo figlio Eldarion vengono pienamente ricostituiti. Nelle appendici de Il Signore degli Anelli è affermato che Éomer mantiene fede al giuramento di Eorl scendendo in guerra con Elessar sulle piane dell'Harad e sul mare di Rhûn; le guerre contro i precedenti alleati umani di Sauron (Esterling e Haradrim), dunque, continuano. Molti precedenti schiavi di Sauron vengono tuttavia liberati, e viene data loro la terra di Mordor attorno al Mare di Núrnen. Anche regni alleati dei regni riuniti quali Rohan e Esgaroth prosperano, assieme alle enclavi protette della Contea e dei Woses di Ghân-buri-Ghân.

Elfi[modifica | modifica wikitesto]

Gli Elfi di Lórien liberano Bosco Atro da tutti i mali (che per lo più risiedevano a Dol Guldur). Celeborn prende molte imbarcazioni cariche di Elfi sull'Anduin, e con esse attacca Dol Guldur, mentre Galadriel, a distanza (essendo partita per Valinor), "abbatté i suoi muri e svuotò i suoi pozzi"[senza fonte]; così, la foresta viene ripulita. Più tardi, Celeborn e Thranduil si incontrano nel mezzo della foresta e la rinominano Eryn Lasgalen. Sembra che i reami Silvani di Eryn Lasgalen (il regno di Thranduil e quello di Lórien orientale di Celeborn) durante il principio della Quarta Era si espandano abbastanza, benché gran parte della popolazione stia contemporaneamente partendo gradualmente per Valinor. I Porti Grigi e il Lindon vengono abbandonati dai loro abitanti; vi rimangono solo Círdan e pochi altri. Una colonia elfica capeggiata da Legolas rimane nell'Ithilien.

Nani[modifica | modifica wikitesto]

I Nani del Popolo di Durin prosperano a Erebor; Gimli conduce un gruppo di Nani a Aglarond. Spedizioni minerarie vengono inviate a Khazad-dûm per estrarre nuovamente il mithril, che viene usato per ricostruire le porte di Minas Tirith; Khazad-dûm non viene tuttavia immediatamente ricolonizzato, ma il suo regno viene ricostituito più tardi da Durin VII. Apparentemente la razza dei Nani subisce una lenta decrescita, dovuta al fatto che le loro donne costituiscono meno di un terzo della popolazione. Spesso, "le donne volevano come marito qualcuno che non potevano avere e così non si sposavano"[senza fonte]. Allo stesso modo, molti Nani "erano troppo indaffarati con i loro lavori e non avevano tempo per sposarsi e avere figli"[senza fonte].

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Gli Orchi e i Troll si ritirano all'estremo Oriente, non riprendendosi mai completamente dagli eventi della Guerra dell'Anello. Durante il regno di Eldarion o verso la fine di quello di Aragorn, vi sono chiacchiere riguardo culti dedicati agli Orchi, fondati e diretti da alcuni Umani.

Il destino degli Ent non è chiaro. Aragorn concede loro la Foresta di Fangorn come enclave e dà loro il permesso di espandere nuovamente la foresta verso Ovest, nelle vaste distese dell'Eriador dove una volta si estendeva una vasta e antica foresta, ma Barbalbero si lamenta dicendo che mentre la foresta avrebbe potuto prosperare gli Ent non avrebbero potuto farlo, poiché le Entesse non erano ancora state ritrovate. Nel corso del tempo gli Ent diminuiscono e molti tra loro diventano sempre più "simili agli alberi", implicando con ciò che non si immischieranno mai più negli affari delle altre razze.

La Compagnia[modifica | modifica wikitesto]

Riguardo ai membri rimanenti della Compagnia dell'Anello:

  • Meriadoc Brandybuck e Peregrino Tuc divengono rispettivamente Signore della Terra di Buck e Conte della Contea. Rimangono in stretta amicizia con le case reali di Rohan e Gondor. In età avanzata partono per Gondor e Rohan insieme, e muoiono entrambi nella primavera dell'anno 63. Vengono sepolti a Rath Dínen assieme ai grandi di Gondor.
  • Legolas costruisce infine una barca con cui salpa anche lui per l'Ovest, insieme a Gimli, l'unico Nano che abbia mai fatto ciò, evidentemente spinto dal desiderio di vedere un'altra volta Galadriel.

Secoli successivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli scritti di Tolkien non offrono molte informazioni sui secoli successivi ai primi. Sembra che durante la Quarta Era gli Uomini siano diventati dominanti e potenti nella Terra di Mezzo, e sia iniziata la Scomparsa degli Elfi, o comunque il loro definitivo estraniamento dalle questioni degli umani, e il loro ingresso nelle leggende. Così, la Quarta Era segna il ponte tra la fantastica ed immaginaria preistoria della Terra e la storia vera.

Ere successive alla Quarta[modifica | modifica wikitesto]

Tolkien disse di pensare che il tempo tra la fine della Terza Era e il Ventesimo Secolo fosse di circa 6000 anni, e che il 1958 sarebbe dovuto essere attorno alla fine della Quinta Era se la Quarta e la Quinta Era avessero avuto la stessa lunghezza della Seconda e della Terza. Scrisse, comunque, in una lettera del 1958 che credeva che le Ere successive avessero avuto lunghezza minore e che quindi negli anni cinquanta si fosse tra la fine della Sesta Era e l'inizio della Settima.

Speculazioni sulle ere successive[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Tolkien originariamente descrisse la Terra di Mezzo come in una storia di una Terra immaginaria e primitiva, più tardi si corresse leggermente per descriverla come un tempo mitico nella storia della Terra. Questa distinzione 'mitica' è servita a rimuovere le storie della Terra di Mezzo da ogni specifico periodo di tempo in cui potrebbero contraddire i dettagli conosciuti della storia attuale.

Determinare l'epoca di una Quinta Era è importante per quelli che applicano il calendario di Tolkien alle date presenti. Ad esempio, il Numero 42 di Mallorn, il giornale della Tolkien Society (agosto 2004), ha riportato un lungo articolo analizzando tutti i dati disponibili e concludendo che gli Anni del Sole iniziarono il 25 marzo del 10160 a.C., la Seconda Era il 26 dicembre del 9564 a.C., la Terza Era il 24 dicembre del 6123 a.C., e la Quarta Era il 18 marzo del 3102 a.C. In questo schema la Quinta Era è equivalente al sistema di datazione Anno Domini.

L'Enciclopedia di Arda, evince da una lettera di Tolkien che la Sesta Era sia terminata con la caduta del Terzo Reich e quindi nel 1945. Così oggi ci troveremmo nella Settima Era e precisamente, nel calendario della Terra di Mezzo, nell'anno 70, VII Era.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien