Nírnaeth Arnoediad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nirnaeth Arnoediad
Riproduzione artistica degli schieramenti in battaglia(disegno di Tom Loback)
Riproduzione artistica degli schieramenti in battaglia
(disegno di Tom Loback)
Data Fine della Prima Era
Luogo Anfauglith
Esito Sconfitta dell'Unione di Maedhros
Schieramenti
Noldor dello Hitlum
Noldor del Nargothrond
Casa di Hador
Uomini del Brethil
Noldor di Himring
Casa di Bor
Nani di Nogrod e Belegost
Noldor da Amon Ereb
Noldor di Gondolin
Orchi
Balrog
Lupi
Draghi
Orientali
Comandanti
Fingon
Turgon
Gwindor
Huor†
Hurin
Maedhros e fratelli
Bor e figli†
Azaghal†
Morgoth
Glaurung
Gothmog
Perdite
La maggior parte dell'esercito degli Elfi dello Hitlum, pesanti perdite per i figli di Feanor, annientamento totale degli Uomini del Brethil, del Dor-lomin e della Casa di Bor Un grande numero di Orchi
Voci di conflitti immaginari presenti su Wikipedia
« Allora sulla piana di Anfauglith il quarto giorno della guerra ebbe inizio la Nirnaeth Arnoediad, la battaglia delle Innumerevoli Lacrime, poiché né canto né racconto basta a riferire tutte le sofferenze che costò. »
(J.R.R. Tolkien, Il Silmarillion)

La Nirnaeth Arnoediad è una battaglia dell'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese John Ronald Reuel Tolkien. Si tratta della Battaglia delle Innumerevoli Lacrime, quinta delle grandi battaglie del Beleriand, raccontate ne Il Silmarillion.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

La battaglia s'inserisce nel quadro della guerra degli Elfi contro il Signore Oscuro Morgoth, durante la Prima Era della Terra di Mezzo.

I preparativi[modifica | modifica wikitesto]

Maedhros e Fingon, desiderosi di cacciare il nemico dal Beleriand, diedero vita a un'alleanza militare detta Unione di Maedhros, che avrebbe dovuto causare la sconfitta di Morgoth. Gli eserciti raccolti nell'Unione espulsero dai loro territori gli Orchi e marciarono su Angband. Morgoth, però, informato da alcune spie circa il riarmarsi dei suoi nemici, si preparò alla battaglia.

L'Unione era costituita da due grandi gruppi:

La battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Il tradimento di Ulfang e gli enormi eserciti sguinzagliati da Morgoth, lupi, Balrog, draghi e Glaurung Padre di Draghi resero inutili le gesta coraggiose dell'Unione, le cui schiere erano peraltro state rimpinguate dall'arrivo inaspettato di Turgon da Gondolin con diecimila lance. Fingon, Re Supremo, fu ucciso da Gothmog, Signore di Balrog, e gli Uomini del Dor-lomin si sacrificarono favorendo la fuga di Turgon con i pochi Noldor sopravvissuti. A est la situazione non fu migliore. I figli di Fëanor fuggirono verso sud, decimati, mentre i Nani piansero la morte di Azaghal, ucciso da Glaurung, e si ritirarono dal campo di battaglia.

Gli esiti[modifica | modifica wikitesto]

Himring venne abbandonato, il regno di Fingon non esisteva più e i figli di Fëanor si dispersero come foglie al vento: l'Unione era stata sconfitta. Grande fu la gioia di Morgoth poiché anche se Nargothrond, Gondolin e il Doriath erano ben protetti, pure le perdite per gli Eldar erano state numerose, ma soprattutto Uomini avevano combattuto contro altri Uomini e avevano tradito gli Elfi. Dopo questa battaglia, il destino del Beleriand fu segnato.

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien