Mablung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mablung
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Soprannome Mano Pesante
Autore John Ronald Reuel Tolkien
Specie Elfo
Sesso Maschio
Etnia Sindar

Mablung è il nome di due personaggi di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Mablung dalla Mano Pesante[modifica | modifica wikitesto]

Mablung fu un Elfo Sindarin al servizio di Thingol, re del Doriath, durante la Prima Era dei Figli di Ilúvatar. Assieme a Beleg Arcoforte fu il massimo dei Capitani dei Sindar, e partecipò alla Caccia del grande lupo Carcharoth. Viene ricordato col nome di Mablung dalla Mano Pesante ("mano pesante" è appunto la traduzione del suo nome — o meglio epessë — dal Sindarin).

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Mablung divenne Capitano dei Guardiani del Doriath dopo che Beleg Arcoforte partì dal regno di Thingol in cerca di Túrin. Quando Morwen Eledhwen madre di quest'ultimo, che a quel tempo abitava appunto nel Doriath, seppe della Caduta di Nargothrond e che suo figlio dimorava proprio in quel regno, volle andare a cercarlo. Re Thingol decise di mandare Mablung al seguito della donna per proteggerla dai pericoli che avrebbe potuto incontrare; accadde però che, ad insaputa sia di Mablung che di Morwen, Nienor, figlia di quest'ultima, li seguisse di nascosto. Mablung tuttavia non fu in grado di proteggere le due dagli incantesimi di Glaurung il Drago, ed egli stesso, recatosi nel Nargothrond a constatarne la rovina, si trovò faccia a faccia con l'immonda creatura di Morgoth, ma non ne venne ucciso. Ritrovò anzi Nienor, ma ben presto la perse di nuovo, poiché questa, in balìa dell'incantesimo di Glaurung, fuggì a perdifiato per la foresta dopo che il gruppo guidato da Mablung era stato attaccato da una schiera di Orchi. Sconfitto, Mablung tornò nel Doriath, ma spese gli anni successivi alla ricerca di Morwen e Nienor. Infine, saputo che Glaurung si dirigeva verso il Brethil, vi giunse trovando nient'altri che Túrin Turambar e gli svelò della scomparsa di Nienor dal Doriath. Ciò contribuì a render chiaro a Túrin fino a dove la sua amara sorte l'aveva infine condotto: la sua sposa Níniel, tra l'altro incinta, era appunto l'amata sorella da tempo perduta.

Mablung morì infine durante il Sacco del Doriath, quando i Nani di Nogrod, uccidendo Re Thingol nelle sue aule di Menegroth, rientrarono in possesso della splendida collana Nauglamír con incastonato il Silmaril conquistato da Beren e Lúthien.

Mablung di Gondor[modifica | modifica wikitesto]

Mablung è anche il nome di uno dei Raminghi dell'Ithilien al servizio di Faramir di Gondor verso la fine della Terza Era, e viene nominato ne Il Signore degli Anelli.


Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien