Oropher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oropher
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Autore John Ronald Reuel Tolkien
Specie Elfo
Sesso Maschio
Etnia Sindar, Nandor
Parenti Thranduil (figlio) Legolas (nipote)

Oropher è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Oropher era il re degli Elfi Silvani di Boscoverde il Grande (divenuto poi Bosco Atro), ed era il padre di Thranduil. Faceva parte di un gruppo di Sindar che si spostò da sud fino ad insediarsi a Bosco Atro, che all'epoca non era stato ancora contaminato da Sauron; ma quando il potere di questi aumentò, Oropher decise di portare il suo popolo oltre i Campi Iridati, volendosi inoltre affrancare dalla potenza e dalle usurpazioni dei Nani di Moria, anche irritato dalle interferenze di Celeborn e Galadriel di Lórien; decise pertanto di spostarsi verso nord: alla fine della Seconda Era dimorava nelle foreste di Emyn Duir. Sebbene desiderasse che il suo popolo stesse il più lontano possibile dalle faccende dei Sindar e dei Noldor (come in fondo da quelle di chiunque altro), capì che non ci sarebbe stata pace fino a quando Sauron non fosse stato sopraffatto. Inviò quindi un contingente del suo popolo, fattosi assai numeroso, a combattere a fianco degli elfi di Lórien, guidati da Malgalad (probabilmente un altro suo nome). Gli elfi di Oropher però non vollero sottostare agli ordini supremi di Gil-galad, cosicché le perdite nella Battaglia di Dagorlad furono enormi. Inoltre gli Elfi Silvani erano male equipaggiati in fatto di corazze e armi rispetto agli Alti elfi dell'Ovest. Al termine della battaglia vinta dall’Alleanza si contarono, tra le file degli Elfi Silvani, innumerevoli perdite: la metà delle forze di Malgalad rimase tagliata fuori dal grosso dell'esercito, finendo nelle Paludi Morte. Lo stesso Oropher rimase ucciso al primo attacco, guidando la carica dei suoi elfi prima che Gil-galad avesse dato l'ordine di avanzare.

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien