Celegorm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Celegorm
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Epiteto Il Chiaro
Soprannome Tyelkormo, Turkafinwë
Autore John Ronald Reuel Tolkien
Specie Elfo
Sesso Maschio
Etnia Noldor
Parenti

Celegorm è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. È un principe dei Noldor, terzo figlio di Fëanor e Nerdanel.

Celegorm era la forma Sindarin del nome Quenya datogli dalla madre, Tyelkormo. Il nome datogli dal padre era invece Turkafinwë.

Celegorm era un grande cacciatore, e in Valinor fu grande amico del Vala Oromë, il quale gli diede in dono Huan, il possente Cane di Valinor. Da Oromë egli apprese anche molte cose al riguardo di uccelli ed altre bestie, non ultimo il loro linguaggio.

Come tutti i suoi fratelli, Celegorm era avvinto dal giuramento di suo padre Fëanor di recuperare i Silmaril, rubati da Morgoth, il Signore Oscuro. A causa di tale giuramento, lui ed i suoi fratelli seguirono Fëanor nella Terra di Mezzo, ove fondarono i propri regni e organizzarono guerre per il recupero dei tre gioielli, dapprima contro Morgoth e successivamente contro altri Elfi, portando così la loro casata alla rovina.

Celegorm aveva preso parte nel Fratricidio di Alqualondë, e una volta giunto con le sue genti nella Terra di Mezzo aveva teso un'imboscata alle truppe degli Orchi che giungevano dai porti di Círdan per attaccare la compagnie di Fëanor durante la Dagor-nuin-Giliath. Dopo la riconciliazione con i Noldor al seguito di Fingolfin, avvenuta presso il lago Mithrim (durante la quale Maedhros, figlio maggiore di Fëanor, abdicò in favore di Fingolfin stesso, cedendogli il titolo di Alto Re dei Noldor), Celegorm e tutti i suoi fratelli si stabilirono nel Beleriand Orientale. Celegorm, Curufin e suo figlio Celebrimbor presero dimora nell'Himlad, e fortificarono il passo di Aglon. Nell'anno 402 P.E. un esercito di Orchi tentò di conquistare il passaggio sull'Aglon, ma venne respinto dalle forze unite del Dorthonion e dell'Himring.

Nella Dagor Bragollach il passo di Aglon venne infine forzato nonostante la fiera resistenza opposta alle forze di Morgoth. Celegorm, Curufin e Celebrimbor, con le rimanenti genti dell'Himlad, marciarono quindi verso Minas Tirith, ove trassero in salvo Orodreth, il quale comandava una schiera inviata dal Nargothrond da Finrod suo fratello a contrastare Sauron a Tol Sirion. Minas Tirith infine cadde nelle mani del nemico, ma Celegorm ed i suoi compagni la scamparono e vennero invitati da Orodreth a dimorare nel Nargothrond.

Celegorm e Curufin abitarono per un certo periodo nel Nargothrond aiutando Re Finrod Felagund, e conquistandosi l'affetto di parte delle genti del regno. Ma l'arrivo di Beren e la sua richiesta di aiuto a Finrod per il recupero del Silmaril riaccese nell'animo dei figli di Fëanor l'ardore e la volontà di perseguire il giuramento che erano tenuti a rispettare. Così Celegorm e Curufin agirono contro il loro cugino Finrod, e permisero solo ad una esigua schiera di seguire il loro re nell'impresa. Essi inoltre rapirono e imprigionarono Lúthien, figlia di Thingol Re del Doriath, che si aggirava in cerca dell'amato Beren. Celegorm infatti, affascinato da quella che era la più bella dei Figli di Ilúvatar, avrebbe voluto chiedere la mano di lei a Thingol. Fu il cane Huan ad aiutare Lúthien nella sua evasione a dispetto del padrone, e la seguì nella sua impresa di recupero del Silmaril assieme a Beren. E quando i superstiti fra i prigionieri compagni di Beren, liberati da Huan e Lúthien, ritornarono nel Nargothrond e furono quindi svelate le male azioni di Celegorm e Curufin, questi vennero cacciati dal regno da Orodreth, che governava in vece di Finrod. I due reincontrarono ben presto Beren e Lúthien di ritorno dalla loro impresa e li attaccarono ma alla fine vennero messi in fuga. Tali azioni indussero Orodreth e Thingol a non concedere più aiuti all'Unione di Maedhros.

La peggiore malefatta compiuta da Celegorm e Curufin fu però l'aver partecipato al Secondo Fratricidio, assalendo il regno del Doriath e il suo Re Dior (che governava in Menegroth dopo la morte di Thingol), reo secondo loro di possedere il Silmaril che Beren e Lúthien suoi genitori avevano strappato dalla corona ferrea di Morgoth. In quella battaglia Curufin perse la vita, inoltre Celegorm e Dior si uccisero a vicenda.

La Casa di Fëanor[modifica | modifica sorgente]

 
Finwë
 
Míriel
 
Mahtan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fëanor
 
 
 
Nerdanel
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maedhros
 
 
Celegorm
 
 
Curufin
 
 
Amras
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maglor
 
Caranthir
 
 
Amrod
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Celebrimbor
 
 
 
 
Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien