Marvin Monroe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marvin Monroe
Manroe.png
Marvin Monroe che parla con Marge.
UniversoI Simpson
Lingua orig.Inglese
AutoreMatt Groening
1ª app.28 gennaio 1990
1ª app. inAmara casa mia
app. it.15 ottobre 1991
Voce orig.Harry Shearer
Voce italianaPino Ammendola
SessoMaschile

Marvin Monroe è uno dei personaggi secondari della serie televisiva I Simpson.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Celebre psichiatra di Springfield, dirige il "centro di terapia per famiglie del dottor Monroe", dove sono stati in cura anche i componenti della famiglia Simpson. Il personaggio appare molto spesso in trasmissioni televisive usando talvolta paroloni incomprensibili per esprimere la sua opinione.

È anche consulente matrimoniale: a lui si rivolgono Homer e Marge quando il loro matrimonio è in crisi nelle puntate Sola, senza amore e Amara casa mia. I suoi metodi a base di manganellate e elettroshock si dimostrano totalmente fallimentari nel caso della famiglia Simpson.

Fisioterapista di Montgomery Burns, è molto grasso ed indossa sempre una camicia bianca, una cravatta grigia, dei jeans marroni e delle scarpe scure. Porta gli occhiali, ha la barba ed è calvo. Probabilmente sessantenne, ha un fratello minore, di nome Mervin Monroe, che fa il tatuatore.

Le sue apparizioni sono limitate alle prime stagioni della serie: a un certo punto verrà detto che egli è morto, ma non verrà mai dato nessun altro dettaglio su quando e come. Gli indizi sono comunque consistenti: in un episodio si vede la sua tomba (a forma di lettino) nel cimitero di Springfield, mentre in un'altra puntata l'ospedale cittadino viene chiamato "Marvin Monroe Memorial Hospital", come se appunto fosse stato ribattezzato in sua memoria.

Nell'episodio della quindicesima stagione Incertezze di una casalinga arrabbiata fa improvvisamente ritorno, chiarendo di non essere affatto morto, e giustificando la sua assenza con una malattia. Undici stagioni più tardi, però, farà una fugace apparizione sotto forma di fantasma, ironizzando proprio sul fatto di essere in sospeso tra la vita e la morte (La paura fa novanta XXV).

La vera ragione del ritiro del personaggio è dovuta al fatto che Harry Shearer, il suo doppiatore originale, trovava molto faticoso riprodurre la sua voce.

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson