Carlo Reali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carlo Reali (Padova, 6 dicembre 1930) è un attore, doppiatore e montatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato i migliori teatri di Roma, Reali si dedica al cinema, esordendo nel film Era notte a Roma, di Roberto Rossellini. Successivamente lavorerà molto anche nel cinema, diventando uno dei principali caratteristi dei film con Bud Spencer protagonista, recitando in film come Il corsaro nero, Piedone l'africano, Pari e dispari, Lo chiamavano Bulldozer, Uno sceriffo extraterrestre... poco extra e molto terrestre e nella serie televisiva Noi siamo angeli.

Ha partecipato inoltre a film di fama internazionale come Il vizietto e Fuga per la vittoria. Ha continuato a recitare in teatro, esibendosi in spettacoli come "Depretore Vincenzo", di Eduardo De Filippo, o "Questi fantasmi", di Enrico Maria Salerno. Ha inoltre lavorato come regista teatrale. Riscosse buon successo anche come attore televisivo, partecipando a serie fortunate come La piovra 3 e Distretto di polizia. Ha inoltre recitato nella miniserie Benedetti dal signore, con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, nel ruolo del vescovo. Attivo anche in ambito radiofonico, ha recitato in oltre cento commedie e ha partecipato ad alcuni sceneggiati.

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Reali è anche un esperto doppiatore, facente parte del Gruppo Trenta. Iniziò la carriera alla Società Attori Sincronizzatori, per poi abbandonare la società negli anni Settanta. Ha doppiato attori come Steve Martin, Eli Wallach, Bob Hoskins, Danny DeVito, Michael Keaton e Tim Curry.

Ha caratterizzato diversi personaggi disneyani, fra i quali Capitan Uncino ne Il bianco Natale di Topolino e Peter Pan - Ritorno all'isola che non c'è, Orazio Cavezza in Il principe e il povero, Winston in Oliver & Company, Rospus in Taron e la pentola magica, il Grillo Parlante nel ridoppiaggio de Canto di Natale di Topolino, e Jet McQuack in Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta e nella serie DuckTales - Avventure di paperi. Nel 2013 gli viene assegnato il Leggio d'oro alla carriera.[1]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Prosa teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Bastardi senza gloria (2009)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 - Leggio d'oro alla carriera.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Palmarès 2013, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.
  2. ^ Leggio d'oro 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN233445904 · SBN: IT\ICCU\RAVV\456276 · GND: (DE1061562441