Carlo Reali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Carlo Reali nel 1985

Carlo Reali (Padova, 6 dicembre 1930) è un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver recitato in un originale televisivo per le prose del teleteatro Rai nel 1959, l'anno successivo fa il suo esordio al cinema, nel film Era notte a Roma di Roberto Rossellini. Successivamente diventerà uno dei principali caratteristi dei film con Bud Spencer protagonista, come Il corsaro nero, Piedone l'africano, Pari e dispari, Lo chiamavano Bulldozer, Uno sceriffo extraterrestre... poco extra e molto terrestre, Banana Joe e nella serie televisiva Noi siamo angeli.

Ha partecipato inoltre ai film Il vizietto e Fuga per la vittoria, fra gli altri. Ha continuato a recitare in teatro, esibendosi in spettacoli come De Pretore Vincenzo e Questi fantasmi! di Eduardo De Filippo, con la regia di Enrico Maria Salerno. Ha inoltre lavorato come regista teatrale. Ha partecipato come attore a serie televisive come La piovra 3 e Distretto di Polizia. Ha inoltre recitato nelle miniserie TV Le ali della vita, con Sabrina Ferilli e Virna Lisi, e Benedetti dal Signore, con Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti. Attivo anche in ambito radiofonico, ha preso parte a molte commedie, anche musicali,[1] e ad alcuni sceneggiati.

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera da doppiatore alla Società Attori Sincronizzatori verso la fine degli anni sessanta. Negli anni ottanta è passato al Gruppo Trenta, dove è divenuto una delle voci più utilizzate. Successivamente, con l'apertura delle società, è divenuto un doppiatore libero. Ha doppiato Eli Wallach, Bob Hoskins, Steve Martin, Danny DeVito, Michael Keaton, Ken Jenkins in Scrubs - Medici ai primi ferri e Tim Curry in It. Sua anche la voce di Palpatine, cattivo principale della saga Star Wars nei primi due episodi cinematografici e nei cartoni animati.

Ha caratterizzato con la sua voce diversi personaggi di Walt Disney, fra i quali Capitan Uncino, Winston in Oliver & Company, Rospus in Taron e la pentola magica, Orazio Cavezza in Il principe e il povero, il Grillo Parlante nel ridoppiaggio de Canto di Natale di Topolino, Jet McQuack nella serie DuckTales - Avventure di paperi e Hop Pop in Anfibia. Nel 2013 gli viene assegnato il Leggio d'oro alla carriera.[2] Reali ha partecipato al doppiaggio inglese, diretto da Francesco Vairano, del film Pinocchio di Matteo Garrone del 2019, doppiando due personaggi: il venditore Cecconi (interpretato da Sergio Forconi) e l'oste del Gambero Rosso (interpretato da Marcello Marziali).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva Rai[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Reali, su Musical. URL consultato il 29 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 15 febbraio 2001).
  2. ^ a b Il Palmarès 2013, su Leggio d'oro. URL consultato il 29 novembre 2021 (archiviato dall'url originale il 16 luglio 2019).
  3. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "I Simpson", su antoniogenna.net. URL consultato il 18 dicembre 2021.
  4. ^ Anche nel Ridoppiaggio delle prime 5 puntate avvenuto nel 2020.
  5. ^ Kinect: Disneyland Adventures / Disneyland Adventures, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  6. ^ Cars - Motori ruggenti, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 29 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233445904 · ISNI (EN0000 0003 6792 1392 · SBN RAVV456276 · GND (DE1061562441 · WorldCat Identities (ENviaf-233445904