Episodi de I Simpson (ventinovesima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: I Simpson.

La ventinovesima stagione de I Simpson va in onda negli Stati Uniti d'America dal 1º ottobre 2017 al 20 maggio 2018 sulla Fox[1].

In Italia è andata in onda su Italia 1 dal 1º al 26 ottobre 2018 alle 14:20 saltando l'episodio 4, rimasto inedito per i temi affrontati.

Codice di produzione Titolo italiano Titolo originale Prima TV USA Stati Uniti Prima TV Italia Italia
1 WABF17 I Servson The Serfsons 1º ottobre 2017 1º ottobre 2018
2 WABF22 Splendore a Springfield Springfield Splendor 8 ottobre 2017 2 ottobre 2018
3 WABF16 Fischio per fiasco Whistler's Father 15 ottobre 2017 3 ottobre 2018
4 WABF18 La paura fa novanta XXVIII Treehouse of Horror XXVIII 22 ottobre 2017 inedito
5 WABF19 Nonno, mi senti? Grampy Can Ya Hear Me 5 novembre 2017 4 ottobre 2018
6 WABF20 Marge Sindaca The Old Blue Mayor She Ain't What She Used to Be 12 novembre 2017 5 ottobre 2018
7 WABF21 Bowling Games: i ragazzi di fuoco Singin' in the Lane 19 novembre 2017 8 ottobre 2018
8 XABF01 Goodbye, Mr. Lisa Mr. Lisa's Opus 3 dicembre 2017 9 ottobre 2018
9 XABF02 Gone Boy Gone Boy 10 dicembre 2017 10 ottobre 2018
10 XABF03 Haw-Haw Land Haw-Haw Land 7 gennaio 2018 11 ottobre 2018
11 XABF04 Frink testa teste Frink Gets Testy 14 gennaio 2018 12 ottobre 2018
12 XABF05 Dove c'è Homer non c'è arte Homer Is Where the Art Isn't 18 marzo 2018 15 ottobre 2018
13 XABF06 Quadretto di famiglia 3 Scenes Plus a Tag from a Marriage 25 marzo 2018 16 ottobre 2018
14 XABF08 Paure di un clown Fears of a Clown 1º aprile 2018 17 ottobre 2018
15 XABF07 Nessuna buona lettura rimane impunita No Good Read Goes Unpunished 8 aprile 2018 18 ottobre 2018
16 XABF10 Andiamo ai materassi! King Leer 15 aprile 2018 19 ottobre 2018
17 XABF11 Sax o non sax Lisa Gets the Blues 22 aprile 2018 22 ottobre 2018
18 XABF09 Perdona e rimpiangi Forgive and Regret 29 aprile 2018 23 ottobre 2018
19 XABF12 Tiro mancino Left Behind 6 maggio 2018 24 ottobre 2018
20 XABF13 Getta il nonno in Danimarca Throw Grampa from the Dane 13 maggio 2018 25 ottobre 2018
21 XABF14 La scala di Flanders Flanders' Ladder 20 maggio 2018 26 ottobre 2018

I Servson[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Serfsons
  • Sceneggiatura: Brian Kelley
  • Regia: Rob Oliver
  • Messa in onda originale: 1º ottobre 2017
  • Messa in onda italiana: 1º ottobre 2018

Ambientato nel Medioevo, l'episodio si svolge nel regno fantastico di Springfielda, abitato dai Serfsons. Questi scoprono che la madre di Marge, Jacqueline, è stata morsa da un Ice Walker, una creatura umanoide che, mordendo le vittime, trasforma la loro carne in ghiaccio nell'arco di una settimana. L'unico modo per salvare l'anziana e per evitare che si congeli è quello di farle indossare l'Amuleto di Warmfyre, venduto sul mercato a un prezzo alto. Su richiesta della moglie, Homer cerca in tutti i modi di farsi dare i soldi necessari per l'acquisto dal suo datore di lavoro Lord Montgomery, ma non riesce a convincerlo. A questo punto Lisa decide di aiutare il padre rivelando di essere una maga e trasformando del piombo in oro. In questo modo lei riesce a far salvare la nonna, per la cui guarigione viene acquistato il fatidico amuleto, ma viene arrestata dai maghi del re Quimby (che si è accorto di tutto) con l'accusa di aver eseguito degli atti di magia illegali. Per salvarla, Homer raduna tutti i contadini del regno, i quali, dopo aver scalato il castello del re, sconfiggono quest'ultimo, ma si ritrovano ad affrontare un drago. Lo sgomento termina quando Jacqueline decide di sacrificarsi per la famiglia togliendosi l'amuleto, congelandosi completamente, entrando nella gola del drago e sconfiggendolo una volta per tutte. Tuttavia si scopre che il drago era la fonte di ogni magia che alimentava il regno e delle creature magiche che lo abitavano. L'episodio si conclude con Homer che riesce a riportare in vita il drago conferendogli, tuttavia, l'occasione di distruggere e di incendiare l'intero regno. Quest'ultima scena, analizzata, assomiglia molto, registicamente parlando, alla scena dell'episodio 5 dell'ultima stagione de Il Trono di Spade, in cui Cersei assiste alla distruzione del proprio regno proprio grazie a Drogon, l'ultimo drago rimasto a Daenerys.

  • Gag del divano: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Curiosità: l'episodio è una parodia dello show televisivo americano Il Trono di Spade, con cui condivide le atmosfere medievali e le creature fantastiche nonché la presenza di Nikolaj Coster-Waldau (Jamie Lannister nella serie).[2]

Splendore a Springfield[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson sono disperati per Lisa che è ansiosa da giorni e che ha fatto un incubo sugli armadietti della scuola elementare di Springfield per la quarta notte consecutiva. Decidono così di affidarla alle cure di una terapeuta del college, la quale le suggerisce di disegnarle la sua giornata tipo entro il prossimo appuntamento, ma la piccola si rende conto di non essere capace di disegnare. Così Marge decide di aiutarla disegnando per lei, ma, una volta che i disegni sono pronti per essere consegnati alla terapeuta, Lisa li perde per poi scoprire che sono stati trovati da Kumiko, la moglie dell'Uomo dei fumetti, che ha deciso di raccoglierli in un graphic novel intitolato Bambina Triste e di venderli nel negozio del marito. Inizialmente se la prende con i due, ma, non appena scopre che la gente acquista i suoi fumetti omaggiandoli, rinsavisce e celebra il suo successo. In breve tempo, Lisa diventa famosa e le viene incaricato di lavorare ad altri numeri di Bambina Triste, ma Marge incomincia a sentirsi invidiosa per il fatto che non le venga riconosciuta alcuna responsabilità d'autore riguardo l'opera. Tra le due nascerà una rivalità che peggiorerà soprattutto quando Guthrie Frenel, un direttore teatrale, propone alla bambina di lavorare per uno show di Broadway incentrato sui fumetti.

  • Gag del divano: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Nell'edizione italiana della serie la parola Damn it pronunciata da Lisa viene adattata con Porca Paletta.

Fischio per fiasco[modifica | modifica wikitesto]

Marge viene assunta da Tony Ciccione affinché arredi il suo bordello. Nel frattempo Homer scopre che Maggie può fischiare.

  • Gag del divano: i componenti della famiglia Simpson sono i mobili del salotto: Homer è il divano, Marge l'antenna della TV, Bart e Lisa due lampade e Maggie il dipinto della barca al centro della stanza. La gag termina con 5 divani antropomorfi che arrivano e che si siedono su Homer per guardare la TV.
  • Frase alla lavagna: È ingiusto giudicare un presidente in base ai suoi primi 300 giorni

La paura fa novanta XXVIII[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La paura fa novanta XXI-XXVIII § La paura fa novanta XXVIII.

Lo speciale di Halloween si apre con una scenetta animata in CGI, intitolata "The Sweet Hereafter", in cui i Simpson sono delle caramelle che sono state ricevute da dei bambini per Halloween assieme ad altri personaggi (anch'essi sotto i panni di caramelle). Quasi tutti i dolciumi vengono consumati e, alla fine, dopo la fine della festa, rimangono solo i Simpson che vengono posti sopra ad una credenza vicino ad un coniglio di cioccolato pasquale. Questi, disperato per essere stato abbandonato, muore, lasciando ad Homer e agli altri componenti della famiglia l'occasione per mangiarlo. Seguono poi 3 episodi:

The Exor-Sis[modifica | modifica wikitesto]

Parodia de L'esorcista in cui Homer compra involontariamente su Amazon una statuetta irachena ritraente un demone di nome Pazuzu, che prende il possesso di Maggie.

Coralisa[modifica | modifica wikitesto]

Parodia del film Coraline in cui Lisa scopre nella sua stanza un passaggio segreto che la porta ad una versione tridimensionale di casa sua, abitata da delle versioni alternative dei suoi familiari con dei bottoni al posto degli occhi.

MMM.... Homer[modifica | modifica wikitesto]

Mentre sua moglie e i figli sono in viaggio con Patty e Selma, Homer mangia tutti i cibi depositati in casa, cosa che lo porta poi a diventare un cannibale e a mangiare sempre più pezzi del suo corpo.

  • Gag del divano: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Note: Questo episodio è inedito in Italia, per problemi di tematiche religiose affrontate.

Nonno, mi senti?[modifica | modifica wikitesto]

Per il suo compleanno Nonno Simpson riceve un apparecchio acustico da un residente del Castello di Riposo. Appena lo indossa gli si apre un mondo di suoni. Felice, si precipita a Casa Simpson per mostrar loro il bel regalo ma si rattristisce profondamente quando finalmente riesce a sentire quello che in realtà i suoi familiari dicono di lui. Nonno Simpson sparisce e Homer lo cerca invano. Finalmente fa ritorno a casa dove i Simpson lo inondano di belle parole anche se già preparate prima. Nel frattempo Skinner scopre che da ragazzo era stato ammesso all'università Ohio State dove voleva partecipare alla banda marciante ma sua madre gli aveva mentito dicendo che non era stato ammesso. Sconvolto se ne va di casa, visita l'università e poi torna a casa per un incontro/scontro con sua madre.

  • Guest Stars : Nessuna
  • Gag del divano : I Simpson attraversano varie ere storiche dalla loro immigrazione americana fino ad un futuro nello spazio tutto ciò cambiando cognome.
  • Frase alla lavagna: L'hooligan non è una professione

Marge sindaca[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: The Old Blue Mayor She Ain't What She Used to Be
  • Sceneggiatura: Tom Gammill e Max Pross
  • Regia: Matthew Nastuck
  • Messa in onda originale: 12 novembre 2017
  • Messa in onda italiana: 5 ottobre 2018

Marge decide di candidarsi a sindaco, ma scopre ben presto che il compito non è così facile. Le sue proposte falliscono e il gradimento fra gli elettori è sempre più basso, finché non mette in mezzo Homer, che diventa lo zimbello dei cittadini, ma risolleva le sorti della posizione di Marge. Quando però si rende conto di non riuscire a conciliare il nuovo incarico con la famiglia e vede Homer deriso da tutti, torna sui suoi passi e lascia il posto di nuovo al sindaco Quimby.

Guest stars: assente

Gag del divano: i Simpson interpretano un film muto degli anni '50

Frase alla lavagna: Non chiederò al mio counselor perché non ha trovato un lavoro migliore

Bowling Games: I Ragazzi di Fuoco[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Singin' in the Lane
  • Sceneggiatura: Ryan Koh
  • Regia: Michael Polcino
  • Messa in onda originale: 19 novembre 2017
  • Messa in onda italiana: 8 ottobre 2018

Tra Boe e i suoi fedelissimi clienti/amici, Homer, Barney, Lenny e Carl, c'è un po' di maretta. Per cercare di recuperare, il barista migliora sia il servizio che il locale e appende alla parete una foto degli ''Amici Birilli'', la vecchia squadra di bowling di Homer e compagni (settima stagione). Papà Simpson propone di riformare la squadra di cui Boe sarà coach. Vittoria dopo vittoria, si ritrovano a giocare le finali del campionato di Stato. Gli Amici Birilli devono scontrarsi contro il Gruppo Fondario composto da borsisti yuppie. Boe accetta una scommessa: se la sua squadra perderà la partita, lui ci rimetterà il suo bar e il suo buon nome. Se invece vince, gli avversari dovranno far vivere un'esperienza straordinaria all'intera squadra degli Amici Birilli.

  • Guest stars: Kevin Michael Richardson / italiana: Simone D'Andrea (voce italiana di Reynolds[4])
  • Gag del divano: Versione sottomarina della sigla di testa
  • Frase alla lavagna: Non viviamo nella nostra pipì
  • Curiosità: Il nome della squadra di bowling dei ''The Sidekicks'' (composta da Milhouse, Telespalla Mel, Lou e Smithers) nella versione italiana è sostituito dal nome ''Le Telespalle''.

Goodbye, Mr. Lisa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Mr. Lisa's Opus
  • Sceneggiatura: Al Jean
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 3 dicembre 2017
  • Messa in onda italiana: 9 ottobre 2018

In quest'episodio Lisa ormai ha 18 anni e sta scrivendo la sua tesina per l'ammissione ad Harvard, nella quale ripercorre la sua vita: dalle prime parole ai traumi infantili, quando tutta la famiglia ha dimenticato il suo settimo compleanno,ad esempio. O quando a 14 anni Homer pensa che ne compia 12. Durante un flashback dei suoi 14 anni, Lisa trova una lettera di Marge che comunica ad Homer la sua intenzione di lasciarlo. Lisa obbliga suo padre a rimettersi in forma e a smettere di bere e grazie all'aiuto di Flanders, Homer ci riuscirà. Alla fine Lisa riesce ad entrare ad Harvard, dove troverà la sua prima vera amica, Valerie.

  • Guest stars: Kevin Michael Richardson, Kat Dennings (Valerie, doppiata in italiano da Domitilla D'Amico), Valerie Harper (Signorina Myles), Norman Lear ( sè stesso), Kipp Lennon (falso Michael Jackson, cameo), Jon Lovitz (Artie Ziff, doppiato in italiano da Vittorio Guerrieri)
  • Gag del divano: I Simpson vengono rappresentati prima su una statua con la scritta "Confidiamo nelle gag del divano", poi successivamente vengono rappresentati su un'effige di una moneta con la scritta "Ciucciatis meis calzinis". Quella stessa moneta viene data dal Sig.Burns ad Homer come suo aumento, con disappunto del padre di famiglia.
  • Frase alla lavagna: assente

Gone Boy[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Gone Boy
  • Sceneggiatura: John Frink
  • Regia: Rob Oliver
  • Messa in onda originale: 10 dicembre 2017
  • Messa in onda italiana: 10 ottobre 2018

A Bart scappa la pipì e così si addentra in un bosco dove finisce in una specie di tombino che si rivela essere una vecchia base militare in cui viene custodito un missile di 50 anni fa. Marge si dispera molto per questa vicenda. L'intera comunità di Springfield partecipa alle ricerche senza alcun esito. Anche Telespalla Bob, detenuto fuori di prigione per svolgere un servizio sociale, viene coinvolto. L'odio per Bart riaffiora e Telespalla Bob decide che deve ucciderlo. Milhouse, che, nel frattempo, ha ritrovato Bart, ma non rivela la notizia alla famiglia per godersi gli abbracci di Lisa, viene costretto da Bob a condurlo da Bart. Egli, dato per morto, riesce con ingegno a fare una brevissima telefonata a sua madre e la famiglia Simpson riprende subito le sue ricerche. Telespalla Bob sta per spedire sia Bart che Milhouse nello spazio legati entrambi al missile, ma , proprio sul più bello, ha un rimorso di coscienza.

Haw-Haw Land[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Haw-Haw Land
  • Sceneggiatura: Tim Long e Miranda Thompson
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 7 gennaio 2018
  • Messa in onda italiana: 11 ottobre 2018

Lisa va a un convegno di scienza e tecnologia e qui conosce un bravissimo musicista di nome Brendan, che la corteggia. Poco dopo scopre che Brendan si è appena trasferito a Springfield e che andrà nella sua stessa scuola. Qui, Nelson si mette in competizione con lui per cercare di conquistare Lisa e quindi si iscrive a un talent show in cui vuole suonare per fare colpo su di lei. Ma Lisa sceglie Brendan, il quale però sul più bello viene mandato via perché, per pochi metri, la sua residenza non rientra nel distretto della scuola elementare Nel frattempo Bart si appassiona alla chimica e si dedica a vari esperimenti, mettendo alla prova la fiducia dei genitori.

  • Guest stars: Ed Sheeran (Brendan, doppiato in italiano da Federico Campaiola) / italiana: Gerolamo Alchieri (chimico sul video visto da Bart e Milhouse)
  • Gag del divano: assente e sostituita da una parodia della scena iniziale di La La Land (da qui il titolo dell'episodio).
  • Frase alla lavagna: assente
  • Curiosità: Nella versione italiana il Damn it detto da Milhouse è stato adattato in Mannaggia.

Frink testa teste[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Frink Gets Testy
  • Sceneggiatura: Dan Vebber
  • Regia: Chris Clements
  • Messa in onda originale: 14 gennaio 2018
  • Messa in onda italiana: 12 ottobre 2018

Il signor Burns, spaventato da una profezia di Nostradamus che prevede la fine del mondo, decide di costruire un'arca. Incarica i cervelloni di Springfield di individuare i cittadini con il Q.I. più alto da portare con sè. Il professor Frink propone un nuovo test: il QVP (Quoziente Valore Personale). Tutti i cittadini sono obbligati a sottoporsi al test e i risultati sconvolgono la famiglia Simpson: il quoziente di Lisa è di poco inferiore a quello di Ralph e la piccola viene colta da una profonda crisi, mentre Bart inizialmente risulta il ciuccio dei ciucci, ma poi si verrà a scoprire che Homer è quello che ha fallito il test. Papà Simpson sprofonda in una forte depressione, ma l'amore di Marge lo salverà.

  • Guest stars: Valerie Harper (Ispettrice Perkins) , Maurice LaMarche (Orson Welles)
  • Gag del divano: Il divano concepisce il suo bambino
  • Frase alla lavagna: Lo strangolamento non è un metodo di educazione genitoriale (scritta da Homer)

Dove c'è Homer non c'è arte[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Homer Is Where the Art Isn't
  • Sceneggiatura: Kevin Curran
  • Regia: Timothy Bailey
  • Messa in onda originale: 18 marzo 2018
  • Messa in onda italiana: 15 ottobre 2018

Alla casa d'aste di Gavelby, Homer e Mr. Burns non riescono a battere la magnate della tecnologia Megan Matheson, che si aggiudica il dipinto "La poetessa" di Joan Miró. Homer è ossessionato da questo dipinto, fino al punto di tentare di rubarlo alla fine dell'asta. Una volta che il dipinto arriva a casa sua, Megan scopre che è stato rubato, e il detective Manacek viene chiamato per risolvere il caso.

Manacek va da Megan, sospettoso perché lei ha assicurato il dipinto per 30 milioni di dollari, il doppio di quanto l'ha pagato: lei nega l'accusa e manda Manacek nella villa di Burns. Quest'ultimo, pur non sopportando di essere stato superato da una donna, respinge l'accusa e manda Manacek al sospettato finale, Homer, a causa dell'ossessione che ha mostrato al riguardo. Alla centrale nucleare, Homer dimostra a Manacek quanto desideri avere il dipinto, ma nega di averlo rubato. La sera, Marge si presenta nell'appartamento di Manacek per convincerlo che Homer è innocente, ma lui risponde che avrebbero parlato solo a cena. Così Marge lo invita a cena a casa sua con la loro famiglia. Dopo cena, Homer va nel panico quando Manacek e Marge iniziano a parlare. Bart e Marge spiegano a Manacek come Homer, mentre accompagnava Bart e i suoi compagni di classe ad una visita al Museo d'Arte di Springfield, sia diventato ossessionato per quel dipinto, tanto da sognarlo perfino di notte. Lisa poi rivela che Homer le ha confidato del dipinto, e questo ha creato un interesse comune tra loro. Quando Homer e Lisa sono tornati al museo, hanno scoperto che sarebbe stato chiuso per sempre, e che il dipinto "La poetessa" veniva spedito ad una casa d'aste. I cittadini di Springfield hanno protestato per la chiusura del museo mentre il sindaco Quimby ha spiegato il motivo dei tagli alle spese, compreso il taglio di 1/3 del dipartimento di polizia di Springfield con Eddie licenziato, facendo così terminare la protesta. Homer ha quindi deciso di partecipare nell'asta per salvare il dipinto, e ha cercato di rubarlo al termine dell'asta.

Al termine del racconto, si scopre che Homer è fuggito da casa: Manacek lo trova al museo e gli assicura che è innocente perché lo trova troppo fesso per rubare qualcosa. Manacek riunisce poi tutti i sospetti nel museo e rivela che Megan e Burns sono i ladri del dipinto. Megan ha assunto i gemelli delle guardie di sicurezza che hanno stordito i loro fratelli e preso il loro posto, per simulare il furto e incassare la polizza assicurativa per la sua ragazza. Tuttavia, Burns ha costruito un'identica casa d'aste accanto all'originale: le guardie hanno prelevato una copia del dipinto dalla casa d'aste costruita da Burns, e lui ha potuto rubare il dipinto che non aveva mai lasciato il caveau della casa d'aste originale.

Dopo che Megan Burns e vengono arrestati, e il dipinto viene recuperato dalla villa di Burns, Manacek rivela che il vero colpevole è nientemeno che Lisa stessa, in quanto il dipinto non è altro che la sua borsa di tela. Lisa spiega che ha scambiato segretamente il dipinto prima dell'asta, per non lasciare che un miliardario nascondesse l'opera in un posto dove nessuno, come Homer, potrà mai innamorarsene. La proprietà del dipinto ritorna alla città, e il dipinto viene consegnata al sindaco Quimby, che sceglie di conservarla all'Arena di Football di Springfield costruita con i soldi ricavati dalla vendita delle opere, dove Homer e Lisa possono felicemente andare a vedere assieme il dipinto.

Durante i titoli di coda, ci sono diversi sequenze di Manacek come se facessero parte di un programma televisivo poliziesco.

Quadretto di famiglia[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: 3 Scenes Plus a Tag from a Marriage
  • Sceneggiatura: Tom Gammill e Max Pross
  • Regia: Matthew Nastuk
  • Messa in onda originale: 25 marzo 2018
  • Messa in onda italiana: 16 ottobre 2018

Dopo aver visto un film di supereroi, comprese tutte le sequenze dei titoli di coda su insistente richiesta di Bart e Lisa, la famiglia torna a casa da Capital City. Homer e Marge iniziano a raccontare la storia di come vivevano lì prima di sposarsi e, non appena osservano il loro vecchio appartamento, invitano i bambini a visitarlo.

Incontrano così i nuovi proprietari dell'alloggio, che consegnano a Marge la sua posta che arriva ancora a quell'indirizzo. Continuano a raccontare la loro storia, di come Marge era una fotografa che lavorava per una società di notizie guidata da J.J. Gruff mentre Homer lavorava in una nuova compagnia chiamata Flashmouth, andavano alle feste, a guardare film, a guardare se stelle cadenti sopra una macchina; poi è arrivato Bart e tutto è cambiato.

Le loro carriere vanno in declino: Homer perde il lavoro e Marge viene minacciata da J.J. Gruff di essere sostituita da Barbara Popparella se non avesse scritto un nuovo pezzo sulla vita notturna.

Cercando di scrivere un articolo, Marge intervista John Baldessari, ma Homer e Bart entrano nella galleria dopo che la macchina è finita su un traghetto mentre Homer si era addormentato alla guida, e Bart inizia a fare scherzi, distruggendo un'opera d'arte. Quando Marge presenta a J.J. le foto dell'opera d'arte distrutta, viene licenziata perché la rivista ha perso i propri inserzionisti pubblicitari grazie allo scherzo di Bart.

Bart viene poi bandito dalla scuola materna, e Homer e Marge cercano aiuto nella Chiesa. La soluzione offerta dal reverendo Lovejoy è un video intitolato "Figlio Problematico", che suggerisce che la soluzione ai bambini turbolenti è quella di avere un secondo figlio. Così Homer e Marge hanno deciso di avere Lisa.

Al termine del racconto, ciò che hanno appreso i nuovi proprietari dell'alloggio appare così terribile che la futura moglie se ne va di casa, ma i Simpson riescono a farle cambiare idea sforzandosi di sorridere e mostrandole di essere una famiglia felice. Nell'ultima scena la famiglia ritorna a Springfield, mentre Lisa inizia a chiedere altre storie sul loro passato. Si fermano ai Doughy Dozen Bagels per mangiare dei bagel. Homer e Marge sono soli, ma sono disturbati dai bambini che si muovono in macchina mentre il nonno sta badando a loro.

  • Guest stars: John Baldessari (sé stesso) , Kevin Pollak (Ross, Bagel Man e Professor Thernstrom), J. K. Simmons (J.J. Gruff)
  • Gag del divano: Una sequenza animata di Bill Plympton, basata sul suo cortometraggio Your face, cantata da Homer e che termina con la famiglia sul divano.
  • Frase alla lavagna: assente

Paure di un clown[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Fears of a Clown
  • Sceneggiatura: Michael Price
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 1º aprile 2018
  • Messa in onda italiana: 17 ottobre 2018

Il preside Skinner dice al giardiniere Willie che intende andare in pensione: Martin scopre il segreto e lo spiffera a tutta la scuola. Durante i saluti finali, Skinner sceglie Bart Simpson in rappresentanza degli alunni per condivere il suo addio. Bart cerca di colpirlo alla testa con un sasso lanciato dalla sua fionda, ma Skinner lo evita e si scopre che il pensionamento era solo uno stratagemma per fare uno scherzo a Bart dopo essere stato preso in giro da lui per anni.

Sentendosi imbarazzato e arrabbiato, Bart sceglie di portare a termine l'ultimo scherzo a tutto il corpo docente, incollando sulla faccia di Skinner, del giardiniere Willie, del sovrintendente Chalmers e di tutti gli insegnanti le maschere di plastica di Krusty il Clown, usando una super-colla. Sfortunatamente questo fa sì che la gente di Springfield inizi ad essere terrorizzata dai pagliacci (tra cui proprio Krusty il Clown).

Intanto Bart si presenta al tribunale minorile, e sta per essere assolto in base al principio "i maschi sono maschi", quando Marge obietta e dice al giudice Dowd che Bart deve imparare le conseguenze delle sue azioni, così il giudice lo condanna a 28 giorni in un centro di riabilitazione. Anche se Marge ha agito per il bene di Bart, non sa se è stata davvero la cosa giusta da fare.

Poi Homer, Marge e Lisa vanno da Krusty, che nel frattempo ha smesso di essere un personaggio comico e ha anche perso l'aspetto e il trucco da clown. Lisa cerca di convincerlo a trasformarsi in un attore serio, così Krusty prende parte a "La brutta giornata del commesso viaggiatore", una parodia di "Morte di un commesso viaggiatore", scritta da Llewellyn Sinclair (alla sua seconda apparizione dopo "Un tram chiamato Marge") per non pagare i diritti.

Nel frattempo Bart, durante una sessione al centro di riabilitazione, mette delle puntine sulla sedia del dottore, che però se ne accorge e chiedere a Marge di entrare e sedersi al suo posto, facendo in modo che Bart fermi lo scherzo e completi il primo passo del suo trattamento. Successivamente a teatro, durante le prove, Sinclair motiva Krusty, facendolo diventare un attore serio fino a quando il suo sé da clown appare nella sua mente, dicendogli che è ancora un clown e nient'altro.

Dopo aver terminato la riabilitazione, Bart va a scusarsi con le persone a cui ha fatto degli scherzi. Tuttavia, con l'incoraggiamento di Willie, Bart ha in programma di fare l'ultimo scherzo, mettendo in scena delle finte scuse in palestra, con il reale intento di far cadere decine di palloncini d'acqua sui presenti. Quando però vede Marge tra il pubbico, cerca di dire alla gente di scappare, ma il peso dei palloncini rompe la rete, inondando d'acqua tutti i presenti: Marge se ne va dicendo che "la maternità fa schifo", mentre Homer sentenzia che "i maschi sono maschi".

La notte dello spettacolo, Krusty è ancora perseguitato dal suo vecchio essere clown. Durante la recita, mentre Krusty cerca di calmare la voce nella sua mente, fa ridere il pubblico. Si rende conto che non è un attore serio, ma un pagliaccio, e inizia a fare buffonate comiche.

Nella scena finale, mentre Krusty recita, viene osservato dai fantasmi di Krusty, Arthur Miller, Lord Hyman Krustofsky e William Shakespeare.

  • Guest stars: Andy Daly (Giudice Dowd) , Damian Kulash (sé stesso), Dawnn Lewis (Giudice Bailiff del Tribunale dei Minori), Jon Lovitz (Llewellyn Sinclair), Jackie Mason (Rabbino Hyman Krustofsky, doppiato in italiano da Sandro Acerbo), Tim Nordwind (sé stesso)
  • Gag del divano: La famiglia corre in un museo della televisione e si siede sul divano, con una targa che celebra i 636 episodi, ma Lisa li informa che sono in anticipo di 4 episodi.
  • Frase alla lavagna: Questo è l'ultimo episodio, poi Bart gira la lavagna mostrando la scritta Pesce d'Aprile

Nessuna buona lettura rimane impunita[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: No Good Read Goes Unpunished
  • Sceneggiatura: Jeff Westbrook
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 8 aprile 2018
  • Messa in onda italiana: 18 ottobre 2018

Dopo che Marge costringe tutti in famiglia a rinunciare ai loro tablet e cellulari per andare in un vecchio negozio di libri, Bart scopre che può usare il libro "L'arte della guerra" per manipolare Homer e permettergli di andare al convegno Tunnelcraft. Homer legge a sua volta il libro, e manipola Bart iniziando a comportarsi e ad agire come Flanders.

Nel frattempo, Marge acquista un vecchio libro chiamato "La Principessa nel giardino", ma si rende conto che è culturalmente offensivo. Decide così di riscriverlo per cambiarne gli stereotipi e i cliché ma, dopo averlo letto a Lisa, entrambe concordano sul fatto che ha perso significato. Allora Lisa porta portare Marge alla Springfield University, dove le viene detto che i critici moderni leggono il libro come una satira sovversiva della conformità. Tuttavia, Marge non è del tutto convinta, e anche i critici ammettono di non crederci del tutto.

  • Guest stars: Daniel Radcliffe (sé stesso, doppiato in italiano da Alessio Puccio), Jimmy O. Yang (Sun Tzu)
  • Gag del divano: Una mano unisce i puntini disegnando la famiglia, ma Homer è disegnato con tre occhi ed esclama D'oh!.
  • Frase alla lavagna: April Showers non ha frequentato il Presidente

Andiamo ai materassi![modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: King Leer
  • Sceneggiatura: Daniel Furlong e Zach Posner
  • Regia: Chris Clements
  • Messa in onda originale: 15 aprile 2018
  • Messa in onda italiana: 19 ottobre 2018

La famiglia Simpson è a scuola, dove Bart deve scegliere un nuovo strumento musicale, e sceglie il violino: se lo rompe, Homer dovrà pagarlo. Da quel momento, Bart insulta Homer con la minaccia di rompere il suo violino. Homer salva il violino più volte, ma quando pe salvarlo rompe il suo boccale di birra, impazzisce e distrugge il violino.

Poi Homer va al bar di Boe per un drink. Boe riceve una telefonata, si infuria col chiamante e manda rabbiosamente i clienti fuori dal suo bar. Homer chiama Marge per portarlo a casa, quando vedono che che Boe lascia il bar e iniziano a seguirlo, per scoprire che Boe combatte con suo padre, Morty Szyslak. Più tardi Boe racconta a Marge e Homer che tutta la sua famiglia vendeva materassi: Boe, suo padre, suo fratello Marv e sua sorella Minnie. Boe aveva il compito di sabotare il negozio rivale spargendo cimici sui loro materassi, ma all'ultimo momento si è rifiutato; nello stesso tempo, i rivali hanno sabotato i negozi della famiglia di Boe, facendoli chiudere tutti tranne tre, e facendo in modo che Boe venisse cacciato di casa.

Homer e Marge cercano di riunire la famiglia Szyslak, invitando tutti i componenti a cena. La famiglia di Boe inizia a litigate, così Marge e Homer portano un televisore in sala da pranzo per mostrare ai Szyslayk i bei momenti trascorsi nelle pubblicità dei materassi. Dopo essersi rivisti in uno spot andato in onda nel periodo natalizio, si riuniscono. Morty dà a Marv la chiave di un negozio, a Minnie la chiave di un altro negozio, e infine a Boe la chiave del terzo negozio. Alla riapertura del negozio di materassi di Boe, dove tutti i cittadini sono riuniti, Boe mostra un nuovo spot in cui è protagoista assieme a Marv e Minnie. Presto però si rende conto che l'intento di suo fratello e sua sorella era di sabotarlo e screditare il suo negozio facendo credere che su ogni suo materasso sia morto qualcuno.

Da quel momento, Boe e i suoi fratelli iniziano a sabotarsi a vicenda. Marge, dopo esserne venuta a conoscenza, va a dire a Morty che i suoi figli stanno combattendo tra loro, e chiede il suo aiuto.

Marge, Homer e il padre di Boe vanno al magazzino dove Boe e suo padre stavano combattendo all'inizio dell'episodio: Boe annuncia che distruggerà i materassi di suo fratello e di sua sorella con le cimici, ma non i suoi, perché sono nascosti altrove. Morty lo incoraggia a farlo, ma ancora una volta Boe non ci riesce, e Marge gli dice che lui è un brav'uomo e che alcune famiglie non devono stare assieme. Boe però rompe accidentalmente il barattolo con le cimici e tutti fuggono dall'edificio, grattandosi.

Sax o non sax[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Lisa Gets the Blues
  • Sceneggiatura: David Silverman e Brian Kelley
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 22 aprile 2018
  • Messa in onda italiana: 22 ottobre 2018

A scuola il professor Largo scoraggia Lisa a continuare a suonare il sassofono, e viene supportato in questo dal preside Skinner; nello stesso tempo, in mensa, Bart viene ridicolizzato dai bulli davanti a tutti. A casa, Marge chiede a Lisa di suonare di fronte alla famiglia, ma lei non ci riesce. Cercando su Internet, Lisa scopre di avere un disturbo incurabile chiamato "YIP", che disabilita un esecutore esperto senza alcun motivo.

Marge propone un viaggio a Gainesville, in Florida, con grande costernazione del resto della famiglia Simpson, per il 100º compleanno di sua bis-prozia Eunice, nella speranza che Lisa riacquisti la sua fiducia. In aereo, Homer e Bart riescono a far partire una protesta tra i passeggeri, costringendo l'aereo a cambiare destinazione ed dirigersi a New Orleans.

Qui Marge cerca di rallegare Lisa, che però si abbatte vedendo musicisti migliori di lei. Allora ci prova Homer, ma anche lui senza successo. Mentre passeggia con Lisa per New Orleans, però, Homer inizia ad apprezzare le specialità locali, e gira tutti i ristoranti della città rimpinzandosi di cibo.

Nel frattempo, Marge cerca di rendere New Orleans interessante per Bart, che viene attratto da un negozio di voodoo, in cui inizia a tramare vendetta contro Secco, Spada e Patata che lo avevano umiliato in mensa.

Homer e Lisa, proseguendo il loro giro, trovano una statua di Louis Armstrong che prende vita dopo il desiderio di Lisa: Louis esorta Lisa a godersi la città e ad ascoltare Homer. Alla sera entrano nel locale "The Spotted Cat" ("Il gatto pezzato"), dove Lisa viene inviata sul palco dal nipote di "Gengive sanguinanti" Muprhy (che loro chiamavano Oscar), e la convince a riprendere a suonare il sassofono, prima davanti al pubblico del locale, e poi anche una volta tornata a casa.

  • Guest stars: Dawnn Lewis (copilota), Trombone Shorty (sé stesso)
  • Gag del divano: Prima della sigla vengono mostrate le prime due parti del corto The Aquarium dal The Tracey Ullman Show. Poi la famiglia tenta di fare una gag a tema taglialegna, ma Lisa non si fa vedere.
  • Frase alla lavagna: Non scommetterò con Bart sulla Final Four (scritta da Homer)

Perdona e rimpiangi[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Forgive and Regret
  • Sceneggiatura: Bill Odenkirk
  • Regia: Rob Oliver
  • Messa in onda originale: 29 aprile 2018
  • Messa in onda italiana: 23 ottobre 2018

Uscendo in auto dal bar di Boe, Homer colpisce accidentalmente un lampione: appare un uomo, che chiede a Homer di vendergli la sua auto per 500 dollari per riparare i danni al lampione, e Homer accetta perché la sua auto verrà utilizzata in una gara di auto da demolizione e ha ricevuto dei biglietti omaggio. Mentre tutta la famiglia è alla gara, il nonno ha un attacco di cuore, e Homer decide di rinunciare a vedere la sua auto vincere la gara per portare il nonno all'ospedale. Sul letto di morte, il nonno fa una confessione sorprendente a Homer, che lo perdona.

Il nonno però sopravvive, e Homer inizia a sentirsi a disagio per la confessione che gli ha fatto suo padre, tanto che il loro rapporto si deteriora ulteriormente. Homer inizia a ignorare il nonno, così la famglia li porta in un centro commerciale, dove i due partecipano ad una sessione di "Escape room" in cui devono collaborare per risolvere gli enigmi ed uscire dalla stanza, ma il tentativo non funziona.

Alla fine, Homer rivela alla famiglia il segreto confessatogli dal nonno: quando era piccolo, Homer preparava delle torte assieme a sua madre Mona, che raccoglieva tutte le ricette in un portapranzo. Quando Mona se ne è andata di casa, il nonno era furibondo e, nel tentativo di dimenticarla, ha gettato la scatola con le ricette da una scogliera, dicendo però a Homer che se la era portata via lei.

La famiglia va quindi alla casa di riposo per sgridare il nonno, solo per scoprire che lui, che ora si sente in colpa per quello che ha fatto molti anni fa, sta andando alla scogliera per cercare le ricette. Homer ha intenzione di fermarlo, ed entrambi stanno per cadere dalla scogliera, quando vedono la scatola delle ricette: il nonno, per consentire a Homer di raggiungerla, si lascia cadere, sacrificandosi, ma per fortuna atterra sul letto che aveva gettato dalla scogliera molti anni prima. Quando però Homer apre la scatola, vede che è vuota.

Tornando a casa, la famiglia si ferma in una locanda, dove Homer riconosce che la torta ha lo stesso sapore di quella che era solito preparare con sua madre. La cameriera gli dice che ha trovato le ricette cadere giù dalla scogliera quando il nonno le ha gettate, e le consegna ad Homer, che si riconcilia così col nonno.

Alla fine dell'episodio, Homer ricompra la sua vecchia macchina, scoprendo che il gatto è sempre stato chiuso lì dentro.

Tiro mancino[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Left Behind
  • Sceneggiatura: Al Jean, Joel H. Cohen e John Frink
  • Regia: Lance Kramer
  • Messa in onda originale: 6 maggio 2018
  • Messa in onda italiana: 24 ottobre 2018
  • Guest stars: Michael Dees (canta My Funny Valentine), Marcia Wallace (Edna Kaprapall, audio di repertorio)
  • Gag del divano: assente
  • Frase alla lavagna: Il divano si trasforma in una cabina di una ruota panoramica.

Getta il nonno in Danimarca[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Throw Grampa from the Dane
  • Sceneggiatura: Rob LaZebnik
  • Regia: Michael Polcino
  • Messa in onda originale: 13 maggio 2018
  • Messa in onda italiana: 25 ottobre 2018
  • Guest stars: Sidse Babett Knudsen (donna nel bar danese), Alessandra Korompay (donna nel bar danese ed. italiana)
  • Gag del divano: Da 5 stampanti escono altrettanti fogli raffiguranti ognuno dei Simpson, ma nella stampante da cui esce Homer si inceppa la carta.
  • Frase alla lavagna: assente

La scala di Flanders[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Flanders' Ladder
  • Sceneggiatura: J. Stewart Burns
  • Regia: Matthew Nastuk
  • Messa in onda originale: 20 maggio 2018
  • Messa in onda italiana: 26 ottobre 2018
  • Guest stars: Jackie Mason (Rabbino Hyman Krustofsky, doppiato in italiano da Sandro Acerbo)
  • Gag del divano: Quando la famiglia arriva, manca il divano, così Marge suona una campana e subito arrivano gli Amish che costruiscono un divano di legno. Quando Homer si siede, si accorge che la TV non funziona, e uno degli Amish gli dice "Niente elettricità".
  • Frase alla lavagna: assente

Note[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson