Bill Hader

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bill Hader a New York nel 2016

William Thomas Hader Jr., detto Bill (Tulsa, 7 giugno 1978) è un comico, imitatore, attore, doppiatore, sceneggiatore, regista e produttore televisivo statunitense.

Ha vinto quattro premi Emmy : il primo per una sceneggiatura del cartone animato South Park, e altri tre con la serie televisiva "Barry"[1]. Ha iniziato la sua carriera come membro del cast di Saturday Night Live e ha consolidato un ruolo di attore comico, prima di dedicarsi anche alla sceneggiatura e alla regia. Ultimamente si è cimentato nel genere drammatico e dell'orrore, nella commedia nera e nel mockumentary.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Hader è nato e cresciuto a Tulsa, Oklahoma. Ha due sorelle più piccole. Suo padre, proprietario di una piccola compagnia aerea e occasionalmente camionista e stand-up comedian è di ascendenza tedesca, mentre sua madre, insegnante di danza, è di ascendenza inglese[2]. Nel 2020 ha partecipato alla trasmissione "Finding your roots", dove gli hanno attribuito DNA correlato a Edoardo I d'Inghilterra e Carlomagno[3]. È stato sposato dal 2006 al 2017 con la regista Maggie Carey, da cui ha avuto tre figlie: Hannah Kathryn (2009), Harper (2012) e Hayley Clementine (2014).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

A 20 anni si trasferisce a Los Angeles, dove lavora per sei anni come assistente di produzione, fra l'altro al film del 2002 Spider-Man con Tobey Maguire e Danni collaterali con Arnold Schwarzenegger. In un'intervista, racconterà che durante una ripresa di Danni Collaterali, il suo compito era quello di reggere la porta a scomparsa che Schwarzenegger avrebbe dovuto sfondare a spallate; tuttavia, Schwarzenegger era troppo forte per lui, quindi Hader gli lasciò cadere la porta addosso[4]. Nel frattempo, si iscrive al teatro di improvvisazione di Chicago "The Second City", assieme a Matt Offerman, fratello di Nick Offerman; lì viene notato da Megan Mullally, che lo presenta al produttore Lorne Michaels, fondatore del Saturday Night Live, il quale gli accorda un'audizione.

Saturday Night Live[modifica | modifica wikitesto]

Entra nel cast del Saturday Night Live nel 2005, assieme a Jason Sudeikis, Andy Samberg e successivamente Kristen Wiig. Rimane come membro principale del cast fino al 2013, quando decide di lasciare. Insieme a John Mulaney ha creato il personaggio di Stefon, "corrispondente da New York" per il Weekend update. Stefon è diventato rapidamente uno dei personaggi più popolari del Saturday Night Live, tanto che durante lo speciale per i 40 anni del programma, ne è stato reso omaggio venendo interpretato da Edward Norton.

Imitatore e doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Bill Hader è noto per la sua abilità di trasformazione vocale, passando da una voce molto profonda a una vocina acuta e riuscendo a imitare Cary Grant, Al Pacino, Tom Cruise, Arnold Schwarzenegger, James Mason, John Malkovich, Henry Winkler, Alan Alda, Edgar Wright, Jar Jar Binks, Jabba the Hutt, Gizmo dei Gremlins, Paperino[5]. È stato consulente delle voci per Star Wars: Il risveglio della Forza e ha partecipato al doppiaggio di molti film d'animazione, fra cui Piovono polpette, Monsters University, Turbo, Alla ricerca di Dory, Angry Birds, Ralph spacca Internet, Inside Out, Power Rangers.

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a lavorare nel cinema nel 2006, con il film Tu, io e Dupree. Dopo aver lavorato in numerosi film, la notorietà arriva con Non mi scaricare del 2008, in cui interpreta Brian Bretter, fratellastro del protagonista. È apparso in Una notte al museo 2 - La fuga come Maggior Generale George Armstrong Custer. Consolida il suo ruolo nel cinema comico come in Suxbad - Tre menti sopra il pelo, Hot Rod - Uno svitato in moto, Tropic Thunder, Adventureland e Paul.

Nel corso degli anni si cimenta in diversi generi cinematografici, più o meno legati al genere comico. Nel 2013 recita nella commedia sentimentale "The To Do List", diretto da Maggie Carey, sua moglie nella vita; nel 2014 si cimenta con la commedia drammatica "Uniti per sempre" in cui è il fratello gemello di Kristen Wiig; nel 2015 è l'attore principale nella commedia sentimentale "Un disastro di ragazza a fianco di Amy Schumer.

Nel 2018 e nel 2019 vince due Premi Emmy come miglior attore di film comico nella serie televisiva "Barry", da lui ideata e diretta insieme ad Alec Berg.

Nel 2019 è la volta del genere horror, con "It - Capitolo 2", sequel della novella di Stephen King, in cui interpreta Richie Totzer da adulto.

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2008 lavora come consulente creativo per South Park di cui è divenuto anche produttore, sceneggiatore e doppiatore.

Nel 2015 assieme a Fred Armisen e Seth Meyers ha creato, scritto e interpretato il mockumentary Documentary Now!, idea che hanno iniziato a sviluppare assieme lavorando per il Saturday Night Live. Lo show rende omaggio a celebri documentari della storia del cinema, ricreandone con parodie lo stile e gli intenti con risultati molto realistici e accurati.

Nel 2018 esce la serie televisiva "Barry", scritta da Bill Hader in collaborazione con Alec Berg : acclamata dalla critica e dal pubblico, è una commedia nera in cui compare fra gli altri Henry Winkler. Hader vince due Primetime Emmy Awards come miglior attore protagonista nel 2018 e nel 2019[6][7][8]. La serie vince inoltre un Emmy per la colonna sonora[9].

Deep fake[modifica | modifica wikitesto]

Le sue imitazioni sono state prese come base per un esperimento di sintesi dell'immagine umana basata sull'intelligenza artificiale, chiamato "Deepfake" che è diventato virale su Internet[10].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN91158676 · ISNI (EN0000 0000 6494 9697 · Europeana agent/base/77787 · LCCN (ENno2009109069 · GND (DE142110655 · BNE (ESXX5414593 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2009109069