Maggie Simpson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maggie Simpson
Maggie Simpson.png
Maggie Simpson
UniversoI Simpson
Lingua orig.Inglese
AutoreMatt Groening
1ª app.19 aprile 1987 (Tracey Ullman Show) 17 dicembre 1989 (I Simpson)
1ª app. inTracey Ullman Show : Good night
I Simpson : Un Natale da cani
app. it.1º ottobre 1991
app. it. inBart, il genio
SessoFemmina
Luogo di nascitaSpringfield
Data di nascita20 agosto 1988
Abilità
  • Usare armi da fuoco
  • Eterna giovinezza (come tutti i Simpson)

Margaret Evelyn Simpson, conosciuta semplicemente come Maggie Simpson, è un personaggio immaginario ed è uno dei protagonisti della serie animata I Simpson. È la più piccola componente della famiglia Simpson, figlia di Homer e Marge e sorella minore di Bart e Lisa.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Durante tutte le serie Maggie è presentata come una bambina di poco più di un anno, anche se apparentemente dimostra meno della sua età, dato che ha sempre il ciuccio rosso in bocca, cammina a carponi, quando è in piedi cade spesso in avanti e non è ancora in grado di parlare.

È vestita quasi sempre con una tutina di colore azzurro e un fiocchetto al centro della testa sempre di colore azzurro e ha la stessa pettinatura di Lisa. In qualche occasione, nei periodi invernali, indossa un cappottino arancione a forma di stella.

Talenti[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie regolare Maggie ha parlato in una sola occasione[1] pronunciando la parola "papà", senza però essere sentita da nessuno dei membri della famiglia. Per sottolineare l'eccezionalità dell'evento è stata chiamata Elizabeth Taylor per il doppiaggio.[2][3] In un'altra occasione Maggie ha pronunciato le parole Papà-paparinolo, rivolte a Ned Flanders che l'aveva adottata,[4] ma questa è solo un'allucinazione[5] di Bart e Lisa, terrorizzati dal fatto che loro sorella - in quell'episodio - potesse diventare una Flanders.

Ha pronunciato due brevi frasi anche negli special di Halloween La paura fa novanta V e IX e nel lungometraggio della serie animata, nel finale, ha pronunciato la parola continua. Infine nell'episodio dove Bart scappa di casa dopo aver rovinato la festa del ringraziamento (dando fuoco al centrotavola di Lisa), si sente Maggie pronunciare la frase "È colpa tua se non so parlare!". Nell'edizione italiana, il personaggio è quasi sempre doppiato da Monica Ward. Nella ventesima stagione parla in due occasioni. In Arrivando in America, che tratta l'emigrazione dell'intera popolazione di Ogdenville a Springfield, Maggie dice la prima parola sentita da tutta la famiglia: "Ja". Questa suscita il fastidio di Marge che non sopporta che la prima parola di sua figlia sia in una lingua straniera. In Quattro Grandi Donne e Manicure pronuncia un discorso (in questo caso viene doppiata nella versione originale da Jodie Foster e in quella italiana da Laura Boccanera), ma ciò accade in una storia raccontata da Marge, quindi non accade realmente. Nel secondo episodio della stagione 28 parla durante un litigio di famiglia.

Nonostante le apparenze è molto intelligente e ha varie abilità nascoste: sa suonare, sparare ed è molto brava nello sport. In una puntata sembra addirittura che Maggie possieda un quoziente intellettivo più alto di quello di sua sorella Lisa, anche se alla fine si scopre che era stata la stessa Lisa, inconsciamente, a suggerirle le risposte a un test del QI.

In più di un'occasione ha dimostrato di avere un vero gusto per le armi da fuoco (e una mira invidiabile). In una puntata salva la vita a suo padre sparando a dei gangster, con un fucile che tiene nascosto sotto il letto, dalla finestra della sua cameretta. Maggie ha inoltre sparato al signor Burns in uno dei più celebri episodi della serie. I vari membri della famiglia credono sia stato un gesto involontario e fanciullesco, ma in più di un'occasione, Maggie lascia intendere di averlo fatto apposta. In La paura fa novanta XIII, quando la famiglia Simpson consegna le proprie armi alla polizia, queste vengono riposte in tre scatoloni: su uno appare la scritta "Bart's guns" (armi di Bart), su uno "Homer's Guns" (Armi di Homer) mentre sull'altro appare la scritta "Maggie's guns" (armi di Maggie); quest'ultimo scatolone appare molto più grande dell'altro e contiene svariate armi di ogni tipo.

Homer si dimentica spesso dell'esistenza della figlia Maggie, tanto da rischiare di sedersi sopra di lei e da non ricordarsi il suo vero nome (Margaret). Nonostante questo, Homer conserva le foto di Maggie amorevolmente nel suo posto di lavoro, usandole per coprire alcune lettere della scritta: "Don't forget: you're here forever" (non dimenticare: tu starai qui per sempre), inserita dal signor Burns per ricordare a Homer che dovrà lavorare per sempre nella centrale, in modo da trasformarla con la scritta "Do it for her" (fallo per lei), riferita a Maggie. Inoltre è anche considerata la bambina-gemma, cioè colei che riporterà pace e prosperità a Springfield.

Nell'episodio I ragazzi stanno litigando si scopre che ancor prima che la piccola nascesse Homer aveva già deciso, nell'eventualità che lui e Marge avessero avuto un'altra bambina, che l'avrebbero chiamata Maggie proprio perché, nel caso fosse scomparsa, sarebbe stato un bel nome da pronunciare per richiamarla.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Maggie ha un nemico: un bambino con un solo lungo sopracciglio, Gerald, che si vede sempre durante l'attuale sigla della serie (quella rinnovata, visibile a partire dalla ventesima stagione), quando Maggie esce dalla busta della spesa, e agita il ciuccio contro il carrello accanto, che ospita il suo nemico.

  • Quando Maggie viene trascinata sulla cassa, compare un prezzo, che guarda caso è la spesa media che una famiglia spende ogni anno per curare un bambino

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I Simpson: episodio 04x10, Lisa's First Word [La prima parola di Lisa].
  2. ^ Lisa Schwarsbaum, Face To Watch: Maggie Simpson, Entertainment Weekly, 11 settembre 1992. URL consultato il 30 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2008).
  3. ^ Martin, Jeff, The Simpsons: episodio 4x10, Lisa's First Word, Fox, 3-12-1992.
  4. ^ I Simpson: episodio 07x03, Home Sweet Homediddly-Dum-Doodily [Casa dolce casettina-uccia-ina-ina].
  5. ^ deducibile dal fatto che dopo aver pronunciato la frase incriminata Maggie si volta a guardarli girando completamente il collo (citazione de L'esorcista)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson