Episodi de I Simpson (sesta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Episodi de I Simpson.

La sesta stagione de I Simpson (serie di produzione 2F) è andata in onda negli Stati Uniti dal 4 settembre 1994 al 21 maggio 1995.

La stagione contiene due episodi della serie di produzione 1F, relativa alla precedente stagione.

In Italia diciassette episodi sono stati trasmessi per la prima volta fra l'ottobre del 1995 e l'aprile del 1996 e due nel luglio del 1996 su Canale 5, mentre su Italia 1 sono andati in onda due episodi nel gennaio del 1998 e tre fra l'aprile e il maggio del 1999; l'episodio La rivale di Lisa è invece andato in onda il 9 aprile 1995 su Canale 5.

L'episodio Il matrimonio di Lisa ha vinto un Emmy per il miglior programma animato.

Dal 17 ottobre 2005 è in vendita il cofanetto contenente la sesta stagione completa.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Codice di produzione Titolo Titolo originale Prima TV USA Stati Uniti Prima TV Italia Italia
1 1F22 La finestra sul giardino Bart of Darkness 4 settembre 1994 28 ottobre 1995
2 1F17 La rivale di Lisa Lisa's Rival 11 settembre 1994 9 aprile 1995
3 2F33 Un altro show di spezzoni dei Simpson Another Simpsons Clip Show 25 settembre 1994 4 maggio 1999
4 2F01 Grattachecca e Fichettolandia Itchy & Scratchy Land 2 ottobre 1994 9 dicembre 1995
5 2F02 Telespalla Bob Roberts Sideshow Bob Roberts 9 ottobre 1994 23 dicembre 1995
6 2F03 La paura fa novanta V Treehouse of Horror V 30 ottobre 1994 8 gennaio 1998
7 2F04 La fidanzatina di Bart Bart's Girlfriend 6 novembre 1994 4 novembre 1995
8 2F05 Lisa sul ghiaccio Lisa on Ice 13 novembre 1994 11 novembre 1995
9 2F06 Homer l'acchiappone Homer Badman 27 novembre 1994 7 luglio 1996
10 2F07 Il nonno contro l'incapacità sessuale Grampa vs. Sexual Inadequacy 4 dicembre 1994 14 luglio 1996
11 2F08 Paura di volare Fear of Flying 18 dicembre 1994 18 novembre 1995
12 2F09 Homer il grande Homer the Great 8 gennaio 1995 3 febbraio 1996
13 2F10 E con Maggie son tre And Maggie Makes Three 22 gennaio 1995 2 dicembre 1995
14 2F11 La cometa di Bart Bart's Comet 5 febbraio 1995 6 gennaio 1996
15 2F12 Homer Il clown Homie the Clown 12 febbraio 1995 10 febbraio 1996
16 2F13 Bart contro l'Australia Bart vs. Australia 19 febbraio 1995 25 novembre 1995
17 2F14 Homer contro Patty e Selma Homer vs. Patty & Selma 26 febbraio 1995 14 gennaio 1998
18 2F31 Il Film Festival di Springfield A Star Is Burns 5 marzo 1995 30 aprile 1999
19 2F15 Il matrimonio di Lisa Lisa's Wedding 19 marzo 1995 24 febbraio 1996
20 2F18 La carica delle due dozzine e uno Two Dozen and One Greyhounds 9 aprile 1995 2 marzo 1996
21 2F19 Il consiglio professori-genitori si scioglie The PTA Disbands! 16 aprile 1995 9 marzo 1996
22 2F32 Musica Maestro 'Round Springfield 30 aprile 1995 3 maggio 1999
23 2F21 Il braccio violento della legge a Springfield The Springfield Connection 7 maggio 1995 16 marzo 1996
24 2F22 Limone di Troia Lemon of Troy 14 maggio 1995 13 aprile 1996
25 2F16 Chi ha sparato al signor Burns? (prima parte) Who Shot Mr. Burns? (Part One) 21 maggio 1995 23 marzo 1996

La finestra sul giardino[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Dan McGrath
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 4 settembre 1994
  • Messa in onda italiana: 28 ottobre 1995

I Simpson comprano una piscina a causa del caldo torrido che attanaglia la città. In questo modo Lisa diventa molto popolare e Bart, durante un tentativo di tuffo, finisce per rompersi la gamba. Costretto a rimanere con la gamba ingessata in casa, Bart inizia a usare il telescopio di Lisa per spiare il vicinato e, durante una di queste osservazioni, pensa di aver visto Ned Flanders uccidere sua moglie. Per dimostrarlo, cerca di convincere Lisa ad entrare nella casa dei Flanders in cerca di prove, ma alla fine si scopre che Maude era fuori città e Ned aveva solo cercato di nascondere la pianta preferita della moglie che era ormai morta.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: I fagioli non sono né frutta né musica
  • Gag del divano: i Simpson sono seduti a mezza altezza al posto del divano e i pezzi del divano entrano nel salotto assemblandosi sopra i Simpson, schiacciandoli.

La rivale di Lisa[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Mike Scully
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 11 settembre 1994
  • Messa in onda italiana: 9 aprile 1995

Una nuova studentessa, Allison Taylor arriva alla scuola elementare di Springfield, e si dimostra estremamente dotata sia in campo scolastico che musicale. Dopo un primo tentativo di amicizia, Lisa diventa estremamente gelosa di Allison quando la ragazzina prende il suo posto nella banda della scuola. Per vendicarsi Lisa decide di sabotare il diorama di Allison, con la complicità del fratello Bart. Nel frattempo Homer ha rubato una montagna di zucchero da un camion ribaltato, e decide di venderlo ai cittadini di Springfield. Ci penserà la pioggia a sciogliere l'intera montagna di zucchero che Homer teneva in giardino. Al concorso di Diorama, il lavoro di Allison viene sostituito da un cuore di mucca. Presa dai sensi di colpa Lisa svela la verità e riconsegna ad Allison il suo lavoro. Il preside Skinner tuttavia non fa vincere nessuna delle due ragazze ed assegna il primo premio a Ralph Winchester.

  • Guest star: Winona Ryder (voce di Allison Taylor), Sandra Mondaini (voce di Allison Taylor nella versione italiana)
  • Frase alla lavagna: Nessuno è interessato alle mie mutande
  • Gag del divano: i Simpson arrivano al divano nuotando.

Un altro show di spezzoni dei Simpson[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jon Vitti
  • Regia: David Silverman
  • Messa in onda originale: 25 settembre 1994
  • Messa in onda italiana: 4 maggio 1995

Dopo aver letto I ponti di Madison County, Marge decide che lei ed Homer devono insegnare ai figli il romanticismo. Ognuno dei componenti della famiglia Simpson (utilizzando spezzoni dagli episodi precedenti), racconta le proprie passate esperienze romantiche, ma alla fine la convinzione generale è che il romanticismo non esiste. Sul finale Homer risolleva la situazione indicando come la relazione fra lui e Marge abbia sempre funzionato.

Grattachecca e Fichettolandia[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 2 ottobre 1994
  • Messa in onda italiana: 9 dicembre 1995

Bart e Lisa convincono i propri genitori a passare una giornata nel nuovo parco di divertimenti Grattachecca e Fichettolandia. Dopo aver accompagnato i ragazzi ad alcune delle violentissime attrazioni del parco, Homer e Marge si rifugiano all'isola dei genitori, mentre Bart e Lisa continuano ad esplorare il parco. Il professor Frink si rende contro che i robot del parco potrebbero rivoltarsi contro gli umani, e di lì a poco tempo, in effetti la sua previsione si rivela veritiera. I robot di Grattachecca e Fichettolandia si scagliano contro la famiglia Simpson, e Homer tenta di difendere la propria famiglia come meglio può, fino a che non si rendono conto che i robot vanno in tilt quando vengono illuminati dai flash delle macchine fotografiche. I Simpson riescono a sconfiggere l'esercito di robot, ed alla fine dichiareranno che si è trattata della migliore vacanza che abbiano mai fatto.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non sono la reincarnazione di Sammy Davis Jr.
  • Gag del divano: i Simpson vengono teletrasportati sul divano nello stesso stile in cui avvenivano gli spostamenti nel telefim Star Trek.

Telespalla Bob Roberts[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 9 ottobre 1994
  • Messa in onda italiana: 23 dicembre 1995

Dopo essere apparso in uno show radiofonico, Telespalla Bob convince la cittadinanza di Springfield di essere innocente e che la sua reclusione in carcere è ingiusta. I cittadini di Springfield intercedono con il sindaco Quimby affinché Bob sia liberato. Per favorirsi i cittadini in vista delle imminenti elezioni, Quimby libera Telespalla Bob, che però si rivela essere il candidato repubblicano per la carica di sindaco. Nonostante l'aiuto di Bart e Lisa nella campagna elettorale di Quinby, Telespalla Bob vince a grande maggioranza. I primi interventi di Telespalla Bob sono far demolire la casa dei Simpson per farvi passare un'autostrada, e far retrocedere Bart all'asilo. Tuttavia grazie alla "soffiata" di un informatore anonimo, che si rivelerà essere Waylon Smithers, Bart e Lisa scoprono che Telespalla Bob ha truccato le elezioni. Bart e Lisa riescono a far confessare Telespalla Bob, che viene rispedito in prigione.

La paura fa novanta V[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi La paura fa novanta I-X#La paura fa novanta V.
  • Sceneggiatura: Bob Kushell, Greg Daniels, Dan McGrath e David S. Cohen
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 30 ottobre 1994
  • Messa in onda italiana: 8 gennaio 1998

Tre storie di Halloween

  • The Shinning (The Shinning)
    Questo episodio è una parodia del film Shining. La famiglia Simpson si trasferisce nell'enorme hotel di proprietà di Montgomery Burns, ma Homer diventa pazzo per la mancanza di TV e birra.
  • Tempo e punizione (Time and Punishment)
    Tentando di riparare un tostapane, Homer torna nel passato alterando il flusso del tempo, e ritrovandosi in un futuro in cui tutti sono come Ned Flanders.
  • Mensa da incubo (Nightmare Cafeteria)
    Il direttore Skinner decide di trasformare gli studenti in punizione in cibo per la mensa.
  • Guest star: James Earl Jones (voce di Maggie)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: tutti i membri della famiglia Simpson arrivano al divano con il corpo sfigurato.

La fidanzatina di Bart[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jonathan Collier
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 6 novembre 1994
  • Messa in onda italiana: 4 novembre 1995

Bart si prende una cotta per Jessica, la figlia del reverendo Lovejoy, ma nonostante i suoi ripetuti tentativi di impressionarla fingendosi un bravo ragazzo, la ragazza lo ignora. Jessica si comincerà ad interessare a Bart solo quando scoprirà quanto pestifero sia il ragazzo. Bart però si rende conto che Jessica è molto più perfida di lui e decide di troncare la relazione. Per vendicarsi Jessica fa credere a tutti i cittadini che Bart abbia rubato dal piatto delle offerte della chiesa. La settimana seguente, tuttavia Lisa riesce a dimostrare che i soldi delle offerte sono stati rubati dalla stessa Jessica, che li tiene nascosti nella propria stanza, sotto il suo letto riabilitando Bart agli occhi della comunità.

  • Guest star: Meryl Streep (voce di Jessica Lovejoy)
  • Frase alla lavagna: Non manderò per posta il lardo
  • Gag del divano: cinque coppie d'occhi arrivano nel buio davanti al divano e subito dopo i Simpson, entrando di corsa, si siedono sul divano e mettono gli occhi al loro posto allungando le teste.

Lisa sul ghiaccio[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Mike Scully
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 13 novembre 1994
  • Messa in onda italiana: 11 novembre 1995

Per poter recuperare i propri pessimi voti in educazione fisica, Lisa si unisce ad una squadra di hockey su ghiaccio come portiere, dato che sembra avere un talento particolare nel recuperare il dischetto al volo. Questa nuova situazione crea una forte rivalità fra lei ed il fratello Bart, che è in un'altra squadra di hockey. Nella partita decisiva in cui i due fratelli si trovano uno contro l'altro, però i due ragazzi ricordano tutti i bei momenti vissuti insieme, e lasciando da parte le rivalità si abbracciano e abbandonano la partita, fra i fischi del pubblico.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: La selezione la farò solo dopo gli ordini
  • Gag del divano: i Simpson si siedono sul divano, ma questo li fa rimbalzare sul tetto e glielo fa sfondare.

Homer l'acchiappone[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Greg Daniels
  • Regia: Jeffrey Lynch
  • Messa in onda originale: 27 novembre 1994
  • Messa in onda italiana: 7 luglio 1996

Homer e Marge partecipano ad una fiera di caramelle, dove Homer riesce nell'impresa impossibile di trafugare una "preziosa" caramella gommosa a forma di Venere di Milo. Quando i due rincasano, Homer riaccompagna a casa la babysitter che si è presa cura di Bart e Lisa, Ashley Grant. Quando però la giovane scende dall'auto, Homer nota che la Venere di Milo gommosa è rimasta attaccata al fondoschiena di Ashley. Quando Homer recupera la caramella, Ashley fraintende il gesto pensando che si tratti di una molestia sessuale. In poco tempo una folla di dimostranti compare di fronte a casa Simpson, e la sua storia viene raccontata in modo distorto alla televisione, nonostante i tentativi di Homer di discolparsi. La salvezza e la riabilitazione di Homer arriverà grazie al giardiniere Willie, che aveva segretamente registrato la scena con una videocamera.

  • Guest star: Dennis Franz (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Non farò permessi per assentarmi intagliando saponette
  • Gag del divano: i Simpson corrono verso il divano, ma questo si allontana in un corridoio infinito.

Il nonno contro l'incapacità sessuale[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Bill Oakley e Josh Weinstein
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 4 dicembre 1994
  • Messa in onda italiana: 14 luglio 1996

Homer e Marge stanno affrontando una grave crisi per via della loro scarsa attività sessuale. In aiuto del figlio si fa avanti il nonno che gli offre un tonico di sua invenzione, che effettivamente si rivela efficace. Homer e nonno allora decidono di mettersi in attività e vendere il tonico "Simpson and Son" al pubblico. Durante uno dei loro viaggi per far conoscere il tonico ai paesi vicini, i due uomini si fermano nella fattoria dove Homer è cresciuto e durante una lite, il nonno definisce Homer un "incidente". Offeso, Homer va via promettendo di non rivolgergli mai più la parola e decidendo di essere un padre migliore per i propri figli. Tempo dopo i due, ancora in rotta, si ritrovano casualmente nello stesso posto e dopo aver innescato accidentalmente un incendio nella fattoria, riescono a riconciliarsi.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: I miei compiti non sono stati rubati da un uomo monco
  • Gag del divano: i Simpson corrono verso il divano, superandolo per l'eccessiva velocità, nello stile dei cartoni animati Hanna-Barbera.

Paura di volare[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: David Sacks
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 18 dicembre 1994
  • Messa in onda italiana: 18 novembre 1995

Dopo essere stato bandito dal bar di Boe per uno scherzo di cattivo gusto, Homer si rifugia in un bar per piloti, dove viene scambiato dagli altri attendenti in un vero pilota. Una serie di circostanze repentine lo portano alla guida di un aeroplano, che Homer distrugge. Per scusarsi dell'equivoco, la famiglia Simpson viene omaggiata da alcuni biglietti di aereo. Tuttavia si scopre che Marge ha una terribile paura di volare. Per aiutarla a superare i propri problemi, Marge viene affidata alle cure della dottoressa Zweig una psicoterapeuta, che riesce a scoprire che la causa del problema di Marge è il padre, uno dei primi steward a bordo di aeroplani.

  • Guest star: Anne Bancroft (voce della dott.ssa Zweig), Ted Danson (voce di Sam Malone), Woody Harrelson (voce di Woody Boyd), Rhea Perlman (voce di Carla Tortelli), John Ratzenberger (voce di Cliff Clavin) e George Wendt (voce di Norm Peterson)
  • Frase alla lavagna: Ralph non si trasformerà neanche se lo si spreme forte
  • Gag del divano: i Simpson anziché sedersi sul divano iniziano a ballare venendo raggiunti da ballerine, animali da circo, trapezisti, giocolieri, mangiatori di fuoco, illusionisti. La scena si sposta poi dal salotto a un palco da teatro, mentre in sottofondo la sigla viene sostituita da una musica da circo.

Homer il grande[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Homer il grande.
  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 8 gennaio 1995
  • Messa in onda italiana: 3 febbraio 1996

Homer scopre che Lenny e Carl sono membri di una antica società secreta chiamata "Sacro Ordine dei Tagliapietre", che gli permette di avere una serie di agevolazioni nella vita. Essendo anche il nonno membri dei Tagliapietre, Homer è in grado di entrare a far parte dell'ordine di diritto. Tuttavia durante una cena dei Tagliapietre, Homer distrugge lo statuto dell'ordine e viene espulso ed umiliato pubblicamente. In questa occasione si scopre che Homer ha una voglia che fa di lui l'"eletto", cioè colui che guiderà i Tagliapietre alla gloria. Ma il regime di Homer irriterà talmente tanto gli altri membri, che abbandoneranno l'ordine per fondare "l'antica mistica società Vietato agli Homer", impedendogli di poterne mai fare parte.

  • Guest star: Patrick Stewart (voce di Numero Uno)
  • Frase alla lavagna: Aggiungere "stavo scherzando" non giustifica insultare il direttore
  • Gag del divano: i Simpson giungono al divano da diverse direzioni, in un ambiente simile a quello del quadro Relatività di Maurits Cornelis Escher.

E con Maggie son tre[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jennifer Crittenden
  • Regia: Swinton O. Scott III
  • Messa in onda originale: 22 gennaio 1995
  • Messa in onda italiana: 2 dicembre 1995

Homer racconta la lunga storia della nascita di Maggie. Era il 1993 ed Homer aveva coronato il proprio sogno di lavorare al bowling, nonostante lo stipendio fosse inferiore di quello alla centrale nucleare. L'ideale per l'uomo sarebbe stato se tutto fosse rimasto in eterno così, ma Marge rimase nuovamente incinta. Dopo aver appreso la notizia, Homer fu costretto a tornare a lavorare alla centrale. Nonostante tutto, quando Homer vide la piccola Maggie per la prima volta, dimenticò ogni delusione, innamorandosi a prima vista della bambina.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Fare l'esattore del pizzo non è una valida scelta di carriera
  • Gag del divano: Homer arriva davanti al divano, e poi rivolgendosi verso la telecamera, che lo segue come fosse un mirino, sfodera una pistola e spara, parodiando la classica entrata in scena dei film di James Bond.

La cometa di Bart[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 5 febbraio 1995
  • Messa in onda italiana: 6 gennaio 1996

Bart, per aver commesso uno dei suoi soliti scherzi, è costretto ad accompagnare il preside Skinner, che vuole scoprire un astro, a guardare le stelle. Dopo che è passato parecchio tempo senza scoprire e non appena Skinner si allontana, Bart scopre una cometa mai vista e, dopo aver avvertito l'osservatorio, le dà il suo nome. I giorni passano, e la cometa si avvicina sempre di più a Springfield. Gli scienziati danno l'avviso di emergenza, annunciando che la cometa si schianterà sulla città distruggendola. In un'assemblea cittadina si decide di lanciare un missile che distrugga l'astro. Tutta la cittadinanza attende la distruzione della cometa, ma il missile sbaglia traiettoria e non la colpisce, finendo sull'unico ponte per uscire da Springfield e distruggendolo. I Simpson allora vanno nel rifugio antiatomico dei Flanders, ma poiché Ned Flanders è l'unico a possedere un rifugio, tutti i cittadini chiedono ospitalità. La porta non si chiude, così dopo ore di discussioni viene deciso che Ned debba sacrificarsi per tutti poiché il suo mestiere viene ritenuto il più inutile. Flanders accetta di morire ed esce, ma subito dopo Homer decide di seguirlo per non abbandonarlo al suo destino. Dopo di lui, tutti i presenti nel rifugio escono decidendo di aspettare la morte insieme. Quando sembra ormai giunta la fine, la cometa diventa minuscola a causa della cappa di smog che ricopre la città e colpisce proprio il rifugio dei Flanders, che non regge all'urto e cade su se stesso.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Corsivo non significa scrivere correndo
  • Gag del divano: i Simpson, con le braccia larghe ed i guanti bianchi, ballano davanti al televisore, in una scena completamente in bianco e nero, parodia dei cartoni animati statunitensi degli anni venti.

Homer il clown[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: David Silverman
  • Messa in onda originale: 12 febbraio 1995
  • Messa in onda italiana: 10 febbraio 1996

Per risanare la situazione delle propria finanze, Krusty il clown apre una scuola per clown, a cui Homer, colpito da un cartellone pubblicitario, si iscrive immediatamente. Laureatosi clown, Homer prende parte a tutti quegli eventi, a cui il vero Krusty non vuole partecipare, e la sua somiglianza è tale che molti scambiandolo per il vero clown gli offrono agevolazioni e sconti. Tuttavia Homer viene preso di mira anche dal mafioso Tony Ciccione, verso il quale Krusty ha diversi debiti. A salvare Homer ci penserà proprio il vero Krusty, che, insieme a Homer, farà per i mafiosi alcuni sketch comici.

  • Guest star: Joe Mantegna (voce di Tony Ciccione), Dick Cavett (voce di se stesso) e Johnny Unitas (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: La prossima volta potrei esserci io sul ponteggio
  • Gag del divano: i Simpson sono seduti a mezza altezza al posto del divano e i pezzi del divano entrano nel salotto assemblandosi sopra i Simpson, schiacciandoli.

Bart contro l'Australia[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Bill Oakley e Josh Weinstein
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 19 febbraio 1995
  • Messa in onda italiana: 25 novembre 1995

Per smentire la teoria della forza di Coriolis che gli ha spiegato Lisa, Bart fa una telefonata in Australia a carico del destinatario per chiedere in quale senso l'acqua del water defluisce. Dato che il telefono rimane aperto per sei ore, la telefonata viene a costare 900 dollari, e l'Australia porta Bart a giudizio per truffa. L'ambasciata statunitense riesce a negoziare la pena, limitandola alle pubbliche scuse del ragazzo. Tuttavia oltre alle scusa, gli australiani pretendono di darle un calcio sul fondoschiena di Bart. Homer e Marge si oppongono, ma Bart decide di accettare la sentenza, salvo poi deridere gli australiani all'ultimo momento, e costringendo la famiglia Simpson ad abbandonare l'isola in tutta fretta.

  • Guest star: Phil Hartman (voce di Evan Conover)
  • Frase alla lavagna: Non appenderò ciambelle sulla mia persona
  • Gag del divano: i Simpson arrivano al divano nuotando.

Homer contro Patty e Selma[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Brent Forrester
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 26 febbraio 1995
  • Messa in onda italiana: 14 gennaio 1998

Dopo un cattivo investimento, Homer è costretto a chiedere del denaro in prestito a Patty e Selma. In cambio le due sorelle di Marge, chiedono all'uomo di umiliarsi in vari modi. Dopo che Marge viene a conoscenza della cosa, Homer scopre che può guadagnare dei soldi extra, facendo l'autista. Ma Selma e Patty, esaminatrici alla scuola guida fanno in modo che Homer non passi l'esame. Tuttavia il loro superiore le scopre a fumare in ufficio, minacciando di licenziarle. Homer prontamente si prende le loro responsabilità, salvando il loro lavoro. Per riconoscenza, Patty e Selma annullano il credito che hanno nei suoi confronti. Nel frattempo Bart scopre di avere un talento naturale per la danza.

  • Guest star: Susan Sarandon (voce dell'insegnante di danza) e Mel Brooks (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Mi ricorderò di prendere le mia medicina
  • Gag del divano: i Simpson vengono teletrasportati sul divano nello stesso stile in cui avvenivano gli spostamenti nel telefim Star Trek.

Il Film Festival di Springfield[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Ken Keeler
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 5 marzo 1995
  • Messa in onda italiana: 30 aprile 1999

Il Sindaco Quimby organizza un'assemblea cittadina per riportare un po' di turismo a Springfield e Marge propone di allestire un festival di film amatoriali. La sua idea viene accettata e Marge chiede a Jay Shermann, un critico di New York di intervenire come membro della giuria per assegnare il premio al miglior film. Egli alloggia a casa dei Simpson, ma Homer si sente minacciato dalla presenza del critico cinematografico a causa della maggiore intelligenza del nuovo arrivato e chiede a Marge di inserirlo nella giuria del festival; la moglie lo accontenta. Il signor Burns decide di creare un film su di lui servendosi del regista Spielbergo. Alla presentazione dei film, quello del signor Burns viene criticato da tutti perché auto celebrativo, mentre tutti sono colpiti dal commovente film di Barney Gumble che tratta il problema dell'alcool. Della giuria fanno parte, oltre a Marge, Homer e Shermann anche il sindaco Quimby e Krusty il Clown. Burns riesce a corrompere gli ultimi due, Marge e Shermann votano per il film di Barney mentre Homer vota per il film di Hans Uomo Talpa, Uomo colpito da una pallonata. Marge riesce a far capire a Homer l'importanza del film di Barney e così, con la maggioranza dei voti, il premio viene dato a Barney: il premio consiste in una fornitura annuale di Duff. I Simpson salutano Shermann, mentre Burns cerca di riproporre il suo film ai premi Oscar, dove però viene battuto da Un uomo colpito da una pallonata interpretato da George C. Scott.

  • Guest star: Jon Lovitz (voce di Jay Sherman), Maurice LaMarche (voce di George C. Scott) e Giorgio Gori (voce di Jay Sherman nella versione italiana)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson hanno le altezze invertite, rendendo Maggie la più alta e Homer il più basso.

Il matrimonio di Lisa[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Greg Daniels
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 19 marzo 1995
  • Messa in onda italiana: 24 febbraio 1996

Durante un festival medievale, una indovina predice il futuro di Lisa, raccontandole la storia del suo primo amore. L'indovina racconta a Lisa di come si innamorerà di Hugh Parkfield, un raffinato studente inglese, che dopo un periodo di frequentazione e un'iniziale amore-odio le chiederà di sposarlo. Il matrimonio si svolgerà a casa Simpson, nonostante Lisa sia imbarazzata di far conoscere la propria famiglia a Hugh, ed in particolar modo è preoccupata del comportamento che potrebbe assumere suo padre. Homer regala a Hugh un paio di gemelli a forma di maiale, che Hugh però accetta a malincuore. Il giorno delle nozze il giovane non li indossa e quando Lisa gli chiede spiegazioni, Hugh spiega a Lisa che dopo le nozze loro si trasferiranno in Inghilterra riducendo al minimo i rapporti con la famiglia Simpson. Delusa e disgustata, Lisa annulla il matrimonio.

  • Guest star: Mandy Patinkin (voce di Hugh Parkfield)
  • Frase alla lavagna: Non mi pavoneggerò come se fossi il padrone di tutto
  • Gag del divano: i Simpson si siedono sul divano, ma questo li fa rimbalzare sul tetto e glielo fa sfondare.

La carica delle due dozzine e uno[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Mike Scully
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 9 aprile 1995
  • Messa in onda italiana: 2 marzo 1996

Piccolo Aiutante di Babbo Natale si innamora di una cagnetta, che lo rende padre di 25 cuccioli. I 25 cagnolini si dimostrano però un vero problema per Homer e Marge che decidono di regalarli. L'unica persona che però si dimostra interessato a prenderli tutti e 25 è il signor Burns, che però ha intenzione di realizzare un vestito con la loro pelliccia, e tenerne soltanto uno. Bart e Lisa scoprono le vere intenzioni di Burns e decidono di salvare i cuccioli. Alla fine però Burns si commuove e decide di risparmiare la vita ai cagnolini.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Uno scherzo è bello finché dura poco
  • Gag del divano: i Simpson corrono verso il divano, ma questo si allontana in un corridoio infinito.

Il consiglio professori-genitori si scioglie[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jennifer Crittenden
  • Regia: Swinton O. Scott III
  • Messa in onda originale: 16 aprile 1995
  • Messa in onda italiana: 2 marzo 1996

Edna Caprapall indice uno sciopero per protestare contro il taglio dei costi del preside Skinner, mentre Bart istiga entrambe le parti per mantenere lo sciopero più a lungo possibile. I genitori di Springfield decidono di prendere in mano la situazione, e reclutare insegnanti nella città per sostituire temporaneamente gli insegnanti. Dopo diversi tentativi falliti Marge diventa insegnante nella classe di Bart, ed a quel punto il ragazzo decide di risolvere lo sciopero, chiudendo Skinner e la Caprapall in un ufficio. L'esperienza fornisce l'ispirazione per risanare le finanze della scuola: affittare le classi ai detenuti.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non ho alcuna patria potestà sugli alunni della prima elementare
  • Gag del divano: i Simpson giungono al divano da diverse direzioni, in un ambiente simile a quello del quadro Relatività di Maurits Cornelis Escher.

Musica maestro[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Joshua Sternin e Jeffrey Ventimilia
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 30 aprile 1995
  • Messa in onda italiana: 3 maggio 1999

Bart viene ricoverato in ospedale, dopo aver ingerito inavvertitamente un gadget che si trovava all'interno dei cereali di marca Krusty. Mentre è in visita al fratello, Lisa incontra Gengive Sanguinanti Murphy, anch'egli ricoverato, che presta alla bambina il proprio sassofono, ma quando Lisa riporta lo strumento a Murphy, scopre che l'uomo è morto. Al funerale Lisa è l'unica persona presente e decide che tutti debbano conoscere il nome di Murphy. Per fare ciò fa in modo che l'emittente radio locale suoni un suo album, ma dato che non può permetterselo, Bart le regala i 500 dollari ottenuti facendo causa a Krusty. Un fulmine che colpisce l'antenna della stazione radio fa in modo che la diffusione dell'emittente si espanda al massimo, facendo sì che ogni radio a Springfield suoni la musica di Gengive Sanguinanti Murphy.

  • Guest star: Ron Taylor (voce di "Gengive Sanguinanti" Murphy) e Steve Allen (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Il gas nervino non è un giocattolo
  • Gag del divano: i Simpson hanno le altezze invertite, rendendo Maggie la più alta e Homer il più basso.

Il braccio violento della legge a Springfield[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jonathan Collier
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 7 maggio 1995
  • Messa in onda italiana: 16 marzo 1996

Dopo che ha imbrogliato Homer, Marge riesce a far arrestare Serpente, e rimane talmente elettrizzata dall'esperienza da decidere di arruolarsi. Dopo aver passato il corso di addestramento, Marge diventa una poliziotta incorruttibile. Inizialmente Homer trova la cosa vantaggiosa, ma la moglie lo arresta per divieto di sosta e per avergli rubato il cappello. Dopo essere stato rilasciato Homer scopre un traffico di jeans illegali nel proprio garage gestito da Herman. Messo alle strette Herman prende in ostaggio Homer, ma Marge salva il marito e fa arrestare Herman. Dopo essersi resa conto che il resto della polizia è corrotto, Marge abbandona la divisa.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non prenderò in giro la signora Tontolona
  • Gag del divano: Homer arriva davanti al divano, e poi rivolgendosi verso la telecamera, che lo segue come fosse un mirino, sfodera una pistola e spara, parodiando la classica entrata in scena dei film di James Bond.

Limone di Troia[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Brent Forrester
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 14 maggio 1995
  • Messa in onda italiana: 13 aprile 1996

Le città di Springfield e di Shelbyville sono da sempre in contrasto tra loro, da quando i loro fondatori decisero di dividersi. Il vanto di Springfield è il grande albero di limoni, la prima pianta da frutto coltivata nella città, e si trova proprio al confine di Shelbyville. Un giorno Bart, mentre sta giocando vicino all'albero con Milhouse e altri ragazzi, ha una disputa con dei ragazzi di Shelbyville, nella quale ha la meglio. Il giorno dopo, però, scopre che per vendicarsi questi ultimi hanno rubato l'albero di limoni (infatti Shelbyville non ha alcuna coltivazione di limoni) e, colpito dalle parole di Marge e dalla storia di Nonno Simpson, decide di andare a riprenderlo accompagnato da Milhouse, Martin Prince, Nelson Muntz, Todd Flanders e Database. Dopo inutili ricerche, Bart decide di fingersi un ragazzo della città per farsi rivelare il luogo dove si trova l'albero dai coetanei, ma viene scoperto e costretto alla fuga. Intanto Homer, Ned Flanders e gli altri genitori decidono di andare a riprendere i rispettivi figli col camper di Ned. Ma una volta scoperto che l'albero è stato rubato, decidono di unirsi alla missione dei figli. Scoprono che l'albero è in un'autorimessa, ma il proprietario non vuole restituire l'albero. Mentre stanno per arrendersi, Bart decide di ingannare il nemico: infatti Ned parcheggia il camper in divieto di sosta per farlo sequestrare e quindi riprendere l'albero. Il piano riesce alla perfezione, e l'albero di limoni, anche se un po' malridotto, può tornare nella sua città. Quanto a quelli di Shelbyville, si arrendono e si dichiarono il festeggiamento con le rape.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Il primo emendamento non include i rutti
  • Gag del divano: i Simpson, con le braccia larghe ed i guanti bianchi, ballano davanti al televisore, in una scena completamente in bianco e nero, parodia dei cartoni animati statunitensi degli anni venti.

Chi ha sparato al signor Burns? (prima parte)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chi ha sparato al signor Burns?.

Dopo che è stato ritrovato un giacimento di petrolio sotto la scuola elementare di Springfield, il signor Burns dirotta il getto di petrolio per poterne usufruire egli stesso. Conseguenza del gesto è la distruzione dell'ospizio di Springfield, la chiusura della taverna di Boe, la distruzione della casa sull'albero di Bart, il ferimento del Piccolo aiutante di Babbo Natale, e la perdita della fonte di guadagno della scuola elementare. Non contento, Burns mostra a Smithers una macchina che oscurerà il sole: tentando di far ragionare il proprio capo, Smithers viene licenziato. Il giorno seguente, i cittadini di Springfield si riuniscono in municipio; alcuni si presentano con un'arma in mano. Appena arriva Burns nessuno ha il coraggio di sparargli ed egli oscura il Sole. I cittadini si disperdono, mentre Burns saltella per la gioia, ma poco dopo si sente uno sparo. Burns, gravemente ferito, si accascia sulla meridiana del municipio,mentre tutti si avvicinano a lui per capire chi sia stato a sparargli. L'episodio continua in Chi ha sparato al signor Burns? (seconda parte).

  • Guest star: Tito Puente (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Questo non è un indizio... oppure sì?
  • Gag del divano: i Simpson corrono sorridendo con lo sfondo che si muove a ripetizione.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson