I Simpson - Il film

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Simpson - Il film
I Simpson - Il film.png
Homer alle prese con Spider Pork
Titolo originale The Simpsons Movie
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 83 min
Rapporto 2,35:1
Genere animazione, commedia
Regia David Silverman
Soggetto Matt Groening, James L. Brooks, Sam Simon
Sceneggiatura James L. Brooks, Matt Groening, Al Jean, Ian Maxtone-Graham, George Meyer, David Mirkin, Mike Reiss, Mike Scully, Matt Selman, John Swartzwelder, Jon Vitti
Produttore Matt Groening, James L. Brooks, Al Jean, Mike Scully, Richard Sakai
Casa di produzione 20th Century Fox
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Montaggio John Carnochan
Effetti speciali Carol VanHook, Rough Draft Studios, Film Roman Productions, Akom Production Company
Musiche Hans Zimmer
Danny Elfman (tema)
Scenografia Dima Malanitchev
Doppiatori originali
  • Dan Castellaneta: Homer Simpson, Fichetto, Barney, Nonno Simpson, Stage Manager, Krusty il Clown, Sindaco Quimby, Telespalla Mel, Mr. Teeny, Piccolo aiutante di Babbo Natale, Willie
  • Julie Kavner: Marge Simpson, Patty, Selma
  • Nancy Cartwright: Bart Simpson, Maggie Simpson, Ralph Winchester, Nelson Muntz, Todd Flanders
  • Yeardley Smith: Lisa Simpson
  • Albert Brooks: Russ Cargill
  • Hank Azaria: Apu Nahasapeemapetilon, Professor Frink, Uomo Fumetto, Boe Szyslak, Clancy Winchester, capitano McCallister, Lou, Carl Carlson, Disco Stu, dr. Nick Riviera, Serpente, Cletus, Luigi, Drederick Tatum
  • Harry Shearer: Mr. Burns, Waylon Smithers, Seymour Skinner, Ned Flanders, dr. Hibbert, presidente Arnold Schwarzenegger, Grattachecca, Rev. Lovejoy, Lenny Leonard, Kent Brockman, Otto Disc, Kang
  • Tress MacNeille: Colin, Agnes Skinner, Brandine, Mrs. Muntz, Gattara Pazza, Lindsey Neagle
  • Pamela Hayden: Milhouse, Rod Flanders
  • Joe Mantegna: Tony Ciccione
  • Tom Hanks: sé stesso
  • Green Day: sé stessi
Doppiatori italiani
Premi

I Simpson - Il film (The Simpsons Movie) è un film d'animazione del 2007 diretto da David Silverman. Si tratta del primo film interamente dedicato alla famiglia Simpson. È stato prodotto dalla Gracie Films per conto della 20th Century Fox.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante la cerimonia funebre dei Green Day, affogati nel lago di Springfield a causa dell'inquinamento dello stesso che ha sciolto la zattera sulla quale si stavano esibendo, nonno Simpson pronuncia strane profezie di sventura, in preda ad una sorta di visione mistica, pronunciando parole senza senso come "Springfield cadrà, coda ricciolata, intrappolati per sempre, epa, epa!". Quello stesso pomeriggio, Homer sfida Bart ad andare nudo in skateboard fino al Krusty Burger e il ragazzo accetta, ma viene arrestato per oltraggio al pudore e il padre deve andare a recuperarlo al fast food, approfittandone per consumare un pasto. Mentre gusta il suo panino, vede un maialino con una coda ricciolata che sta per essere ucciso e lo porta a casa trattandolo come un figlio (in seguito lo chiamerà "Spider Pork", e successivamente anche "Harry Plopper"). Bart, sentendosi trascurato dal padre, viene consolato da Ned Flanders, vicino di casa dei Simpson, il quale, offrendogli una tazza di cioccolata calda, riesce a instaurare un legame come una sorta di padre di rimpiazzo: così i due iniziano a trascorrere delle giornate insieme.

Nel frattempo, Lisa bussa di casa in casa per raccogliere delle firme e qui conosce Colin, un ragazzo trasferitosi a Springfield del quale si innamora avendo in comune gli stessi interessi. Successivamente, Lisa riesce a convincere la cittadinanza a ripulire il lago. Qualche giorno dopo, Homer si trova alle prese con un gravoso incarico: per disfarsi degli escrementi del maialino ha costruito un grosso silo di metallo, che ora è pieno ed è da gettare nella discarica. La strada per la discarica però è sfortunatamente piena di traffico. Homer non ha voglia di aspettare e getta il silo nel lago inquinandolo maggiormente. Il responsabile dell'Ente Protezione Ambientale (EPA) Russ Cargill, constatando che Springfield sia una minaccia per l'ambiente, propone cinque soluzioni drastiche per risolvere il problema e il presidente degli Stati Uniti (che ha le sembianze di Arnold Schwarzenegger) ne sceglie una (a caso) che consiste nel "rinchiudere" Springfield in un'enorme cupola di vetro trasparente (parodia di The Dome), per evitare che l'inquinamento dilaghi. I cittadini intrappolati cercano in tutti i modi di uscire, ma ogni tentativo risulta vano.

Successivamente, quando al telegiornale viene rivelato che l'inquinamento del lago è legato al silo gettato da Homer, gli abitanti di Springfield si infuriano e danno la caccia ad Homer per ucciderlo. La famiglia riesce a fuggire grazie a Maggie, che nella sabbiera del giardino di casa ha scoperto un tubo di scarico collegato all'esterno della cupola. Ricercati dal governo e dai loro concittadini, i Simpson devono allontanarsi dalla città e Homer propone alla famiglia di trasferirsi in Alaska per ricominciare una nuova vita lontano da tutti. I disordini in città aumentano a causa della mancanza dei beni di prima necessità. Finisce il caffè e si scatena una rivolta che porta i cittadini a cercare di infrangere la superficie di vetro. Cargill si reca nuovamente dal presidente e riesce a convincerlo che la città dev'essere annientata. I bambini e Marge, venuti a conoscenza del piano del governo per distruggere definitivamente Springfield, decidono di salvare la città, ma Homer rifiuta sostenendo che non valga la pena salvare le persone che pochi giorni prima avevano tentato di ucciderli. Mentre stanno cercando di tornare, Marge, Bart e Lisa vengono arrestati e ricondotti a Springfield (ormai ridotta in rovine dal prolungato isolamento e dalla mancanza di risorse per gli abitanti). Homer, rimasto solo incontra una sciamana inuit che, dopo un mistico viaggio alla ricerca del suo natale, lo convince a aiutare la città.

Da un'apertura praticata sulla sommità della cupola viene calata con una fune una piccola ma potentissima bomba ad orologeria. Ancora una volta Homer distrugge il piano che può salvare la città dalla distruzione: si arrampica fin sull'apertura superiore dall'esterno e comincia a calarsi dalla fune, facendo cadere gli abitanti che stavano cercando di fuggire proprio arrampicandosi. Quando il tempo sta per scadere Homer e Bart scalano la parete della cupola a bordo di una moto e riescono a lanciare l'ordigno fuori dal buco appena prima dello scadere del timer. L'esplosione disintegra la cupola, mentre Cargill, che tenta di sparare ad Homer e Bart, viene colpito in testa da una pietra lanciata da Maggie. Scongiurato il pericolo, gli abitanti si scusano con Homer, che si riappacifica anche con Marge e si allontana insieme a lei baciandola sulla motocicletta. Springfield è ormai salva e tutti i cittadini iniziano a ricostruirla.

Rapporto con la serie principale[modifica | modifica wikitesto]

La trama del film si colloca dopo la diciottesima stagione della serie TV.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione del lungometraggio è avvenuta durante la lavorazione della serie televisiva, nonostante le affermazioni degli addetti ai lavori secondo cui il film sarebbe stato realizzato solo alla fine della messa in onda in TV.[1] In realtà, voci sulla realizzazione di un possibile lungometraggio basato su I Simpson circolavano fin dalle prime stagioni.

James L. Brooks ha affermato che in origine la trama dell'episodio Kampeggio Krusty (primo episodio della quarta stagione) sarebbe dovuta sfociare in un film, ma i problemi riscontrati nella realizzazione della sceneggiatura hanno ostacolato il progetto.[2] Varie difficoltà, tra cui la mancanza di una sceneggiatura adeguata ad un film, hanno causato la posticipazione del progetto.[3]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Simpsons Movie: The Music.

La colonna sonora del film, composta da Hans Zimmer, è stata pubblicata su CD il 24 luglio 2007 dalla Adrenaline Music. Nel CD è compresa Spider Pig, parodia di Spiderman Theme Song, interpretata nel film da Homer Simpson. Non è inclusa invece la versione della sigla di apertura cantata dai Green Day.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche in quasi tutto il mondo dal 25 luglio 2007 (questo giorno nelle sale cinematografiche inglesi e francesi), mentre in Italia l'uscita è stata posticipata al 14 settembre, risultando la penultima nazione nel mondo a vedere il film.[4]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Date di pubblicazione internazionali
Paese Titolo film Date
Francia Francia Les Simpson - Le film 25 luglio 2007
Regno Unito Regno Unito The Simpsons movie
Argentina Argentina Los Simpson - La película 26 luglio 2007
Australia Australia The Simpsons movie
Croazia Croazia Simpsoni film
Germania Germania Die Simpsons - Der film
Portogallo Portogallo Os Simpsons - O filme
Spagna Spagna Los Simpson - La película
Canada Canada The Simpsons movie 27 luglio 2007
Svezia Svezia The Simpsons - Filmen
Turchia Turchia Simpsonlar - Sinema filmi
Stati Uniti Stati Uniti The Simpsons movie
Messico Messico Los Simpson - La película 2 agosto 2007
Paesi Bassi Paesi Bassi De Simpsons - Der movie 16 agosto 2007
Brasile Brasile Os Simpsons - O filme 17 agosto 2007
Grecia Grecia The Simpsons - Η Ταινία 30 agosto 2007
Italia Italia I Simpson - Il film 14 settembre 2007
Giappone Giappone ザ・シンプソンズ MOVIE 15 dicembre 2007[4]

Trailer allegati[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser del film fu diffuso dalla Apple il 31 marzo 2006. Al termine del teaser compare la data "July 27, 2007". Lo stesso video fu trasmesso negli Stati Uniti, in televisione, nel corso dell'episodio de I Simpson del 2 aprile.

Due successivi trailer iniziano con una parodia dei film tridimensionali, che ha protagonista un coniglio, interrotta bruscamente da un'apparizione del barista Boe. Nella seconda metà del video, nel primo trailer, appare Homer che tenta di abbattere un camion blindato con una palla demolitrice che finisce per colpirlo. Nel secondo trailer, Homer tenta di piantare un chiodo tra due tegole del tetto, infilzandosi il martello nell'occhio destro, mentre suo figlio, Bart, lo deride. Successivamente tenta di colpire Bart col martello ma sfonda il tetto e finisce all'interno della casa.

Il terzo trailer, invece, si apre con un disegno della faccia di Homer (la voce: "una linea verrà tracciata e quindi colorata in giallo"), per proseguire nelle scene dove guida degli husky, ma alla fine viene sbranato dagli stessi. Nella scena successiva, Ned mostra a Bart gli stati confinanti con Springfield: Ohio, Nevada, Maine e Kentucky (in realtà questi stati non sono confinanti tra loro). Ora prende posto il signor Burns, che davanti a Winchester, Apu e il Dr. Hibbert, afferma che con i due bottoni che ha dietro la scrivania, può sguinzagliare i segugi o dare l'energia alla città. L'inquadratura si sposta sulla famiglia, che su un'asta di legno cerca di passare nella casa dei Flanders, con tutta la folla sotto che grida: "Vogliamo Homer! Vogliamo Homer!". Homer poi viene appeso con una corda sull'albero e chiede scusa. A seguire una carrellata dei personaggi. Tra questi, la famiglia, Burns, Smithers, Krusty, Boe, gli amici di Homer, Winchester. Poi Bart va nella chiesa di Springfield e abbraccia Ned che lo aspetta. La voce in sottofondo afferma che "Il destino del mondo sarà in bilico". Poi Bart, guardando dal cornicione, vede Homer che gioca con un maialino. Subito dopo un pezzo tratto dal secondo trailer. Il trailer finisce con il logo "The Simpsons Movie" in tre dimensioni, e confermò l'uscita nelle sale in quasi tutto il mondo tra il 25 e il 27 luglio 2007.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso un concorso indetto dalla Fox Network e dal quotidiano USA Today, la première mondiale del film è avvenuta nella Springfield del Vermont.[5] Negli Stati Uniti, il film ha incassato nel primo weekend di programmazione un totale di 74 milioni di dollari, risultando di gran lunga il film con il maggior incasso di quel fine settimana.[6] Inoltre, I Simpson – Il film ha sorpassato Mission: Impossible II al primo posto nella classifica dei film di maggior successo tratti da una serie televisiva.[7] Fuori dagli USA, il film ha incassato nella prima settimana di programmazione 96 milioni di dollari; in particolare, 27.8 di questi solo nel Regno Unito.[8]

In Italia il film è stato ben accolto raggiungendo in soli tre giorni di programmazione circa 5.943.400 .[9] I Simpson - Il film è stato il film più visto nelle sale italiane nella prima settimana di programmazione battendo il record precedentemente stabilito da Shrek Terzo,[10] e rimanendo inoltre in testa al box office fino alla quarta settimana di programmazione.[10]

Complessivamente, il film ha incassato globalmente 527.071.022 $.[11]

Edizione home video[modifica | modifica wikitesto]

La 20th Century Fox ha messo globalmente in commercio il film in DVD e in Blu-ray Disc a partire dal 3 dicembre 2007.[12]

Prima TV[modifica | modifica wikitesto]

La prima delle sue trasmissioni televisive in Italia è stata su Italia 1 l'8 maggio 2010.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • All'inizio del film il gruppo dei Green Day, sta per affondare dalla piattaforma del lago per colpa dell'inquinamento dell'acqua e Mike Dirnt, il bassista, mentre affonda nell'acqua recita: «Signori, è stato un onore suonare con voi stasera» («Gentlemen, it's been an honor playing with you tonight»), per poi sparire tra i flutti insieme agli altri componenti mentre suonano i violini. La scena è una parodia dei musicisti orchestrali del Titanic di James Cameron del 1997, che continuarono a suonare mentre il transatlantico affondava.[13]
  • Lisa espone all'assemblea cittadina il problema dell'inquinamento seguendo un grafico su un pannello mentre si trova su una piattaforma meccanica che non funziona. La scena è una parodia del film documentario Una scomoda verità del 2006. Infatti nel film, il narratore-protagonista Al Gore si trova anch'esso su una piattaforma per mostrare al pubblico in platea i danni del surriscaldamento globale sulla terra.[13]
  • Sempre all'assemblea di Lisa i cittadini di Springfield non prestano attenzione e alcuni di loro stanno per bere dell'acqua dai bicchieri che gli sono stati consegnati all'ingresso. Lisa, per scuotere le menti, urla alla platea che l'acqua che stanno bevendo proviene dal lago inquinato della città. Questa scena è una parodia del discorso che Julia Roberts fa agli avvocati seduti di fronte a lei in Erin Brockovich - Forte come la verità di Steven Soderbergh.[13]
  • Quando la folla inferocita riesce ad arrivare alla porta della casa, Homer inchioda delle assi alla porta, ma alcuni abitanti riescono a romperle e ad agitare le mani al di là della porta. La scena è un omaggio al film di George Romero del 1968 La notte dei morti viventi.[13]
  • Una volta usciti dalla cupola, Marge chiede ad Homer cosa avrebbero dovuto fare, ed Homer risponde "Adesso scappiamo" («What do we do now?» «We run.»), nello stesso modo in cui nell'ultima puntata della prima stagione di Prison Break il protagonista Michael Scoffield si rivolge ai suoi compagni di fuga.[13]
  • Homer gioca a un videogioco di furti d'auto che è una parodia della saga di Grand Theft Auto.
  • Sempre nel gioco cui gioca Homer, viene mostrato un tricheco assassino distratto da un pinguino che balla il tip tap, chiaro riferimento al film di animazione della Warner Bros Happy Feet del 2006.[13]
  • Quando Homer incontra per la prima volta la sciamana, quest'ultima lo salva dall'attacco di un orso polare apparendo come minaccia, simile alla prima apparizione del personaggio di Obi-Wan Kenobi nel film Guerre stellari del 1977, mentre salva Luke Skywalker dall'attacco di un gruppo di sabbipodi.[13]
  • Quando Homer propone alla famiglia, mentre sono in fuga, di fuggire in Alaska, mostra a loro un poster raffigurante un lago fra le montagne dell'Alaska, questa scena è un chiaro riferimento al film Un mondo perfetto dove il rapinatore-Kevin Costner, quando dice al bambino preso in ostaggio dove si dirigeranno, gli mostra una cartolina dell'Alaska raffigurante un'immagine simile a quella del poster di Homer.
  • Homer dà due soprannomi al suo maialino: Spider Pig (in italiano Spider Pork), riferimento a Spiderman, e Harry Plopper, riferimento ad Harry Potter.
  • L'espediente per lo sviluppo della trama richiama l'opera di Stephen King "The Dome" - ed il successivo adattamento televisivo "Under the Dome"- : in particolare la cupola che racchiude ed isola Springfield dal resto del mondo e le convulsioni di Abraham Simpson accompagnate da apparenti frasi senza senso.
  • Nell'episodio Fool Monty della serie originale, il Signor Burns, per vendicarsi dei torti subiti da parte dei cittadini di Springfield, minaccia di voler mettere una cupola sulla città. Il Commissario Winchester gli dice che "è stato già fatto", riferendosi ovviamente agli eventi del film.
  • Nell'episodio "Puffless" della ventisettesima stagione Spider Pork ricompare al fianco di Maggie con altri animali.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il primo episodio della diciannovesima stagione dei Simpson, Gli piace volare e d'oh... lo fa!, si apre con una sorta di sequel al film, con la città di Springfield distrutta e in fase di ricostruzione, Bart che scrive alla lavagna "Non aspetterò altri venti anni per fare un film", i cinque protagonisti che ritornano alla loro casa in fase di ricostruzione e quando si recano in sala sul divano trovano il maiale di Homer e in sottofondo si sente la canzone Spiderman Theme Song. Riguardo a un seguito per il cinema, Matt Groening ha detto di essere certo della sua futura realizzazione, ma di non avere nessuna indicazione sui tempi necessari per realizzarlo[14] e, viste le tempistiche decennali con cui si è svolta la produzione concomitante con lo sviluppo degli episodi televisivi, i lavori per un seguito dovrebbero partire una volta conclusosi il ciclo della serie televisiva.[15]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Homer going to bat in '07, in Variety, 2 aprile 2006. URL consultato il 17 aprile 2012.
  2. ^ Parlano i papà di Homer&Co, in la Repubblica XL, 2 luglio 2007. URL consultato il 17 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Nathan Rabin, Matt Groening interview with The A.V. Club, in A.V. Club, 26 aprile 2006. URL consultato il 17 aprile 2012.
  4. ^ a b (EN) Release dates for I Simpson - Il film (2007), Internet Movie Database. URL consultato il 17 aprile 2012.
  5. ^ (EN) Springfield, Vermont, to host Simpsons premiere, in guardian.co.uk, 11 luglio 2007.
  6. ^ (EN) Weekend Box Office July 27-29, 2007, Box Office Mojo. URL consultato il 17 aprile 2012.
  7. ^ (EN) Joshua Rich, Raking in the d'oh!, in Entertainment Weekly, 27 luglio 2007. URL consultato il 17 aprile 2012.
  8. ^ (EN) Frank Segers, "Simpsons Movie" rules foreign box office, in Reuters.com, 29 luglio 2007.
  9. ^ I Simpson - Il film, MYmovies. URL consultato il 17 aprile 2012.
  10. ^ a b Pagina incassi del film I Simpson - il film ( 2007 ), Movieplayer.it. URL consultato il 17 aprile 2012.
  11. ^ (EN) The Simpsons Movie, Box Office Mojo. URL consultato il 17 aprile 2012.
  12. ^ (EN) Mmmm... Movie! The Simpsons Movie, in ComingSoon.net, 25 settembre 2007. URL consultato il 17 aprile 2012.
  13. ^ a b c d e f g (EN) The Simpsons Movie (2007) Did You Know?, Internet Movie Database. URL consultato il 15 aprile 2012.
  14. ^ Chiara Poli, I Simpson – Sì, ci sarà un altro film!, in FOXtv.it, 25 luglio 2008. URL consultato il 16 aprile 2012.
  15. ^ Nessun sequel per The Simpsons Movie, in BadTaaste.it, 7 ottobre 2009. URL consultato il 16 aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]