Teo Bellia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Teo Bellia al Festival delle Radio Universitarie (2012)

Teo Romano Bellia (Roma, 17 gennaio 1960[1]) è un doppiatore, direttore del doppiaggio e giornalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera inizia come disc-jockey e selezionatore musicale a partire dal 1973, dopo gli esordi in numerose emittenti private, come Radio RDM a Colleferro e altre, e in discoteche come Tamuré sempre a Colleferro, ha incarichi di direttore artistico e organizzativo prima di Radio Hanna IN (1978), poi di Radio Emme (1979) e infine di RDS Radio Dimensione Suono (1980). La sua voce è famosa nei cartoni animati I Simpson, in cui ha doppiato Ned Flanders nelle prime 2 stagione e Boe Szyslak dalla nona stagione in poi, in sostituzione di Pino Insegno, Cip & Ciop in cui doppia Ciop, I Puffi in cui doppia il puffo Sarto, L'incredibile Hulk in cui è la voce narrante nella 2ª edizione (1982) e Occhi di gatto, in cui doppia Matthew Hisman.

Nei film ha doppiato Michael J. Fox nel primo Ritorno al futuro e molti altri film americani, nei cartoons, oltre ai I Simpson, è stata la prima voce di He-Man nella serie cult anni ottanta He-Man e i dominatori dell'universo.

È stato speaker e giornalista di Telemontecarlo dal 1985 al 1986 e conduttore di varie edizioni di TMC News dal 1986 al 1993. Inoltre ha collaborato con Il processo di Biscardi nel 1994, quando andava in onda su TELE+2. Ha coordinato dal 1996 al 2001 prima la redazione sportiva, poi tutta l'informazione di RDS.

Nel 2005 ha vinto un Anello d'oro al Festival "Voci nell'ombra" per la sua direzione del doppiaggio nel telefilm L.A. Dragnet.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato il 17 settembre 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]