Henry Winkler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henry Winkler al Fan Expo in Canada nel 2008

Henry Franklin Winkler (New York, 30 ottobre 1945) è un attore, regista, produttore cinematografico e scrittore statunitense, principalmente noto per aver impersonato il ruolo di Arthur "Fonzie" Fonzarelli nella popolare sitcom Happy Days (1974-1984).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Winkler è nato a Manhattan (New York) il 30 ottobre del 1945, figlio di Harry Irving Winkler e di Ilse Anna Maria Hadra, entrambi immigrati tedeschi di origine ebraica, giunti negli Stati Uniti nel 1939, prima dell'inizio della seconda guerra mondiale; il padre era il dirigente di una segheria.[1][2].

Henry frequentò la McBurney School e conseguì la laurea all'Emerson College nel 1967, per poi ottenere un Master nelle Belle Arti alla Yale School of Drama nel 1970. Nel 1978, l'Emerson College concesse a Henry un dottorato honoris causa in Lettere, iniziativa poi emulata anche dall'Austin College.

Henry Winkler nel 2011.

Durante il decennio di produzione di Happy Days, Winkler recitò anche in altri film. Concluso il telefilm, la sua carriera di attore si interruppe momentaneamente e si concentrò nella produzione e nella regia. Produsse infatti molti telefilm come MacGyver, Storie incredibili e Mr. Sunshine e diresse film come Alla scoperta di papà (1988) con Billy Crystal e Un piedipiatti e mezzo (1993) con Burt Reynolds.

A partire dagli anni novanta ha partecipato come attore in Scream (1996), Waterboy (1998), Pazzo di te (2000), Holes - Buchi nel deserto (2003), Cambia la tua vita con un click (2006) e Zohan - Tutte le donne vengono al pettine (2008).

Dal 2003 al 2006 ha partecipato alla serie televisiva Arrested Development - Ti presento i miei, nel ruolo dell'avvocato Barry Zuckerkorn. Nello stesso periodo ha anche preso parte alla sfortunata serie televisiva di breve vita Out of Practice - Medici senza speranza.

Nel 2008, in occasione delle elezioni presidenziali statunitensi, partecipa al cortometraggio realizzato dall'amico Ron Howard a sostegno del candidato democratico Barack Obama. Nel corto torna a vestire i panni di "Fonzie", così come Howard ritorna ad impersonare Richard "Richie" Cunningham.

A partire dal 2003, insieme alla giornalista Lin Oliver, ha iniziato a scrivere la fortunata serie di libri per ragazzi che ha per protagonista Hank Zipzer, un ragazzino di nove anni affetto da dislessia come l'autore stesso. Nei romanzi, ispirati all'infanzia dell'autore, il personaggio di Hank si trova a combattere contro le difficoltà scolastiche facendo ricorso a stratagemmi frutto della sua grande creatività. Il primo volume della serie, "Hank Zipzer e le cascate del Niagara", è stato pubblicato nel mese di maggio 2013 dalla casa editrice Uovonero[3]. Nel novembre 2013 è uscito in Italia il secondo volume sempre per Uovonero dal titolo "Hank Zipzer e la pagella nel tritacarne". A dicembre 2013 viene intervistato da un giornalista della BBC che però non lo riconosce, scambiandolo per un passante, Winkler non si è scomposto ed ha risposto alle domande.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dal 5 maggio 1978 è sposato con Stacey Weitzman; la coppia ha due figli, Zoe Emily (1980) e Max Daniel Winkler (1983). Henry ha un figliastro, Jed, figlio che Stacey ha avuto dal precedente marito, l'avvocato Howard Weitzman. È il padrino di Bryce Dallas Howard, figlia di Ron Howard, suo grande amico.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Il 19 agosto 2008 la città di Milwaukee ha celebrato il personaggio di "Fonzie", e gli ha dedicato una statua in bronzo con le fattezze del protagonista del telefilm. Henry Winkler era presente alla cerimonia con tutta la sua famiglia "reale" e la sua famiglia "televisiva" di Happy days.[4][5][6]

Il 15 settembre 2011, in una cerimonia tenutasi presso l'ambasciata britannica a Washington, Winkler è stato insignito del titolo di ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico (OBE) per i suoi meriti nel campo della ricerca contro la dislessia infantile.[7]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico
— Washington, 2011[7]

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Winkler con Adam Sandler e Kevin James (2011).

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Scrittore[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Walk of Fame[modifica | modifica sorgente]

  • Stella per il suo contributo all'industra televisiva, al 6233 Hollywood Blvd - (1981)

Golden Globe[modifica | modifica sorgente]

Vinti:

  • Miglior attore in una serie commedia o musicale, per Happy Days (1977)
  • Miglior attore in una serie commedia o musicale, per Happy Days (1978)

Nomination:

Emmy Awards[modifica | modifica sorgente]

Vinti:

Nomination:

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Henry Wilker è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Henry Winkler Biography (1945-)
  2. ^ Henry Winkler Biography - Yahoo! Movies
  3. ^ , presentato per la prima volta in Italia il 16 maggio 2013, nella città di Crema "Fonzie si è tolto il giubbotto di pelle per scrivere libri" - Torino Today, 11 aprile 2013
  4. ^ (EN) NY Daily News 20 agosto 2008
  5. ^ (EN) MSNBC
  6. ^ Corriere della Sera - 19 agosto 2008
  7. ^ a b Fonzie di Happy Days diventa baronetto, ANSA.it, 15-09-2011. URL consultato il 16-09-2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 81699922 LCCN: n50015898