Mad Men

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mad Men
Madmenlogo.jpg
Immagine tratta dalla sigla della serie televisiva
PaeseStati Uniti d'America
Anno2007-2015
Formatoserie TV
Generein costume
Stagioni7 Modifica su Wikidata
Episodi92 Modifica su Wikidata
Durata47 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreMatthew Weiner
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzioneWeiner Bros., Silvercup Studios, Lionsgate Television
Prima visione
Prima TV originale
Dal19 luglio 2007
Al17 maggio 2015
Rete televisivaAMC
Prima TV in italiano
Dal18 marzo 2008
Al19 maggio 2015
Rete televisivaCult (st. 1-3)
FX (st. 4)
Rai 4 (st. 5)
TIMvision (st. 6-7)

« Sex. Lies. Storyboards. »

(Tagline della serie televisiva[1])

Mad Men è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2007 al 2015.

Ideata da Matthew Weiner, la serie utilizza il mondo pubblicitario di New York degli anni sessanta come specchio per raccontare i grandi cambiamenti avvenuti nella società americana durante il decennio.[2]

La serie è stata trasmessa in prima visione assoluta negli Stati Uniti da AMC dal 19 luglio 2007. In Italia ha debuttato in prima visione satellitare il 18 marzo 2008, trasmessa prima da Cult e poi da FX che ha trasmesso la quarta stagione; in chiaro la serie è stata trasmessa da Rai 4 che ha mandato in onda in prima visione assoluta la quinta stagione, mentre gli episodi della sesta e settima stagione sono stati resi disponibili sul sito on demand TIMvision.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientata nella New York degli anni sessanta, la serie tratteggia le vite di alcuni pubblicitari che lavorano per l'agenzia pubblicitaria Sterling Cooper (poi Sterling Cooper Draper Pryce) di Madison Avenue, concentrandosi in particolare sulle vicende del suo direttore creativo, Don Draper. L'ambientazione della serie ritrae i mutamenti sociali in atto negli Stati Uniti in quel determinato periodo storico: fra gli eventi citati nel corso delle varie stagioni, la campagna presidenziale che contrappose John Kennedy a Richard Nixon (1960), la crisi dei missili di Cuba (1962), l'assassinio di Kennedy (1963), le lotte per la conquista dei diritti civili degli afroamericani.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 13 2007 2008
Seconda stagione 13 2008 2008-2009
Terza stagione 13 2009 2009-2010
Quarta stagione 13 2010 2010-2011
Quinta stagione 13 2012 2013-2014
Sesta stagione 13 2013 2014
Settima stagione 14 2014-2015 2014-2015

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Acclamata dal pubblico, la serie TV ha battuto il suo record di ascolti con la messa in onda della quinta stagione, seguita da 3,5 milioni di spettatori, diventati poi 4,4 milioni con la replica del primo episodio.[4] Tra i fan di Mad Men vi è l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama.[5]

Riconoscimenti[6][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Mad Men" poster, movieposterdb.com. URL consultato il 5 maggio 2011.
  2. ^ Intervista a Jon Hamm: “Mad Men è realtà”, in moob.it, 19 dicembre 2009. URL consultato il 23 marzo 2011.
  3. ^ Mattia Buonocore, Mad Men: Fox rinuncia alla serie cult per i costi. A Rai 4 la prima visione assoluta, in davidemaggio.it, 14 novembre 2012. URL consultato il 14 novembre 2012.
  4. ^ Mad Men, la 5ª stagione parte col botto, su blog.screenweek.it, 27 marzo 2012.
  5. ^ (EN) Jessica Derschowitz, "Mad Men" Has a Famous Fan in President Obama, su cbsnews.com, 15 luglio 2010.
  6. ^ (EN) Awards for "Mad Men", imdb.com. URL consultato il 23 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN200193646 · LCCN: (ENno2009196399 · GND: (DE7723023-1 · BNF: (FRcb165183851 (data)
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione