Miraculous - Le storie di Ladybug e Chat Noir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miraculous - Le storie di Ladybug e Chat Noir
serie TV d'animazione
Miraculous sigla.jpeg
Ladybug e Chat Noir nella sigla di apertura
Titolo orig.Miraculous - Les aventures de Ladybug et Chat Noir
Lingua orig.francese, inglese, coreano
PaeseFrancia, Giappone, Corea del Sud
AutoreThomas Astruc [3],
Sviluppatori: Zagtoon, Method Animation, Toei Animation, Jeremy Zag, Nathanaël Bronn (Bibbia grafica)
RegiaThomas Astruc, Christelle Abgrall (st. 2), Jeremy Paoletti (st. 2), Benoît Boucher (st. 2-3), Wilifried Pain (st. 2-3), Jun Violet (st. 2-3)
ProduttoreJeremy Zag, Aton Soumache (produttori),
Pascal Boutboul, Sébastien Thibaudeau, Jean-Yves Patay, Hiroyuki Kinoshita, Ryuji Kochi, Pierre Belletante, Suhoon Kim, Stella Noh, Alexandre Lippens (st. 1), Jared Wolfson (st. 1), Cédric Pilot (st. 1), Kevin Marciano (st. 2–3), Magali Bion (st. 2–3), Camille Oesch (st. 2–3) (produttori esecutivi)
Soggettobasato su Miraculous Ladybug PV/OVA versione anime di Zagtoon, Method Animation, Toei Animation
SceneggiaturaThomas Astruc, Sébastien Thibaudeau
Dir. artisticaNathanaël Bronn,

Montaggio: De Agostini Editore S.p.A. (Italia - st. 2-3)
MusicheJeremy Zag, Noem Kaniel, Alain Garcia (testi)
StudioZagtoon, Method Animation, Toei Animation, SAMG Animation (st. 1-3), AB Droits Audiovisuels, SK Broadband, PGS Entertainment (st. 1), De Agostini Editore S.p.A. (st. 2-3), DQ Entertainment (st. 2-5), Assemblage Entertainment (st. 3-5), Globosat (st. 3-5),
Distributuri: AB International Distribution, Method Animation - Zagtoon, SAMG Animation (st. 1–2), Toei Company, Toei Animation
ReteTF1, Disney Channel
1ª TV1º settembre 2015 – in corso
Episodi98 (in corso) (4 stagioni)
Rapporto16:9
Durata ep.22 min
Editore it.Delta Pictures (DVD)
Rete it.Disney Channel
1ª TV it.22 febbraio 2016 – in corso
1º streaming it.Netflix, Disney+
Episodi it.78 (in corso) (3 stagioni)
Durata ep. it.22 min
Dialoghi it.Daniela Papa, Stefanella Marrama
Studio dopp. it.Dubbing Brothers International Italia
Dir. dopp. it.Stefanella Marrama
Genereavventura, supereroi, mahō shōjo, azione, commedia [1], sentimentale [2], cyberpunk

Miraculous - Le storie di Ladybug e Chat Noir (Miraculous - Les aventures de Ladybug et Chat Noir), nota anche come Miraculous - Le storie di Ladybug e Cat Noir[a], o semplicemente come Miraculous, Miraculous Ladybug, Ladybug & Chat Noir e Ladybug[4], è una serie animata franco-giapponese-coreana in CGI creata da Thomas Astruc e Jeremy Zag e prodotta da Zagtoon, Toei Animation, SAMG Animation e Method Animation[5].

Ha come protagonisti due adolescenti parigini, Marinette Dupain-Cheng e Adrien Agreste, che tentano di equilibrare la vita di tutti i giorni e l'attività di supereroi. Infatti, in segreto, si trasformano in Ladybug e Chat Noir per proteggere la città dai super-cattivi creati da Papillon, il cui più grande desiderio è impossessarsi dei gioielli magici ("miraculous", appunto) che donano poteri eccezionali.

La serie, composta finora da 3 stagioni (la quarta è in corso), ha avuto largo apprezzamento fin dalla prima stagione. Sono in programma altre quattro stagioni, due film per il cinema e diversi film per la televisione: i primi due, Miraculous World: New York, Eroi Uniti e Miraculous World: Shanghai - La leggenda di Ladydragon, sono attualmente disponibili su Disney+[6].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Molti secoli fa vennero creati dei gioielli magici, i Miraculous, che grazie a spiriti chiamati Kwami donavano incredibili poteri; per millenni degli eroi si servirono di questi per combattere il male per il bene dell'umanità. Dei molti gioielli 2 erano i più potenti: gli orecchini della Coccinella (che trasmettevano il potere della creazione) e l'anello del Gatto Nero (che trasmetteva il potere della distruzione). La leggenda narra che chi fosse riuscito a possedere questi due gioielli avrebbe ottenuto il Potere Assoluto e la possibilità di esprimere un desiderio che avrebbe cambiato la realtà.

Un giorno, l'Ordine dei Guardiani custodi dei Miraculous cessò tragicamente di esistere insieme al tempio dove erano custoditi i gioielli magici. Un giovane guardiano superstite, Wang Fu, riuscì però a salvare la Miracle Box più importante e un prezioso libro contenente informazioni sui Miraculous. Nella fuga Fu perse il libro e due Miraculous; questi furono ritrovati dopo più di un secolo da un uomo che, conosciuto il potere dei Miraculous, li usò per diventare il supercattivo Papillon. Sfruttando il potere di trasformazione insito nel Miraculous della Farfalla, Papillon manipola le emozioni negative delle persone allo scopo di trasformarle in supercattivi da mandare alla ricerca dei Miraculous della Coccinella e del Gatto Nero, che intende conquistare per ottenere il potere assoluto. Per combattere Papillon, l'oramai anziano maestro Fu affida i due Miraculous più potenti a due studenti parigini. Si tratta di Marinette, impacciata ragazza appassionata di moda, che con il Miraculous della Coccinella si trasforma nella coraggiosa Ladybug, e Adrien, ragazzo bello e di buon cuore, figlio del famoso stilista Gabriel Agreste, che usando il Miraculous del Gatto Nero diventa lo spiritoso Chat Noir.

I due, che combattono insieme gli inviati di Papillon, sono però all'oscuro dell'identità dell'altro; la situazione è complicata dal fatto che Marinette è segretamente innamorata di Adrien, che a sua volta ama in segreto Ladybug.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione della serie ha debuttato in Corea del Sud il 1º settembre 2015 su EBS1.[7] Nel 2016 è stato trasmesso uno speciale natalizio, mentre la trasmissione regolare della seconda stagione è proseguita in prima TV mondiale a partire dal 21 ottobre 2017 in Spagna su Disney Channel. La terza stagione ha avuto inizio il 1º dicembre 2018 in Spagna e in Portogallo, sempre su Disney Channel. La quarta stagione ha debuttato il 23 marzo 2021 sulla rete brasiliana Gloob.

In Italia la prima stagione è andata in onda in prima visione su Disney Channel dal 22 febbraio al 24 dicembre 2016, mentre la seconda dal 13 novembre 2017 al 22 febbraio 2019. La terza stagione è stata trasmessa su Disney Channel dal 25 marzo 2019 al 20 marzo 2020, mentre i restanti episodi sono stati pubblicati il 25 settembre 2020 su Netflix, in seguito alla chiusura del canale.[8][9]

Trasmissione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

La serie è disponibile in più di 120 Paesi.[10][11] Disney Channel detiene i diritti per la trasmissione pay-per-view in Europa, Europa orientale, Scandinavia e Stati Uniti, mentre quelli per la trasmissione free-to-air in Spagna, Germania, Russia e Turchia.[12][13] In Brasile viene distribuita da Gloob, in Canada da Télé-Québec e in Australia da ABC.[12] Nel 2021 Disney+ ha acquisito i diritti delle prime cinque stagioni.[14]

La serie ha debuttato in Corea del Sud il 1º settembre 2015 sul canale televisivo EBS1.[7] Gli episodi venivano pubblicati mezz'ora dopo anche in streaming su B TV, servizio IPTV di SK Broadband, che ha co-prodotto la serie.[15][16] Dal 7 dicembre dello stesso anno la serie è trasmessa anche su Disney Channel.[17] In Francia va in onda dal 19 ottobre 2015 su TF1, all'interno del contenitore TFOU.[18] Negli Stati Uniti viene trasmessa dal 6 dicembre 2015, originariamente su Nickelodeon, dal 2017 su KidsClick, mentre l'8 aprile 2019 i diritti televisivi vengono acquisiti da Disney Channel.[19][20][21] In Canada viene trasmessa in lingua francese dal 9 gennaio 2016 sull'emittente televisiva Télé-Québec e in inglese dal 1º novembre 2016 su Family Channel.[22][23] Nel Regno Unito la serie ha debuttato il 30 gennaio 2016 su Disney Channel e nel febbraio 2017 su Pop.[24][25] In Italia la serie viene trasmessa dal 22 febbraio 2016 su Disney Channel e dal 25 settembre 2020 su Netflix.[8] Dal 18 marzo 2017 la serie va in onda in chiaro anche su Super!, canale del gruppo De Agostini, che ha co-prodotto la serie.[26] In Nuova Zelanda viene trasmessa dal 27 aprile 2016 sulla rete televisiva TV2 di TVNZ.[27] In Giappone la trasmissione televisiva ha avuto inizio il 23 luglio 2018 su Disney Channel, preceduta il 1º luglio dalla pubblicazione in streaming dell'episodio Tempestosa.[28][29] In Spagna la terza stagione è stata trasmessa in prima visione mondiale dal 1º dicembre 2018 su Disney Channel.[30]

Home video[modifica | modifica wikitesto]

I DVD della serie sono stati pubblicati in Francia da TF1 Video nel settembre 2016, mentre in Italia saranno pubblicati da Delta Pictures.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 26 2015-2016 2016
Seconda stagione 26 2016-2018 2016-2019
Terza stagione 26 2018-2019 2019-2020
Quarta stagione 26 2021-2022 2021-2022

Episodi speciali[modifica | modifica wikitesto]

Il primo film animato della saga speciale Miraculous World è andato in onda in prima visione mondiale il 25 settembre 2020 negli Stati Uniti su Disney Channel e in Italia il 18 dicembre 2020 su Disney+.[31][32] Il secondo film, ambientato a Shanghai, è stato trasmesso in Francia il 4 aprile 2021 su TF1 e pubblicato su Disney+ il 9 luglio 2021 in alcuni Paesi,[33][34] mentre in Italia il 10 settembre 2021.[35]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV originale Pubblicazione Italia
Miraculous World: New York, Les Héros Unis Miraculous World: New York - Eroi Uniti 25 settembre 2020 18 dicembre 2020
Miraculous World: Shanghai, La Légende de Ladydragon Miraculous World: Shanghai - La leggenda di Ladydragon 4 aprile 2021 10 settembre 2021

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Miraculous - Le storie di Ladybug e Chat Noir.
  • Marinette Dupain-Cheng, doppiata da Anouck Hautbois in originale e da Letizia Scifoni in italiano.
    È una ragazza coi capelli corvini e gli occhi azzurri. È timida e goffa. Ama l'arte e la moda e il suo sogno è di diventare una stilista. Grazie a un paio di orecchini a forma di coccinella, si trasforma nella supereroina Ladybug. È innamorata di Adrien.
  • Adrien Agreste, doppiato da Benjamin Bollen in originale e da Flavio Aquilone in italiano.
    È un ragazzo biondo e con gli occhi verdi, timido e di buon cuore. Fa il modello per il famoso marchio di abbigliamento del padre. Grazie a un anello si trasforma nel supereroe Chat Noir, compagno d'avventure di Ladybug, di cui è innamorato perdutamente.
  • Tikki, doppiata da Marie Nonnenmacher in originale e da Joy Saltarelli in italiano.
    Kwami di Marinette. Simile a una coccinella, permette a Marinette di trasformarsi in Ladybug entrando nei suoi orecchini.
  • Plagg, doppiato da Thierry Kazazian in originale e da Riccardo Scarafoni in italiano.
    Kwami di Adrien. Simile a un gatto, entrando nell'anello di Adrien ne permette la trasformazione in Chat Noir.
  • Gabriel Agreste, doppiato da Antoine Tomé in originale e da Stefano Alessandroni in italiano.
    È il padre di Adrien ed è un famoso stilista. Grazie a una spilla si trasforma in Papillon, acerrimo nemico di Ladybug e Chat Noir.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 venne annunciato al MIPCOM di Cannes che Univergroup Pictures e Onyx Films avrebbero diretto il progetto lavorando assieme a Method Animation e Zagtoon, pianificando di animarlo in 3D stereoscopico.

Miraculous venne annunciato con il titolo di Miraculous Ladybug (ミラクルス・レディバグ Mirakurusu Redībagu?) nel luglio 2012[36][37] con coproduttrice la Toei Animation che, dopo aver lanciato un film della serie Pretty Cure ambientato a Parigi, era interessata ad ampliare il suo pubblico internazionale.

A settembre venne diffuso un video promozionale in 2D anime. Il protagonista maschile mostrato nel video non era Adrien ma Félix, poi abbandonato in favore del primo poiché considerato un cliché degli anime[38][39]. Nel settembre 2015 Thomas Astruc considerò la possibilità di inserire nuovamente Félix nello show, ma poi scartò l'ipotesi nel febbraio 2016 descrivendolo come un personaggio nato "da un'idea povera"[40].

I 26 episodi erano previsti in televisione per l'estate 2013[41], ma poi vennero spostati, prima a settembre 2014, infine al secondo trimestre 2015[42]. Si parlò di aggiungere altri 26 episodi, per un totale di 52[43], ma ciò non avvenne; invece, si decise di produrre due serie in parallelo: una in 3D per la televisione e una in 2D per il web[42]. A ottobre 2013, Miraculous venne proiettato al MipJunior di Cannes, attirando molti spettatori e diventando il programma più visto della manifestazione[44][45]; fu inoltre venduto in 100 Paesi[46]. A febbraio 2014, i diritti vennero acquistati da Corea del Sud[47], Brasile[48], Portogallo[49][50] e Disney Channel, quest'ultimo per la trasmissione sulla pay TV in Europa, Europa orientale e Scandinavia, e gratuitamente nel Regno Unito, in Spagna, Germania, Russia e Turchia[51]. Il totale dei Paesi acquirenti salì a 150[18].

Seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 novembre 2015, Jeremy Zag ha annunciato la produzione di una seconda e di una terza stagione[52].

Il 10 settembre 2016 ne è stata completata la sceneggiatura[53] e il trailer ufficiale è stato pubblicato il 3 ottobre 2017 sul canale YouTube ufficiale della serie[54].

Il 22 settembre 2017 ha avuto luogo una conferenza stampa[55] in cui sono stati mostrati i primi due episodi della seconda stagione e rivelata la nuova versione della sigla cantata da Lou e Lenni Kim[56].

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver confermato la terza stagione di Miraculous, Jeremy Zag confermò anche la quantità degli episodi, cioè 26. Thomas Astruc affermò, secondo il suo parere, che gli episodi di questa stagione fossero autonomi, ma con la trasmissione della stagione si è poi scoperto che non fu così. Inizialmente fu previsto di presentarla per la prima volta nel novembre del 2018.

Il 6 maggio 2018, ad una conferenza in Messico, è stato mostrato il poster promozionale per la terza stagione[57]. A giugno 2018 Thomas Astruc annunciò che la trasmissione della terza stagione slittò.

Quarta e quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 gennaio 2018, Jeremy Zag ha annunciato la produzione di una quarta e di una quinta stagione[58]. Ha anche annunciato che la quarta stagione includerà nuovi poteri, nuovi costumi, nuovi kwami e nuovi eroi.

Il 21 maggio 2019, Jeremy Zag ha annunciato che la stagione sarà rilasciata "in giro per il mondo"[59]. Venne anche annunciato che le stagioni erano anche in pre-produzione[60].

Ad agosto 2019, Gloob diventa ufficialmente un coproduttore della serie a partire da questa stagione[61].

Il 7 settembre 2019, Jeremy Zag, tramite un poster su Instagram, annuncia l'uscita della quarta stagione nell'autunno 2020[62].

Il 12 giugno 2020, viene pubblicato il poster ufficiale della quarta stagione su Twitter[63], dove si può notare che i partner della serie sono ZAG, ON Kids & Family, Disney Channel, Disney+ e TF1, tranne SAMG Animation che, a partire da questa stagione, non farà più parte della produzione della serie.

Il 13 giugno 2020, l'uscita della quarta stagione viene rinviata al 2021, a causa della pandemia di COVID-19[64].

Sesta e settima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 aprile 2021 è stato pubblicato un post su Twitter che ha ufficializzato l'uscita della sesta stagione (2023) e settima stagione (2024) insieme ad alcuni Miraculous World che verranno pubblicati nei prossimi anni per ogni stagione.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

In Corea del Sud la sigla è cantata dal gruppo k-pop Fiestar.[7] La sigla francese della prima stagione è intitolata Une Ladybug ed è eseguita da Marily e Noam; dalla seconda stagione è Miraculous, un rifacimento eseguito da Lou e Lenni-Kim. La sigla inglese è eseguita da Brittnee Belt o da Wendy Child e Cash Callaway nella versione estesa. La sigla italiana, Miraculous Ladybug, è cantata da Ilaria Rosa nella versione ufficiale utilizzata da Disney Channel, Netflix e Disney+, mentre nella trasmissione in chiaro su Super! è un duetto tra Briga e Gaia Gozzi[26] in versione estesa. Dalla quarta stagione la sigla cambia ed è cantata da Marily in francese e da Cristina Vee in inglese, con la collaborazione in entrambe le versioni di Lou e Lenni-Kim, mentre la versione italiana è cantata come in precedenza da Ilaria Rosa, ma con introduzione parlata di Letizia Scifoni (doppiatrice di Marinette).

Il motivetto originale inglese, francese e italiano, ripreso anche nel ritornello della sigla, nelle prime due battute presenta somiglianze col brano Laura non c'è del 1997, del cantautore Nek[65]. Tuttavia, il cantautore non ha mai sollevato polemiche per il presunto plagio.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista con Lindalee Rose pubblicata il 25 agosto 2016[66], il produttore Jeremy Zag ha annunciato la produzione di un film live-action che mostrerà le origini dei poteri dei supereroi, programmato per il 2020.[67] Il 30 ottobre dello stesso anno, allo Stan Lee's Los Angeles ComicCon è stata mostrata una prima locandina ed è stato annunciato che la pellicola sarebbe stata distribuita nel 2019. Successivamente, nel 2017, la sua uscita è stata posticipata al 2020. Secondo alcune fonti inizialmente il film sarebbe dovuto essere diretto da Chris Columbus, regista dei primi due film di Harry Potter, e scritto da Thomas Astruc.[68] Il 20 luglio 2017, Jeremy Zag ha rivelato che il film Miraculous sarà distribuito da Lionsgate. Il 20 luglio 2018, durante il panel Miraculous al Comic-Con 2018 di San Diego, Ezra Weisz ha rivelato che Michael Gracey, il regista di The Greatest Showman, è coinvolto nel film. A settembre 2018 la Skydance Production acquista i diritti cinematografici e televisivi dello show dichiarando l'obiettivo di portare il film in sala a partire dal 2020.[69]

Durante la Comic Con Experience di San Paolo il 6 dicembre 2018 viene annunciata la produzione di un musical d'animazione previsto per il 2021;[70] il 16 maggio 2019, durante il Festival di Cannes 2019, viene annunciato il titolo: Ladybug e Chat Noir - The Awakening.[71][72]

Webserie[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2016 e il 2018 sono state pubblicate delle webserie, spin-off della serie originale: Miraculous: Segreti (Miraculous: Les secrets), Miraculous: Une journée à Paris, Miraculous: Chibi.

Miraculous: Segreti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Miraculous: Segreti.

La webserie è stata pubblicata su YouTube dal 5 ottobre 2016.[73]

Miraculous: Une journée à Paris[modifica | modifica wikitesto]

È una webserie in 2D pubblicata su YouTube dal 19 gennaio 2017, composta da episodi di circa due minuti.[74] Parla della vita di Marinette con i suoi amici, la sua famiglia, e Tikki, il suo kwami.

n. Titolo originale Titolo italiano Pubblicazione originale[75] Prima TV italiana
1 Le carnet 19 gennaio 2017 inedita
2 Inspiration 27 gennaio 2017
3 Répétition 15 febbraio 2017
4 Grosse journée 17 marzo 2017
5 L'exposé 3 aprile 2017

Miraculous: Chibi[modifica | modifica wikitesto]

La webserie è stata pubblicata su YouTube e sui canali ufficiali di Disney Channel a partire dal 31 agosto 2018.[76] È composta da episodi di circa due minuti, con i personaggi disegnati in stile chibi. È stata trasmessa anche su Super! prima di ogni episodio della serie, con il titolo ChibiZag Miraculous.[77]

n. Titolo originale Titolo italiano[78] Prima TV originale Prima TV italiana
1 Un diner de haut vol Cena in terrazzo 31 agosto 2018 31 agosto 2018
2 Parfum corsé Fragranza all'erba gatta
3 Chat perché L'inseguimento
4 Cher inconnu La curiosità uccide il gatto
5 Chat maillerie Tenera lotta tra gatti 7 settembre 2018 7 settembre 2018
6 Fleur fatale Fiore fatale
7 Ladybouh Scarybug! 26 ottobre 2018 26 ottobre 2018

Video educativo[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 maggio 2020 sulla rete televisiva francese TF1 è andata in onda una clip di 2 minuti prodotta in collaborazione con UNICEF France, in cui Ladybug e Chat Noir spiegano come evitare la diffusione del COVID-19.[79][80] La clip, intitolata Les gestes barrière, è stata pubblicata lo stesso giorno sul canale YouTube francese della serie e il 3 giugno 2020 su quello italiano, intitolata Gesti barriera.[81][82]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Esplicative
  1. ^ Titolo alternativo proposto da Disney+
Fonti
  1. ^ (EN) Miraculous, su pgsentertainment.com, PGS Entertainment. URL consultato il 30 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2017).
  2. ^ (EN) Elle Collins, Teen French Heroes Ladybug & Cat Noir Arrive On Nickelodeon, su comicsalliance.com, Comics Alliance, 3 dicembre 2015. URL consultato il 27 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2016).
  3. ^ (EN) Elsa Keslassy, Duo prep S3D superhero toon[collegamento interrotto], 4 ottobre 2010.
  4. ^ Ladybug, su guidatv.sky.it. URL consultato il 21 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2018).
  5. ^ Miraculous, su pgsentertainment.com. URL consultato il 21 settembre 2018.
  6. ^ Disney+ | Miraculous World: New York - Eroi Uniti | In Streaming Ora, su afnews.info, 18 dicembre 2020. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  7. ^ a b c (KO) 공통 게시판, su about.ebs.co.kr, 22 luglio 2015. URL consultato il 25 maggio 2021.
  8. ^ a b Netflix | Le novità di settembre 2020 – "Miraculous - Le Storie di Ladybug e Chat Noir" • Stagione 3, parte 1 e 2 — dal 25 settembre 2020 (minuto 1:37), su facebook.com, 1º settembre 2020. URL consultato il 16 settembre 2020.
  9. ^ Perché Disney Channel è stato chiuso?, su nospoiler.it, 4 maggio 2020. URL consultato il 1º luglio 2020.
  10. ^ Filmato audio (FR) France Five, 101 PUR 100 #23 Thomas Astruc & Wilfried Pain (Miraculous Ladybug), su YouTube, 8 marzo 2016, a 17 min 54 s. URL consultato il 25 maggio 2021.
  11. ^ (EN) Alexandra Whyte, Disney US makes a ‘Miraculous’ deal, su kidscreen.com, 8 aprile 2019. URL consultato il 25 maggio 2021.
  12. ^ a b (EN) Tom McLean, PGS Secures Deals For 'LadyBug', su animationmagazine.net, 20 maggio 2014. URL consultato il 25 maggio 2021.
  13. ^ (EN) ZAG’s ‘Miraculous: Tales of Ladybug & Cat Noir’ Hits Disney Channel, su animationmagazine.net, 8 aprile 2019. URL consultato il 25 maggio 2021.
  14. ^ (EN) Disney+ Acquires All Five Seasons of ZAG/ON’s ‘Miraculous’, su animationmagazine.net, 26 febbraio 2021. URL consultato il 25 maggio 2021.
  15. ^ (KO) [보도자료] SK브로드밴드,글로벌애니매이션 공동제작, su blog.skbroadband.com, 29 novembre 2012. URL consultato il 25 maggio 2021.
  16. ^ (KO) [보도자료] SK브로드밴드, B tv "미라큘러스 레이디버그' 국내 최초 VOD 독점방영, su blog.skbroadband.com, 1º settembre 2015. URL consultato il 25 maggio 2021.
  17. ^ (KO) SAMG Animation : 네이버 블로그, su blog.naver.com. URL consultato il 25 maggio 2021.
  18. ^ a b (FR) Patrice Gascoin, Miraculous va enchanter TFou ! sur TF1, in Le Figaro, 18 ottobre 2015. URL consultato il 25 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2016).
  19. ^ (EN) Jeremy Dickson, Nick US to debut Miraculous Tales of Ladybug & Cat Noir, su kidscreen.com, 10 settembre 2015. URL consultato il 25 maggio 2021.
  20. ^ (EN) 'Miraculous Ladybug' Hops onto Newly-Launched KidsClick, su awn.com, 12 luglio 2017. URL consultato il 25 maggio 2021.
  21. ^ (EN) "Miraculous™: Tales of Ladybug and Cat Noir" from The ZAG Company to Air on Disney Channel, in The Associated Press, 8 aprile 2019. URL consultato il 25 maggio 2021.
  22. ^ (FR) Miraculous : Les Aventures de Ladybug et Chat Noir, su telequebec.tv, Télé-Québec. URL consultato il 25 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  23. ^ (EN) Superstars and superheroes land on Family Channel beginning today, su WildBrain, 2016-11-1. URL consultato il 25 maggio 2021.
  24. ^ (EN) Miraculous: Tales of Ladybug & Cat Noir (Stormy Weather) on Disney Channel, Sat 30 Jan 8:30am, su tvguide.co.uk. URL consultato il 25 maggio 2021 (archiviato il 16 febbraio 2016).
  25. ^ (EN) Miraculous Gets Green Light for Two More Seasons – TVKIDS, su worldscreen.com, 20 giugno 2016. URL consultato il 25 maggio 2021.
  26. ^ a b Domenico Naso, Super!, il canale per bambini festeggia 5 anni con la nuovissima serie Miraculous, in Il Fatto Quotidiano, 14 marzo 2017. URL consultato il 25 maggio 2021.
  27. ^ (EN) Miraculous: Tales of Ladybug and Cat Noir, su TVNZ. URL consultato il 25 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2016).
  28. ^ (JA) Disney Channel Official [disneychanneljp], 「ミラキュラス レディバグ&シャノワール」放送日発表! (Tweet), su Twitter, 15 giugno 2018. URL consultato il 25 maggio 2021.
  29. ^ (JA) 「ミラキュラス レディバグ&シャノワール」ディズニー・チャンネルにて7月23日(月)12:30より日本初放送!, su prtimes.jp, 15 giugno 2018. URL consultato il 25 maggio 2021.
  30. ^ (ES) Las Aventuras De Ladybug. Temporada 3. Episodio 1, su movistarplus.es. URL consultato il 25 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2018).
  31. ^ (EN) Ramin Zahed, Disney+ Acquires All Five Seasons of ZAG/ON’s ‘Miraculous’, su animationmagazine.net, 26 febbraio 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  32. ^ Giovanni Arestia, Disney+: tutte le novità di dicembre, su Tom's Hardware Italia, 20 novembre 2020. URL consultato il 26 agosto 2021.
  33. ^ (FR) Elisabeth Bezançon, Miraculous World Shanghai, La Légende de Ladydragon, le 4 avril, su TF1, 16 marzo 2021. URL consultato il 6 giugno 2021.
  34. ^ (EN) Corinne Heller, Here’s What's Coming to Disney+ This Summer, su Yahoo!, 3 giugno 2021. URL consultato il 6 giugno 2021.
  35. ^ Domenico Bottalico, Le uscite Disney+ e Star di settembre 2021, su Tom's Hardware Italia, 26 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  36. ^ (EN) Zagtoon, Toei's Ladybug Animated Trailer Streamed, 5 settembre 2013.
  37. ^ (EN) Toei and ZAG Animation Presents: “Miraculous Ladybug”[collegamento interrotto], 16 luglio 2012.
  38. ^ Thomas Astruc on Twitter, in Twitter. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  39. ^ Countdown to Miraculous Tales of Ladybug & Cat Noir Is On, su www.bsckids.com. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  40. ^ Thomas Astruc on Twitter, in Twitter. URL consultato il 30 ottobre 2016.
  41. ^ (EN) “LadyBug” – ZAGToon x Toei Anime Collaboration; PV, 5 settembre 2012. URL consultato il 19 agosto 2013 (archiviato dall'url originale l'8 agosto 2013).
  42. ^ a b (FR) Un anime Ladybug par le studio Toei Animation, annoncé, luglio 2014.
  43. ^ (FR) Reith Saji, L’anime Ladybug, daté en France, 6 maggio 2013.
  44. ^ (FR) "Ladybug" en tête des screenings du MipJunior, 7 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre 2013.
  45. ^ (EN) PGS’ ‘LadyBug’ and ‘Alvin’ Most Popular Toons at MIP Junior, 7 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre 2013.
  46. ^ (FR) Mipcom 2013 : "Ladybug" a déjà conquis l’international, 8 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre 2013.
  47. ^ (EN) LadyBug lands in Asia[collegamento interrotto], 3 febbraio 2014. URL consultato il 4 aprile 2014.
  48. ^ (EN) Ladybug flies into Brazil[collegamento interrotto], 3 febbraio 2014. URL consultato il 4 aprile 2014.
  49. ^ (PT) Nielsen Souza, Ladybug deve estrear apenas em 2014 no Gloob, 30 ottobre 2013. URL consultato il 7 gennaio 2014.
  50. ^ (PT) Nielsen Souza, Gloob: confira as novidades do canal para 2014, 9 dicembre 2013. URL consultato il 7 gennaio 2014.
  51. ^ (EN) Bandai Plans ‘Ladybug’ Toys, 5 febbraio 2014. URL consultato il 4 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 23 aprile 2017).
  52. ^ (EN) Jeremy Zag, season 2 and 3 in progress 😊😀👍, su instagram.com, Instagram, 20 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 29 dicembre 2015).
  53. ^ NoSpoiler-Man on nnnjjjjhnnnjhhnj Twitter, su twitter.com. URL consultato il 10 settembre 2016.
  54. ^ Post di Instagram di Jeremy Zag • 3 Ott 2017 alle ore 16:16 UTC, su Instagram. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  55. ^ (FR) Damien Mercereau, Une projection presse des deux premiers épisodes de la saison 2 est organisée le 22 septembre chez TF1 #MiraculousLadybug, su @DamienMercereau, 10:22 AM - 12 Sep 2017. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  56. ^ (FR) TVH, Générique Saison 2 de Miraculous Lady Bug avec Lenny Kim et Lou !, su TVHLAND. URL consultato il 6 ottobre 2017.
  57. ^ Twitter, su mobile.twitter.com. URL consultato l'11 maggio 2018.
  58. ^ (EN) Jeremy Zag annuncia l’inizio della produzione della quarta e quinta stagione!, su instagram.com.
  59. ^ (EN) Jeremy Zag annuncia una trasmissione “in giro per il mondo” delle nuove stagioni in arrivo!, su instagram.com.
  60. ^ (EN) Annecy: Disney Reveals ‘Chip ‘n’ Dale’ Reboot, ‘Monsters at Work’ Details, and More, su variety.com.
  61. ^ (PT) Gloob vira co-produtor do seu desenho de maior sucesso: As Aventuras de Ladybug, su observatoriodatelevisao.bol.uol.com.br.
  62. ^ (EN) Jeremy Zag annuncia l’uscita della quarta stagione in Autunno 2020, su instagram.com.
  63. ^ (EN) Poster ufficiale della quarta stagione, su twitter.com.
  64. ^ (EN) Quarta stagione rinviata al 2021, su twitter.com.
  65. ^ Il cartoon Disney si ispira a Nek: la sigla sembra Laura non c'è, su video.tvzap.kataweb.it.
  66. ^ Lindalee Rose, Lindalee & Jeremy Zag talk Miraculous Ladybug - *Spoilers* (MNN) Ep.2, 25 agosto 2016. URL consultato il 29 agosto 2016.
  67. ^ (EN) The world of Zag, su zag-inc.com. URL consultato il 30 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2017).
  68. ^ Miraculous – Le storie di Lady Bug e Chat Noir avrà un live action | Universal Movies, in Universal Movies - La Folle Passione del Cinema, 7 luglio 2017. URL consultato il 7 luglio 2017.
  69. ^ Miraculous, il film in live action verrà prodotto da Skydance | Universal Movies, in Universal Movies, 7 settembre 2018. URL consultato l'8 settembre 2018.
  70. ^ (PT) 'Miraculous: As Aventuras de Ladybug' terá heroína brasileira e um episódio ambientado no Rio, in Folha de S. Paulo, 5 dicembre 2018. URL consultato il 26 ottobre 2019.
  71. ^ (EN) Stewart Clarke, ‘Ladybug & Cat Noir Awakening’ Animated Musical Feature in Production (EXCLUSIVE), su Variety, 16 maggio 2019. URL consultato il 27 maggio 2019.
  72. ^ MIRACULOUS LADYBUG - IL FILM (Ladybug & Cat Noir Awakening) 2020, su MYmovies.it, 12 luglio 2019. URL consultato l'8 aprile 2020.
  73. ^ Filmato audio MIRACULOUS - Les aventures de Ladybug et Chat Noir, MIRACULOUS 🐞 Les secrets - Chat Noir vu par Marinette 🐞, su YouTube. URL consultato il 26 maggio 2021.
  74. ^ Filmato audio Miraculous Ladybug, Miraculous Ladybug – 2d | The Notebook | Tales of Ladybug & Cat Noir, su YouTube. URL consultato il 26 maggio 2021.
  75. ^ MIRACULOUS 🐞 SECRETS 🐞, su YouTube. URL consultato il 26 maggio 2021.
  76. ^ MIRACULOUS CHIBI, su YouTube. URL consultato il 26 maggio 2021.
  77. ^ ChibiZag Miraculous, su Super!. URL consultato il 26 maggio 2021 (archiviato il 30 novembre 2018).
  78. ^ Miraculous - Chibi Shorts, su YouTube. URL consultato il 26 maggio 2021.
  79. ^ (FR) Miraculous : Ladybug et Chat Noir expliquent les gestes barrières aux enfants, su unicef.fr, 15 maggio 2020. URL consultato l'11 luglio 2021.
  80. ^ (EN) Teaching Kids to be Safe with Superheroes of ‘Miraculous - Tales of Ladybug & Cat Noir’, su awn.com, 10 agosto 2020. URL consultato l'11 luglio 2021.
  81. ^ Filmato audio (FR) MIRACULOUS - Les aventures de Ladybug et Chat Noir, MIRACULOUS 🐞 CLIP - Les gestes barrière 🤜 🤛, su YouTube, 18 maggio 2020. URL consultato l'11 luglio 2021.
  82. ^ Filmato audio MIRACULOUS - Le storie di Ladybug e Chat Noir, MIRACULOUS | 🐞 Gesti barriera 🤜 🤛 CLIP, su YouTube, 3 giugno 2020. URL consultato l'11 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione