Sotto accusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la serie televisiva, vedi Sotto accusa (serie televisiva).
Sotto accusa
Sotto accusa.png
Jodie Foster e Kelly McGillis in una scena del film
Titolo originale The Accused
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Canada
Anno 1988
Durata 111 min
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico
Regia Jonathan Kaplan
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Ralf D. Bode
Montaggio O. Nicholas Brown, Gerald B. Greenberg
Musiche Brad Fiedel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sotto accusa (The Accused) è un film drammatico del 1988, diretto da Jonathan Kaplan con protagoniste Jodie Foster e Kelly McGillis.

Il film è ispirato ad un fatto autentico avvenuto in un bar di New Bedford, Massachusetts, nel 1983, di cui fu vittima la giovane Cheryl Araujo. Sceneggiatura e colonna sonora della pellicola furono rispettivamente firmate da Tom Topor e da Brad Fiedel (Terminator). La Foster vinse per la sua interpretazione un Oscar e un Golden Globe come miglior attrice. Il film, che include una sequenza traumatizzante e realistica della violenza a Sarah Tobias su di un flipper, è stato uno dei primi lavori di Hollywood a testimoniare così esplicitamente il tema dello stupro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sarah Tobias, cameriera in un bar con una pessima reputazione, una sera viene violentata nel locale da tre ragazzi, tra l'incitamento generale di altri avventori. Il procuratore Kathryn Murphy si occupa del caso, e accetta un patteggiamento per lesioni colpose (escludendo così lo stupro) per i tre aggressori. Spinta dalla vittima però, con la quale instaura pian piano un rapporto di solidarietà, si rende conto di aver condotto superficialmente il caso. Con l'aiuto del testimone Ken Joyce, il procuratore decide di portare in tribunale anche tutti gli uomini che hanno istigato i tre alla violenza, accomunati da una notevole avversione per la femminilità della vittima, costretta a subire violenza dopo essere stata convinta a giocare a flipper e ubriacarsi. La causa viene vinta e oltre a far mandare in prigione gli istigatori, ottiene il risultato di far aumentare la pena da scontare ai tre stupratori e la modifica dell'imputazione da lesioni colpose a violenza sessuale.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Memoir of a Brief Time in Hell, in People Magazine, 14 novembre 1988.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema