La leggenda di Korra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo videogioco, vedi The Legend of Korra (videogioco).
La leggenda di Korra
serie TV cartone
Titolo orig. The Legend of Korra
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Michael Dante Di Martino, Bryan Konietzko
Regia Joaquim Dos Santos, Ki Hyun Ryu
Musiche Jeremy Zuckerman, Benjamin Wynn
Studio Nickelodeon Animation Studio, Studio Mir, Studio Pierrot
Rete Nickelodeon, Nick.com
1ª TV 14 aprile 2012 – 19 dicembre 2014
Episodi 52 (completa)
Aspect ratio 16:9
Durata ep. 22 minuti
Rete it. Nickelodeon, TeenNick, Rai Gulp
1ª TV it. 8 dicembre 2012 – 18 agosto 2015
Episodi it. 52 (completa)
Studio dopp. it. Multimedia Network
Dir. dopp. it. Nicola Bruno
Genere azione, avventura, fantasy
Preceduto da Avatar - La leggenda di Aang

La leggenda di Korra (The Legend of Korra) è un cartone animato statunitense trasmesso per la prima volta su Nickelodeon il 14 aprile 2012.[1] È stato creato da Michael Dante Di Martino e Bryan Konietzko come sequel del precedente cartoon Avatar - La leggenda di Aang, trasmesso sullo stesso canale dal 2005 al 2008.

Come nella serie precedente, i personaggi sono in grado di "dominare" i quattro elementi (Acqua, Terra, Fuoco, Aria), ma solo una persona chiamata "Avatar" può dominarli tutti e quattro, e lui o lei è responsabile di mantenere la pace e l'equilibrio nel mondo. In questa serie, ambientata settanta anni dopo la prima serie, seguiamo le avventure di Korra, l'attuale reincarnazione dell'Avatar, erede di Aang.[2]

La serie, il cui stile è influenzato dall'animazione giapponese, è stata annunciata al Comic-Con a San Diego nel 2010.[3]

Negli Stati Uniti la trasmissione televisiva sul canale Nickelodeon è stata sospesa a metà della terza stagione, per privilegiare quella sulle piattaforme digitali (come: Nick.com, Amazon, Google Play, Xbox Video, Hulu, app). Secondo Bryan Konietzko (co-creatore assieme a Michael Dante DiMartino e produttore esecutivo) intervistato presso il San Diego Comic-Con 2014, la decisione sarebbe stata presa per concentrarsi su quel media che è risultato più seguito dagli spettatori con questa serie animata.[4]

In Italia la serie è stata trasmessa dal canale satellitare Nickelodeon dall'8 dicembre 2012 ed in chiaro su Rai Gulp dal 29 marzo 2017 verso le 4 di notte.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Korra è una ragazza di 17 anni proveniente dalla Tribù dell'Acqua del Sud. Ha già appreso le tecniche del Dominio dell'Acqua, della Terra e del Fuoco ma deve completare l'addestramento da Avatar imparando il Dominio dell'Aria, che le sarà insegnato da Tenzin, il figlio di Aang e Katara. Per far ciò, Korra, seguirà Tenzin a Città della Repubblica, fondata dal precedente Avatar, Aang, e dal Signore del Fuoco, Zuko, dove dominatori e non-dominatori vivono in pace. Qui Korra vivrà le sue prime avventure come Avatar, fronteggiando una rivolta di non-dominatori, i Paritari, comandati dal misterioso Amon, intenzionato ad instaurare con la forza la "parità" privando del loro dominio tutti i dominatori. Durante la sua permanenza in città, Korra conosce Mako e Bolin, due fratelli orfani che lottano nel campionato di Dominio Sportivo: Mako domina il Fuoco mentre Bolin la Terra. Korra si innamorerà di Mako, ma tra loro si inserirà Asami Sato, la figlia del più potente industriale di Città della Repubblica, che li aiuterà nella lotta contro il subdolo Amon.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente è stata concepita come miniserie composta da 12 episodi,[5] ma in seguito al successo della serie è stato deciso di suddividerla in quattro stagioni per un totale di 52 episodi.[6] I creatori hanno diviso le quattro stagioni in quattro "libri" in cui raccontare storie autonome. Molti produttori e doppiatori impiegati in Avatar - La leggenda di Aang sono tornati anche a lavorare in questa serie, come per esempio il designer Joaquim Dos Santos e il compositore Jeremy Zuckerman.

La serie ha ricevuto una media di 3,7 milioni di ascolti quando il Libro Primo: Aria è stato trasmesso da aprile a giugno 2012.

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 12 2012 2012
Seconda stagione 14 2013 2015
Terza stagione 13 2014 2015
Quarta stagione 13 2014 2015

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Il mondo è diviso nelle principali nazioni:

  • Tribù dell'Acqua - Le due tribù vivono in un ambiente simile, quello del freddo polare; un territorio nel quale per sopravvivere si pratica l'arte del dominio dell'acqua. Culturalmente sono però assai distinte: mentre la tribù del sud si occupa di commercio e si ammoderna tecnologicamente, la tribù del nord mantiene un più rigoroso contatto con le tradizioni, tranne che per il settore militare; nel quale vi è l'impiego di moderne navi metalliche, e anche di esoscheletri per i propri soldati.[7] Alla fine della seconda stagione la Tribù dell'Acqua del Sud diventa indipendente.
  • Regno della Terra - Regno assai vasto e disomogeneo culturalmente, ma in genere assai conservatore. Al suo interno è presente la grande palude abitata da dominatori dell'acqua particolarmente arretrati, la città di Zaofu abitata da dominatori del metallo, alcuni vasti deserti abitati da dominatori della sabbia. Politicamente è guidato da una monarchia assolutista; culturalmente è immobile. Tecnologicamente è molto arretrato, ed importa manufatti metallici (già dalla precedente serie) anche di cattiva qualità.[8] Dopo l'assassinio della regnante la qualità di vita della gente peggiora sensibilmente, a causa delle lotte intestine fra i vari neo stati. Successivamente Kuvira (autonominatasi la Grande Unificatrice) riunisce il regno usando una poderosa forza tecnologica, rinominandolo Impero della Terra. Alla fine della quarta stagione il pretendente al trono Wu rivela in via non ufficiosa a Korra di voler rinunciare al trono per lasciare ai neostati del Regno la loro libertà.
    • Zaofu - Città fondata da Suyin Beifong e da suo marito Baatar, è una città formata interamente di metallo, molto avanzata tecnologicamente e moderna culturalmente. In essa si praticano arte e sport, e la qualità della vita è buona. La città è costituita da alcuni grossi centri rivestiti da petali metallici che si chiudono all'occorrenza, in genere per la notte, impedendo ogni entrata o uscita. La sicurezza è affidata ad un corpo militare formato da dominatori del metallo. Politicamente è autonoma dal Regno della Terra, e guidata dalla famiglia fondatrice e da altri membri da essa eletti al governo. Tuttavia in seguito allo sgretolamento del Regno della Terra molti membri della milizia cittadina di Zaofu fuggono insieme a Kuvira. Nella quarta stagione viene conquistata da Kuvira e privata dei suoi petali-scudo metallici.
  • Nomadi dell'Aria - La nazione è scomparsa, ed esiste solamente nella famiglia di Tenzin, nei servitori che mantengono in ordine i templi, ed alcuni membri del Loto Bianco come forza di sicurezza. Durante la terza stagione il dominio dell'aria ritorna casualmente nel mondo, e nascono nuovi dominatori fra i non-dominatori latenti. La nuova generazione dei Nomadi dell'Aria è composta da un numero ristretto di membri che vivono ancora in un modo poco sofisticato tecnologicamente. Dopo l'investitura a maestra della figlia di Tenzin, Jinora, appare un nuovo abbigliamento tipico: una tuta semiaderente che incorpora delle ali di stoffa ripiegate, permettendo ai dominatori il volo planato anche senza il loro tradizionale bastone alato.
  • Nazione del Fuoco - Non appare mai nella serie; si suppone che abbia mantenuto un elevato livello tecnologico, ma forse inferiore a quello di Città della Repubblica; infatti durante la guerra civile dei paritari la Nazione inviò la propria parte di flotta delle Forze Unite, capitanata nientemeno che dal figlio della Signora del Fuoco; tuttavia non disponendo di un'adeguata contraerea, fu sconfitta in breve dall'aviazione dei Paritari. Formalmente si mantiene neutrale dai conflitti a causa del pesante fardello trasportatosi nella Guerra dei Cent'anni.
    • Città della Repubblica - Si tratta di una nazione che sorge sulle ex colonie della Nazione del Fuoco, site nel territorio del Regno della Terra. Fu questo il compromesso per una pace duratura dopo la fine della precedente guerra: la Nazione del Fuoco avrebbe rinunciato a delle colonie molto prospere, essendo popolate da due tipi di dominatori: del fuoco e della terra, che producevano un'eccellente manifattura, ma queste non sarebbero ritornate allo sconfitto Regno della Terra. Oggi la nazione è popolata anche da dominatori dell'acqua, del metallo, e da molti non-dominatori. Tuttavia le differenze creano anche differenza di classi. La città è molto avanzata tecnologicamente: si producono megacarri, satomobili e dirigibili. Dal punto di vista culturale è in fermento: è presente lo sport (il Dominio Sportivo), mentre il governo è affidato ad un gruppo di cinque saggi consiglieri: una in rappresentanza della Nazione del Fuoco, uno del Regno della Terra, uno per la Tribù dell'Acqua, uno per i Nomadi dell'Aria, ed uno per il Loto Bianco. In seguito alla guerra civile dei Paritari si sono superate le deficienze del consiglio con la nomina di un presidente non-dominatore; dopo i fatti della Convergenza Armonica la città è stata colonizzata dagli spiriti, una presenza in genere gradita ma che interferisce notevolmente con le attività umane data la crescita di viticci; dopo lo scoppio del cannone di Kuvira alimentato da quest'ultimi, in mezzo alla città si va incredibilmente a formare un terzo portale spirituale.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Korra: protagonista della serie, è la nuova reincarnazione dell'Avatar. L'esatto opposto di Aang, Korra è impulsiva e attaccabrighe. Le sue abilità di dominatrice sono fuori dal comune: a quattro anni è in grado di dominare istintivamente acqua, terra, e fuoco; segue Tenzin a Città della Repubblica per apprendere le tecniche del dominio dell'aria. Padroneggia perfettamente la componente "fisica" di tutti i domini che ha imparato, ma non riesce ad afferrare la componente spirituale. A Città della Repubblica partecipa al torneo di Dominio Sportivo unendosi alla squadra formata da Bolin e Mako, in qualità di dominatrice dell'acqua. Nella seconda stagione, Korra deve fare i conti con la Convergenza Armonica: l'evento avvenuto 10 000 anni prima che ha dato inizio al ciclo degli Avatar, per cui dovrà imparare ad entrare nel mondo degli spiriti attraverso la meditazione, cosa per lei molto ardua.
Doppiata in italiano da: Domitilla D'Amico
  • Mako: un orfano amico di Korra conosciuto a Città della Repubblica durante gli incontri di Dominio Sportivo, è un dominatore del fuoco. Dopo la morte dei loro genitori, si è sempre preso cura del fratello minore Bolin, cosa che lo ha reso molto responsabile ma anche molto severo e chiuso in sé stesso. Inizialmente legato sentimentalmente ad Asami, si unisce a Korra nella lotta contro Amon, capendo poi di essere innamorato di lei e mettendosi insieme, per poi lasciarsi nella seconda stagione. Nella terza stagione aiuta l'Avatar nella ricerca dei nuovi dominatori dell'aria e nel contempo, ritrova assieme al fratello la parte della sua famiglia rimasta a Ba Sing Se.
Doppiato in italiano da: Daniele Raffaeli
  • Bolin: fratello minore di Mako e come lui lottatore di Dominio Sportivo, è un dominatore della terra. Non si separa mai dal suo fido amico Pabu, un furetto del fuoco (più precisamente un panda rosso). A differenza di Mako, Bolin è un ragazzo vivace e burlone che a volte commette qualche leggerezza di troppo. Anche lui combatte contro Amon al fianco di Korra, purtroppo innamorandosi di quest'ultima non ricambiato.
Doppiato in italiano da: Gabriele Patriarca
  • Asami Sato: figlia del più potente industriale di Città della Repubblica, Hiroshi Sato, non è una dominatrice ma si avvale della tecnologia del padre e di una grande abilità nel combattimento per sconfiggere i nemici dell'Avatar. Ha una relazione con Mako, e convince il padre a sponsorizzare la squadra di Dominio Sportivo formata da lui, Bolin e Korra. Ragazza molto dolce e gentile, a differenza del padre non prova nessun rancore verso i dominatori. Dopo la morte della madre, è stata allenata fin da piccola in varie forme di combattimento e questo, unito alle sue abilità di pilota e meccanico, alla sua elevata intelligenza e alle sue eccezionali risorse economiche, l'hanno resa un membro indispensabile della nuova squadra dell'Avatar.
Doppiata in italiano da: Valentina Mari
  • Tenzin: figlio terzogenito di Aang e Katara, insegna a Korra il dominio dell'aria. Vive a Città della Repubblica sull'isola del Tempio dell'Aria con la sua famiglia. È uno dei consiglieri di Città della Repubblica. A differenza dei fratelli Bumi e Kya è di temperamento piuttosto serio, mantiene sempre un eccessivo controllo di sé stesso perdendolo in rarissime occasioni. A causa di questa differenza così marcata con il carattere di Korra, inizialmente avrà dei problemi a relazionarsi con lei.
Doppiato in italiano da: Roberto Draghetti
  • Lin Beifong: figlia di Toph, sorella maggiore di Suyin, e capo della polizia di Città della Repubblica. Estremamente severa e ligia al dovere, in rari casi mostra il suo lato tenero, soprattutto in presenza di Tenzin, col quale ebbe una storia in passato, che lei non ha ancora superato. Adesso sembra aver sviluppato un ottimo rapporto anche con la nipote Opal, con la quale madre, Suyin, aveva un pessimo rapporto per via di litigi giovanili. Come la madre Toph, oltre al dominio della terra, esercita specialmente quello del metallo; inoltre ha l'abilità di "vedere" per mezzo delle vibrazioni del terreno.
Doppiata in italiano da: Isabella Pasanisi

Personaggi dalla serie precedente[modifica | modifica wikitesto]

  • Aang: l'Avatar precedente a Korra e deceduto da anni; appare in flashback o talvolta in forma di spirito per aiutare Korra, o il figlio Tenzin.
  • Katara: moglie dell'Avatar Aang e madre di Bumi, Kya e Tenzin; è una dominatrice dell'acqua, del sangue, e guaritrice fra le migliori. Non partecipa in modo attivo alle vicende belliche della serie in quanto, secondo la stessa Toph, troppo anziana per combattere.
  • Sokka: fratello di Katara e cognato dell'Avatar Aang, è ormai deceduto da tempo. Appare una volta a Korra in una sua visione dal passato, ove esercitava il ruolo di giudice a Città della Repubblica. In quell'occasione giudicò colpevole un noto criminale accusato di dominare il sangue senza luna piena.
  • Zuko: l'anziano Signore del fuoco, che, dopo 67 anni di regno, ha ormai ceduto lo scettro alla figlia, e ora è conosciuto semplicemente come Lord Zuko. Sotto il suo regno i draghi sono tornati, e usualmente si sposta in groppa ad uno di essi chiamato Druk. È uno dei capi del nuovo Loto Bianco. Si occupa di organizzare la sicurezza dell'Avatar, e di custodire pericolosi criminali, a cui dà la caccia allorché evadano. Assieme ad Aang è uno dei fondatori di Città della Repubblica, infatti nella piazza della stazione è presente una statua di lui che genera una fiamma dalla mano destra. Ora, ultraottantenne, pur avendo perso molta dell'agilità che aveva un tempo, è ancora un dominatore del fuoco molto potente.
  • Iroh: l'antico zio di Zuko, il generale, il membro del Loto bianco, l'amante del tè, è deceduto da molti anni ormai; ma il suo spirito è in attesa di reincarnarsi nel mondo degli spiriti, ed incontra gli altri protagonisti quando capita loro di avventurarsi in quel particolare mondo.
  • Toph: maestra di Aang nel dominio della terra, e scopritrice del dominio del metallo; in tutto il mondo forse la più potente fra i dominatori della terra.
  • Wan Shi Tong: antico e potente spirito custode della sua biblioteca, ha l'apparenza di un enorme uccello rapace notturno. A seguito dei fatti accaduti nella precedente serie, decide di ritirare la sua biblioteca dal mondo umano trasferendola nel mondo degli spiriti. Wan Shi Tong è uno spirito avido e arcigno, interessato solo ad incrementare la sua collezione di conoscenze, senza alcun scopo; a suo giudizio non si dovrebbe impiegare la conoscenza per i propri interessi, ma solo per la contemplazione culturale.
  • Tartaruga-leone: nella serie precedente era stata una Tartaruga-leone a offrire ricovero ad Aang ed a trasmettergli il potere di rendere inoffensivi senza uccidere, privando del dominio. In questa serie appaiono numerose Tartarughe-leone nel flashback di Wan, proteggenti gli umani: esse vivono in ambienti differenti, ed elargiscono poteri differenti che corrispondono ai quattro domini. Sono molto simili fra loro, ma si distinguono per alcuni dettagli: il guscio, che ospita una città diversa per ogni cultura, gli arti, ed il pelo. In particolare la Tartaruga-leone volante possiede sulle membra alcuni semplici linee che ricordano i tatuaggi dei nomadi dell'aria.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Pema: moglie di Tenzin e madre di Jinora, Ikki, Meelo e l'ultimo arrivato Rohan. Non è una dominatrice. Voce della ragione all'interno della sua famiglia, più volte dà consigli al marito e a Korra. A volte svolge il ruolo di personaggio comico a causa delle difficoltà causate dalla vivacità dei suoi figli ad una non-dominatrice come lei.
Doppiata in italiano da:
  • Jinora: figlia primogenita di Tenzin e Pema, è una dominatrice dell'aria. È la più posata e studiosa. Dimostra di avere una grande affinità con gli spiriti, a differenza del padre; nella seconda stagione aiuta Korra ad entrare nel mondo degli spiriti. Nella terza si dimostra in grado di viaggiare con lo spirito mantenendo il corpo in stasi: una tecnica avanzata di meditazione dei Nomadi dell'Aria.
Doppiata in italiano da: Giulia Tarquini
  • Ikki: figlia secondogenita, e dominatrice dell'aria, Ikki è molto vivace ed impicciona. È capace di parlare tantissimo ma senza che le sfugga nulla dimostrando in più occasioni la sua furbizia. Non sempre va d'accordo con i fratelli, ma si intende bene con gli animali.[9]
Doppiata in italiano da: Gemma Donati
  • Meelo: figlio terzogenito e dominatore dell'aria; gli piace la compagnia dei lemuri volanti, ed ha un'ammirazione per Asami. Già da piccolo e con il pannolino è un potente dominatore dell'aria, ed ha inventato una tecnica di combattimento di dominio che potenzia le sue flatulenze, per mezzo delle quali può lanciarsi in aria ed ammortizzare gli atterraggi. Nonostante sia un dominatore dell'aria, sogna un futuro da soldato.
Doppiato in italiano da:
  • Rohan: figlio quartogenito, appena nato. Prima che nascesse, Katara ha predetto che sarebbe stato un dominatore dell'aria.
Doppiato in italiano da:
  • Bumi: figlio primogenito dell'Avatar Aang e Katara, fratello di Tenzin e Kya; è un non-dominatore. Ha servito per la marina delle Nazioni Unite per molti anni, per poi ritirarsi ed aiutare il fratello Tenzin e l'Avatar Korra. Essendo un ex militare Bumi è versato nel pugilato, nel lancio di pugnali, ed è un capo carismatico.
Doppiato in italiano da: Luca Dal Fabbro
  • Kya: figlia secondogenita dell'Avatar Aang e di Katara, sorella di Tenzin e di Bumi; è una dominatrice dell'acqua e guaritrice. Il suo nome ricalca quello della nonna, la madre di Katara e Sokka. Ha un carattere solitamente gentile e premuroso, va molto d'accordo con i piccoli nipoti. È una dominatrice dell'acqua molto abile, e guaritrice capace. Si scontra con Zaheer riuscendo quasi a sconfiggerlo, ma perde contro Ming-Hua.
Doppiata in italiano da: Laura Lenghi
  • Tonraq: padre di Korra, in gioventù era a capo della sicurezza presso la Tribù dell'Acqua del Nord, ma per catturare dei banditi fu costretto a danneggiare un luogo sacro agli spiriti, che si vendicarono sulla città. A seguito di tali fatti fu espulso, e trovò riparo presso la Tribù del Sud, ove col tempo divenne capo. È alto e possente, ed è un potente dominatore dell'acqua. Se il terreno è sfavorevole, si porta due borracce a tracolla, ed usa l'acqua per creare due fruste.
Doppiato in italiano da:
  • Senna: madre di Korra, sempre pronta a sostenere la figlia.
Doppiata in italiano da:
  • Eska e Desna: figli gemelli di Unalaq, Eska è femmina e Desna maschio; a distinguerli solo un velo di trucco ed alcuni accessori fra i capelli di Eska. Sono molto affiatati ed indossano sempre vesti larghe, coprenti e lugubri. Si dicono insoddisfatti di tutto e sempre annoiati. Sono potenti dominatori dell'acqua, soprattutto se agiscono insieme. Per un po' Eska ha costretto Bolin a essere il suo fidanzato anche se il ragazzo è finito per innamorarsene; successivamente, al vederlo lavorare per Kuvira le fa i suoi complimenti per essersi scelto una padrona veramente spaventosa.
Doppiati in italiano da: Joy Saltarelli (Eska) e Alessio De Filippis (Desna)
  • Izumi: figlia di Zuko e attuale Signora del Fuoco, di atteggiamento molto severo. Durante la quarta stagione decide di non mandare le truppe del suo paese in battaglia a fianco di Città della Repubblica per evitare una delle tante guerre inutili combattute dalla Nazione del Fuoco.
Doppiata in italiano da:
  • Generale Iroh: nipote di Zuko e comandante della flotta delle Nazioni Unite; riesce a risollevare le sorti della lotta contro Amon, nonostante avesse perso la propria flotta. Alto e formoso, è un dominatore del fuoco capace di generare fulmini.
Doppiato in italiano da: Marco Vivio
  • Suyin Beifong: figlia minore di Toph e sorellastra di Lin, è una dominatrice della terra e del metallo. La madre concedeva alle figlie molta libertà, tanto che Suyin diventò la tipica figlia ribelle, a tal punto da frequentare piccoli criminali. Ciò inasprì i rapporti con la sorella maggiore, che voleva seguire la madre nella carriera in polizia. Un giorno Lin al termine di un inseguimento scoprì che alla guida del veicolo a cui dava la caccia c'era la sorella, e lo scontro/litigata che seguì portò allo sfregio che tuttora si trova sulla sua guancia. Per questo Toph fu costretta ad insabbiare il caso e a mandare la figlia minore via da Città della Repubblica. Da allora le due sorelle non si sono più parlate. Negli anni successivi Suyin ha viaggiato in lungo e in largo finché non ha trovato l'uomo che ora è suo marito: Baatar.
Doppiata in italiano da: Sabrina Duranti
  • Opal: unica figlia femmina di Suyin, è una delle persone diventate dominatori dell'aria dopo la Convergenza Armonica. Ragazza dolce, gentile, comprensiva, e paziente, cerca di far riavvicinare la madre e la zia però il successo non sarà immediato.
Doppiata in italiano da: Joy Saltarelli
  • Varrick: autentico scienziato pazzo, originario della Tribù dell'Acqua del sud, è diventato ricchissimo e vive nel lusso più assurdo: animali esotici, bizzarri costumi, tecnologie sperimentali, cortigiani annuenti, sono all'ordine del giorno ovunque vada. Possiede pescherecci, navi militari, aerei. Non è veramente un cattivo, ma comunque assai nefasto, in quanto nella conduzione dei suoi affari è del tutto spregiudicato, e pensa soltanto al suo successo.
Doppiato in italiano da: Nanni Baldini
  • Zhu-Li: inseparabile segretaria di Varrick, lo segue ovunque e gestisce i suoi impegni che Varrick, essendo disorganizzatissimo, non potrebbe gestire. Fa il suo lavoro con solerzia e rigore, ricevendo dal principale un atteggiamento piuttosto ingrato e menefreghista. Varrick ha dimostrato di tenere a lei, ma è ignoto se sia davvero per affetto o più per dipendenza; fatto che verrà chiarito con il loro matrimonio finale. Molte volte nel corso della serie, le difficoltà causatele dal principale la rendono una figura comica.
Doppiata in italiano da:
  • Hou-Ting: figlia di Kuei e nuova Regina della Terra. Sovrana molto esigente ed egocentrica, agisce e governa i propri sudditi senza curarsi dei loro diritti. Ha un atteggiamento odioso ed impone tasse che poi utilizza unicamente per abbellire il proprio palazzo. Inoltre non si fa scrupoli a rapire i sudditi di Ba Sing Se diventati dominatori dell'aria per trasformarli in un esercito personale. Una volta che questi ultimi scappano, dichiara Korra ricercata nel suo regno, ma prima che questa venga davvero catturata il Loto Rosso raggiunge Hou-Ting e la rende il suo primo sovrano ucciso. Ha una terribile allergia al pelo animale e per questo Bolin in sua presenza è costretto a nascondere Pabu nella maglietta.
Doppiata in italiano da:
  • Wu: giovane aristocratico, nipote della scomparsa Regina della Terra. Pensa solo a divertirsi ed a fare vita mondana; non sa nulla di come amministrare uno stato, ma la cosa non lo preoccupa, perché tanto ci sono i ministri. Si stabilisce a Città della Repubblica mentre la riunificazione e pacificazione del Regno della Terra viene portata a compimento; gli viene affidato Mako come guardia del corpo, che per lavoro è costretto a sorbirsi le idee strambe del suo protetto pur non condividendole.
Doppiato in italiano da: Simone Marzola
  • Kai: giovane ladruncolo orfano del Regno della Terra che si unisce al gruppo dopo essere diventato un dominatore dell'aria. Sviluppa subito una fortissima amicizia con Jinora ma non riesce a conquistare la fiducia di Mako, che lo vede come una versione giovane di sé stesso. Già un validissimo dominatore fin dalla sua prima comparsa, grazie a lui Jinora ha il coraggio di parlare col padre riguardo alla questione dei tatuaggi da maestro.
Doppiato in italiano da:
  • Raiko: dopo la guerra civile contro i paritari di Amon, il consiglio dei saggi viene sciolto e viene instaurata in sua vece la repubblica presidenziale, della quale Raiko è il primo presidente della storia. Raiko è un uomo di mezza età che si comporta da politico navigato, ed è concentrato soltanto a perseguire l'interesse dei suoi elettori
Doppiato in italiano da:
  • Tuyen: ragazza incontrata da Meelo in un villaggio vicino alla Foresta degli Spiriti del Regno della Terra e di cui si infatuerà, probabilmente ricambiato.
Doppiata in italiano da:

Antagonisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Amon: antagonista principale della prima stagione e capo dei Paritari, una setta rivoluzionaria di non dominatori che intende stabilire con la forza una specie di parità fra persone capaci di dominare, a loro dire degli oppressori, e chi non ne è capace.
Doppiato in italiano da: Pasquale Anselmo
  • Tarrlok: consigliere di Città della Repubblica (rappresenta la tribù dell'acqua del Nord; il consiglio è composto da un membro per ciascuna nazione) che cerca di costringere Korra a combattere al suo fianco nella lotta repressiva contro Amon e i Paritari. È un dominatore dell'acqua e, segretamente, sa dominare il sangue senza luna piena.
Doppiato in italiano da: Massimo Bitossi
  • Hiroshi Sato: padre di Asami, è il più potente industriale di Città della Repubblica, l'inventore della satomobile (vale a dire l'automobile). Si dimostra contento della presenza di Mako vicino alla figlia, e ben disposto anche a finanziare la squadra di dominio sportivo dei Furetti di fuoco.
Doppiato in italiano da:
  • Unalaq: capo della tribù del nord, antagonista della seconda stagione e padre di Eska e Desna. Alto e magro, la sua ambizione è insaziabile; è un dominatore dell'acqua, e conosce tecniche di pacificazione degli spiriti. Si scoprirà essere il vero colpevole della serie di eventi che hanno portato all'esilio di suo fratello Tonraq, ed è un ex alleato del Loto rosso.
Doppiato in italiano da: Guido Di Naccio
  • Vaatu: spirito dell'oscurità e del caos, avversario di Raava, contro la quale combatte per portare distruzione nel mondo. A seguito della sua sconfitta ad opera di Raava e di Wan, primo Avatar, venne rinchiuso in un albero. Dopo diecimila anni, viene liberato da Unalaq, suo alleato, per sconfiggere l'Avatar. Verrà eliminato insieme ad Unalaq da Korra, ma secondo Raava ritornerà in vita in quanto suo complementare.
  • Zaheer: antagonista principale della terza stagione. Rivoluzionario a capo del Loto Rosso, una setta anarchica che segue i precetti di un dominatore dell'aria vissuto 4000 anni fa: Guru Lahima, secondo il quale la forma più naturale di ordine è il caos. Inizialmente un non-dominatore, 13 anni fa in accordo con Unalaq, assieme ai suoi tre compagni ha tentato di rapire la piccola Korra ma fu fermato da Sokka, Tenzin, Tonraq e Zuko.
Doppiato in italiano da: Gerolamo Alchieri
  • Ghazan: membro del Loto Rosso; è un dominatore della terra e della lava: un'abilità di dominio così rara da essere conosciuta solo da alcuni Avatar.
Doppiato in italiano da:
  • Ming-Hua: membra del Loto Rosso. È una dominatrice dell'acqua, ma è priva di braccia; l'acqua si dovrebbe dominare con movimenti fluidi del corpo e delle braccia, ciononostante ella sa esprimere un dominio molto potente.
Doppiata in italiano da:
  • P'Li: membra del Loto Rosso e fidanzata di Zaheer. Dominatrice del fuoco, e della esplosione: una forma estrema e rara di dominio del fuoco. Ella possiede la capacità di creare raggi esplodenti diretti dalla mente, e originati dalla fronte ove possiede una sorta di terzo occhio.
Doppiata in italiano da:
  • Aiwei: membro del Loto rosso, Aiwei è un dominatore della terra e del metallo, ed alto ufficiale di Zaofu. Peculiarità ulteriore: è un veggente della verità, nel senso che riconosce subito qualunque menzogna, ascoltando i battiti del cuore ed altri parametri medici, in un modo simile a Toph.
Doppiato in italiano da: Gianni Giuliano
  • Kuvira: giovane danzatrice e soldatessa della città di Zaofu, dominatrice della terra e del metallo. Ha fatto parte della spedizione che Suyin mandò in supporto all'Avatar presso il tempio dell'aria del nord. Ivi non partecipò alla lotta, in quanto il raggiungimento della sua posizione strategica la fece ritardare, ma riuscì comunque a salvare la vita di Tonraq afferrandolo con una fune metallica mentre stava precipitando, scagliato via da Zaheer. In seguito alla implosione del regno della terra riesce a farsi scegliere dalla comunità dei capi delle nazioni come riunificatrice del regno della terra; in tre anni il suo lavoro si conclude, ma si rifiuta di cedere il comando al giovane Wu.
Doppiata in italiano da: Emilia Costa
  • Baatar Junior: primogenito di Suyin e Baatar; è un ingegnere, è il futuro marito di Kuvira e suo secondo in comando. Una volta si occupava assieme al padre architetto della costruzione e del mantenimento di tutte le strutture di Zaofu e ora, dopo l'insurrezione del Loto Rosso, si è unito a Kuvira nel suo progetto di riunificazione lasciando Zaofu contro il desiderio della madre.
Doppiato in italiano da:

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

In agosto del 2012, Variety ha riportato che Paramount Animation, una compagnia sorella di Nickelodeon, ha iniziato un progetto di vari film animati, con budget attorno ai 100 milioni di dollari. Secondo Variety, un possibile candidato per uno dei film è The Legend of Korra.[10] Il creatore della serie Bryan Konietzko ha scritto nel suo blog che lui e Michael Dante DiMartino "piacerebbe scrivere/dirigere un film d'animazione di Korra qualche volta", nessun film è in progetto.[11]

Web serie[modifica | modifica wikitesto]

Republic City Hustle si tratta di una web serie statunitense del 2013, con animazione computerizzata; si compone di tre episodi. La miniserie narra le avventure di Mako, Bolin e Toza (il burbero dominatore della terra che voleva cacciare Korra dalla palestra del dominio sportivo)[12] prima della storia de La leggenda di Korra. Appaiono anche Shin l'ombroso e Zolt il fulmine.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella precedente serie era presente uno sfortunato e comico venditore di cavoli, la cui merce andava sempre perduta. Nella serie di Korra scopriamo che riuscì a fare fortuna finalmente presso Città della Repubblica: i suoi discendenti gli hanno dedicato una statua,[13] ma non si occupano più di commercio di verdure, bensì con la Cavolo Corporation sono diventati industriali, e sono diretti concorrenti delle Industrie Futuro di Hiroshi Sato, il padre di Asami.
  • Nei cassetti delle scrivanie compare spesso uno strano libriccino con la copertina gialla e - su sfondo rosso - una figura umana in posa da combattimento a torso nudo e capelli corti.[14]
  • In prosecuzione cronologica dalla serie precedente, ne La leggenda di Korra la tecnologia appare più sviluppata, così come l'architettura, appaiono: il vapore, la radio, il cinematografo (ed il divismo: Bolin diventa famoso praticamente in tutto il regno della terra, ed incontra fan che gli chiedono autografi), l'energia elettrica, automobili (anzi satomobili) e motoslitte; nuovi stili di vita (il dominio sportivo candidato a divenire sport popolare, sebbene praticabile soltanto da dominatori) nuovi abiti, nelle località più sviluppate come Città della Repubblica. Mentre altri posti mantengono un'arretratezza tecnologica e culturale (il Regno della Terra, le Tribù dell'Acqua) se non una fiera primitività (i templi specialmente quelli dell'aria, il deserto, la grande palude al centro del Regno della Terra coi dominatori del fango). Tutti questi elementi danno alla serie una moderata impronta steampunk.
  • Alla fine della seconda stagione Korra afferma di aver perso definitivamente il legame con le sue vite precedenti. Tuttavia nella serie precedente Aang, durante il coma provocato dal suo assassinio da parte di Azula, entra in contatto con le sue vite precedenti e recupera sia il legame che lo Stato dell'Avatar.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nickelodeon’s The Legend Of Korra To Premiere On Saturday, April 14, At 11:00 Am, tvbythenumbers.zap2it.com. URL consultato il 05 marzo 2016.
  2. ^ Christopher John Farley, ‘Legend of Korra’: The ‘Avatar’ Creators on the New Spinoff, su WSJ. URL consultato il 05 marzo 2016.
  3. ^ Can Americans Make Anime?, su The Escapist. URL consultato il 05 marzo 2016.
  4. ^ Francesca Camerino, The Legend of Korra, la serie animata passa dalla tv al web, tvblog.it, 28 luglio 2014. URL consultato il 3 agosto 2014.
  5. ^ Christopher John Farley, ‘The Last Airbender: Legend of Korra’: The Creators Speak, su WSJ. URL consultato il 05 marzo 2016.
  6. ^ Nickelodeon orders second season of 'The Legend of Korra' -- EXCLUSIVE | EW.com, insidetv.ew.com. URL consultato il 05 marzo 2016.
  7. ^ Chiamati "megacarri" nel doppiaggio italiano; vedi episodio 7, libro primo
  8. ^ Lo sostiene Asami, giudicando la qualità delle aeronavi importate dalla aviazione del Regno della Terra, prodotte dalla Cavolo corporation, di qualità inferiore e più economiche rispetto a quelle di produzione propria Industrie Futuro; vedi episodio 10, libro terzo
  9. ^ Nell'episodio 8 del libro 1, Bolin le fa delle domande a raffica per canzonarla del suo modo didascalico di introdurli al tempio dell'aria, ma Ikki riesce a rispondergli meccanicamente senza battere ciglio
  10. ^ Paramount ramping up animation slate
  11. ^ Peter Vidani, NO KORRA MOVIE IN THE WORKS AT THIS TIME, su bryankonietzko.tumblr.com. URL consultato il 05 marzo 2016.
  12. ^ Vedi episodio 2, libro primo
  13. ^ Visibile per un momento nell'episodio 6 del libro 1
  14. ^ Si può vedere sia nella centrale di polizia di Città della Repubblica (episodio 5 libro 2), che nell'albergo del deserto del Regno della Terra (episodio 9 libro 3)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN295134173 · LCCN: (ENno2013005112