Eva Marie Saint

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Eva Marie Saint (Newark, 4 luglio 1924) è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La Saint nel settembre 1990

Nata a Newark, nel New Jersey, da Eva Marie Rice e John Merle Saint, ha studiato recitazione alla Bowling Green State University[1]. Dopo aver terminato i suoi studi ha lavorato per alcuni tempi in radio ed alla televisione, prima di prendere parte a Fronte del porto con Marlon Brando, per cui vinse l'Oscar come migliore attrice non-protagonista.

Le sue interpretazioni più note, risalenti agli inizi della sua carriera sono Un cappello pieno di pioggia (1957), insieme a Don Murray, Intrigo internazionale (1959), con Cary Grant e sotto la direzione di Alfred Hitchcock, ed Exodus (1960), in coppia con Paul Newman. Ultraottantenne, Eva Marie Saint ha interpretato Martha Kent, la madre adottiva di Superman, in Superman Returns (2006).

In televisione viene ricordata nel ruolo di Kate Macahan nella miniserie Alla conquista del West, interpretazione per cui ricevette anche una nomination agli Emmy Awards nel 1977[1].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1951 è stata sposata con il regista e produttore Jeffrey Hayden (morto nel 2016), dal quale ha avuto due figli, Darrell (nato il 1º aprile 1955) e Laurette (nata il 19 luglio 1958)[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar alla migliore attrice non protagonista nel 1955 per Fronte del porto (On the waterfront) di Elia Kazan.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Eva Marie Saint con Marlon Brando in Fronte del porto (On the waterfront) di Elia Kazan (1954)
Eva Marie Saint con Cary Grant nel trailer di Intrigo internazionale (North by Northwest) di Alfred Hitchcock (1959)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Eva Marie Saint, imdb.com. URL consultato il 10 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN117539327 · ISNI (EN0000 0001 1455 8206 · LCCN (ENn86138598 · GND (DE129602914 · BNF (FRcb139836423 (data)