Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Caratteri cinesi tradizionali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'insieme dei caratteri cinesi tradizionali rappresenta una delle due modalità standard di scrittura dei caratteri cinesi nel sistema contemporaneo, l'altra è detta caratteri cinesi semplificati.

La divisione è dovuta alla riforma della scrittura fatta dal governo della Repubblica popolare cinese alla metà del secolo XX per promuovere l'alfabetizzazione rendendo i caratteri meno difficili da scrivere. Nella Cina continentale e a Singapore viene utilizzato il cinese semplificato, mentre a Hong Kong, Macao, Taiwan e nella maggior parte delle comunità Cinesi all'estero si usa il cinese tradizionale. La popolazione cinese chiama i caratteri tradizionali in vari modi, ognuno dei quali con differenti implicazioni. Il governo della Repubblica di Cina (Taiwan) ufficialmente li chiama caratteri standard o caratteri ortodossi (正体字, 正體字, zhèngtǐzìP), il che implica che i caratteri tradizionali siano la forma corretta. Viceversa, gli utilizzatori dei caratteri semplificati li chiamano caratteri complessi (繁体字, 繁體字, fántǐzìP) o informalmente caratteri vecchi (老字, pinyin: lǎozì), con l'implicazione che i caratteri tradizionali sarebbero stati rimpiazzati e ormai obsoleti.

Testi stampati[modifica | modifica wikitesto]

Nella Repubblica popolare cinese e a Singapore la maggior parte dei testi vengono stampati in caratteri semplificati (salvo edizioni di classici della letteratura e della poesia, che spesso mantengono i caratteri tradizionali), ma i caratteri tradizionali vengono comunque ancora usati nelle copertine dei testi, o in pubblicazioni di particolare prestigio. Presso Taiwan, Hong Kong e Macao la maggior parte delle pubblicazioni sono effettuate con in caratteri tradizionali.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica