TELE+2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
TELE+2
Tele+2.png
Paese Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Target giovani, adulti
Data di lancio 16 ottobre 1990
Data chiusura 29 agosto 1997
Editore Telepiù S.p.A.
Diffusione
Terrestre
Analogico visibile attraverso l'apposito decoder
Satellite
Digitale visibile sul canale 2 delle piattaforme DStv e Telepiù Satellite

TELE+2 fu il primo canale televisivo tematico italiano sportivo a pagamento, prodotto da TELE+.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 16 ottobre 1990, fino al 29 marzo 1992 trasmetteva i propri programmi in chiaro (cioè non criptati, quindi fruibili gratuitamente), per poi diventare visibile ai soli abbonati. In varie zone d'Italia TELE+2 trasmise sulle frequenze che precedentemente erano state di Capodistria, canale pubblico sloveno di lingua italiana gestito dal 24 novembre 1987 dalla Fininvest di Silvio Berlusconi per poter trasmettere eventi sportivi in diretta sul territorio nazionale. Dopo il passaggio al criptato alcune trasmissioni andarono in onda in chiaro, per poi venire crittografate dopo alcuni minuti dall'inizio per strategie promozionali.

Fin dalla nascita TELE+2 cominciò a trasmettere i principali campionati esteri europei, come la First Division (dal 1992 Premier League) e la Bundesliga, oltre alle qualificazioni per il Campionato mondiale di calcio 1994, e nel 1997 fu trasmessa in esclusiva la finale di FA Cup. Nel 1992 fu trasmesso l'incontro dell'Italia contro la Scozia, valido per le qualificazioni al Mondiale americano: inizialmente TELE+2 ottenne la diretta in esclusiva, ma poi fu trovato l'accordo per trasmettere l'incontro in contemporanea con la Rai.

A partire dalla stagione 1993-94 furono trasmessi i primi anticipi di Serie B e i primi posticipi di Serie A, e tra il 1993 e il 1996 fu trasmesso Il processo di Biscardi ogni lunedì in prima serata. Dal 1996 vennero trasmesse anche partite di Liga spagnola e Bundesliga[senza fonte].

Tra le competizioni internazionali, furono trasmesse in esclusiva le finali della Coppa Intercontinentale dal 1992 al 1996, alcune gare di Coppa delle Coppe e di Coppa UEFA tra il 1991 e il 1995, e alcune gare di Coppa dei Campioni 1996-97, a causa della presenza di due squadre italiane.

Oltre al calcio furono trasmessi anche incontri di tennis, golf, atletica leggera, tornei di biliardo e gran premi di Formula 1.

Fu anche il primo canale italiano a trasmettere sistematicamente il wrestling. Oltre ad una trasmissione quotidiana, dedicata agli incontri della WWE (che ai tempi si chiamava ancora WWF), vennero trasmessi anche i grandi eventi stagionali: le Survivor Series, SummerSlam, WrestleMania e la Royal Rumble.

Dal 1994 iniziò a trasmettere in orario notturno (da mezzanotte alle 3:00) film per adulti forniti da Playboy TV, ma poi, per motivi giudiziari, ne dovettero sospendere la trasmissione.[1] [2]

Il 3 gennaio 1996 TELE+2 cominciò a trasmettere anche via satellite attraverso la nuova piattaforma satellitare DStv.

Il 29 agosto 1997 TELE+2 cessò di esistere e il canale venne sostituito da TELE+BIANCO.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione