Clancy Winchester

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Commissario Clarence Winchester
Commissario Winchester.png
Clancy Winchester
UniversoI Simpson
Lingua orig.Inglese
AutoreMatt Groening
1ª app.21 gennaio 1990
1ª app. inL'odissea di Homer
app. it.novembre 1991
Voce orig.Hank Azaria
Voci italiane
SessoMaschio
Luogo di nascitaSpringfield

Il commissario Clarence Winchester (conosciuto semplicemente come Clancy Winchester e nella versione originale Clancy Wiggum) è un personaggio secondario della serie televisiva I Simpson. Nella versione originale, il suo cognome è Wiggum, che è anche il cognome da nubile della madre di Matt Groening.[1] Lo era anche nella versione italiana nei primissimi episodi, poi è diventato Winchester, forse un riferimento al famoso modello di fucile,[2] per prendere in giro la facilità con cui i poliziotti americani usano le armi.[3][4]

Nella serie riveste il ruolo di commissario di polizia della città di Springfield. Nel doppiaggio italiano (con la voce prima di Enzo Avolio[5] e poi di Angelo Maggi[6]) ha un accento spiccatamente napoletano, compresa l'interiezione “guaglio'!”.[3] Nella versione originale, invece, il doppiatore è Hank Azaria e la sua voce è ispirata a quella del giornalista David Brinkley dell'attore Edward G. Robinson e del doppiatore Mel Blanc.[7]

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Pubblico ufficiale corrotto, impulsivo, pasticcione e poltrone, anche se coraggioso, ha rischiato più volte il licenziamento. Accompagnato sempre dagli inseparabili colleghi Lou ed Eddie, svolge raramente il suo dovere, preferendo mangiare ciambelle, e spesso abusa del potere che la sua carica gli conferisce. Decisamente obeso, ha i capelli blu (nelle prime stagioni erano neri) e la sua faccia ricorda vagamente quella di un maiale (per via anche del suo naso). In una puntata viene rivelato che è di origini irlandesi, mentre in un'altra che da giovane soffriva di asma.

L’esordio del personaggio è nell’episodio della prima stagione L'odissea di Homer, in cui tiene un discorso sui graffiti vandalici di El Barto, del quale ha in mano un identikit, davanti al municipio di Springfield. Non compare invece nei cortometraggi.

Dalla moglie Sarah ha avuto il piccolo Ralph (compagno di scuola di Lisa), con cui è molto affettuoso. Nonostante la mancanza completa di professionalità, non gli piace affatto che qualcuno - superiori compresi - gli metta i piedi in testa.

È un membro dei Tagliapietre (Homer il grande - sesta stagione). Il padre (defunto), Iggy Winchester (in inglese Iggy Wiggum) ha fatto parte dello squadrone Pescediavolo battagliero durante la seconda guerra mondiale (L'infuriato Abe Simpson e suo nipote brontolone in "La maledizione del pescediavolo battagliero" - settima stagione).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Joseph Rose, The real people behind Homer Simpson and family, su oregonlive.com, 1º agosto 2007. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  2. ^ (EN) Pietro Luigi Iaia, The Dubbing Translation of Humorous Audiovisual Texts, Cambridge Scholars Publishing, 2015, p. 87.
  3. ^ a b (EN) Chiara Ferrari, Dubbing "The Simpsons": Or How Groundskeeper Willie List His Kilt in Sardinia, in Michela Ardizzoni e Chiara Ferrari (a cura di), Beyond Monopoly: Globalization and Contemporary Italian Media, Rowman & Littlefield, 2010, p. 114.
  4. ^ (EN) Chiara Francesca Ferrari, Since When Is Fran Drescher Jewish?: Dubbing Stereotypes in The Nanny, The Simpsons, and The Sopranos, University of Texas Press, 2011, pp. 86-87.
  5. ^ Enzo Avolio, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  6. ^ Angelo Maggi, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 16 ottobre 2018.
  7. ^ (EN) Alexa Valiente, Hank Azaria explains his inspiration for the voices of his 'Simpsons' characters, ABC News, 28 aprile 2017. URL consultato il 16 ottobre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Matt Groening, Chief Wiggum's Book of Crime and Punishment: The Simpsons Library of Wisdom, Harper Design, 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson