Dixie Chicks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dixie Chicks
DixieChicksMSG062003.jpg
Le Dixie Chicks in concerto al Madison Square Garden di New York nel 2003
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative country
Country
Bluegrass
Folk
Periodo di attività 1989 – in attività
Etichetta Open Wide
Columbia Records
Album pubblicati 8
Studio 7
Live 1
Sito web

Le Dixie Chicks sono un gruppo country statunitense nato a Dallas in Texas nel 1989.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

La prima formazione delle Dixie Chicks (1989) era composta da quattro ragazze: Laura Lynch (contrabbasso), Robin Lynn Macy (chitarra) e le due sorelle polistrumentiste Martie e Emily Erwin (oggi più note con i rispettivi nomi da sposate, Martie Maguire e Emily Robison). La scelta del nome "Dixie Chicks" fu ispirata dalla canzone Dixie Chicken di Lowell George dei Little Feat. Il gruppo si esibiva suonando prevalentemente bluegrass e standard country. Tutte e quattro suonavano e cantavano, ma le voci soliste erano Lynch e Macy e le sorelle Maguire e Robison realizzavano gran parte dell'accompagnamento strumentale. Maguire suonava soprattutto il fiddle, il mandolino e la viola, mentre Robison eccelleva, in particolare, col banjo a cinque corde e col dobro. Nel 1987 e nel 1989, Maguire ottenne rispettivamente il secondo e il terzo posto nel campionato nazionale di fiddle Walnut Valley Festival di Winfield.

Nel 1990, il gruppo ottenne dalla mecenate Penny Cook un assegno di 10.000 $ da usare per incidere l'album di debutto Thank Heavens for Dale Evans (riferimento all'attrice e cantante Dale Evans). Nello stesso anno incisero un EP natalizio dal titolo Home on the Radar Range, e cominciarono a promuovere la loro immagine pubblica come gruppo di "cowgirl". Fecero alcune apparizioni sui media, inclusa una performance al Grand Ole Opry e una nello show radiofonico di Garrison Keillor A Prairie Home Companion. Vinsero il premio di miglior band al Telluride Bluegrass Festival e cominciarono a suonare come band di apertura a concerti di artisti country più affermati come Garth Brooks, Reba McEntire e George Strait.

Nel 1992 incisero un secondo album indipendente, Little Ol' Cowgirl, che marcò l'inizio di una transizione stilistica verso un country più moderno, con la collaborazione di più artisti esterni per arricchire gli arrangiamenti. Questi cambiamenti non furono apprezzati da Robin Lynn Macy, che nello stesso anno abbandonò il gruppo per dedicarsi a un'attività solista nel genere bluegrass. Il chitarrista Lloyd Maines, che aveva collaborato come produttore a entrambi gli album delle Dixie Chicks, propose sua figlia Natalie Maines come rimpiazzo di Macy. La candidatura però rimase in sospeso, e nel successivo album Shouldn't A Told You That (1993) l'unica cantante solista era ancora Lynch. Nel frattempo, il gruppo faticava a trovare un contratto con un'etichetta discografica, in parte a causa del fatto che molti agenti ritenevano troppo rischiosa la scommessa su un gruppo country completamente femminile. La situazione fu infine risolta grazie all'aiuto del nuovo manager del gruppo, Scott Siman, che procurò loro un contratto con la divisione di Nashville della Sony. Nello stesso periodo, Lynch espresse la volontà di sospendere la propria attività col gruppo, per passare più tempo a casa con la figlia. Di conseguenza, Natalie Maines venne accolta come nuova lead singer.

Il primo disco delle nuove Dixie Chicks fu Wide Open Spaces che esce il 27 gennaio 1998 ed è stato registrato a Nashville, capitale mondiale della country music. L'album è stato insignito del Grammy Award nel 1999 nella categoria di miglior album country dell'anno. Il disco ha venduto circa 12 milioni di copie in tutto il mondo. Questo album è stato seguito da Fly, uscito un anno più tardi.

Nel 2002 viene pubblicato Home, un album acustico prodotto da Lloyd Maines che, solo durante la prima settimana, vende circa 700.000 copie. All'interno dell'album è contenuto il brano Landslide, scritto da Stevie Nicks ed eseguito dal vivo con la famosa cantante durante il Divas Live a Las Vegas.

Il 10 marzo 2003 è partito da Londra il Top Of The World Tour che è stato il tour country più redditizio di tutti i tempi e dal quale è stato poi ricavato un DVD (un collage di filmati registrati durante le tappe più importanti del tour) nonché un album che è diventato immediatamente disco d'oro. Il tour si è concluso il 12 ottobre dello stesso anno a Washington.

La controversia politica del 2003[modifica | modifica wikitesto]

Le Dixie Chicks in concerto ad Austin, Texas

Durante il concerto del 10 marzo 2003 tenutosi allo Sheperd's Bush Empire di Londra, a pochi giorni dall'invasione dell'Iraq da parte di una coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti, la cantante del gruppo Natalie Maines (nata a Lubbock, Texas) ha dichiarato al pubblico:

(EN)

« Just so you know, we're on the good side with y'all. We do not want this war, this violence, and we're ashamed that the President of the United States is from Texas »

(IT)

« Giusto perché lo sappiate, siamo dalla parte giusta con tutti voi. Noi non vogliamo questa guerra, questa violenza, e ci vergogniamo che il presidente degli Stati Uniti sia texano »

(Natalie Maines)

La frase, riportata dal quotidiano inglese The Guardian e poi ripresa dai media statunitensi, ha causato una vasta sollevazione contro le Dixie Chicks negli Stati Uniti, che ha comportato il boicottaggio dei brani delle Dixie Chicks da parte di numerose radio specializzate in musica country e la rottura del contratto di sponsorizzazione con la Lipton.

La perdita di numerosi appassionati di musica country (la maggior parte dei quali tradizionalmente di fede repubblicana) e il boicottaggio di grossi network radiofonici non ha indotto il gruppo a rinunciare alle proprie opinioni contro la guerra, e nell'ottobre 2004 le Dixie Chicks hanno partecipato a una serie di concerti del "Vote for Change Tour" in supporto alla campagna elettorale di John Kerry.

La controversia politica delle Dixie Chicks è stata raccontata dal documentario del 2006 Dixie Chicks: Shut Up and Sing, diretto dalla regista Barbara Kopple.

Il ritorno al successo[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo album del gruppo, Taking the Long Way, è stato pubblicato in tutto il mondo il 22 maggio 2006. Il primo singolo estratto è stato Not Ready To Make Nice. Nella 49ma edizione dei Grammy Award le Dixie Chicks hanno un eccezionale successo e incassano cinque statuette, incluse quelle per la migliore canzone, la miglior performance e il miglior album dell'anno.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN168929357 · LCCN: (ENno98079091 · ISNI: (EN0000 0001 2243 5417 · GND: (DE10323076-2 · BNF: (FRcb14027181x (data)
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica