Astronavi di Star Trek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Indice

L'universo fantascientifico di Star Trek presenta diversi tipi di navi stellari che sono caratterizzate da configurazioni che si differenziano non solo per la loro teorica funzione ma anche in base al periodo di progettazione - legato anche allo stile del design in voga quando i modelli sono stati presentati - ed alle razze che popolano l'universo Trek.

Le varie classi di vascelli si differenziano anzitutto in base alla flotta d'appartenenza, ovvero:

A queste si sono aggiunti i vascelli introdotti nella serie Enterprise, in cui vengono narrate le vicende precedenti alla nascita della Federazione dei Pianeti Uniti:

Le classi di vascelli di seguito riportate, oltre alla flotta d'appartenenza ed al periodo, ovvero, riferito alle serie, vengono distinte in due categorie: canonica e non canonica, ovvero se sono o meno apparse negli episodi delle serie, sia come unità effettivamente esistente o come modello, o nei primi dieci lungometraggi.

In funzione dell'"era d'appartenenza", le unità vengono suddivise in base alle serie in cui sono apparse (possono esser singole o anche in altre contemporanee, come Deep Space Nine e Voyager: la prima si snoda lungo gli anni sessanta del secolo XXIV, mentre la seconda, nel decennio successivo, ergo, molte unità risultano esser presenti in entrambe le sequenze temporali):

Flotta Stellare[modifica | modifica sorgente]

Classe Akira[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi della classe Akira sono unità in costruzione nel XXIV secolo. Tale tipologia di vascello presenta la classica sezione a disco prodiera ma, a differenza delle altre unità federali, presenta due sezioni con decorso dorsale posteriore, costituenti la sezione ingegneria; tali sezioni sono unite a poppa da una struttura ad arco che funge anche da pilone di supporto per le due gondole di curvatura, orientate verso il basso ed un sistema di rilevamento sensoriale, posto a poppavia, in testa alla struttura ad arco.

Le astronavi di classe Akira sono progettate per la serie TV da Alex Jaegar della ILM: di questa classe non è stato costruito alcun modello, in quanto la nave è resa in grafica computerizzata.

L'unità più conosciuta di questa classe è la USS Thunderchild (NCC-63549): appare nel film Primo contatto come partecipante alla difesa della Terra dall'attacco del cubo Borg; altre appaiono nella serie Deep Space Nine e una nella puntata di Voyager Messaggio in bottiglia (quarta stagione).

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • Canone: si
  • Era: TNG, DS9, VOY
  • Classe: Akira
  • Tipologia: incrociatore pesante da battaglia
  • Cantiere: Utopia Planitia, SOL IV (Marte); ADSB Integration Facility, Cantieri della Flotta di Antares, Antares IV
  • Data ordinamento: 2370
  • Data varo: 2371
  • Data radiazion: nd
  • Dislocamento: 3.055.000 tonnellate
  • Lunghezza: 464,43 metri
  • Larghezza: 316,67 metri
  • Altezza: 87,43 metri
  • Ponti: 19
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 8
  • Velocità massima: warp 9
  • Velocità di emergenza: warp 9.8 per 12 ore
  • Equipaggio: 500 membri
  • Capacità: 4500 persone in caso di evacuazione
  • Sistemi difensivi: sistema scudi deflettori autorigenerativi primario e secondario
  • Armamento: banchi phasers tipo X, lanciasiluri fotonici e quantici, sistema di posizionamento mine ad antimateria
  • Unità:
    • USS Thunderchild, NCC-63549

Classe Ambassador[modifica | modifica sorgente]

La classe Ambassador è un grande modello di astronave equipaggiata per missioni scientifiche a lungo termine e di combattimento. Il modello, disegnato da Rick Sternbache e Andrew Probert e costruito da Greg Jein, sembra essere una via di mezzo tra la classe Excelsior e la classe Galaxy. Le prime astronavi di questa classe sono varate all'inizio del XXIV secolo.

L'Ambassador è la classe della quinta Enterprise.

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • Canone: si
  • Era: TNG, DS9, VOY
  • Classe: Ambassador
  • Tipologia: Incrociatore pesante
  • Cantiere:
  • Data ordinamento: secolo XXIV
  • Data varo:
  • Data radiazion:
  • Dislocamento: tonnellate
  • Lunghezza: metri
  • Larghezza: metri
  • Altezza: metri
  • Ponti:22
  • Propulsione: nucleo di curvatura, motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp
  • Velocità massima: warp
  • Velocità di emergenza: warp per ore
  • Equipaggio: membri
  • Capacità: persone in caso di evacuazione
  • Sistemi difensivi:
  • Armamento:
  • Unità:
    • USS Adelphi, NCC-26849: al comando del capitano Darson, è assegnata per un primo contatto con il pianeta Ghorusda: questo si rivela tuttavia un fallimento, risultando nell'uccisione di 47 membri dell'equipaggio. (TNG: L'uomo di latta)
    • USS Ambassador, NX-10521: nave prototipo della classe.
    • USS Enterprise, NCC-1701-C: quinto vascello della Flotta a portare il nome Enterprise.
    • USS Excalibur, NCC-26517: dopo aver subito un attacco dei Borg, è adoperata durante la guerra civile klingon, contribuendo al blocco delle navi rifornimento romulane. È la nave su cui si svolgono i romanzi del ciclo New Frontier.
    • USS Exeter, NCC-26531: prese parte alla guerra contro il Dominio; è la prima nave su cui ha prestato servizio Tom Paris.
    • USS Gandhi, NCC-26632: vi è assegnato Thomas Riker; qui inizierà a simpatizzare per i maquis, finendo per disertare.
    • USS Horatio, NCC-10532: comandata dal capitano Walker Keel, viene distrutta nel 2362, probabilmente per un sabotaggio. I suoi resti vengono trovati dall'Enterprise-D. (TNG: Cospirazione).
    • USS Tolstoy, NCC-26510: viene distrutta dai Borg nella battaglia di Wolf 359.
    • USS Valdemar, NCC-26198: dopo l'arresto di Miles O'Brien da parte dei cardassiani, viene assegnata a pattugliare il confine.
    • USS Yamaguchi, NCC-26510: viene distrutta nella battaglia di Wolf 359.
    • USS Zhukov, NCC-26136: comandata dal capitano Gleason, è il precedente incarico di Reginald Barclay prima che questi si trasferisca sull'Enterprise D.

Classe Andromeda[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi di classe Andromeda sono varate a partire dal 2360; tale tipologia di unità non rientra nel canone di Star Trek, in quanto non sono mai apparse né nelle serie TV, né tantomeno nei lungometraggi: la loro esistenza è rappresentata dagli schemi presenti sulla Star Trek Encyclopedia.

Il layout richiama la sezione a disco e la sezione ingegneristica della classe Ambassador, dove, tuttavia, il collo che collega le due sezioni ha un'altezza ridotta; le due gondole di curvatura, sono agganciate direttamente alla sezione posteriore, su un piano parallelo al piano della sezione a disco di prora. Quest'ultima, inoltre, in posizione dorsale poppiera, presenta una sovrastruttura adibita a piattaforma d'atterraggio.

  • Canone: no - presente su Star Trek Encyclopedia
  • Classe: Andromeda
  • Tipologia: Vascello d'esplorazione
  • Unità:
    • USS Andromeda, NCC-28550
    • USS Drake, NCC-70956: danneggiata durante la breve guerra tra la Federazione e i Klingon nel 2373
    • USS Prokofiev, NCC-68814: assegnata al pattugliamento del confine cardassiano subito dopo l'arresto di Miles O'Brien

Classe Antares[modifica | modifica sorgente]

La classe Antares identifica due tipi di navi della Flotta stellare: la prima, in servizio nel XXIII secolo, è una nave da rifornimento, molto più piccola di un'astronave di classe Constitution; l'altra è in servizio nel XXIV secolo.

Al primo tipo appartiene la USS Antares, comandata dal capitano Thomas Ramart e distrutta da Charlie Evans; al secondo la UUS Hermes (NCC-10376), che durante la guerra civile klingon fa parte del gruppo di navi che bloccano i sostegni romulani alla famiglia di Duras.

Classe Apollo[modifica | modifica sorgente]

La classe Apollo è un modello degli inizi del XXIV secolo, in servizio almeno tra il 2320 e il 2370. Navi di questa classe sono:

  • USS Agamennon, NCC-11638, assegnata nel 2369 alla task force dell'ammiraglio Nechayev per difendere la Federazione da un possibile secondo attacco dei Borg.
  • USS Ajax (NCC-11574): sotto il comando del capitano Narth, nel 2364 è una delle navi su cui viene testato un modo di rendere più efficienti i motori a curvatura. Nel 2368 fa parte alla flotta che impedisce l'interferenza romulana nella guerra civile klingon.
  • USS Clement (NCC-1253): impiegata nella guerra contro il Dominio, soffre gravi perdite.
  • USS Gage (NCC-11672): viene distrutta dai Borg nella battaglia di Wolf 359.

Classe Bradbury[modifica | modifica sorgente]

La classe Bradbury è una classe varata nella seconda metà nel XXIV secolo; la USS Bradbury (NX-72307), di questa classe, negli anni 2360, sottoposta a test di curvatura, serve da trasporto tra Betazed e la Terra, e avrebbe dovuto trasportare Wesley Crusher all'Accademia della Flotta Stellare.

Prende il nome dallo scrittore Ray Bradbury.

Classe Centaur[modifica | modifica sorgente]

La classe Centaur è un tipo di nave derivata dell'Excelsior ed è introdotta agli inizi del XXIV secolo. Ha un deflettore molto grande posizionato sul ventre della sezione a disco in mezzo alle gondole di curvatura.

La USS Centaur, comandata dal capitano Charles Reynolds, nel 2374 incontra una nave Jem'Hadar comandata da Benjamin Sisko impegnata in una missione segreta.

Classe Challenger[modifica | modifica sorgente]

La classe Challenger è un modello di astronave del tardo XXIV secolo; combina una sezione a disco molto simile a quella della classe Galaxy a due gondole di curvatura poste sul dorso e sul ventre della piccola sezione ingegneria. Navi di questa classe includono la USS Buran (NCC-57580), distrutta dai Borg nella battaglia di Wolf 359, e la USS Kearsarge (NCC-57566).

Classe Cheyenne[modifica | modifica sorgente]

La classe Cheyenne è uno dei pochi modelli con quattro gondole di curvatura; la sezione a disco è ellittica ma più piccola di quella della classe Galaxy. La USS Ahwahnee (NCC-71620), distrutta dai Borg a Wolf 359, appartiene a questa classe.

Classe Chimera[modifica | modifica sorgente]

La classe Chimera è un modello del XXIV secolo; la USS Portland (NCC-57418), di questa classe, è assegnata alla ricerca di un runabout disperso di Deep Space Nine.

Classe Constellation[modifica | modifica sorgente]

La classe Constellation è un modello di astronave con quattro gondole di curvatura che è introdotta nel 2280. Le gondole di curvatura e la sezione a disco sono molto simili a quelle della classe Constitution e della Miranda; ha 15 ponti e un equipaggio di 535 persone. La maggior parte delle navi di questa classe sono messe in disarmo prima del 2370.

Navi di questa classe sono:

  • USS Stargazer (NCC-2893): è la nave che dal 2333 al 2355 viene comandata da Jean-Luc Picard. Nel 2355 combatte contro una nave sconosciuta, che poi si rivela essere Ferengi. Dopo la battaglia, la Stargazer è abbandonata per via dei danni irreparabili prodotti dalla battaglia.

Classe Constitution[modifica | modifica sorgente]

La classe Constitution viene introdotta nel 2240: è costituita da vascelli federali veloci e potenti; nel 2267, dodici navi di questa classe risultano in servizio.

A partire dal 2271, l'Enterprise e molte altre navi vengono rimodernate, subendo un processo di refit, consistente nella sostituzione delle gondole di curvatura con modelli più avanzati (dimensioni maggiori e più performanti), sezioni ingegneria e collo vengono ampliate, la sezione a disco viene ampliata, aumentando la superficie esterna, la corazzatura e lo spazio interno, mentre viene ridisegnato il ponte di comando.

Negli anni novanta del secolo XXIII, le varie unità di questa classe vengono avviate al disarmo, sostituite principalmente da vascelli di classe Excelsior; una classe Constitution è conservata presso il Museo della Flotta Stellare.

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

  • Canone: si
  • Era: TOS
  • Classe: Constitution
  • Tipologia: incrociatore pesante
  • Cantiere: Earth Spacedock, SOL III (Terra)
  • Data ordinamento: 2240
  • Data varo: 2245
  • Data radiazione: fine secolo XXIII
  • Refit: 2275
  • Dislocamento: 990.000 tonnellate
  • Lunghezza: 289 metri
  • Larghezza: 127,1 metri
  • Altezza: 72,6 metri
  • Ponti: 21
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 5
  • Velocità massima: warp 6
  • Velocità di emergenza: warp 8 per 2 ore
  • Equipaggio: 43 ufficiali, 287 tra sottufficiali e marinai
  • Sistemi difensivi: sistema scudi deflettori; nel refit vengono introdotti anche i campi di forza
  • Armamento: 6 banchi phasers tipo VI, 2 tubi lanciasiluri fotonici
  • Unità:
    • USS Constellation (NCC-1017) (episodio La macchina del giudizio universale, seconda stagione della serie originale)
    • USS Constitution (NCC-1700)
    • USS Defiant (NCC-1764) appare nell'episodio della serie classica "La ragnatela Tholiana", in cui si dice che sta pian piano scivolando in un universo parallelo, e in quello in due parti di star trek: Enterprise "In uno specchio oscuro", ambientato nell'Universo dello Specchio, in cui viene presentata come una nave di 100 anni nel futuro portata lì da un universo parallelo.
    • USS Eagle (NCC-956)
    • USS Endeavour (NCC-1895)
    • USS Enterprise (NCC-1701)
    • USS Enterprise (NCC-1701-A)
    • USS Essex (NCC-1697)
    • USS Excalibur (NCC-1664)
    • USS Exeter (NCC-1672)
    • USS Farragut (NCC-1647)
    • USS Hood (NCC-1703)
    • USS Lexington (NCC-1709)
    • USS Potemkin (NCC-1657)
    • USS Republic (NCC-1371)
    • USS Yorktown (NCC-1717) ribattezzata USS Enterprise NCC-1701-A in seguito agli episodi di Star Trek IV "Rotta verso la Terra".

USS Constellation[modifica | modifica sorgente]

La USS Constellation è stata comandata dal commodoro Matt Decker.

L'equipaggio dell'Enterprise la trovò semidistrutta da una grande macchina di forma conica (che viene chiamata dall'equipaggio del capitano Kirk "macchina del giudizio universale") capace di emettere raggi distruttivi ad altissima potenza e che si "nutre" di tutto ciò che incrocia lungo la sua rotta, principalmente pianeti; dopo la morte del commodoro Decker, che spera di farla esplodere lanciandovisi dentro alla guida di una capsula, per decisione del capitano Kirk, la Constellation viene sacrificata facendola entrare nella "macchina del giudizio universale" con il comando di autodistruzione attivato in modo da farla esplodere all'interno. (TOS: La macchina del giudizio universale)

  • Il modellino dell'astronave usato per l'episodio era un modellino dell'Enterprise in vendita dalla AMT, opportunamente modificato per cambiarne nome e numero di registro.
  • L'astronave prende il nome dalla nave da guerra americana USS Constellation, commissionata nel XVIII secolo dalla marina navale statunitense.
  • Il team degli effetti speciali della versione rimasterizzata dell'episodio ha fatto uno scherzo al loro capo, Niel Wray, mostrandogli che, in un falso trailer, era stato scritto sulla sezione a disco dell'astronave Consolation anziché Constellation. Il tutto era corredato con falsi commenti negativi su di un copia del sito Trekmovie.com di chi aveva visto il trailer.[1] Fortunatamente era solo uno scherzo ben riuscito, in quanto il trailer originale riporta la scritta esatta.

Classe Curry[modifica | modifica sorgente]

La classe Curry è un ibrido tra la classe Excelsior, di cui possiede la sezione a disco, e la classe Miranda, da cui prende le gondole di curvatura ed i piloni di collegamento tra queste e la sezione discoidale.

L'unica unità conosciuta di questa classe è la USS Curry, NCC-42254, che fa la comparsa durante il periodo delle battaglie del Dominio, negli anni settanta del secolo XXIV.

Classe Daedalus[modifica | modifica sorgente]

La classe Daedalus è la prima classe di navi ad essere costruita sotto l'egida della Federazione. Costruita in cantieri orbitali in orbita terrestre, è un vascello esplorativo con 15 ponti, lungo 105 metri, dal peso di quasi 100.000 tonnellate; è l'equipaggio è composto da 229 persone, e dispone di due teletrasporti, due navette, ed è armato con due banchi phaser e un tubo lanciasiluri. Poteva raggiungere la velocità massima di curvatura 6.

Classe Danube[modifica | modifica sorgente]

Le navi stellari di classe Danube sono runabout, ossia vascelli stellari di dimensioni ridotte, più piccole di un vascello ordinario ma più grandi e con una maggiore autonomia di una navetta. Entrano in servizio nel 2368, e sono generalmente assegnate alle stazioni spaziali come supporto.

Molti dei runabout apparsi sullo schermo sono quelli assegnati alla base Deep Space Nine; tutti portano il nome di un fiume delle Terra.

  • USS Gander: viene distrutta nel 2375 dai Jem'Hadar.
  • USS Ganges (NCC-72454): è distrutta nel 2370 da un incrociatore T'Lani.
  • USS Mekong (NCC-72617): rimpiazza la USS Yang-Tze Kiang. Viene distrutta durante l'attacco congiunto cardassiano-romulano al pianeta dei Fondatori, nel quadrante Gamma.
  • USS Orinoco (NCC-72905): viene distrutta nel 2374.
  • USS Rio Grande (NCC-72452): viene usata da O'Brien e Dax per recuperare Sisko, Kira e Bashir da una luna del quadrante Gamma.
  • USS Rubicon (NCC-72936): rimpiazza la Mekong. È interessata da un fenomeno subspaziale nel 2374.
  • USS Shenandoah (NCC-73024): viene usata per una missione di salvataggio di un disertore cardassiano da una base del Dominio; in seguito, mentre Jake Sisko e Nog la usano per portare un messaggio al Grande Nagus, viene attaccata dai Jem'Hadar, e in seguito lasciata alla deriva.
  • USS Yang-Tze Kiang (NCC-72453): viene distrutta durante un atterraggio di emergenza nel quadrante Gamma.
  • USS Volga (NCC-73196)
  • USS Yukon (NCC-74602): viene distrutta dalla Defiant per evitare che uno dei Fondatori la usi per far esplodere il sole di Bajor.

Classe Defiant[modifica | modifica sorgente]

La classe Defiant è una classe di vascelli del XXIV secolo, designata a svolgere il ruolo di nave da combattimento. Inizialmente creata al fine di combattere i Borg (da questo compito deriva il motto della classe, "Assimilate this!"),[senza fonte] fu poi usata nella guerra del Dominio. Vi appartiene la USS Defiant.

Le navi di questa classe incorporano le più avanzate tecnologie belliche disponibili all'epoca della loro costruzione; sono state le prime navi dotate di siluri quantici. Costruite nel cantiere navale di Utopia Planitia, hanno un equipaggio di 40 persone e possono raggiungere la velocità di curvatura 9,982. All'occorrenza, come per la classe Intrepid, possono atterrare direttamente sulla superficie.

  • Unità:
    • USS Defiant, NX-74205;
    • USS São Paulo, rinominata USS Defiant, NCC-75633;
    • USS Valiant, NCC-74210: distrutta nel 2374.

Classe Deneva[modifica | modifica sorgente]

A questa classe appartengono la USS Arcos (NCC-6237), distrutta nel 2367, e la USS LaSalle (NCC-6203).

Classe Excelsior[modifica | modifica sorgente]

Le navi di questa classe, entrata in servizio alla fine del XXIII secolo, rappresentarono per diverso tempo le navi più avanzate della Flotta, e sono largamente utilizzate anche nel corso del XXIV secolo. Prodotte ai cantieri navali di Utopia Planitia, sono lunghe 467 metri, hanno un equipaggio di 750 persone e sono armate con 24 phaser e quattro tubi lanciasiluri.

Navi di questa classe sono:

  • USS Al-Batani (NCC-42995): Kathryn Janeway serve su questa nave come Ufficiale Scientifico sotto il comando dell'allora Capitano Owen Paris.
  • USS Berlin (NCC-14232)
  • USS Cairo (NCC-42136)
  • USS Charleston (NCC-42285)
  • USS Crazy Horse (NCC-50446)
  • USS Crockett (NCC-38955)
  • USS Enterprise (NCC-1701-B)
  • USS Excelsior (NX-2000, ribattezzata in seguito alla manomissione di Scott al sistema di Transcurvatura NCC-2000)
  • USS Farragut (NCC-2375)
  • USS Fearless (NCC-4598)
  • USS Fredrickson (NCC-42111)
  • USS Gorkon (NCC-40512)
  • USS Grissom (NCC-42857)
  • USS Hood (NCC-42296): William Riker e Geordi La Forge servono su questa nave fra il 2361 e il 2364. Nel 2379 fa parte del Gruppo da Battaglia Omega incaricato di fornire assistenza all'Enterprise-E contro Shinzon di Remus.
  • USS Lakota (NCC-42768)
  • USS Lexington (NCC-14427)
  • USS Livingston (NCC-34099)
  • USS Malinche (NCC-38997)
  • USS Melbourne (NCC-62043): alla fine del 2366 ne fu offerto il comando a William Riker, il quale lo rifiutò per restare sullEnterprise; in seguito la Melbourne fu distrutta nella battaglia di Wolf 359.
  • USS Potemkin (NCC-18253): William Riker serve su questa nave nel 2357, al suo primo assegnamento dopo il diploma.
  • USS Repulse (NCC-2544)
  • USS Roosevelt (NCC-2573): è stata distrutta dai Borg a Wolf 359.
  • USS Tecumseh (NCC-14934)
  • USS Valley Forge (NCC-43305)

USS Excelsior[modifica | modifica sorgente]

Fa la sua prima apparizione nel film Alla ricerca di Spock, nella quale è presentata come un'astronave con propulsori di nuova concezione (con numero di matricola NX-2000). Al comando del capitano Styles, viene assegnata all'inseguimento dell'Enterprise quando questa è rubata dal capitano Kirk e dai suoi uomini, ma viene sabotata da Montgomery Scott.

In seguito, sotto il comando di Hikaru Sulu (con numero di matricola NCC 2000 a causa del cambio di sistema di propulsione, vista la facile manomissione da parte di Scott nel sistema di Transcurvatura), svolge tra il 2290 e il 2293 una missione nel quadrante Beta, al ritorno dalla quale viene investita dall'onda d'urto per l'esplosione di Praxis, una luna dei klingon. In seguito tenta di salvare il capitano Kirk e il dottor McCoy dalla colonia penale di Rura Penthe, in territorio klingon, ma il suo tentativo viene respinto dalla flotta klingon. Successivamente aiuta l'Enterprise A a difendere la conferenza di pace di Khitomer.

Durante questi eventi vi ha servito anche Tuvok, al suo primo incarico nella Flotta Stellare. (VOY: Flashback).

Classe Freedom[modifica | modifica sorgente]

La classe Freedom è una classe di navi in servizio nel XXIV secolo, con una sola gondola di curvatura, di cui fa parte la USS Firebrand (NCC-68723), distrutta nella battaglia di Wolf 359.

Classe Galaxy[modifica | modifica sorgente]

La classe Galaxy è la classe di navi più potente e capiente di tutta la Flotta Stellare nella seconda metà del XXIV secolo, tra la sua introduzione e il varo della classe Sovereign, tanto che la USS Enterprise D, l'ammiraglia della flotta tra il 2363 e il 2371, fa parte di questa classe. Può contenere fino a 5200 persone, tra personale della Flotta e personale civile in condizione di emergenza.

Il design della classe Galaxy segue la classica combinazione di sezione a disco a prua, collegata tramite una colonna alla sezione motori, che è la parte bassa e la poppa della nave, a cui sono collegate due gondole di curvatura per mezzo di piloni.

La classe Galaxy è il primo modello di astronave "componibile" della Flotta: possiede infatti la capacità di separare la sezione a disco dalla sezione motori. Quest'ultima, chiamata anche "Sezione da battaglia", in caso di separazione viene comandata dal "Ponte di battaglia", che ne costituisce la sostituzione del Ponte di comando (chiamato anche plancia). La "Sezione da battaglia" mantiene la capacità di viaggiare a velocità di curvatura, mentre la sezione a disco possiede solamente la propulsione ad impulso; questa può essere utilizzata anche per manovre di salvataggio, nel caso in cui la sezione motori, che contiene il nucleo di curvatura, venga irreparabilmente compromessa e sia impossibilitata ad espellere il nucleo di curvatura (vedi il film Generazioni).

Navi di questa classe sono:

  • USS Challenger (NCC-71099): appare solamente in una timeline alternativa, nella quale è comandata da Geordi la Forge (VOY: Senza tempo)
  • USS Enterprise (NCC-1701-D)
  • USS Galaxy (NCC-70637): prodotta ad Utopia Planitia, viene seriamente danneggiata in uno scontro con le forze del Dominio nel sistema Chin'toka nel 2374. Nel 2379 fa parte del Gruppo da Battaglia Omega incaricato di fornire assistenza all'Enterprise-E contro Shinzon di Remus.
  • USS Odissey (NCC-71832): comandata dal Capitano Keogh, venne distrutta nel 2370 da un vascello Jem'Hadar nel quadrante Gamma durante una missione che doveva soccorrere il comandante Benjamin Sisko. La sua targa commemorativa reca una frase di 2001. Odissea nello spazio: "Its origin and purpose, still a total mistery."
  • USS Venture (NCC-71854): è la nave ammiraglia di una flotta di astronavi che aiuta Deep Space Nine a gestire l'attacco Klingon contro Cardassia; partecipa alla missione di riconquista di Deep Space Nine, e nel 2374 partecipa alla battaglia tra la Federazione e il Dominio per il controllo del sistema Chin'toka.
  • USS Yamato (NCC-71807): è la nave gemella dell'Enterprise, comandata dal capitano Donald Varley. Venne distrutta nel 2365 da un virus informatico trasmesso da una sonda iconiana che ha danneggiato irreparabilmente tutti i computer di bordo, facendo collassare il campo di contenimento dell'antimateria.

Classe Hokule'a[modifica | modifica sorgente]

Di questa classe fa parte la USS Tripoli (NCC-19386) che, dopo aver trovato Data abbandonato sulla colonia di Omicron Theta, è in seguito usata come nave da trasporto e, poi, combatte nella guerra contro il Dominio.

Classe Interceptor[modifica | modifica sorgente]

È una classe sperimentale, il cui unico modello è la USS Interceptor, NX-77197; non è mai apparsa in nessun episodio della serie Star Trek, tantomeno nei lungometraggi, ma il suo sviluppo, presso le Blindfold Ship Yards di Saturno, è stato previsto in merito alla crisi generata dall'incontro della Federazione con i Borg; in seguito al contatto e l'esito degli scontri, la Flotta Stellare ha richiesto la creazione di nuove unità in grado di fronteggiare la minaccia Borg: oltre al progetto NX-77197 "Interceptor", furono presentati anche progetti 'Defiant', 'Prometheus' e 'Sovereign', primo e terzo entrati subito in produzione dopo la realizzazione dei prototipi.

Classe Intrepid[modifica | modifica sorgente]

I vascelli di questa classe, varati a partire dal 2370, sono classificati come incrociatori leggeri e vengono utilizzati prevalentemente come navi multimissione. Sono caratterizzati da dimensioni non troppo elevate, discreta potenza di fuoco e alta velocità di curvatura possono, all'occorrenza, atterrare direttamente sulla superficie di un pianeta, il che li rende ottimi "incursori". Sono navi tecnologicamente avanzate, il cui computer di bordo contiene anche parti parzialmente organiche (con gel bioneurale); hanno 15 ponti, 700.000 tonnellate di massa, 344 metri di lunghezza, 175 metri di larghezza, 45 metri di altezza. La velocità massima è di curvatura 9,975.

Navi di questa classe sono la USS Intrepid (NCC-74600), che dà il nome alla classe, la USS Voyager e la USS Bellerofonte, che nel 2375 accompagna ad una conferenza su Romulus la delegazione federale, della quale fanno parte, tra gli altri, il dottor Bashir di DS9, l'Ammiraglio William Ross e l'agente della Sezione 31 Luther Sloane, quest'ultimo sotto falsa identità.

Classe Istanbul[modifica | modifica sorgente]

Le navi di questa classe sono in servizio nel XXIV secolo. Tra di esse vi sono la USS Constantinople (NCC-34852), la USS Havana (NCC-34043) e la USS Sarajevo (NCC-38529).

Classe Korolev[modifica | modifica sorgente]

La classe Korolev è una classe di navi stellari in servizio nel XXIV secolo. Di essa fa parte la USS Goddard (NCC-59621), che fece parte della task force impiegata per bloccare il confine klingon-romulano durante la guerra civile klingon.

Classe Mediterranean[modifica | modifica sorgente]

Questa classe è in servizio nel XXIV secolo. Vi fanno parte la USS Lalo (NCC-43837) e la USS Wyoming (NCC-43730): la prima sperimenta il cosiddetto effetto Manheim nel 2364 (TNG: Ricordare Parigi) e in seguito, nel 2366, avvista un cubo Borg in rotta verso la Terra, finendo probabilmente distrutta; la seconda, su cui presta servizio Tuvok al suo ritorno nella Flotta Stellare nel 2349, combatte nella guerra contro il Dominio.

Classe Merced[modifica | modifica sorgente]

È in servizio nel XXIV secolo ed è un tipo di astronave troppo piccola per intercettare una nave di classe Galaxy. La USS Trieste (NCC-37124), che fa parte della task force impegnata a bloccare il confine klingon-romulano durante la guerra civile klingon, appartiene a questa classe.

Classe Miranda[modifica | modifica sorgente]

Le navi di classe Miranda sono entrate in servizio verso la fine del XXIII secolo, e grazie alla loro versatilità, sono in servizio anche durante il XXIV secolo. Di essa fa parte la USS Saratoga (NCC-31911), che è distrutta dai Borg durante la battaglia di Wolf 359: di essa è primo ufficiale Benjamin Sisko, che si salva con il figlio Jake, mentre molti membri dell'equipaggio muoiono, inclusi il capitano e la moglie di Sisko. Altre navi di questa classe sono:

  • USS Brattain (NCC-21166)
  • USS Lantree (NCC-1837)
  • USS Majestic: viene distrutta durante l'invasione del sistema Chin'toka nel 2375.
  • USS Nautilus (NCC-31910)
  • USS Reliant (NCC-1864): nave che viene catturata dai potenziati di Khan Noonien Sing e che viene successivamente distrutta nel film L'Ira di Khan.
  • USS ShirKahr (NCC-31905)
  • USS Sitak
  • USS Tian An Men (NCC-21382)

Classe Nebula[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi di classe Nebula, entrate a far parte della flotta negli anni sessanta del XXIV secolo, sono assimilabili per potenza e dimensioni alla classe Galaxy. Il design è più compatto, con le gondole montate inferiormente e lo scafo di collegamento tra le due sezioni ridotto al minimo; caratteristico è anche il grande modulo dei sensori superiore, nel quale sono incorporati i tubi lanciasiluri. La classe Nebula, nelle sue varie versioni, viene impiegata come nave scientifica o vascello multimissione.

Vi appartiene la prima delle due USS Bellerophon: con registro NCC-62048, è distrutta dai Borg a Wolf 359. Altre navi di questa classe sono:

  • USS Endeavour (NCC-71805)
  • USS Farragut (NCC-60591): nave che nel 2371 risponde alla chiamata di soccorso dell'Enterprise-D dopo l'incidente di Veridian III, e aiuta ad evacuare i sopravvissuti. (Star Trek Generazioni)
  • USS Hè (NCC-62006)
  • USS Honshu (NCC- 60205): nel 2374 Gul Dukat e Benjamin Sisko vi si trovano a bordo per recarsi al processo di Dukat per crimini di guerra, ma la nave viene distrutta da unità d'attacco cardassiane, e solo Dukat e Sisko si salvano.
  • USS Lexington (NCC-61832)
  • USS Merrimack (NCC-61827)
  • USS Monitor (NCC-61826)
  • USS Phoenix (NCC-65420)
  • USS Prometheus (NCC-71201)
  • USS Proxima (NCC-61952)
  • USS Sutherland (NCC-72015): nave che nel 2367 partecipa al blocco federale che impedisce interferenze romulane nella Guerra Civile Klingon, e che per l'occasione viene comandata dal Tenente Comandante Data dell'Enterprise.
  • USS T'Kumbra (NCC-62100)
  • USS Ulysses (NCC-66808)

Classe New Orleans[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi di classe New Orleans, identificate come "fregate", sono in servizio durante il XXIV secolo. Vi fanno parte la USS Kyushu (NCC-65491), distrutta dai Borg a Wolf 359, la USS Renegade (NCC-63102), la USS Rutledge (NCC-57295) e la USS Thomas Paine (NCC-65530ST).

Classe Niagara[modifica | modifica sorgente]

La classe Niagara è una tipologia di navi stellari in servizio nel XXIV secolo, con l'inusuale caratteristica di possedere tre gondole di curvatura. Vi fanno parte la USS Princeton (NCC-59804), distrutta nella battaglia di Wolf 359, e la USS Wellington (NCC-28473).

Classe Norway[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi di classe Norway sono incrociatori in servizio nella seconda metà del XXIV secolo. Secondo il Deep Space Nine Technical Manual, sono prodotti in cantieri posti in orbita attorno alla Terra, sono lunghi quasi 365 metri, larghi 225 e alte 52, hanno una massa di 622.000 tonnellate, un equipaggio di 190 persone e possono sostenere una velocità massima di curvatura 9,7 per 12 ore; inoltre hanno sei emettitori phaser e due tubi lanciasiluri.

Di classe Norway è la USS Budapest, che combatte contro il cubo Borg in rotta verso la Terra nel 2373. (Primo contatto)

Classe Nova[modifica | modifica sorgente]

La classe Nova è una classe di navi adatte per l'esplorazione planetaria e scientifica, ma non per le missioni a lungo raggio. Costruite in orbita a Rigel II e alla Terra, sono lunghe 221 metri, larghe 81 ed alte 31, e possiedono otto ponti. Hanno un equipaggio di 80 persone, possono viaggiare ad una velocità massima di curvatura 9 e sono armate di phaser e due tubi lanciasiluri.

Navi di questa classe sono la USS Rhode Island (NCC-72701) e la USS Equinox (NCC-72381) che, trasportata nel quadrante Delta nel 2371 dal Custode, per tentare di tornare nel quadrante Alfa è ricorsa all'uccisione dei membri di una specie aliena, dai cui attacchi è poi è salvata dall'intervento della USS Voyager, incontrata per caso. In seguito la Equinox è distrutta da quelle stesse creature. (VOY: Equinox)

Classe NX[modifica | modifica sorgente]

La classe NX è stata la prima classe di vascelli spaziali terrestri progettata per esplorare lo spazio profondo, di cui fa parte l'Enterprise NX-01, protagonista della serie televisiva Star Trek: Enterprise.

La classe NX sfrutta un nuovo tipo di propulsori, ideati da Henry Archer (padre di Jonathan Archer); per i test furono costruiti diversi prototipi, biposto, che furono le prime navi terrestri a superare la velocità di curvatura 2. La NX-Alpha, al comando del capitano Robinson, fu la prima a riuscire in quest'impresa, nel 2143 distruggendosi tuttavia al rientro nello spazio normale; per questo incidente il programma NX rischiò (anche per l'insistenza dei consiglieri vulcaniani) di venir cancellato, ma un secondo test di volo, effettuato senza autorizzazione da Archer e da Robinson (con la supervisione di Tucker), riesce a dimostrare la possibilità per l'altro prototipo (l'NX-Beta) di viaggiare a curvatura 2,5 in maniera stabile. Ulteriori prototipi permetteranno poi di superare la barriera di curvatura 3 nel 2145 (con Duvall al timone) e di arrivare alla classe NX vera e propria, capace di viaggiare a curvatura 5. (ENT: Primo volo)

Il capitano Jefferies è stata una delle persone che ha disegnato la classe NX (ENT: Ritorno a casa).

Al 2154, sono state prodotte due navi di questa classe, l'Enterprise (NX-01) e la Columbia (NX-02).

La classe NX viene decommissionata nel 2161, alla vigilia della fondazione della Federazione Unita dei Pianeti, poiché gli Umani stanno sviluppando navi in grado di raggiungere curvatura 7, rendendo le navi di classe NX obsolete.

Nell'episodio In uno specchio oscuro, ambientato nell'universo dello specchio, vengono mostrate diverse navi dal profilo identico a quelle della classe NX, tra cui al ISS Enterprise e la ISS Avenger.

Columbia (NX-02)[modifica | modifica sorgente]

Esattamente identica alla Enterprise NX 01, è costruita in orbita attorno alla Terra. Viene varata verso la fine del 2154, sotto il comando del capitano Erika Hernandez; al momento del varo il comandante della sala motori è Charles Tucker, trasferito dall'Enterprise.

La Columbia ha poi assistito quest'ultima nel confronto con i klingon, che avevano rapito il dottor Phlox e sabotato l'Enterprise; dopo questa missione il comandante Tucker è ritornato sull'Enterprise. (ENT: Divergenze)

Classe Oberth[modifica | modifica sorgente]

Le navi di classe Oberth sono caratterizzate da una forma non canonica rispetto configurazione delle altre navi della Flotta Stellare: la sezione motori e la sezione a disco non sono collegate dal classico pilone bensì direttamente dalle gondole di curvatura. Nell'insieme è una nave piccola e molto compatta, sebbene non dia la sensazione di robustezza che invece danno, per esempio, le navi di classe Miranda o di classe Nebula.

Le navi di classe Oberth sono solitamente utilizzate per missioni di ricognizione e, nella maggior parte dei casi, scientifiche. Gli armamenti sono molto ridotti, come la capacità di curvatura, la resistenza strutturale e la capienza di personale. Si pensi che basta un colpo di disgregatore di uno sparviero Klingon per disintegrare una nave di classe Oberth con scudi abbassati.

Sono in servizio dal XXIII secolo fino ad oltre la metà del XXIV.

Tra le navi di questa classe vi sono:

  • USS Bonestrell (NCC-31600), distrutta dai Borg nella battaglia di Wolf 359
  • USS Copernicus (NCC-623)
  • USS Grissom (NCC-638): viene distrutta dai Klingon mentre analizza il pianeta Genesis. Tra i membri dell'equipaggio, ci sono David Marcus e Saavik, che scampano all'attacco. (Alla Ricerca di Spock)
  • USS Grissom (NCC-59314)
  • USS Pegasus (NCC-53847): è la prima nave della Federazione a montare un dispositivo di occultamento. Il collaudo (segreto) si rivela tuttavia fallimentare, portando alla morte di 71 dei 79 membri dell'equipaggio; tra i superstiti vi è William Riker.
  • USS Raman (NCC-29487)
  • USS Tsiolkovsky (NCC-53911)
  • USS Yosemite (NCC-19002)
  • USS Vico (NAR-18834)

Classe Olympic[modifica | modifica sorgente]

La classe Olympic è un vascello federale impiegato come nave ospedale ed in servizio nel XXIV secolo; questa tipologia d'unità presenta, a differenza della solita sezione a disco frontale, una sezione di prua sferica.

Navi di questa classe sono la USS Pasteur (NCC-58925) e la USS Nobel (NCC-55012); in particolare, nella serie televisiva The Next Generation, la Pasteur, nella placca commemorativa originaria, viene riportata come unità di classe Hope: successivamente, tale placca viene corretta, riportando la dicitura Olympic class vessel.

Tale correzione, ha portato, in alcune circostanze, a far identificare tale modello come di classe Hope che, secondo il canone di Star Trek, non esiste.

Classe Peregrine[modifica | modifica sorgente]

La navi di questa classe sono piccoli intercettori; alcuni di essi vengono rubati dai maquis, che li usano per le loro incursioni.

Classe Prometheus[modifica | modifica sorgente]

La classe Prometheus è una classe sperimentale della seconda metà del XXIV secolo; la sua particolarità è di potersi dividere in tre parti, che possono attaccare autonomamente il bersaglio(sequenza di "auto-separazione" avviata dall'MOE di tipo due che aiuta il dottore a riprendere il possesso della nave precedentemente abbordata dai romulani che intendono darla alla loro flotta per incrementarne la potenza). Il prototipo è la USS Prometheus (NX-59650). Viene fatta vedere soltanto due volte (nell'episodio messaggio in bottiglia e nello spezzone finale di: fine del gioco episodi 25/26)

Classe Renaissance[modifica | modifica sorgente]

Le navi di questa classe, usate per il pattugliamento e per l'esplorazione, sono in servizio attorno alla metà del XXIV secolo. Navi di questa classe sono la USS Aries (NCC-45167), la USS Hokkaido e la USS Hornet (NCC-45231)

Classe Rigel[modifica | modifica sorgente]

Di questa classe, in servizio nel XXIV secolo, fanno parte la USS Akagi (NCC-62158) e la USS Tolstoy (NCC-62905).

Classe Saber[modifica | modifica sorgente]

Le navi di classe Saber, entrate in servizio alla fine del XXIV secolo, sono incrociatori leggeri, più piccole della navi di classe Defiant. Prodotte in cantieri orbitali attorno alla Terra; possono raggiungere una velocità massima di curvatura 9,7 e sono armate con quattro phaser e due tubi lanciasiluri; l'equipaggio è di 40 uomini.

Di questa classe fa parte la USS Yeager (NCC-61947).

Classe Sequoia[modifica | modifica sorgente]

In servizio nel XXIV secolo, di questa classe fa parte la USS Yellowstone (NCC-70073).

Classe Sovereign[modifica | modifica sorgente]

La Classe Sovereign, introdotta nel film Star Trek: Primo contatto, è la classe di navi più potente e capiente di tutta la Flotta Stellare; a tale classe appartiene anche la nave stellare USS Enterprise (NCC-1701-E).

Il design della Classe Sovereign segue più o meno la classica configurazione delle navi federali: è composta da una sezione a disco a prua, collegata alla sezione motori da una colonna quasi inesistente. Le due gondole di curvatura sono molto slanciate e sono collegate alla sezione motori per mezzo di piloni. Questi tipi di nave sono state concepite appositamente per contrastare in maniera "bruta" la minaccia dei Borg al Quadrante Alfa. Infatti il design della Classe Sovereign è affusolato e molto compatto. La sezione a disco richiama la forma aerodinamica adottata per la Classe Intrepid, mentre la struttura delle gondole è completamente innovativa, specialmente per quanto riguarda i collettori di Bussard.

Anche questo tipo di nave è stato equipaggiato di Medico olografico d'emergenza (Tipo I).

Altre importanti innovazioni sono il campo di forza, applicabile attorno al nucleo di curvatura e la plancia, dotata di un "particolare" strumento di navigazione consistente in un'interfaccia di governo manuale simile ad un joystick.

Nonostante le incredibili capacità strutturali di cui sono dotati questi modelli di nave stellare (capaci di resistere anche ad uno scontro frontale diretto con un'altra astronave), i sistemi anti-intrusione sono ancora da perfezionare, soprattutto per quanto riguarda le incursioni Borg, che sono ancora capaci di insinuarsi nelle navi eludendo i sensori interni. Questa classe di navi stellari è dotata di siluri quantici.

Navi di questa classe note sono la USS Sovereign e la USS Enterprise-E.

Classe Soyuz[modifica | modifica sorgente]

Questa classe è in servizio nel tardo XXIII secolo, non oltre gli anni ottanta del secolo. Vi appartiene la USS Bozeman (NCC-1941).

Classe Springfield[modifica | modifica sorgente]

La classe Springfield è una classe di astronavi in servizio nel XXIV secolo, di cui fa parte la USS Cechov (NCC-57302), distrutta dai Borg durante la battaglia di Wolf 359.

Classe Steamrunner[modifica | modifica sorgente]

Costruiti sul finire del XXIV secolo, i vascelli appartenenti alla classe Steamrunner sono leggeri e veloci, adibiti a compiti di difesa, ricerca e pattugliamento. La classe Steamrunner costituisce, almeno in parte, un allontanamento dai design precedenti della Flotta Stellare: le gondole sono parzialmente inserite nello scafo principale di forma poligonale e sorreggono il disco del deflettore, costituito da un'unità separata appesa alla sezione di poppa.

Di essa fa parte la USS Appalacia (NCC-52136).

Classe Surak[modifica | modifica sorgente]

A questa classe, in servizio nel XXIV secolo, appartiene la USS Zapata (NCC-33184), che combatte nella guerra contro il Dominio.

Classe Sydney[modifica | modifica sorgente]

La classe Sydney è una classe di navi da trasporto in servizio dal tardo XXIII secolo fino almeno al 2375. Vi appartiene la USS Jenolen (NCC-2010).

Classe Venture[modifica | modifica sorgente]

La classe Venture è una classe di piccole navi di supporto. Una nave di questo tipo appare nel film Star Trek: L'insurrezione, con il numero di registro NCC-75227.

Classe Wambundu[modifica | modifica sorgente]

A questa classe, in servizio nel XXIV secolo, appartengono la USS Drake (NCC-20381) e la USS Fleming (NCC-20316).

Classe Wells[modifica | modifica sorgente]

La classe Wells è una classe di navi temporali in servizio nel XXIX secolo, con dislocamento di 700.000 tonnellate. Di essa fa parte la USS Relativity (NCV-474439-G) che, comandata dal capitano Braxton, indagò su un criminale temporale che tentava di distruggere la Voyager. (Relativity)

Classe Yorkshire[modifica | modifica sorgente]

La classe Yorkshire è una classe di navi da trasporto, di cui fa parte la USS Denver (NCC-54927).

Delta Flyer[modifica | modifica sorgente]

Il Delta Flyer è una delle molte navette della USS Voyager. Progettata e costruita dal tenente Tom Paris durante la quinta stagione di Star Trek: Voyager, in occasione di una gara contro alieni è la navetta più avanzata della Voyager e forse di tutta la Federazione Unita dei Pianeti. Questa navetta resiste ripetutamente ad attacchi Borg e ad altre missioni estremamente rischiose.

Il primo modello viene distrutto in occasione dell'episodio Unimatrice Zero - Prima Parte (6ª Stagione) il Capitano della Voyager Kathryn Janeway, l'addetto alla sicurezza Tuvok e l'ingegnere B'Elanna Torres si teletrasportano a bordo di un cubo Borg appena prima che il Delta Flyer, colpito da tre siluri fotonici, vada in pezzi. Una seconda navetta (Delta Flyer II) viene in seguito ricostruita al termine della missione dal tenente Tom Paris.

Altre[modifica | modifica sorgente]

  • USS Liberator (NCC-67016): è stata distrutta dai Borg nella battaglia di Wolf 359.
  • USS Raven (NAR-32450): è la nave con cui i genitori di Sette di Nove hanno seguito un cubo Borg fino nel cuore del quadrante Delta, in un pianeta del quale la nave è precipitata.
  • USS "Proxima" (????????) è una delle poche navi con quattro gondole della federazione
  • USS "Discovery" (???????) è una piccola nave da carico del XXIII secolo
  • USS "Yorktown" (???????) viene nominata nel quarto film di star trek e nella sierie TOS, nell' episodio L' ossessione.

Impero Klingon[modifica | modifica sorgente]

La Marina Imperiale Klingon insieme alla Flotta Astrale e alla Flotta Imperiale Romulana è una delle più potenti flotte del quadrante alfa. Conta su innumerevoli navi da battaglia e guerrieri addestrati al peggio.

Caratteristica comune delle navi stellari della Marina Imperiale Klingon è il dispositivo di occultamento, un sistema non in possesso della Federazione che permette di camuffare tutte le emissioni della nave e di deviare tutte le particelle anche energetiche, nascondendo la nave alla vista ed alla rilevazione dei sensori. Effetto collaterale di questo è l'impossibilità di usare le armi, sia i disgregatori che i siluri fotonici, dalla nave in occultamento.

Nella storia canonica dell'Impero Klingon solo un Bird of Prey sperimentale è stato dotato della capacità di fare fuoco con i siluri nonostante l'occultamento, quello comandato dal generale Chang nel film Star Trek VI: Rotta verso l'ignoto.

Sparviero klingon (Bird of Prey)[modifica | modifica sorgente]

Sotto questa denominazione sono riunite varie classi di navi, tra cui la classi B'rel, D12 e K'Vort. sono navi dotate di ali, in grado anche di atterrare sulla superficie planetaria. sono armate con disgregatori e tubi lanciasiluri ed equipaggiate con dispositivi d'occultamento. Le "ali" sostengono i due disgregatori orientabili attraverso la postazione centrale della plancia che si trova a prua della nave.

La classe B'rel è usata principalmente per missioni di esplorazione; ha un equipaggio di 12 uomini, è lunga 88 metri ed ha un'apertura alare di 139 metri.

Le astronavi di classe K'Vort sono invece degli incrociatori leggeri, più grandi delle B'rel e sono guidate da un equipaggio di 40 persone. In esse il design della plancia ha presentato diversi stili col passare dei decenni, ma quasi sempre con un tunnel di accesso diretto posteriore; come nelle navi della Federazione, la sala riservata all'ufficiale comandante si trova appena a lato della plancia. Si può accedere al sistema di teletrasporto da un pannello di accesso in un corridoio, conoscendo i codici di accesso corretti. Navi di classe K'Vort conosciute sono:

  • IKS Buruk
  • IKS Ch'Tang
  • IKS Hegh'ta
  • IKS Koraga
  • IKS Korinar
  • IKS M'Char
  • IKS Malpara
  • IKS Orantho
  • IKS Ning'tao
  • IKS Pagh
  • IKS Rotarran: è la nave ammiraglia del generale Martok durante la Guerra del Dominio. Sia Worf che suo figlio Alexander servono su questa nave durante il conflitto.
  • IKS B'Moth
  • IKS Slivin
  • IKS Vorn
  • IKS K'mpec (in servizio nel 2367)
  • IKS Y'tem

Classe D5[modifica | modifica sorgente]

In servizio alla metà del XXII secolo, le navi di questa classe erano tra le più potenti astronavi klingon dell'epoca. Vi faceva parte la BortaS, comandata da Duras.

Classe D7[modifica | modifica sorgente]

La classe D7 è il meglio della Flotta Imperiale negli anni 2260. È il prototipo del progetto standard klingon delle astronavi, compreso il ponte di comando collocato frontalmente, che in caso di emergenza può essere espulso dal corpo principale; le navi di questa classe operano spesso in squadre di tre. Sono lunghe 228 metri, larghe 152, alte 60 e possono viaggiare a curvatura 8. L'equipaggio è di 480 uomini, e le armi presenti sono due disgregatori e un tubo lanciasiluri.

Le navi basate sul concetto base sono rimaste in servizio per più di un secolo; l'incrociatore D7, introdotto nel 2245, è stato successivamente aggiornato nella classe K't'inga. durante il periodo dell'alleanza tra Klingon e Romulani i Klingon hanno ceduto il progetto a i loro alleati in cambio del dispositivo di occultamento

Vi fa parte la IKS Gr'oth.

Classe K't'inga[modifica | modifica sorgente]

Le navi di questa classe hanno rimpiazzato gli incrociatori classe D7 a partire dal 2270. Fabbricati in orbita a Qo'nos, possono raggiungere una velocità massima di curvatura 8,6, e sono armate con sei disgregatori e tre tubi lanciasiluri. L'equipaggio è di 800 persone. Navi di questa classe erano la IKS Amar, la IKS B'moth, la IKS Qo'nos One, la IKS T'ong e la IKS T'Acog.

Classe K'Toch[modifica | modifica sorgente]

È la classe di cui fa parte la nave di Klaang, precipitata sulla Terra nel 2151. (ENT: Prima missione).

Classe Negh'var[modifica | modifica sorgente]

Le astronavi di questa classe sono navi da guerra, costruite a partire dal 2368. Sono lunghe 680 metri, larghe 280 e alte 137, possono raggiungere la velocità di curvatura 9,6 e sono armate con 20 disgregatori e due tubi lanciasiluri. L'equipaggio è di 2780 persone.

Classe Raptor[modifica | modifica sorgente]

La classe Raptor è in servizio nel XXII secolo. Vi fa parte la IKS Somraw, salvata dalla distruzione all'interno dell'atmosfera di un gigante gassoso da parte dell'Enterprise NX-01. (ENT: Una nave alla deriva)

Classe Toron[modifica | modifica sorgente]

L'astronave Alemo ricade in questa classe.

Classe Vor'cha[modifica | modifica sorgente]

La classe Vor'cha è una classe di incrociatori pesanti, che sostituisce la classe K't'inga. Vengono massicciamente impiegate nella guerra del Dominio, nel corso della quale oltre 300 navi di questa classe vengono distrutte.

Prodotte in orbita a Qo'nos, sono lunghe 481,32 metri, larghe 341,76 e alte 106,87; la massa è di 2.238.000 tonnellate. L'equipaggio è formato da 280 ufficiali, 600 tra sottufficiali e marinai e 1500 unità di truppe da sbarco; la velocità di crociera è di curvatura 6, mentre la massima velocità possibile è compresa tra curvatura 9,4 e curvatura 9,8. Queste navi sono armate con 17 disgregatori e tre lanciasiluri, e sono dotate di dispositivi d'occultamento. Come le navi di classe Galaxy, possono dividersi in due sezioni.

Navi conosciute:

  • IKS BortaS
  • IKS Drovna
  • IKS Maht-H'a
  • IKS Qu'Vat
  • IKS Toh'Kaht
  • IKS Vor'nak
  • IKV LaDwI'va

Compare per la prima volta nelle serie tv Star Trek: The Next Generation come nave di K'mpec (2367).

Unione Cardassiana[modifica | modifica sorgente]

Classe Galor[modifica | modifica sorgente]

Questa tipologia di vascello, risulta esser l'unità navale più potente dell'Unione Cardassiana.

I Cardassiani impiegano in battaglia tale tipologia di unità quando è necessaria una dimostrazione di forza: drammatica ed impressionante. Lo schema operativo standard di questi vascelli è costituito da un gruppo d'attacco di tre unità, ma non è raro imbattersi in unità singole durante la navigazione.

L'origine del nome affibbiato a questa classe di navi cardassiane, deriva dal folklore di questa razza: un mitico guerriero mascherato delle tenebre di nome Galor; il loro aspetto caratteristico, similare al simbolo di Galor il Cardassiano, ricorda la forma una freccia e viene utilizzato anche come simbolo distintivo dell´Unione; per la forma, lo scafo è simile a quella di un pesce: testa, pinne e una lunga coda.

Il vascello è strutturato da sezioni triangolari in serie; il corpo principale risulta esser costituito da tre livelli distinti, con il livello-modulo del ponte capace di sollevarsi a proravia, verso l´alto.

Le lame frontali risultano esser la controparte cardassiana delle gondole di curvatura della Flotta e racchiudono al loro interno i motori a curvatura.

A prua, al di sopra delle lame, è presente la struttura del ponte di comando.

Al di sotto delle pinne dello scafo principale, trova alloggiamento il sistema d'armamento: un modulo di forma quadrata, di grandi dimensioni e dal caratteristico colore rosso. Sul bordo anteriore delle pinne sono collocate due luci gialle, mentre una è posizionata sul bordo posteriore d´uscita; la parte ventrale dello scafo è esente da qualsiasi apertura.

La plancia è dominata da una singola poltrona di comando, posta al centro della sala, le cui dimensioni e posizione riflettono la propensione dei Cardassiani ad impressionare sia i nemici che i sottoposti.

I vascelli di classe Galor sono armati con disgregatori e distruttori la cui gittata massima è di circa 300.000 kilometri.

In un combattimento singolo, una nave di classe Galaxy sovrasta nettamente una classe Galor: per questo, tale tipologia di vascelli, durante le operazioni militari, operano in gruppi di tre unità.

  • Classe: Galor, tipo III
  • Tipologia: nave da guerra pesante - incrociatore pesante da battaglia
  • Cantiere: Cardassia Prime Orbital Three Assembly Facility, Cardassia Prime
  • Data ordinamento:
  • Data varo:
  • Data radiazion:
  • Dislocamento: 1.678.000 tonnellate
  • Lunghezza: 371,88 metri
  • Larghezza: 192,23 metri
  • Altezza: 59 metri
  • Ponti:
  • Propulsione: 1-2 nuclei di curvatura, 3 o più motori ad impulso
  • Velocità di crociera:
  • Velocità massima: warp 9.6
  • Velocità di emergenza:
  • Equipaggio: 300 membri effettivi d'equipaggio, più il personale delle unità da sbarco e le truppe d'assalto
  • Capacità:
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi deflettori
  • Armamento: 8 o più banchi di disgregatori ad onda spirale, un cannone poppiero ad onde distruttrici
  • Unità conosciute:
    • Aldara
    • Reklar
    • Kraxon
    • Trager
    • Prakesh
    • Vetar

Classe Hideki[modifica | modifica sorgente]

Questa classe di navi è costituita da scout di piccole dimensioni e gioca un ruolo fondamentale all'interno della flotta cardassiana, poiché trattasi di unità prodotte in grandi numeri.

Per tale metodo di produzione, questa classe ha subito notevoli aggiornamenti e refit, introducendo continue migliorie: aumento dell'efficienza dei motori, incremento della resistenza dei sistemi difensivi ed aumento della potenza di fuoco erogata.

  • Classe: Hideki
  • Tipologia: nave da ricognizione
  • Cantiere: Cardassia Prime Orbital Three Assembly Facility, Cardassia Prime
  • Data ordinamento: 2345
  • Data varo:
  • Data radiazion:
  • Dislocamento: 120.000 tonnellate
  • Lunghezza: 85,78 metri
  • Larghezza: 64,14 metri
  • Altezza: 12,43 metri
  • Ponti: 3
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 5
  • Velocità massima: warp 7
  • Velocità di emergenza: warp 9.5 per 1 ora
  • Equipaggio: 30 membri
  • Capacità:
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi deflettori e sistemi di schermatura standard
  • Armamento: 4 banchi di disgregatori ad onda spirale frontale ed 1 poppiero, 1 tubo lanciasiluri fotonico con capacità di carico massimo di 20 siluri

Classe Keldon[modifica | modifica sorgente]

La classe Keldon è un potenziamento della classe Galor: le differenze sostanziali sono costituite dalla presenza di pinne poppiere dorsali e di un modulo di forma di parallelepipedo portato in posizione dorsale, dietro la sezione semicircolare elevabile prodiera.

Il design di questa unità è stato effettuato da Tony Meininger, modificando il modello originale delle Galor, presentato da Ed Miarecki: la funzione del modulo supplementare è, al momento, sconosciuta.

  • Classe: Galor, tipo III
  • Tipologia: nave da guerra pesante - incrociatore pesante da battaglia
  • Cantiere: Cardassia Prime Orbital Three Assembly Facility, Cardassia Prime
  • Data ordinamento:
  • Data varo:
  • Data radiazion:
  • Dislocamento: 2.230.000 tonnellate
  • Lunghezza: 371,88 metri
  • Larghezza: 192,23 metri
  • Altezza: 70,13 metri
  • Ponti: 17
  • Propulsione: 1-2 nuclei di curvatura, 3 o più motori ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 9.2
  • Velocità massima: warp 9.6
  • Velocità di emergenza:
  • Equipaggio: 500 membri effettivi d'equipaggio, più il personale delle unità da sbarco e le truppe d'assalto
  • Capacità:
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi deflettori
  • Armamento: 8 o più banchi di disgregatori ad onda spirale, un cannone poppiero ad onde distruttrici

Alleanza Ferengi[modifica | modifica sorgente]

Cargo shuttle[modifica | modifica sorgente]

Vascello di carico utilizzato come mercantile dai Ferengi

Classe D'kora (Incrociatore Marauder)[modifica | modifica sorgente]

Vascello di grandi dimensioni ed altamente sofisticato; tale unità, può esser paragonato ad un incrociatore da battaglia pesante: con la sua potenza di fuoco, è in grado di infliggere pesanti danni ad un vascello di classe Galaxy, se non addirittura distruggerlo con un solo colpo.

Il primo contatto tra la Federazione e l'Alleanza Ferengi, avvenne nei pressi di Gamma Tauri IV nel 2364: in tale occasione, il vascello incontrato, fu proprio un Marauder.

I membri dell'equipaggio di un classe D'kora, si attestano intorno alle 450 unità. Questi vascelli, capaci di viaggiare ad alti fattori di curvatura, riportano sempre ben visibile sullo scafo l'insegna dell'Alleanza Ferengi.

Nave da Trasporto Ferengi[modifica | modifica sorgente]

Più che una classe, questa categoria presenta un insieme di varie tipologie di unità, che rivestono una funzione estremamente importante negli incontri commerciali: devono risultare comode, suntuose e spazione, al fine di invogliare il cliente a stipulare accordi commerciali con i Ferengi.

Di questo tipo di navi fa parte la Sepulo, la nave personale del Grande Nagus Zek.

Pod Ferengi (o Shuttle Ferengi)[modifica | modifica sorgente]

Trattasi di piccole navette utilizzate per il trasporto di due persone, genericamente imbarcate sui Marauder ed utilizzate per voli interplanetari.

Possono raggiungere il fattore curvatura due, presentatno un sistema d'arma a laser a bassa intensità.

La parte poppiera è adibita a stiva di carico, mentre lungo i fianchi, risultano esser presenti le due gondole di curvatura, in una conformazione a tenaglia.

Come quasi tutte le navi Ferengi, lo scafo presenta un colore marrone-arancio, con l'insegna dell'Alleanza impressa sullo scafo in verde.

Vascello Mercantile[modifica | modifica sorgente]

Nave interstellare impiegata come mercantile durante le missioni commerciali a lunga percorrenza; tali vascelli, sono provvisti di ampie stive di carico e cabine passeggeri molto lussuose. Su questo tipo di nave vengono trattati quasi tutti i contratti Ferengi.

Anche queste non vengono classificate in un'unica categoria: generalmente, si tratta di vascelli di grandi dimensioni, generalmente di origine non ferengi, acquistati e/o requisiti (secondo le Regole dell'Acquisizione) e riadattati per il trasporto ed il commercio.

Impero Stellare Romulano[modifica | modifica sorgente]

Le informazioni su tutte le unità romulane permangono frammentarie per via della natura altamente riservata dei romulani in merito alle proprie unità navali: solo alcune delle unità seguenti, sono conosciute più approfonditamente, in quanto, sono state incontrate più volte dalle unità federali e, pertanto, sono state sottoposte a maggiori analisi e se ne è osservato il comportamento.

Dreadnought - Corazzata veloce[modifica | modifica sorgente]

Classe Kerchan[modifica | modifica sorgente]

Classe Vereleus[modifica | modifica sorgente]

Falchi da guerra[modifica | modifica sorgente]

Classe D'deridex[modifica | modifica sorgente]

La classe D'deridex è una delle classi più avanzate e potenti della flotta romulana, nonché più conosciute.

Si compone di una parte frontale che racchiude tutti i ponti comando e principali e di una forma svuotata con ali congiunte (a formare un'ellisse); le gondole di curvatura si trovano nella parte "inferiore" delle ali. Questo suo design si distanzia sia dalle strutture tipiche dei cosiddetti falchi sia da quella più tozza e compatta di altri vascelli simili.

La prima unità di questa classe apparsa sullo schermo e, nella cronologia di Star Trek, la prima ad essere osservata dalla Flotta Stellare, si ha nell'episodio La zona neutrale, nel 2364.

  • Classe: D'deridex
  • Tipologia: Falco da guerra pesante romulano
  • Cantiere:
  • Data ordinamento: 2361
  • Data refit: 2371
  • Dislocamento: superiore a 4 milioni di tonnellate
  • Lunghezza: 1041,65 metri
  • Larghezza: 772,43 metri
  • Altezza: 285,47 metri
  • Ponti: 45 o più
  • Propulsione: nucleo di curvatura a singolarità quantistica, più motori ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 5 o 6 in modalità occultamento, warp 8,2
  • Velocità massima: warp 9
  • Velocità di emergenza: warp 9,6 (non consigliabile: rischio di danni irreparabili ai motori)
  • Equipaggio: 1500 membri
  • Capacità: 400 passeggeri, 10000 persone in caso d'evacuazione d'emergenza
  • Sistemi difensivi: sistemi di scudi deflettori, sistema d'occultamento
  • Armamento: 6 banchi di disgregatori, 2 tubi lanciasiluri al plasma, 2 tubi lanciasiluri a singolarità
  • Unità conosciute:
    • IRW Belak
    • IRW Decius (illusory)
    • IRW Devoras
    • IRW D'ridthau
    • IRW Haakona
    • IRW Khazara
    • IRW Makar
    • IRW T'Met
    • IRW Terix

Classe D'sera[modifica | modifica sorgente]

Questa classe rappresenta l'ultima tipologia di Falco da Guerra leggero entrato in produzione.

Nell'arco di un ventennio, questa classe è andata incontro ad una massiva produzione, comportando un disarmo quasi completo di unità più datate della stessa tipologia; da diversi anni non viene ripresa la produzione, a fronte di un eseguo numero di perdite dubite di questa classe. Nonostante risulti un po' datata, la classe D'sera rimane una classe molto valida: compensa il divario tecnologico con bassi costi di produzione, manutenzione e riparazione non dispendiosa in termini di risorse e tempi.

  • Canone: no
  • Era: TNG, DS9, VOY
  • Classe: D'sera
  • Tipologia: Falco da guerra leggero
  • Data ordinamento: 2356
  • Data refit: 2366 - 2376
  • Dislocamento: tonnellate
  • Lunghezza: 523 metri
  • Larghezza: 632 metri
  • Altezza: 85 metri
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 7
  • Velocità massima: warp 8
  • Velocità di emergenza: warp 9,6 per 8 ore
  • Equipaggio: 800 membri
  • Capacità: 100 passeggeri, 7000 persone in caso di evacuazione d'emergenza
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi deflettori, sistema d'occultamento
  • Armamento: 5 banchi di disgregatori, 2 tubi lanciasiluri al plasma, 2 tubi lanciasiluri a singolarità

Classe D'valek[modifica | modifica sorgente]

È costituita da unità da battaglia veloci, derivate da una linea progettuale ben riuscita ed in continuo miglioramento; oltre a possedere un eccellente velocità di crociera, questa classe combina un'elevata potenza di fuoco ad una discreta resistenza, oltre a possedere un'invidiabile tangenza d'evacuazione: 19 000 individui per vascello, cosa che rende le unità di questa classe ideale per situazioni d'emergenza, in cui occorre evacuare un grosso numero di persone in breve lasso di tempo.

Tuttavia, lo spazio ricavato viene sacrificato a spese delle strutture di supporto e di comando della nave. Questa classe si è particolarmente distinta nella guerra contro il Dominio, in particolare poiché è riuscita a fornire un ottimo supporto in battaglia, limitando moltissimo le perdite: è stata considerata, in assoluto, la classe migliore in uso durante il conflitto.

  • Canone: si
  • Era: TNG, DS9, VOY
  • Classe: D'valek
  • Tipologia: Falco da guerra veloce
  • Data ordinamento: 2368
  • Lunghezza: 822 metri
  • Larghezza: 753 metri
  • Altezza: 303 metri
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 6
  • Velocità massima: warp 9,2
  • Velocità di emergenza: warp 9,6 per 6 ore
  • Equipaggio: 1450 membri
  • Capacità: 5500 passeggeri, 19000 persone in caso di evacuazione d'emergenza
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi deflettori, sistema d'occultamento
  • Armamento: 6 banchi di disgregatori, 1 lanciasiluri al plasma, 2 lanciasiluri a singolarità

Classe Norexan[modifica | modifica sorgente]

Questa classe è frutto della guerra contro il Dominio, combattuta prevalentemente con l'ausilio della classe D'deridex che, nonostante l'elevata potenza di fuoco, si è dimostrata inefficace, in particolare nelle situazioni di scontri tra flotte.

In seguito a tali osservazioni, l'Impero ha sviluppato una serie di progetti paralleli per generare una nuova serie di falchi da guerra, con la sottoclassificazione in falchi da guerra da attacco

Questa tipologia di unità, pur mantenendo l'assetto tipico di un Falco da Guerra, risulta esser di gran lunga più maneggevole, mantenendo una potenza di fuoco accettabile, ma presentato dei sistemi in grado di adattarsi in maniera più rapida ed ottimale in caso di situazioni complesse e dinamiche.

  • Canone: si come classe Valdore
  • Era: VOY
  • Classe: Norexan
  • Tipologia: Falco da guerra d'attacco
  • Data ordinamento: 2378
  • Dislocamento: tonnellate
  • Lunghezza: 603 metri
  • Larghezza: 911 metri
  • Altezza: 94 metri
  • Propulsione: 1 nucleo di curvatura, 1 motore ad impulso
  • Velocità di crociera: warp 6 in occultamento
  • Velocità massima: 9,2 warp
  • Velocità di emergenza: warp 9,7 per 24 ore
  • Equipaggio: 1000 membri
  • Capacità: 200 passeggeri, 5000 persone in caso di evacuazione d'emergenza
  • Sistemi difensivi: sistema di scudi primario e secondario, dispositivo d'occultamento
  • Armamento: 6 banchi di disgregatori, 2 tubi lanciasiluri al plasma, 2 tubi lanciasiluri a singolarità
  • Unità:
    • IRW Valdore: nel decimo episodio, La Nemesi, due vascelli di questa classe (la Valdore è agli ordini del comandante Donatra) assistono l'Enterprise nello scontro navale contro la Scimitar; questa classe è nota come classe Valdore.

Classe T'korex[modifica | modifica sorgente]

Classe Classe V'tir[modifica | modifica sorgente]

Incrociatori[modifica | modifica sorgente]

Classe Ael Ra'Kholh[modifica | modifica sorgente]

Incrociatore d'attacco

Classe Ak'tel[modifica | modifica sorgente]

Classe Meret[modifica | modifica sorgente]

Incrociatore da Incursione

Classe Nelvek[modifica | modifica sorgente]

Incrociatore Pesante

Classe Prelar[modifica | modifica sorgente]

Incrociatore Veloce

Classe Vercaal[modifica | modifica sorgente]

Incrociatore Leggero

Falchi Stellari[modifica | modifica sorgente]

Classe Shalimar[modifica | modifica sorgente]

Falco Stellare leggero

Classe T'rasus[modifica | modifica sorgente]

Classe V'tana[modifica | modifica sorgente]

Falco Stellare a lungo raggio

Classe Vidian[modifica | modifica sorgente]

Falco Stellare pesante

Fregate[modifica | modifica sorgente]

Classe D'tavan[modifica | modifica sorgente]

Fregata d'attacco

Classe D'theros[modifica | modifica sorgente]

Fregata leggera

Classe D'virin[modifica | modifica sorgente]

Fregata da incursione

Classe Melek'aan[modifica | modifica sorgente]

Classe Serex[modifica | modifica sorgente]

Fregata pesante

Classe Thalan[modifica | modifica sorgente]

Fregata veloce

Cannoniere[modifica | modifica sorgente]

Classe D'gerok[modifica | modifica sorgente]

Cannoniera d'assalto

Classe V'gurin[modifica | modifica sorgente]

Cannoniera subluce

Classe Vadak[modifica | modifica sorgente]

Cannoniera pesante

Narada[modifica | modifica sorgente]

Un ex nave mineraria modificata per poter distruggere pianeti. Appare nell'11º film.

Bird of Prey[modifica | modifica sorgente]

Classe Krenet[modifica | modifica sorgente]

Classe Thereus[modifica | modifica sorgente]

Classe Vithrel[modifica | modifica sorgente]

B.o.P. Veloce

Scout[modifica | modifica sorgente]

Classe D'Tarsis[modifica | modifica sorgente]

Classe Deresus[modifica | modifica sorgente]

Scout pesante

Classe Tirethi[modifica | modifica sorgente]

Scout a lungo raggio

Corrieri[modifica | modifica sorgente]

Classe Rehntet[modifica | modifica sorgente]

Classe Theron[modifica | modifica sorgente]

Corriere a lungo raggio

Classe Theta[modifica | modifica sorgente]

Corriere veloce

Navi Specializzate[modifica | modifica sorgente]

Classe Chath[modifica | modifica sorgente]

Caccia

Classe Neh'vor[modifica | modifica sorgente]

Vascello Scientifico

Classe Phaeros[modifica | modifica sorgente]

Vascello Medico

Classe Scorpion[modifica | modifica sorgente]

Caccia

Classe Vasteme[modifica | modifica sorgente]

Trasporto Cannoniere

Navi di Supporto e Ausiliarie[modifica | modifica sorgente]

Classe Aeros[modifica | modifica sorgente]

Trasporto Senatoriale

Classe D'seren[modifica | modifica sorgente]

Trasporto

Classe Gareth[modifica | modifica sorgente]

Rimorchiatore

Classe Har'dro[modifica | modifica sorgente]

Trasporto militare

Classe Ikal'daka[modifica | modifica sorgente]

Lancia

Classe Izznarg[modifica | modifica sorgente]

Nave cisterna

Classe Kinaen[modifica | modifica sorgente]

Navetta a curvatura

Classe Niar[modifica | modifica sorgente]

Navetta ad impulso

Classe Sethen[modifica | modifica sorgente]

Trasporto cargo

Classe Vel'tar[modifica | modifica sorgente]

Trasporto Armato

Classe Veranal[modifica | modifica sorgente]

Trasporto da occupazione

Astronavi vulcaniane[modifica | modifica sorgente]

T'plana-hath[modifica | modifica sorgente]

Compare nel film Star Trek: Primo contatto.

È una nave da esplorazione e ricerca scientifica Vulcaniana del XXI secolo. Pur non appartenendo ad una classe specifica di vascelli spaziali di Vulcano, la T'Plana-Hath,comandata da Solkar, il nonno di Spock, è citata in quanto ha effettuato il primo contatto con la Terra, il 5 aprile del 2063, quando, dopo aver individuata la scia di curvatura del primo riuscito volo a velocità superluminale dell'astronave terrestre Phoenix del dottor Zefram Cochrane, atterra sulla Terra per conoscere gli autori del volo. Con questo "primo contatto" la Terra entrò, a pieno titolo, tra le specie in grado di esplorare la Galassia e successivamente partecipò alla nascita della Federazione dei Pianeti Uniti.

L'astronave è chiamata così dal nome di una grande pensatrice Vulcaniana del passato, T'Plana-Hath, fondatrice della scuola filosofica di ShirKhar quando cominciava ad affermarsi Surak.[senza fonte]

Altre tipologie di navi stellari[modifica | modifica sorgente]

Phoenix[modifica | modifica sorgente]

Presente nel film Primo contatto, è la prima nave spaziale costruita dai terrestri capace di velocità curvatura.

Concepita e realizzata da Zefram Cochrane e dal suo staff (tra cui Lily Sloane), viene costruita all'incirca dieci anni dopo la fine della terza guerra mondiale in un complesso missilistico del Montana, nel Nordamerica. Cochrane sfrutta un missile Titan (residuato della guerra nucleare) sostituendo la testata bellica con un abitacolo in grado di contenere tre persone, utilizzando il nucleo atomico quale fonte d'energia per il primo motore CDP (Continuum Distortion Propulsion, propulsione a distorsione del continuum).

Lanciata il 5 aprile 2063, la sua traccia di curvatura viene individuata dalla T'plana-hath, in ricognizione nel sistema solare terrestre, stabilendo così lo storico primo contatto con una civiltà aliena.

Anni dopo, la Phoenix risulta esposta allo Smithsonian Institution. Nel XXIV secolo un'astronave della classe Nebula ha ricevuto lo stesso nome in onore di questa prima astronave.

Immagini della Phoenix sono state inserite anche nella sigla del telefilm Star Trek: Enterprise.

Dati tecnici
  • Tipo: Missile Titan V adattato
  • Dimensioni:: 32,91 metri di lunghezza totale, 3,35 metri di diametro massimo
  • Lunghezza della navetta: 14,63 metri
  • Lunghezza del propulsore: 18,28 metri
  • Equipaggio: 3

Classe 4[modifica | modifica sorgente]

A questa classe appartiene la SS Beagle, del Servizio Mercantile Federale, il cui equipaggio è costretto, in seguito al danneggiamento della nave da parte di un meteorite, a recarsi su di un pianeta per avere dei materiali di riparazione: qui l'equipaggio, costituito da 47 componenti, è costretto a partecipare a delle lotte gladiatorie per poter acquisire i materiali e l'attrezzatura per le riparazioni.

Scimitar[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di un Falco da Guerra remano, modello unico, sviluppato segretamente su Remus per ordine del pretore Shinzon e dal suo tribuno Vkruk.

Fa la sua comparsa nell'ultimo film legato a The Next Generation, La Nemesi, decimo episodio.

  • Classe: Scimitar
  • Tipologia: Falco da guerra remano
  • Cantiere: Remus, installazione segreta sconosciuta
  • Data radiazione: distrutto
  • Lunghezza: 890 metri
  • Larghezza: 1350 metri
  • Velocità massima: 9,7 warp (massima osservata)
  • Sistemi difensivi: sistemi di scudi deflettori primari e secondari, sistema d'occultamento avanzato (è in grado di fare fuoco rimanendo occultato e/o di disoccultare/occultare parte dello scafo)
  • Armamento: 52 banchi di disgregatori, 27 tubi lanciasiluri fotonici, emettitori radiazioni talaroniche
  • Mezzi imbarcati: caccia d'attacco classe Scorpion

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il video dello scherzo su Youtube

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]