Romulani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Impero Stellare Romulano
Logo dell'Impero Romulano
Lingua ufficiale Romulano
Pianeta Romulus
Capitale Dartha.[senza fonte]
Pretore  ?
Fondazione circa V secolo
Valuta  ?

I Romulani sono una specie umanoide dell'universo fantascientifico di Star Trek. Introdotti nella serie classica di Star Trek, sono personaggi presenti in tutte le serie successive, quasi sempre nel ruolo di antagonisti della Federazione Unita dei Pianeti. In contrapposizione dei loro antenati vulcaniani, sono solitamente rappresentati come un popolo appassionato, traditore e opportunista. L'Impero stellare romulano è uno dei più influenti imperi del quadrante Beta della Via Lattea.

Biologia romulana[modifica | modifica wikitesto]

I Romulani sono un popolo che discende dai Vulcaniani, con cui condividono molte delle caratteristiche fisiche. Sono umanoidi, hanno le orecchie a punta, le sopracciglia non arcuate e il loro sangue è verde perché hanno un'emoglobina a base di rame. Ciononostante, secoli di evoluzione separata in condizioni climatiche e ambientali differenti, hanno provocato delle lievi differenze a livello biologico e morfologico. I Romulani, ad esempio, sono caratterizzati da una piccola cresta a forma di V sopra il naso che è molto rara tra i Vulcaniani. Sono ugualmente longevi, forti e resistenti; mancano del tutto di capacità telepatiche.

Storia dell'Impero Stellare Romulano[modifica | modifica wikitesto]

I Romulani sono sorti nel V secolo quando un gruppo di Vulcaniani rifiutò gli insegnamenti di Surak sulla soppressione delle emozioni, la non-violenza e il predominio della logica e abbandonò il pianeta Vulcano. Il gruppo di dissidenti si stabilì su Romulus e sottomise la popolazione di Remus, fondando l'Impero Stellare Romulano.

Nel 2152 il primo contatto (solo via radio) con un'astronave terrestre, l'Enterprise NX-01 inaugurò in modo disastroso le relazioni tra i Terrestri e i Romulani. Quattro anni dopo scoppia la guerra tra la Terra e l'Impero Romulano, che durerà fino al 2160, quando dopo la Battaglia di Cheron, nella quale i Romulani verranno sconfitti, la Terra e l'Impero Romulano firmarono, sempre via radio e senza mai incontrarsi di persona, un trattato che stabilisce una Zona Neutrale larga un anno luce lungo i confini territoriali dei due contendenti.

Società romulana[modifica | modifica wikitesto]

Governo[modifica | modifica wikitesto]

L'Impero Stellare Romulano ha sede sul pianeta Romulus (C'Rhian in romulano significa Terra dei Romulani). Nonostante sia un impero non vi è però nessun imperatore e lo stato è istituzionalmente una repubblica, strutturata in modo simile all'Antica Roma. Il potere esecutivo è esercitato da un Primo Pretore, assistito da tre Proconsoli. Il Senato è il principale organo legislativo. Il Senato è diviso in Senato Inferiore, che propone e approva le leggi, e Senato Superiore, che ha il potere di veto. La carica di Senatore è ereditaria. Inoltre, il servizio segreto (Tal Shiar) e l'esercito imperiali hanno un potere enorme nella politica romulana. Questa organizzazione così complessa causa una certa inerzia amministrativa e rende l'Impero molto lento nel prendere le sue decisioni.

Tal Shiar[modifica | modifica wikitesto]

La Tal Shiar è l'organo responsabile della prevenzione dell'inquinamento dell'Impero da parte di culture aliene e del mantenimento della lealtà di tutti i cittadini romulani. Tra i suoi compiti c'è quello di condurre relazioni diplomatiche con mondi alieni, fare in modo che tutti i cittadini rispettino le leggi Imperiali e acquisire informazioni su razze aliene da sfruttare a vantaggio dell'Impero o dell'agenzia stessa.

La Tal Shiar è un'agenzia segreta indipendente che si occupa anche di «rafforzare la lealtà» nei confronti dell'Impero sia nei civili sia nei militari. Gli agenti della Tal Shiar godono di una notevole discrezionalità nell'esercitare il proprio potere, potendo tranquillamente ignorare le istanze provenienti da alte cariche come senatori o governatori di colonie e potendo arrivare a sollevare gli ufficiali comandanti dai loro incarichi.

Quando lo desiderano, gli agenti dell'agenzia sono riconoscibili o dalla doppia bandoliera sulla spalla, oppure da una spilla posta a scelta sul lato destro del colletto o sulla manica destra.

La Tal Shiar è gestita dallo Shiar'Fvillha, o Comandante Supremo, che presiede tutte le sedute del Pretorato ed è incaricato di prendere decisioni al posto dell'Impero in caso d'emergenza. Lo Shiar'Fvillha è affiancato da un Vice Direttore, normalmente il Segretario del Consiglio di Guerra, un senatore, che si occupa del coordinamento delle varie sezioni dell'agenzia, le quali fanno capo ad altrettanti colonnelli.

La Tal Shiar ha una struttura organizzativa molto agile e lascia molto spazio all'iniziativa dei singoli agenti, a patto che le loro azioni portino benefici all'Impero oppure all'agenzia stessa. Un piano azzardato effettuato senza autorizzazione è tollerato solo se riesce senza problemi, altrimenti la Tal Shiar e il Governo romulano negheranno ogni coinvolgimento abbandonando chi ha fallito al proprio destino, o, in alcuni casi, ne pretenderanno la restituzione per poterlo giustiziare.

L'ingresso nell'organico dell'agenzia è possibile dietro presentazione da parte di un membro del candidato a una commissione giudicante o a un alto ufficiale, non importa che il candidato sia civile o militare.

Spesso gli ufficiali della Tal Shiar servono come assistenti personali dei Proconsoli, raccogliendo informazioni, coordinando la sicurezza, consigliando le azioni da intraprendere e sorvegliando le azioni del Proconsole stesso: non di rado sono visti come una presenza inquietante da questi politici.

Il motto della Tal Shiar è «Per proteggere e servire... noi!»

Struttura sociale[modifica | modifica wikitesto]

Poco si sa della società romulana a causa delle tendenze isolazioniste dell'Impero. La struttura sociale è ordinata in varie caste. Ogni casta appartiene a una casata. Le casate romulane, cinque in totale, hanno una condizione sociale e politica variabile a seconda dell'attuale Pretore al governo. Ogni cittadino ha diritto di appartenere a una casta; gli unici che non hanno il diritto di appartenere ad alcuna casta sono i Remani (c'Chavranna), gli abitanti nativi del pianeta Remus, C'Chavran in romulano: Terra dei Viaggiatori). I Remani sono infatti sottomessi alla condizione di schiavi e gli unici titoli che possono essere a loro attribuiti sono dottore o ingegnere. I Remani furono utilizzati con pieno successo durante la Guerra del Dominio.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

I Romulani sono un popolo raffinato ed evoluto e hanno una tecnologia estremamente avanzata. Possiedono un forte senso dell'onore e normalmente non fanno prigionieri in battaglia. Si sono dimostrati assai militaristi e aggressivi, anche se allo stesso tempo sono isolazionisti e reclusivi. Tra i Romulani è ammesso il suicidio d'onore, di solito preferito all'omicidio da parte della Tal Shiar che è la punizione che attende i servitori dello Stato che si sono dimostrati inadatti al loro compito. I romulani producono una particolare bevanda blu molto alcolica, detta birra romulana, che in molti episodi di Star Trek risulta essere proibita al consumo proprio per gli effetti "deleteri" dell'alcool che contiene sulle menti umane.

Religione[modifica | modifica wikitesto]

I Romulani chiamano il mitico luogo della creazione Vortavor. Ogni romulano crede negli "elementali".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Star Trek Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek