Gene Roddenberry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gene Roddenberry nel 1976.

Gene Roddenberry, nome completo Eugene Wesley Roddenberry (El Paso, 19 agosto 1921Santa Monica, 24 ottobre 1991), è stato uno sceneggiatore e produttore televisivo statunitense.

È noto soprattutto per avere ideato la serie televisiva di fantascienza Star Trek. Aviatore decorato durante la seconda guerra mondiale, è stata una delle prime persone a scegliere di essere sepolto nello spazio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gene Roddenberry (al centro in marrone) con gli attori del cast di Star Trek davanti allo Space Shuttle Enterprise

Nato a El Paso nel Texas, trascorse la sua giovinezza a Los Angeles in California.

Roddenberry si arruolò nell'aeronautica degli Stati Uniti nel 1941 e divenne un aviatore. Fu decorato con la medaglia Distinguished Flying Cross per le sue azioni nel teatro del Pacifico. Dopo avere lasciato il servizio, fu pilota commerciale per Pan American World Airways e successivamente servì nel Dipartimento di Polizia di Los Angeles dal 1949 al 1956. Prima di Star Trek, scrisse le sceneggiature per molte delle serie popolari della televisione degli anni cinquanta. Provò inoltre a far decollare altre serie di fantascienza, ma senza particolare successo. Durante la fine degli anni settanta, Roddenberry fu lecturer in varie università del paese. I fan gli appiopparono l'affettuoso soprannome di "Grande Uccello della Galassia", da una creatura mitica a cui si fa riferimento in un episodio della serie originale di Star Trek.

Roddenberry si sposò due volte: dal primo matrimonio con Eileen Anita Rexroat - durato 27 anni - ebbe due figlie, Darleen e Dawn, mentre dal suo secondo matrimonio (6 agosto 1969), con Majel Barrett (che ha interpretato il primo ufficiale della nave stellare Enterprise nel primo episodio pilota Lo zoo di Talos, l'infermiera Christine Chapel sempre nella serie originale di Star Trek, il personaggio di Lwaxana Troi e la voce del computer nelle tre serie successive), nacque un figlio, Eugene Wesley Roddenberry, Jr.

Gene Roddenberry (che aveva ricevuto un’educazione religiosa e frequentato regolarmente le funzioni della Chiesa Battista fino all’adolescenza) si considerava uno scettico razionalista e aderì nel 1986 alla American Humanist Association (associazione statunitense dell'umanesimo secolare), la quale nel 1991 gli riconobbe il premio Humanist Arts Award. Dopo la sua morte, una piccola capsula con le sue ceneri fu spedita nello spazio per orbitare intorno alla Terra per sei anni (dopo i quali bruciò nell'atmosfera durante la caduta). In suo onore è stato battezzato un asteroide (4659 Roddenberry) e un cratere su Marte.

Dopo la sua morte nel 1991, gli eredi permisero la creazione di due fortunate serie televisive basate su alcune delle sue idee e soggetti rimasti inutilizzati. Pianeta Terra - Cronaca di un'invasione (Earth: Final Conflict) e Andromeda sono divenute realtà sotto la guida di Majel Barrett. Una terza storia di Roddenberry è stata adattata nel 1995 per una breve serie di fumetti, Gene Roddenberry's Lost Universe.

Citazioni[modifica | modifica sorgente]

Nel fumetto Nathan Never l'episodio dal titolo "Doppio futuro" è espressamente dedicato a Gene Roddenberry.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia italiana di Gene Roddenberry in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.

Controllo di autorità VIAF: 106249744 LCCN: n79121342