USS Enterprise (NCC-1701)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Enterprise
Immagine dell'astronave USS Enterprise
Immagine dell'astronave USS Enterprise
Universo Star Trek
Nome originale USS Enterprise
Profilo
Tipo nave stellare di classe Constitution
Designazione NCC-1701
Fazione Federazione dei pianeti uniti: Flotta Stellare
Costruttore cantieri dei bacini orbitali di San Francisco in orbita intorno alla Terra
Periodo di servizio 2245-2285
Pilota/i Hikaru Sulu
Comandante James Tiberius Kirk
Dati tecnici
Motore curvatura e impulso
Armamento 3 banchi da 2 phaser ciascuno; 2 banchi di lancio siluri fotonici
Difese scudi deflettori
Equipaggiamento navette ausiliarie (Galileo, Columbus, Einstein, Galileo II)
Prestazioni velocità di crociera: curvatura 8 (512 c), velocità (max.): curvatura 12 (1728 c)
Equipaggio 430 membri di cui 43 ufficiali (anni 2260-2270)
Carico 95 000 t
Massa 600 000 t
Lunghezza 289 m
Larghezza 127,1 m
Altezza 72,6 m

La USS Enterprise (NCC-1701) è una nave stellare della serie televisiva di fantascienza Star Trek. L'Enterprise è probabilmente la più famosa astronave immaginaria della storia. Il vascello appartiene alla classe Constitution ed è un incrociatore pesante commissionato nel 2245 dalla Flotta Stellare della Federazione Unita dei Pianeti.

Il codice identificativo (non ufficialmente acronimo di Naval Costruction Contract) sembra sia stato scelto per la sua similarità con l'attuale codice di identificazione utilizzato dalla Marina Statunitense.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo ufficiale comandante conosciuto del vascello è Christopher Pike che svolge la funzione di capitano tra 2251 e 2261-2262, nel decennio precedente a quello di James Tiberius Kirk.[1]

Nel quinquennio 2264-2269 l'Enterprise, sotto il comando di Kirk, porta a termine incarichi di notevole importanza per la sicurezza della Federazione, che vanno dall'impedire un nuovo conflitto con l'Impero Stellare Romulano nel 2266, alla stipula di un trattato con l'Impero Klingon, provvedendo inoltre a entrare in contatto con specie aliene sconosciute e a studiare fenomeni di notevole interesse scientifico. Questi avvenimenti sono mostrati, in buona parte, nella prima serie televisiva di Star Trek.

Dopo la missione quinquennale di Kirk l'astronave è sottoposta a un'intensa operazione di riammodernamento, come si può vedere nel film Star Trek del 1979, primo episodio cinematografico della serie. Gli aggiornamenti richiesero due anni e mezzo e furono supervisionati dal capitano Willard Decker. L'astronave comunque è prematuramente richiamata in servizio nel 2271 per affrontare la crisi V'ger, durante la quale il comando ritorna temporaneamente a Kirk, ora Ammiraglio.

È opinione comune tra i fan che dopo aver affrontato la crisi Kirk abbia guidato un'altra missione quinquennale. Sebbene questo fatto sia avallato da una serie di romanzi e racconti questi sono considerati non canonici e quindi per il canone di Star Trek sono considerati pure speculazioni. Comunque nell'anno 2285 il vascello è comandato dal capitano metà umano e metà vulcaniano Spock, ex primo ufficiale di Kirk, che utilizza l'Enterprise come nave scuola per i nuovi cadetti della Flotta Stellare.

Nel film Star Trek II: L'ira di Khan, il dittatore terrestre del XX secolo Khan Noonien Singh (risvegliato dall'ibernazione nel 2267) ruba la USS Reliant (NCC-1864) e la utilizza per impadronirsi del Progetto Genesis, un dispositivo di terraformazione ma anche potenziale arma di distruzione di massa, con cui intende vendicarsi di Kirk, che gli aveva impedito di tornare al potere esiliandolo lontano dalla civiltà. Sorpresa durante una crociera di addestramento, l'Enterprise viene gravemente danneggiata, ma Kirk, nuovamente al comando, con l'aiuto di Spock riesce a sua volta a danneggiare la Reliant. Khan, oramai sconfitto, cerca di utilizzare il Progetto Genesis per distruggere la sua nave e quella di Kirk, ma un estremo sacrificio di Spock riesce a salvare l'Enterprise, che riesce a tornare sulla Terra.

Nel film Star Trek III: Alla ricerca di Spock la Flotta Stellare decide di mettere in disarmo la nave, vista la sua età e le riparazioni che sarebbero necessarie. Kirk e i suoi ufficiali superiori Leonard McCoy, Montgomery Scott, Hikaru Sulu, Uhura e Pavel Chekov, comunque, rubano la nave per poter tornare al pianeta nato dalla detonazione del progetto Genesis, dove era stato sepolto il corpo senza vita di Spock; l'equipaggio tuttavia aveva successivamente scoperto che il loro collega prima di morire aveva trasferito il proprio katra (l'equivalente vulcaniano dell'anima umana) nel corpo di McCoy, così da poterlo reinserire nel proprio cadavere tramite un apposito rituale. Sul pianeta il vascello combatte con uno Sparviero Klingon giunto a indagare sull'applicazione militare del Genisis e, sebbene l'Enterprise sia teoricamente più potente, i molti danni e l'equipaggio ai minimi termini rendono impari la battaglia. Kirk si teletrasporta sul pianeta con l'equipaggio e dopo aver fatto teletrasportare l'equipaggio Klingon sull'Enterprise ne avvia l'autodistruzione, provocandone la morte, con l'eccezione del capitano e di due ufficiali, poi sopraffati dagli uomini di Kirk.

Dopo la distruzione della nave l'equipaggio riesce ad impossessarsi dello Sparviero Klingon e con questa nave riesce a tornare sul pianeta Vulcano per resuscitare Spock, salvando poi la Terra da una sonda aliena che ne minaccia l'ecosistema (Star Trek IV: Rotta verso la Terra). In seguito Kirk viene degradato a capitano per aver disobbedito a un ordine diretto di un superiore utilizzando per un'ultima volta l'Enterprise e viene posto al comando della USS Enterprise (NCC-1701-A), un vascello esternamente identico al precedente. La tradizione di utilizzare il numero di registro NCC-1701 verrà seguita anche negli anni successivi, arrivando fino al XXVI secolo secondo le informazioni riportate da alcuni viaggiatori del tempo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Si è ampiamente discusso sul fatto che l'Enterprise fosse dotata di una pista da bowling oppure no. Durante la prima stagione, nell'episodio "Al di là del tempo", il luogotenente Riley affermò che la pista da bowling esistesse realmente. Ma si è discusso che potesse essere una battuta scherzosa o che il tenente potesse essere influenzato da un virus alieno in quel periodo. Nel 1973 Franz Joseph pubblicò gli schemi interni dell'astronave ed effettivamente questi contenevano una pista da bowling. Questi schemi sono comunque non canonici e quindi la presenza della pista è disputata.
  • L'età dell'astronave quando venne distrutta è discussa dato che non esistono dati certi, ma solo alcune congetture basate su informazioni non canoniche o semi canoniche. Durante il terzo film si dichiara che la nave ha vent'anni e quindi che non è pensabile spendere troppe risorse per ripararla ed aggiornarla. Però il film si svolge quindici anni dopo l'episodio "Spazio profondo" (in cui viene risvegliato Khan) e durante quell'episodio si disse che la nave era già stata comandata da Pike per almeno 10 anni prima dell'arrivo di Kirk. Queste congetture inoltre non tengono conto della presunta guida di April. Si è quindi speculato che la nave dovesse avere circa 40 anni quando venne distrutta. Questo è confermato parzialmente dall'episodio "In uno specchio oscuro" della serie Star Trek: Enterprise, ambientata nel secolo XXII. In quell'episodio il computer mostra che la nave è stata commissionata nel 2245. Forse i 20 anni erano riferiti all'ultimo aggiornamento della nave, che effettivamente avvenne circa 20 anni prima della sua distruzione.
  • Il primo Space Shuttle venne chiamato Enterprise invece di Constitution dopo una raccolta di firme tra i fan della serie Star Trek.
  • Prima dell'era Federale e della NCC-1701, la prima astronave in grado di raggiungere curvatura 5, la NX-01, venne chiamata Enterprise.
  • Il ponte di comando della NCC-1701 è stato considerato come possibile ponte di comando dalla marina Statunitense per la sua linearità ed efficienza.

Disposizione dei servizi a bordo[modifica | modifica wikitesto]

Ponte 1

  • plancia

Ponte 3

  • sala ricreativa 6

Ponte 4

  • alloggi dell'equipaggio

Ponte 5

  • infermeria
  • alloggi dell'equipaggio

Ponte 6

  • alloggi dell'equipaggio

Ponte 8

  • armeria

Ponte 12

Ponte 17

  • alloggi dell'equipaggio

Ponte 19

  • sala macchine principale

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiali comandanti:

Equipaggio sotto il comando del Capitano James T. Kirk[modifica | modifica wikitesto]

Enterprise (NCC-1701) (Realtà alternativa)[modifica | modifica wikitesto]

USS Enterprise (realtà alternativa)
Universo Star Trek
Nome originale USS Enterprise (realtà alternativa)
1ª app. in Star Trek (film 2009)
Profilo
Tipo nave stellare di classe Constitution
Designazione NCC-1701
Fazione Federazione dei pianeti uniti: Flotta Stellare
Costruttore cantieri Navali di Riverside, Iowa
Periodo di servizio in servizio dal 2255
Pilota/i Hikaru Sulu
Comandante James Tiberius Kirk
Dati tecnici
Motore curvatura e impulso
Armamento 3 banchi da 2 phaser ciascuno, 2 banchi di lancio di siluri fotonici da 60 megatoni
Difese scudi deflettori
Equipaggiamento quattordici laboratori scientifici
Prestazioni velocità di crociera: curvatura 8 (2875000 c)
Equipaggio 800 membri (anni 2250-2260)
Carico 247 500 t
Massa 495 000 t
Lunghezza 725 metri

La USS Enterprise (NCC-1701) è una nave stellare del film di fantascienza Star Trek.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le forme sono decisamente più sinuose e aerodinamiche allontanandosi dalle forme spigolose della serie originale, dando un senso di modernità più vicina alla concezione del futuro odierna. La sezione delle gondole è stata totalmente ridisegnata, conferendo una forma molto più allungata e massiccia appoggiata su piloni ricurvi, abbandonando la classica luce rossa in favore di una blu elettrica. La sezione superiore del disco è leggermente diversa dall'originale, con un ponte più rialzato e un diametro decisamente maggiore. L'Hangar, più spazioso, può ospitare oltre venti shuttle da trasporto.

Il ponte principale è stato quasi totalmente ridisegnato, come del resto tutti gli interni della nave, abbandonando i caratteristici corridoi tetri con porte colorate a favore di passaggi illuminatissimi, bianchi e molto sobri. Il ponte consta di quattro nuove postazioni ai lati del capitano, vari vetri o pareti trasparenti dove scorrono gli ologrammi, pannelli touch-screen interattivi e ologrammi proiettati sul vetro principale che indicano la situazione della nave e la velocità di curvatura, il tutto ricoperto da una cupola azzurra e molto luminosa. La sala teletrasporto ha ora l'entrata collocata di fronte al trasportatore e non più a fianco; inoltre è presente un vetro di protezione davanti alla postazione di controllo del trasportatore. La sala motori si distacca dalla luminosità dei ponti superiori, presentandosi più come una parte di un complesso industriale, con svariati tubi che portano materiali al nucleo (composto da varie capsule di antimateria) e ponti metallici collegati tra loro da svariate scale.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiali comandanti:

Equipaggio sotto il comando del Capitano James T. Kirk[modifica | modifica wikitesto]

  • Primo ufficiale/ufficiale esecutivo e ufficiale scientifico:
    • Tenente Comandante/Comandante James T. Kirk (2258) (facente funzioni)
    • Tenente Comandante/Comandante Spock (2258- )
    • Ufficiale scientifico Carol Marcus(2259-)
  • Ingegnere capo:
  • Ufficiale medico capo:
  • Timoniere:
  • Navigatore:
  • Ufficiale addetto alle comunicazioni:
    • Tenente Hawkins (2258)
    • Tenente Uhura (2258- )

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La serie animata di Star Trek indica che il capitano Robert April aveva già comandato la nave ma questa serie viene considerata non canonica da Gene Roddenberry, dalla Paramount Pictures o dal franchise di Star Trek. La definita posizione di April comunque viene ritenuta aperta fino a quando un film o un telefilm non mostreranno una posizione ufficiale. È stato segnalato che nel telefilm Star Trek: Enterprise, nell'episodio In uno specchio oscuro, April venga intravisto come autentico capitano dell'Enterprise, ma le immagini non sono chiare e quindi la discussione rimane aperta. Tuttavia nel film Star Trek del 2009, che costituisce un prequel e il reboot della serie classica, April non compare, ma il film, essendo ambientato in una linea temporale alternativa, non stabilisce se nella timeline originale April comandò o no l'Enterprise

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Star Trek Portale Star Trek: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Star Trek